Redentore Salesiani Bari

Rassegna Stampa

Cliccare sull'immagine per leggere l'articolo

 

La Gazzetta del Mezzogiorno Martedì 29 Luglio 2014 - Bari Città pagina VII 

 

 

 

 

Pubblicato da La Gazzetta del Mezzogiorno 18 Luglio 2014 pagina 23 Sport

 

 

 

 

Pubblicato da Corriere del mezzogiorno Venerdì 18 Luglio 2014

 

I BIANCOROSSI

Largo ai giovani, il Bari punta sul vivaio
Legrottaglie allenerà gli allievi

Mercato, dal Chievo arriva Stoian
Jonathan Rossini prelevato in prestito dal Sassuolo

 

Nicola LegrottaglieNicola LegrottaglieBARI - Arriva Jonathan Rossini e oggi firma Adrian Stoian. Ecco i primi due colpi del Bari. E intanto nasce la «cantera». E' stato presentato ieri nell'oratorio dei Salesiani Don Bosco della chiesa del Redentore lo staff del settore giovanile biancorosso. Un asset della società che ricopre un ruolo fondamentale nelle intenzioni del nuovo corso targato Gianluca Paparesta. Non a caso, il 10% dei ricavi sarà investito nella crescita delle giovani leve. Un progetto che prevede pure la creazione di un centro sportivo ideato non solo per la prima squadra, ma per consentire il migliore lavoro possibile al vivaio. Presenti all'illustrazione dello staff del settore giovanile il socio del Fc Bari 1908, Romeo Paparesta ed il sindaco Antonio Decaro e l'assessore allo Sport Pietro Petruzzelli. La «cantera» biancorosso avrà uno sponsor tutto suo, la Ladisa ristorazione. «E' bellissimo presentare il settore giovanile del Bari davanti a tanti ragazzi dell'oratorio - afferma Decaro - dove nascono i talenti». Andrea Innocenti, che vanta importanti esperienze nel ramo ad Empoli e Siena, sarà il responsabile del settore giovanile che conterà otto squadre. Corrado Urbano (ex calciatore biancorosso dal 1988 al 1990) allenerà la Primavera (il vice sarà Giorgio De Trizio). Nicola Legrottaglie e Giuseppe Giusto alleneranno gli Allievi nazionali e regionali. A Carlo Prayer toccheranno i Giovanissimi nazionali e a Giampiero Di Pierro quelli regionali e a Franco Ricciardi gli Esordienti, mentre Michele Andrisani si occuperà dei Pulcini.

 

 

Il nuovo corso per i giovani del Bari

 

 

Confermato il segretario Antonello Ippedico, la new entry di rilievo è quella di Antonio Di Gennaro che avrà la carica di club manager per promuovere il vivaio sul territorio, coordinare l'attività con le scuole calcio di Bari e provincia, creare collegamenti tra settore giovanile e prima squadra. Il settore giovanile del Bari si ritroverà negli ultimi tre giorni di luglio per uno stage in città e poi sarà in ritiro dall'1 al 13 agosto a Castel di Sangro. Nel frattempo è arrivato il primo colpo sul mercato estivo. Si tratta del difensore centrale Jonathan Rossini, prelevato in prestito dal Sassuolo. Oggi invece arriva dal Chievo Stoian che torna al Bari dopo la parentesi di due anni fa. Sembra imminente la definizione della doppia operazione con l'Atalanta per l'arrivo in biancorosso del difensore Matteo Contini e dell'attaccante Giuseppe De Luca. Quest'ultimo, in particolare, sarebbe un innesto di lusso per il torneo cadetto. Sembra, però, che la punta non sia del tutto convinta di scendere di categoria. Ecco perché sarebbe già stata individuata l'alternativa nel nigeriano Jerry Mbakogu, 22 anni, acquistabile a parametro zero, poiché in regime di svincolo a causa del fallimento del Padova. Fitto pure il dialogo con il Torino per ottenere l'esterno offensivo Stevanovic e il ritorno del difensore Chiosa. Con il club granata si parla sempre pure della suggestiva operazione Gazzi. La prossima settimana, invece, si dovrebbe chiudere per il difensore Bianchetti (Verona) ed il centrocampista Schiavone (Juventus).

 

 

 

 

Pubblicato da giornale di puglia giovedì 17 luglio 2014

 

Fc Bari 1908: al Della Vittoria il regalo di Decaro alla squadra e alla città nel giorno del suo compleanno

di Nicola Zuccaro - Riservare un regalo alla città della quale si è sindaco nel giorno del proprio compleanno. La testimonianza giunge da Antonio Decaro che, poco prima di spegnere la candelina n.44 presso l'oratorio del Redentore in occasione della presentazione degli organici del Fc Bari 1908, ha annunciato la riattivazione dello Stadio della Vittoria.

L'impianto di giuoco, rimasto nel cuore della tifoseria biancorossa, ospiterà oltre agli allenamenti delle squadre Giovanissimi, Allievi e Primavera, anche gli allenamenti della prima squadra. Quest'ultima, come ha rilevato Romeo Paparesta, usufruirà del San Nicola solo per le gare interne poichè - come ha annunciato il padre del presidente Gianluca - l'obbiettivo principale resta quello di riavvicinare la città alla squadra, visitando i quartieri di Bari.

L'entusiasmo con cui ha risposto il pubblico presente nella serata del 17 luglio, presso l'Oratorio Salesiano ubicato al Libertà, ha indicato che il nuovo corso societario del club biancorosso, nato sulle ceneri, della fallita As Bari, è sulla buona strada.

La parola, ora, dopo gli osanna tributati alle vecchie glorie biancorosse quali De Trizio, Di Gennaro, Giusto e Legrottaglie (comporranno lo staff tecnico del settore giovanile del Fc Bari 1908) passerà al campo con il duro lavoro di preparazione in vista dell'intensa stagione sportiva 2014-15. 

 

 

 

 

Pubblicato da La Gazzetta del Mezzogioro il 17 Luglio pagina 33 Sport

 

 

 

 

Pubblicato il 15/7/2014 da infoans.org
Bari, Italia -  12 Luglio 2014 - Il 12 Luglio all'Oratorio Salesiano Redentore si è conclusa l'Estate Ragazzi 2014

Bari, Italia - 12 Luglio 2014 - Il 12 Luglio all'Oratorio Salesiano Redentore si è conclusa l'Estate Ragazzi 2014 "Monsters & Co.", con il sostegno del Comune di Bari (Assessorato al Welfare) e della Fondazione con il Sud. Si conclude un percorso educativo che ha visto la partecipazione di 200 ragazzi e ragazze al mattino, impegnati in laboratori sportivi, teatrali, musicali, di riciclo creativo, di danza, di clown, di burattini, di bracciali e web-radio; e di 300 ragazzi e ragazze al pomeriggio, impegnati nei giochi. Sono stati coinvolti 60 giovani volontari ed animatori e circa 30 genitori di supporto. Don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio e Coordinatore della Pastorale Giovanile della Puglia, ha celebrato l'Eucaristia conclusiva. 

 

 

 

Pubblicato da Gazzetta del Mezzogiorno del 12 Luglio 2014 pagina 5 edizione cronaca di Bari

 

Pubblicato da corrierePL.it il 12 Luglio 2014

L'Oratorio, una risorsa per la città di Bari

Sabato 12 luglio all'Oratorio Salesiano Redentore Bari, si concluderà l'Estate Ragazzi 2014  "Monsters & Co.", con il sostegno del Comune di Bari (Assessorato al Welfare) e della Fondazione con il Sud.

 

12 luglio 2014Sabato_12_luglio2

BARI -  Si conclude un percorso educativo che ha visto la partecipazione di 200 ragazzi e ragazze al mattino, impegnati in laboratori sportivi, teatrali, musicali, di riciclo creativo, di danza,  di clown, di burattini, di bracciali e webradio; e di 300 ragazzi e ragazze al pomeriggio, impegnati nei giochi. Sono stati coinvolti 60 giovani volontari ed animatori e circa 30 genitori di supporto all'azione.

La giornata finale prevede, la messa alle ore 18,30 celebrata da Don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Redentore e Coordinatore di Pastorale Giovanile della Puglia dei Salesiani Italia Meridionale. Alle ore 19,30 l'inizio della serata che prevede la presenza della fanfara del 7° reggimento della Brigata Pinerolo, l'inaugurazione e la benedizione dell'immagine celebrativa del bicentenario della nascita di don Bosco riprodotto dell'artista barese Angelo Guaragno, spettacoli dei laboratori e delle squadre dell'Estate Ragazzi e premiazione finale.

Attesa la presenza dell'Assessore al Welfare del Comune di Bari, la dr.ssa Francesca Bottalico.

"L'Estate Ragazzi è andata meglio di ogni nostra aspettativa - ha dichiarato don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Redentore - I ragazzi coinvolti hanno avuto una reale occasione di crescita e di formazione, non solo attraverso la storia proposta, il gioco, i laboratori ma anche attraverso le feste tematiche organizzate per educare ai diritti, alla solidarietà, allo sport grazie al coinvolgimento delle associazioni, alla partecipazione di tante minori e famiglie, ed al sostegno che abbiamo ricevuto. L'Oratorio è una grande risorsa educativa per la comunità e per la città di Bari. La sua forza è rendere i giovani e i ragazzi non destinatari ma protagonisti dell'azione educativa. Un grazie di cuore ai giovani animatori e volontari perché il loro impegno alimenta la forza del sogno di un mondo migliore fondato sulla cultura del dono e della solidarietà".

Alla termine della serata sarà proclamata dal regina dell'Estate Ragazzi 2014, ad ogni partecipante sarà regalato un premio ricordo per questa meravigliosa avventura.

Certo di un riscontro positivo l'occasione è gradita per porgere distinti saluti

dott. Giuseppe Cifarelli

Ufficio Stampa Salesiani Redentore - Bari

 

 

 

Pubblicato da giornaledipuglia.it sabato 12 luglio 2014

L'Oratorio, una risorsa per la città Serata finale al Redentore dei Salesiani di Bari

BARI - Sabato 12 luglio all'Oratorio Salesiano Redentore Bari, si concluderà l'Estate Ragazzi 2014 "Monsters & Co.", con il sostegno del Comune di Bari (Assessorato al Welfare) e della Fondazione con il Sud. Si conclude un percorso educativo che ha visto la partecipazione di 200 ragazzi e ragazze al mattino, impegnati in laboratori sportivi, teatrali, musicali, di riciclo creativo, di danza, di clown, di burattini, di bracciali e webradio; e di 300 ragazzi e ragazze al pomeriggio, impegnati nei giochi. Sono stati coinvolti 60 giovani volontari ed animatori e circa 30 genitori di supporto all'azione.

La giornata finale prevede, la messa alle ore 18,30 celebrata da Don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Redentore e Coordinatore di Pastorale Giovanile della Puglia dei Salesiani Italia Meridionale. Alle ore 19,30 l'inizio della serata che prevede la presenza della fanfara del 7° reggimento della Brigata Pinerolo, l'inaugurazione e la benedizione dell'immagine celebrativa del bicentenario della nascita di don Bosco riprodotto dell'artista barese Angelo Guaragno, spettacoli dei laboratori e delle squadre dell'Estate Ragazzi e premiazione finale. Attesa la presenza dell'Assessore al Welfare del Comune di Bari, la dr.ssa Francesca Bottalico.

"L'Estate Ragazzi è andata meglio di ogni nostra aspettativa - ha dichiarato don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Redentore - I ragazzi coinvolti hanno avuto una reale occasione di crescita e di formazione, non solo attraverso la storia proposta, il gioco, i laboratori ma anche attraverso le feste tematiche organizzate per educare ai diritti, alla solidarietà, allo sport grazie al coinvolgimento delle associazioni, alla partecipazione di tante minori e famiglie, ed al sostegno che abbiamo ricevuto. L'Oratorio è una grande risorsa educativa per la comunità e per la città di Bari. La sua forza è rendere i giovani e i ragazzi non destinatari ma protagonisti dell'azione educativa. Un grazie di cuore ai giovani animatori e volontari perché il loro impegno alimenta la forza del sogno di un mondo migliore fondato sulla cultura del dono e della solidarietà".
Alla termine della serata sarà proclamata dal regina dell'Estate Ragazzi 2014, ad ogni partecipante sarà regalato un premio ricordo per questa meravigliosa avventura 

 

 

 

 

Pubblicato da Barilive.it VENERDÌ 11 LUGLIO 2014ATTUALITÀ

Musica

Fanfara dei bersaglieri in concerto nel quartiere Libertà

Domani alle 20 nell'Oratorio Redentore

LA REDAZIONELa fanfara del BersaglieriLa fanfara del Bersaglieri © n.c.

I bersaglieri nel quartiere Libertà.

La fanfara del 7° reggimento della Brigata Pinerolo si esibirà domani 12 luglio, alle 20, nell'Oratorio Redentore di Bari in via Martiri d'Otranto 65.

L'esibizione rientra nell'attività ludico-ricreativa denominata Estate Ragazzi 2014 organizzata a favore di 300 ragazzi del quartiere. 

Un'occasione per incontrare la celebre fanfara, uno dei simboli di un Esercito che rappresenta da sempre una risorsa per il nostro paese, che si concretizza anche con la vicinanza espressa in musica.

 

 

 

 

 

Pubblicato da La Gazzetta del Mezzogiorno 8 Luglio 2014

 

 

 

7/7/2014 - Italia - La fame dei diritti: una società più giusta a misura di bambino - Pubblicato da infoans.org


Foto dell'articolo -ITALIA - LA FAME DEI DIRITTI: UNA SOCIETÀ PIÙ GIUSTA A MISURA DI BAMBINO

(ANS - Bari) - Si è svolta a Bari, il 3 Luglio, la festa dell'Estate Ragazzi degli oratori salesiani della Puglia, cui hanno preso parte circa 800 bambini e ragazzi della regione. All'appuntamento è stato associata anche una conferenza stampa sul tema "Verso Expo 2015: la fame di diritti, il cibo giusto per i giovani".

La giornata è stata organizzata dal Movimento Giovanile Salesiano e dall'Oratorio "Redentore" dei Salesiani di Bari, in collaborazione con "Coldiretti Puglia", unitamente a "Terranostra Puglia" e "Campagna Amica", la "Fondazione Giovanni Paolo II" e l'associazione "un Clown per amico".

In primo luogo i giovani partecipanti sono stati accolti presso l'oratorio anfitrione, dove hanno ricevuto una merenda e il saluto dell'Ispettore dell'Italia Meridionale (IME), don Pasquale Cristiani. La mattinata è poi proseguita all'insegna dei giochi del Ludobus della Fondazione Giovanni Paolo II Onlus e dei giochi di strada preparati dagli animatori del Redentore.

Contemporaneamente, presso la vicina sala del Fortino Sant'Antonio, si è svolta la conferenza stampa cui hanno partecipato il Presidente e il Direttore di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele e Angelo Corsetti, la pediatra Giuseppina Limongelli e i Salesiani don Fabio Bellino, Delegato per la Pastorale IME, e don Gianpaolo Roma, Delegato per l'Animazione Missionaria IME.

Don Francesco Preite, Direttore dell'oratorio Redentore e organizzatore dell'evento, ha sottolineato: "I ragazzi hanno fame di diritti: al gioco, alla socializzazione, all'amicizia. Questa festa è la dimostrazione più bella che insieme si può costruire un futuro migliore, una società più giusta, dove al centro stanno proprio: i ragazzi. Noi cerchiamo di fare il nostro possibile, con l'augurio che la Regione Puglia riesca a riconoscere il nostro ruolo sociale".

Dopo il pranzo gli 800 ragazzi hanno raggiunto con un festoso corteo la Cattedrale di Bari. Accolti dal parroco, don Franco Lanzolla, hanno conosciuto la storia della Cattedrale e recitato una preghiera appositamente preparata. Nella riflessione che è seguita, ispirata al Vangelo della moltiplicazione dei pani e dei pesci, don Bellino ha detto: "Gesù sa che quella merenda può essere moltiplicata se il ragazzo si rende disponibile a donare. Così avviene: mettere in comune moltiplica il bene. La generosità dei ragazzi e la fiducia che gli animatori hanno nei ragazzi, fa miracoli".

La festa è poi terminata nella centrale Piazza della Ferrarese, con lo spettacolo animato dall'associazione "un Clown per amico" e il pensiero della "buona notte" di don Cristiani, che ha ribadito la necessità di continuare a donarsi per i più piccoli per costruire una società più giusta e più inclusiva. L'oratorio vincitore è stato quello di Molfetta.

Pubblicato il 07/07/2014

 

 

 

 

 

 

La fame dei diritti

Pubblicato il 04 luglio 2014  da CorrierePL.it

Festa_la_FAme_dei_Diritti2

Una società più giusta a misura di bambino. La festa degli Oratori salesiani della Puglia

BARI - Si è svolta a Bari, il 3 Luglio la festa dell'Estate Ragazzi degli Oratori Salesiani della Puglia. Colorati con la propria maglietta dell'Estate Ragazzi, da tutti gli Oratori salesiani della Puglia, accompagnati da giovani animatori volontari sono stati accolti presso l'Oratorio salesiano Redentore, dove le mamme hanno offerto la colazione. Dopo il breve saluto dell'Ispettore dei Salesiani don Pasquale Cristiani, 800 ragazzi degli Oratori salesiani di Andria, Brindisi, Cerignola (Fg), Cisternino (Br), Corigliano d'Otranto (Le), Foggia, Lecce, Molfetta, Santeramo in colle (Ba), hanno sfilato per le vie di Bari cantano inni e bans fino alla centralissima Piazza del Ferrarese.

L'evento è stato organizzato dal Movimento Giovanile Salesiano e dall'Oratorio Redentore Salesiani di Bari, in collaborazione con Coldiretti Puglia (unitamente a Terranostra Puglia e Campagna Amica), Fondazione Giovanni Paolo II (con il Ludobus), l'associazione "un Clown per amico" (con lo spettacolo conclusivo). La prima parte della giornata è stata caratterizzata dai giochi del Ludobus della Fondazione Giovanni Paolo II onlus e dai giochi di strada preparati dai giovani animatori dell'Oratorio Redentore.

La Croce Rossa italiana ha offerto l'assistenza medica mentre l'Acquedotto Pugliese ha dato la disponibilità per un'autobotte di acqua potabile per rinfrescare i tantissimi ragazzi.

Nel corso della mattinata si è svolta una conferenza stampa presso la vicina sala del Fortino Sant'Antonio: "Verso Expo 2015: la fame di diritti, il cibo giusto per i giovani". All'incontro hanno partecipato il Presidente e Direttore di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele e Angelo Corsetti, la pediatra di famiglia Giuseppina Limongelli, don Fabio Bellino, Delegato di Pastorale Salesiani Italia Meridionale, don Gianpaolo Roma, Animazione Missionaria Salesiani Italia Meridionale.

Don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Redentore e Coordinatore di Pastorale Giovanile della Puglia dei Salesiani Italia Meridionale, organizzatore dell'evento, ha sottolineato: "I ragazzi hanno fame di

diritti: al gioco, alla socializzazione, all'amicizia. Questa festa è la dimostrazione più bella che insieme si può costruire un futuro migliore, una società più giusta, dove al centro stanno proprio: i ragazzi. E' un bellissimo spettacolo colorato pieno di ragazzi e animatori volontari.

Noi cerchiamo di fare il nostro possibile, con l'augurio che la Regione Puglia riesca a riconoscere il nostro ruolo sociale".

Alle 13,00 a tutti i piccoli partecipanti è stato offerto il pranzo dagli agriturismi aderenti a "Terranostra Puglia". Nel primo pomeriggio i convenuti hanno raggiunto la Cattedrale di Bari con un corteo festoso per i vicoli del Borgo Antico, accolti dal parroco don Franco Lanzolla.

Il parroco, a nome del Vescovo di Bari e primate di Puglia, ha rivolto un saluto raccontando la storia della Cattedrale di Bari.

La preghiera preparata da don Giuseppe Ruppi e presieduta da don Fabio Bellino, delegato ispettoriale per la pastorale giovanile dei Salesiani del Sud Italia, ha avuto come momento centrale la proclamazione della lettura del Vangelo. Il brano evangelico dei 5 pani e 2 pesci, ha ispirato l'esortazione di don Fabio: «Il giovane protagonista del Vangelo, quel giorno, è andato ad ascoltare Gesù di Nazareth. La mamma gli aveva prepara una sacca con 5 pani e 2 pesci, pensando potessero bastare per una buona merenda. Ma Gesù sa che quella merenda può essere moltiplicata se il ragazzo si rende disponibile a donare. Così avviene:

mettere in comune moltiplica il bene. La generosità dei ragazzi e la fiducia che gli animatori hanno nei ragazzi, fa miracoli». Don Fabio, ricordando il gesto evangelico, ha donato ad ogni rappresentante d'Oratorio un piccolo pane da condividere con gli altri.

Dopo la preghiera, la festa si è conclusa in piazza della Ferrarese, con lo spettacolo animato dall'associazione 'un Clown per amico' e la buonanotte salesiana dell'Ispettore dei Salesiani dell'Italia Meridionale, don Pasquale Cristiani che ha ribadito la necessità di continuare a donarsi per i più piccoli per costruire una società più giusta e più inclusiva.

La giornata si è conclusa, con la proclamazione dell'Oratorio vincitore della giornata, che è stato l'Oratorio di Molfetta.

Certo di un riscontro positivo l'occasione è gradita per porgere distinti saluti

Ufficio Stampa Salesiani Redentore - Bari Cell. 3276769759

REDENTORE SALESIANI BARI

Via Martiri d'Otranto, 65

70123 BARI

 

 

 

 

Pubblicato venerdì 4 luglio 2014 da Giornale di Puglia 

Ieri a Bari la festa degli Oratori salesiani della Puglia

BARI - Si è svolta a Bari, il 3 Luglio la festa dell'Estate Ragazzi degli Oratori Salesiani della Puglia. Colorati con la propria maglietta dell'Estate Ragazzi, da tutti gli Oratori salesiani della Puglia, accompagnati da giovani animatori volontari sono stati accolti presso l'Oratorio salesiano Redentore, dove le mamme hanno offerto la colazione. Dopo il breve saluto dell'Ispettore dei Salesiani don Pasquale Cristiani, 800 ragazzi degli Oratori salesiani di Andria, Brindisi, Cerignola (Fg), Cisternino (Br), Corigliano d'Otranto (Le), Foggia, Lecce, Molfetta, Santeramo in colle (Ba), hanno sfilato per le vie di Bari cantano inni e bans fino alla centralissima Piazza del Ferrarese.

L'evento è stato organizzato dal Movimento Giovanile Salesiano e dall'Oratorio Redentore Salesiani di Bari, in collaborazione con Coldiretti Puglia (unitamente a Terranostra Puglia e Campagna Amica), Fondazione Giovanni Paolo II (con il Ludobus), l'associazione "un Clown per amico" (con lo spettacolo conclusivo). La prima parte della giornata è stata caratterizzata dai giochi del Ludobus della Fondazione Giovanni Paolo II onlus e dai giochi di strada preparati dai giovani animatori dell'Oratorio Redentore.

La Croce Rossa italiana ha offerto l'assistenza medica mentre l'Acquedotto Pugliese ha dato la disponibilità per un'autobotte di acqua potabile per rinfrescare i tantissimi ragazzi.
Nel corso della mattinata si è svolta una conferenza stampa presso la vicina sala del Fortino Sant'Antonio: "Verso Expo 2015: la fame di diritti, il cibo giusto per i giovani". All'incontro hanno partecipato il Presidente e Direttore di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele e Angelo Corsetti, la pediatra di famiglia Giuseppina Limongelli, don Fabio Bellino, Delegato di Pastorale Salesiani Italia Meridionale, don Gianpaolo Roma, Animazione Missionaria Salesiani Italia Meridionale.

Don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Redentore e Coordinatore di Pastorale Giovanile della Puglia dei Salesiani Italia Meridionale, organizzatore dell'evento, ha sottolineato: "I ragazzi hanno fame di diritti: al gioco, alla socializzazione, all'amicizia. Questa festa è la dimostrazione più bella che insieme si può costruire un futuro migliore, una società più giusta, dove al centro stanno proprio: i ragazzi. E' un bellissimo spettacolo colorato pieno di ragazzi e animatori volontari. Noi cerchiamo di fare il nostro possibile, con l'augurio che la Regione Puglia riesca a riconoscere il nostro ruolo sociale".

Alle 13,00 a tutti i piccoli partecipanti è stato offerto il pranzo dagli agriturismi aderenti a "Terranostra Puglia". Nel primo pomeriggio i convenuti hanno raggiunto la Cattedrale di Bari con un corteo festoso per i vicoli del Borgo Antico, accolti dal parroco don Franco Lanzolla. Il parroco, a nome del Vescovo di Bari e primate di Puglia, ha rivolto un saluto raccontando la storia della Cattedrale di Bari.

La preghiera preparata da don Giuseppe Ruppi e presieduta da don Fabio Bellino, delegato ispettoriale per la pastorale giovanile dei Salesiani del Sud Italia, ha avuto come momento centrale la proclamazione della lettura del Vangelo. Il brano evangelico dei 5 pani e 2 pesci, ha ispirato l'esortazione di don Fabio: «Il giovane protagonista del Vangelo, quel giorno, è andato ad ascoltare Gesù di Nazareth. La mamma gli aveva prepara una sacca con 5 pani e 2 pesci, pensando potessero bastare per una buona merenda. Ma Gesù sa che quella merenda può essere moltiplicata se il ragazzo si rende disponibile a donare. Così avviene: mettere in comune moltiplica il bene. La generosità dei ragazzi e la fiducia che gli animatori hanno nei ragazzi, fa miracoli». Don Fabio, ricordando il gesto evangelico, ha donato ad ogni rappresentante d'Oratorio un piccolo pane da condividere con gli altri.

Dopo la preghiera, la festa si è conclusa in piazza della Ferrarese, con lo spettacolo animato dall'associazione 'un Clown per amico' e la buonanotte salesiana dell'Ispettore dei Salesiani dell'Italia Meridionale, don Pasquale Cristiani che ha ribadito la necessità di continuare a donarsi per i più piccoli per costruire una società più giusta e più inclusiva.

La giornata si è conclusa, con la proclamazione dell'Oratorio vincitore della giornata, che è stato l'Oratorio di Molfetta. 

 

 

Pubblicato il 3 Luglio da MnNews.it

BARI - Fortino Sant'Antonio - ore 11:30 Nell'ambito della grande Festa degli Oratori Salesiani, incontro dedicato alle famiglie sul tema 'Verso Expo 2015: la fame di diritti, il cibo giusto per i giovani consumatorì. All'incontro partecipano, tra gli altri, don Fabio Bellino, delegato di Pastorale Salesiani Italia Meridionale, e il presidente del Consiglio della Regione Puglia, Onofrio Introna.  

 

 

Pubblicato da La Gazzetta del Mezzogiorno 2 Luglio 2014

 

 

 

 

Pubblicato da il messaggero Italiano - ANTONIO CALISI 2 LUGLIO 2014 

"Verso Expo 2015: Fame di diritti" La festa degli Oratori salesiani della Puglia a Bari

ANTONIO CALISI 2 LUGLIO 2014 0

101_6092La Festa degli Oratori Salesiani farà incontrare a Bari, sulla centralissima Piazza del Ferrarese, il 3 luglio prossimo, 800 adolescenti degli oratori di Andria, Brindisi, Cerignola (Fg), Cisternino (Br), Corigliano d'Otranto (Le), Foggia, Lecce, Molfetta, Santeramo in colle (Ba), Taranto. L'evento è organizzato dal Movimento Giovanile Salesiano e dall'Oratorio Redentore Salesiani di Bari, in collaborazione con Coldiretti Puglia (unitamente a Terranostra Puglia e Campagna Amica), Fondazione Giovanni Paolo II (con il Ludobus), l'associazione 'un Clown per amico' (con lo spettacolo conclusivo).
L'appuntamento è alle ore 10 presso l'Oratorio salesiano Redentore, poi un corteo festoso si snoderà verso Piazza Ferrarese, con il seguente itinerario via Martiri d'Otranto, via Indipendenza, via Dante, Via Sagarriga Visconti, Piazza Garibaldi, Corso Vittorio Emanuele II, Piazza del Ferrarese, il tutto sarà seguito dagli organizzatori con l'ausilio della polizia municipale di Bari.
La giornata in Piazza del Ferrarese, sarà animata dai giochi di strada preparati dai giovani animatori dell'Oratorio Redentore e dai giochi del Ludobus della Fondazione Giovanni Paolo II di Bari.
Alle ore 11,30, presso la sala del Fortino Sant'Antonio, nell'ambito della grande Festa degli Oratori Salesiani, l'incontro dedicato alle famiglie sul tema "VERSO EXPO 2015: LA FAME DI DIRITTI, IL CIBO GIUSTO PER I GIOVANI CONSUMATORI". All'incontro parteciperanno Presidente e Direttore di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele e Angelo Corsetti, la pediatra di famiglia Giuseppina Limongelli, don Fabio Bellino, Delegato di Pastorale Salesiani Italia Meridionale, don Gianpaolo Roma, Animazione Missionaria Salesiani Italia Meridionale e il Presidente del Consiglio della Regione Puglia, Onofrio Introna.
Alle 13,00 a tutti i piccoli partecipanti sarà offerto il pranzo dagli agriturismi aderenti a "Terranostra Puglia".
Alle ore 15,00, don Pino Ruppi guiderà la preghiera in Cattedrale dopo l'accoglienza del Parroco don Franco Lanzolla.
Alle ore 16,00 ancora in Piazza del Ferrarese con l'evento conclusivo dello spettacolo dei clown, la buonanotte salesiana dell'Ispettore dei Salesiani dell'Italia Meridionale don Pasquale Cristiani, e la proclamazione dell'Oratorio pugliese vincitore dei giochi.
La Puglia, secondo una recente indagine condotta da Save the Children Italia, è al secondo posto per "povertà educativa" dei bambini e degli adolescenti. «Valorizzare, sostenere, riconoscere la funzione sociale degli Oratori che operano in Puglia a favore di tante famiglie e minori, specialmente in territori a forte disagio, significa rispondere alla fame di diritti che gli adolescenti hanno di crescere, di giocare, di socializzare - afferma don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Redentore e Coordinatore della Pastorale Giovanile della Puglia dei Salesiani Italia Meridionale - L'impegno sociale degli Oratori salesiani in Puglia è a favore di circa 3.000 minori e giovani».

Ufficio Stampa Redentore
Cell. 3276769759 - Dr. Giuseppe Cifarelli

 

 

 

 

Pubblicato da Epolisbari 2 Luglio 2014 Pagina 17

 

 

 

Pubblicato martedì da Giornale di Puglia 1 luglio 2014

 

"Verso Expo 2015: fame di diritti": la festa degli oratori salesiani della Puglia a Bari

BARI - La Festa degli Oratori Salesiani farà incontrare a Bari, sulla centralissima Piazza del Ferrarese, il 3 luglio prossimo, 800 adolescenti degli oratori di Andria, Brindisi, Cerignola (Fg), Cisternino (Br), Corigliano d'Otranto (Le), Foggia, Lecce, Molfetta, Santeramo in colle (Ba), Taranto. L'evento è organizzato dal Movimento Giovanile Salesiano e dall'Oratorio Redentore Salesiani di Bari, in collaborazione con Coldiretti Puglia (unitamente a Terranostra Puglia e Campagna Amica), Fondazione Giovanni Paolo II (con il Ludobus), l'associazione 'un Clown per amico' (con lo spettacolo conclusivo).

L'appuntamento è alle ore 10 presso l'Oratorio salesiano Redentore, poi un corteo festoso si snoderà verso Piazza Ferrarese, con il seguente itinerario via Martiri d'Otranto, via Indipendenza, via Dante, Via Sagarriga Visconti, Piazza Garibaldi, Corso Vittorio Emanuele II, Piazza del Ferrarese, il tutto sarà seguito dagli organizzatori con l'ausilio della polizia municipale di Bari.
La giornata in Piazza del Ferrarese, sarà animata dai giochi di strada preparati dai giovani animatori dell'Oratorio Redentore e dai giochi del Ludobus della Fondazione Giovanni Paolo II di Bari.

Alle ore 11,30, presso la sala del Fortino Sant'Antonio, nell'ambito della grande Festa degli Oratori Salesiani, l'incontro dedicato alle famiglie sul tema "VERSO EXPO 2015: LA FAME DI DIRITTI, IL CIBO GIUSTO PER I GIOVANI CONSUMATORI". All'incontro parteciperanno Presidente e Direttore di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele e Angelo Corsetti, la pediatra di famiglia Giuseppina Limongelli, don Fabio Bellino, Delegato di Pastorale Salesiani Italia Meridionale, don Gianpaolo Roma, Animazione Missionaria Salesiani Italia Meridionale e il Presidente del Consiglio della Regione Puglia, Onofrio Introna.
Alle 13,00 a tutti i piccoli partecipanti sarà offerto il pranzo dagli agriturismi aderenti a "Terranostra Puglia".

Alle ore 15,00, don Pino Ruppi guiderà la preghiera in Cattedrale dopo l'accoglienza del Parroco don Franco Lanzolla.

Alle ore 16,00 ancora in Piazza del Ferrarese con l'evento conclusivo dello spettacolo dei clown, la buonanotte salesiana dell'Ispettore dei Salesiani dell'Italia Meridionale don Pasquale Cristiani, e la proclamazione dell'Oratorio pugliese vincitore dei giochi.

La Puglia, secondo una recente indagine condotta da Save the Children Italia, è al secondo posto per "povertà educativa" dei bambini e degli adolescenti. «Valorizzare, sostenere, riconoscere la funzione sociale degli Oratori che operano in Puglia a favore di tante famiglie e minori, specialmente in territori a forte disagio, significa rispondere alla fame di diritti che gli adolescenti hanno di crescere, di giocare, di socializzare - afferma don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Redentore e Coordinatore della Pastorale Giovanile della Puglia dei Salesiani Italia Meridionale - L'impegno sociale degli Oratori salesiani in Puglia è a favore di circa 3.000 minori e giovani» 

 

 

 

 

 

Pubblicato da radiomadeinitaly.it il 01 luglio 2014 

"Verso Expo 2015: fame di diritti": la festa degli Oratori Salesiani della Puglia a Bari

 

101_6092Il prossimo 3 luglio, 800 adolescenti degli oratori di Andria, Brindisi, Cerignola (Fg), Cisternino (Br), Corigliano d'Otranto (Le), Foggia, Lecce, Molfetta, Santeramo in Colle (Ba) e Taranto, si incontreranno a Bari, in Piazza Ferrarese, per la "Festa degli Oratori Salesiani della Puglia" dove giochi di strada preparati dai giovani animatori dell'Oratorio Redentore e giochi del Ludobus della Fondazione Giovanni Paolo II di Bari, animeranno la giornata. L'evento è organizzato dal Movimento Giovanile Salesiano e dall'Oratorio Redentore Salesiani di Bari, in collaborazione con Coldiretti Puglia (unitamente aTerranostra Puglia e Campagna Amica), Fondazione Giovanni Paolo II (con il Ludobus), l'associazione "un Clown per amico" (con lo spettacolo conclusivo).

La Puglia, secondo una recente indagine condotta da Save the Children Italia, è al secondo posto per "povertà educativa" dei bambini e degli adolescenti. «Valorizzare, sostenere, riconoscere la funzione sociale degli Oratori che operano in Puglia a favore di tante famiglie e minori, specialmente in territori a forte disagio - afferma Don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Redentore e coordinatore della Pastorale Giovanile della Puglia dei Salesiani Italia Meridionale - significa rispondere alla fame di diritti che gli adolescenti hanno di crescere, di giocare, di socializzare. L'impegno sociale degli Oratori Salesiani in Puglia è a favore di circa 3.000 minori e giovani».

Si parte alle 10.00 presso l'Oratorio Salesiano Redentore con un corteo festoso che si snoderà con il seguente itinerario: via Martiri d'Otranto, via Indipendenza, via Dante, Via Sagarriga Visconti, Piazza Garibaldi, Corso Vittorio Emanuele II, per giungere infine in Piazza del Ferrarese.

Alle ore 11.30, presso la sala del Fortino Sant'Antonio, è previsto l'incontro dedicato alle famiglie sul tema "VERSO EXPO 2015: LA FAME DI DIRITTI, IL CIBO GIUSTO PER I GIOVANI CONSUMATORI", al quale parteciperanno Presidente e Direttore di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele e Angelo Corsetti, la pediatra di famiglia Giuseppina Limongelli, don Fabio Bellino (Delegato di Pastorale Salesiani Italia Meridionale), don Gianpaolo Roma (Animazione Missionaria Salesiani Italia Meridionale) e il Presidente del Consiglio della Regione Puglia, Onofrio Introna.
Alle 13.00 a tutti i piccoli partecipanti sarà offerto il pranzo dagli agriturismi aderenti a "Terranostra Puglia".

Alle 15.00, don Pino Ruppi guiderà la preghiera in Cattedrale dopo l'accoglienza del Parroco don Franco Lanzolla.

Alle 16.00, in Piazza del Ferrarese,  si susseguiranno l'evento conclusivo dello spettacolo dei clown, la buonanotte salesiana dell'Ispettore dei Salesiani dell'Italia Meridionale don Pasquale Cristiani, e la proclamazione dell'Oratorio pugliese vincitore dei giochi.

Antonella Lobraico 

 

 

 

Pubblicato da puglialive.it il 01 luglio 2014

Bari - VERSO EXPO 2015: LA FAME DI DIRITTI, IL CIBO GIUSTO PER I GIOVANI CONSUMATORI"

01/07/2014

Si terrà giovedì prossimo, 3 luglio 2014, alle ore 11,30, presso la sala del Fortino Sant'Antonio, nell'ambito della grande Festa degli Oratori Salesiani, l'incontro dedicato alle famiglie sul tema "VERSO EXPO 2015: LA FAME DI DIRITTI, IL CIBO GIUSTO PER I GIOVANI CONSUMATORI".

All'incontro parteciperanno Presidente e Direttore di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele e Angelo Corsetti, la pediatra di famiglia Giuseppina Limongelli, Don Fabio Bellino, Delegato di Pastorale Salesiani Italia Meridionale, Don Gianpaolo Roma, Animazione Missionaria Salesiani Italia Meridionale e il Presidente del Consiglio della Regione Puglia, Onofrio Introna.

La Festa degli Oratori Salesiani farà incontrare a Bari, sulla centralissima Piazza del Ferrarese, il 3 luglio prossimo, 800 adolescenti degli oratori di Foggia, Molfetta, Andria, Bari, Santeramo, Brindisi, Cisternino, Corigliano d'Otranto, Lecce. L'evento è organizzato dal Movimento Giovanile Salesiano e dall'Oratorio Redentore Salesiani di Bari, in collaborazione con Coldiretti Puglia (unitamente a Terranostra Puglia e Campagna Amica), Fondazione Giovanni Paolo II (con il Ludobus), l'associazione 'un Clown per amico' (con lo spettacolo conclusivo).

Intenso il programma della giornata che si svilupperà come di seguito: 

Ore 10,00 Accoglienza presso Oratorio Redentore di Bari (via Martiri d'Otranto, 65)
Ore 10,30 Corteo festoso che si muoverà dall'Oratorio Redentore alla volta di Piazza del Ferrarese 
Ore 11,00 Giochi a cura della Fondazione Giovanni Paolo II e 4 percorsi didattici a cura di Campagna Amica
Ore 11,00 Incontro per i più grandi "Verso Expo 2015: La Fame di Diritti, il Cibo Giusto per i Giovani Consumatori" presso il Fortino San Antonio di Bari
Ore 13,00 Pranzo offerto ai bambini dagli Agriturismo di Campagna Amica aderenti a Terranostra Puglia
Ore 15,00 Preghiera in Cattedrale a cura di don Giuseppe Ruppi
Ore 16,00 Spettacolo di Clown in Piazza del Ferrarese a cura dell'associazione 'un Clown per amico'
Ore 17,00 Ciao e ripartenza

 

 

 

 

 

Pubblicato da CorrieirPL.it il 01 luglio 2004

Fame di diritti" la festa degli oratori salesiani della Puglia a Bari

101_6092

BARI-  Verso expo 2015: Festa degli Oratori Salesiani farà incontrare a Bari, sulla centralissima Piazza del Ferrarese, il 3 luglio prossimo, 800 adolescenti degli oratori di Andria, Brindisi, Cerignola (Fg), Cisternino (Br), Corigliano d'Otranto (Le), Foggia, Lecce, Molfetta, Santeramo in colle (Ba), Taranto. L'evento è organizzato dal Movimento Giovanile Salesiano e dall'Oratorio Redentore Salesiani di Bari, in collaborazione con Coldiretti Puglia (unitamente a Terranostra Puglia e Campagna Amica), Fondazione Giovanni Paolo II (con il Ludobus), l'associazione 'un Clown per amico' (con lo spettacolo conclusivo).

 

L'appuntamento è alle ore 10 presso l'Oratorio salesiano Redentore, poi un corteo festoso si snoderà verso Piazza Ferrarese, con il seguente itinerario via Martiri d'Otranto, via Indipendenza, via Dante, Via Sagarriga Visconti, Piazza Garibaldi, Corso Vittorio Emanuele II, Piazza del Ferrarese, il tutto sarà seguito dagli organizzatori con l'ausilio della polizia municipale di Bari.

La giornata in Piazza del Ferrarese, sarà animata dai giochi di strada preparati dai giovani animatori dell'Oratorio Redentore e dai giochi del Ludobus della Fondazione Giovanni Paolo II di Bari.

 

Alle ore 11,30, presso la sala del Fortino Sant'Antonio, nell'ambito della grande Festa degli Oratori Salesiani, l'incontro dedicato alle famiglie sul tema "VERSO EXPO 2015: LA FAME DI DIRITTI, IL CIBO GIUSTO PER I GIOVANI CONSUMATORI". All'incontro parteciperanno Presidente e Direttore di Coldiretti Puglia, Gianni Cantele e Angelo Corsetti, la pediatra di famiglia Giuseppina Limongelli, don Fabio Bellino, Delegato di Pastorale Salesiani Italia Meridionale, don Gianpaolo Roma, Animazione Missionaria Salesiani Italia Meridionale e il Presidente del Consiglio della Regione Puglia, Onofrio Introna.

Alle 13,00 a tutti i piccoli partecipanti sarà offerto il pranzo dagli agriturismi aderenti a "Terranostra Puglia".

 

Alle ore 15,00, don Pino Ruppi guiderà la preghiera in Cattedrale dopo l'accoglienza del Parroco don Franco Lanzolla.

 

Alle ore 16,00 ancora in Piazza del Ferrarese con l'evento conclusivo dello spettacolo dei clown, la buonanotte salesiana dell'Ispettore dei Salesiani dell'Italia Meridionale don Pasquale Cristiani, e la proclamazione dell'Oratorio pugliese vincitore dei giochi.

 

La Puglia, secondo una recente indagine condotta da Save the Children Italia, è al secondo posto per "povertà educativa" dei bambini e degli adolescenti. «Valorizzare, sostenere, riconoscere la funzione sociale degli Oratori che operano in Puglia a favore di tante famiglie e minori, specialmente in territori a forte disagio, significa rispondere alla fame di diritti che gli adolescenti hanno di crescere, di giocare, di socializzare - afferma don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Redentore e Coordinatore della Pastorale Giovanile della Puglia dei Salesiani Italia Meridionale - L'impegno sociale degli Oratori salesiani in Puglia è a favore di circa 3.000 minori e giovani».

Dr. Giuseppe Cifarelli

 

 

 

 

Bari. Da domani all'Oratorio del Redentore Il programma delle attività rivolte ai ragazzi

Pubblicato da La Gazzetta Meridionale ~ di venerdì 14 giugno 2013 ~ 0 commenti

 


L'interno dell'oratorio redentore.(foto). ndr.

di Redazione

BARI, 14 GIU. - Da domani, sabato 15 giugno, l'oratorio Centro Giovanile Redentore Salesiani, in collaborazione con l'APS Finis Terrae, con il sostegno di Fondazione con il Sud, dell'assessorato comunale al Welfare, della Ubi Banca Carime e dell'assessorato provinciale alle Politiche sociali, dà il via a quattro settimane di laboratori, musica, giochi e attività gratuite rivolte ai ragazzi dai 7 ai 14 anni. L'iniziativa, che si concluderà il prossimo 12 luglio, è realizzata nell'ambito di Finis Terrae, il progetto di riqualificazione socio-culturale dell'VIII Circoscrizione. L'Estate Ragazzi "Aladdin" - questo il nome della rassegna del Redentore - offre alle famiglie una proposta educativa tesa a favorire la crescita dei bambini e dei ragazzi incentivando, in un ambiente sereno e ricco di valori, lo sviluppo delle attività motorie, manuali e espressive, e la sensibilizzazione su temi importanti come l'ecologia, la solidarietà e la legalità, creando un clima di autentica e responsabile collaborazione tra genitori, ragazzi, animatori. Domani, alle ore 17.00, l'inaugurazione della rassegna con giochi e gadget, poi la celebrazione di una messa nel giardino Mimmo Bucci e a seguire, intorno alle 20.00, appuntamento con il teatro di figura con "La Bella Addormentata" del Gran teatrino Casa di Pulcinella. Il Gran Teatrino curerà anche uno dei laboratori che vedrà impegnati i ragazzi durante le attività della mattina. Gli altri laboratori previsti al mattino - dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle 13.00-, oltre quelli sportivi di calcio, basket e pallavolo, vedranno la collaborazione di Legambiente, del Centro didattico e musicale Orff-Schulwerk, dell'associazione Teatri di Pace. Il pomeriggio - dal lunedì al sabato dalle 17.00 alle 20.00 - le attività inizieranno con la visione di un episodio del cartone animato Aladdin, tema e filo conduttore della programmazione, cui seguirà un momento di discussione sui valori della storia, quindi via ai giochi e alle gare sportive a squadre. Nell'ambito del cartellone previste anche delle giornate tematiche: · 19 giugno "Festa dei popoli", in collaborazione con Emergency, · 26 giugno "Festa della legalità", in collaborazione con Libera · 3 luglio "Festa della natura" in collaborazione con Legambiente · 10 luglio "Festa dello Sport e dei giochi olimpici" al campo Bellavista, in collaborazione con Coni e Fidal. In programma anche delle gite fuoriporta: la passeggiata a Brindisi il 22 giugno e a Margherita di Savoia (FG) il 27 giugno, la festa regionale degli Oratori salesiani presso il Parco divertimento di Miragica - Molfetta - il 4 luglio, ed infine la visita al parco acquatico "Aqualand" a Vasto il 11 luglio. Il sabato i giochi e le attività in programma si svolgono presso il giardino Mimmo Bucci (15 giugno), piazza Garibaldi (29 giugno) e piazza del Ferrarese (6 luglio). Da segnalare anche il "pellegrinaggio" con la bici da piazza Redentore alla Basilica di S. Nicola, ove saranno accolti dal priore della Basilica Padre Lorenzo Lorusso, fissato per mercoledì 19 giugno. Dal 24 giugno a partire dalle ore 20.30, si inizierà invece con il programma degli eventi per i ragazzi dai 15 anni in su, che saranno impegnati in tornei sportivi di calcio, basket e pallavolo, giochi baresi, ping-pong, calciobalilla e tanto altro. L'Estate giovani avrà come filo conduttore il film "Alla luce del sole", ispirato alla storia vera di don Pino Puglisi, beatificato di recente, prete impegnato nel quartiere Brancaccio di Palermo, ucciso dalla mafia per il suo impegno a favore dei ragazzi e dei giovani. "L'Estate Ragazzi è il pezzo forte degli Oratori in Estate - ha dichiarato don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Salesiani del Redentore e referente dei Salesiani per il Sociale in Puglia - nella nostra Regione raggiungiamo oltre 3000 minori e coinvolgiamo 400 giovani volontari in 11 comuni dal nord al sud della Puglia. Nell'Oratorio Redentore di Bari, ad oggi registriamo già 200 iscritti. La storia scelta per quest'anno è Aladdin: un ragazzo di strada, costretto a vivere alla giornata tra furtarelli e furbizie varie, che però riesce a cambiare vita grazie alla fiducia e all'amore di Jasmine. Aladdin, emblema del ragazzo di strada, non solo ci narra che un cuore giovane educato può cambiare la sua vita, ma può cambiare anche quella di una comunità". Per le iscrizioni ci si può rivolgere alla segreteria dell'Oratorio, via Martiri d'Otranto 65, tutti i giorni, dalle ore 17.00 alle 20.00.

 

 

 

Pubblicato da Puglialive,net il 14  Giugno 2004

Bari - Al via domenica l'Estate ragazzi organizzata dall'Istituto Redentore nell'ambito del progetto Finis Terrae

14/06/2014

ESTATE RAGAZZI 2014 "Monster co." 
al via, domenica 15 giugno, un mese di attività, giochi, educazione per i ragazzi tra gli 8 e i 14 anni

Quattro settimane di laboratori, divertimento, musica, giochi e attività ma soprattutto un'importante occasione per crescere e per imparare a vivere insieme nel rispetto e nella condivisione di valori comuni. 
E' questa l'ESTATE RAGAZZI, organizzata dall'Oratorio Centro Giovanile Redentore Salesiani di Bari, in collaborazione con l'APS Finis Terrae e con la Federazione SCS/CNOS dei Salesiani per il Sociale, con il sostegno di Fondazione con il Sud, della UBI BANCA CARIME, del Comune di Bari (Assessorato al Welfare) e realizzata nell'ambito del progetto Finis Terrae e LIMeS, in programma da domenica 15 giugno a sabato 12 luglio 2014 e rivolta ai bambini e ai giovani tra i 8 e i 14 anni. 

L'Estate Ragazzi offre alle famiglie una risposta altamente educativa che favorisce la crescita umana dei bambini e dei ragazzi incentivando, in un ambiente sereno e ricco di valori, lo sviluppo delle attività motorie, manuali e espressive, favorendo la sensibilizzazione su tematiche quali ecologia, solidarietà e legalità e creando un clima di autentica e responsabile collaborazione tra genitori, ragazzi, animatori.

Per l'inaugurazione, domenica 15 giugno alle 17 giochi e distribuzione delle magliette, poi Santa Messa presso il giardino Mimmo Bucci.
Sono previste attività di laboratorio al mattino dalle 8,30 alle 13,00: sportivi (Calcio, Basket e Pallavolo), un laboratorio di Burattini in collaborazione con il Gran Teatrino Casa di Pulcinella, di web radio in collaborazione con l'Associazione Kreattiva, di Teatro e Danza in collaborazione con il Punto Luce di Save the Children; e poi ancora laboratori di braccialetti, scooby-doo, danza.

Il pomeriggio (dal lunedì al sabato dalle 17.00 alle 20.00, la mattina invece dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00) le attività iniziano con la visione di un episodio del cartone animato Monster co., tema e filo conduttore dell'Estate ragazzi 2014, cui segue un momento educativo di discussione sui valori che si evincono dal filmato per poi iniziare con i giochi e le gare sportive nelle quali i ragazzi saranno suddivisi in 4 squadre.

Sono previste poi delle giornate tematiche, per sensibilizzare ragazzi e genitori su alcuni temi importanti: si inizia il 17 giugno con la festa della natura, in collaborazione con Legambiente, la festa della solidarietà (il 24 giugno) con la Caritas diocesana, la festa dei diritti del Bambino con Save the Children (1 luglio) e la festa dello sport e dei giochi olimpici presso il campo "Bellavista" di Bari con Coni e Fidal (8 luglio).

Previste anche delle gite fuoriporta: la festa degli Oratori salesiani della Regione Puglia prevista per il 3 luglio ed infine il parco acquatico "Aqualand" a Vasto il 10 luglio.

Il sabato invece i giochi e le attività dell'Estate ragazzi si spostano, in un'ottica inclusiva nei confronti dell'intera cittadinanza presso il giardino Mimmo Bucci (15 giugno), piazza Garibaldi (21 giugno), piazza Risorgimento (28 luglio) e Piazza del Ferrarese.

Da segnalare anche il "pellegrinaggio" con la bici da piazza Redentore alla Basilica di S. Nicola, ove saranno accolti dal priore della Basilica Padre Lorenzo Lorusso, per il giorno mercoledì 18 giugno.
Dal 23 giugno a partire dalle 20.30, si inizia invece con Estate Giovani, che coinvolge i giovani dai 15 anni in su, con tornei sportivi di calcio, basket e pallavolo, giochi baresi, ping-pong, calciobalilla... L'Estate giovani avrà come filo conduttore il film "La mafia uccide solo d'Estate". Il recente film di Pif aiuterà i giovani a riflettere sulla giustizia e sulla legalità.

Da segnalare il coinvolgimento di circa 60 giovani studenti volontari che affiancheranno gli animatori salesiani degli Oratori del Redentore e di San Girolamo. I volontari sono giovani delle scuole superiori della città di Bari che hanno risposto all'appello di donare tempo ed energie ai più piccoli durante l'Estate Ragazzi. Preparati con un corso teorico di n. 18 ore, sperimenteranno quanto appreso impegnandosi nell'Estate Ragazzi degli Oratori salesiani di Bari del Redentore e di San Girolamo. Saranno guidati nell'esperienza educativa da suor Marinella Pallonetto, responsabile dell'Oratorio san Girolamo e da don Francesco Preite nell'Oratorio Redentore.

"Secondo una recente indagine condotta da Save the Children Italia, con la quale collaboriamo, la Puglia è al secondo posto in Italia per "povertà educativa" dei bambini e degli adolescenti. In una Regione che, nonostante impegni e promesse, lamenta l'insufficienza di asili e scuole a tempo pieno, la realtà dell'Oratorio diventa strategico per le famiglie specialmente nei quartieri a forte disagio delle città. Gli Oratori sono oasi di pace, di accoglienza, di educazione per tanti ragazzi e giovani, da sostenere e rilanciare. 

Il nostro impegno è su più fronti e su tutta la Puglia contiamo una rete di 11 Oratori che accoglie oltre 3000 minori e giovani. Basterebbe valorizzare e potenziare l'esistente" - ha dichiarato don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Redentore dei Salesiani di Bari e referente regionale dei Salesiani per il sociale - "La storia scelta per quest'anno, Monster & co., vuole aiutare i ragazzi ad affrontare le proprie paure per creare legami di fiducia e favorire la socializzazione dei piccoli partecipanti. Vogliamo aiutare i ragazzi a saper costruire la comunità E per costruire la comunità, come ci insegna la storia scelta, non bisogna aver paura ma bisogna saper ridere".

Per le iscrizioni ci si può rivolgere alla segreteria dell'Oratorio, via Martiri d'Otranto 65 tutti i giorni dalle 17.00 alle 20.00. 

Per il programma dettagliato e tutte le informazioni si può visitare il sito: //redentorebari.donboscoalsud.it; Email: bari@donboscoalsud.it; Infocell: 327.676975 - 080.90.25.793.

 

 

 

Pubblicato nicholaus.it il 13 Giugno 2014

Bari, al via il 15 giugno l'Estate ragazzi 2014 del Redentore

 

locandinaER_2014Quattro settimane di laboratori, divertimento, musica, giochi e attività ma soprattutto un'importante occasione per crescere e per imparare a vivere insieme nel rispetto e nella condivisione di valori comuni.

E' questa l'ESTATE RAGAZZI, organizzata dall'Oratorio Centro Giovanile Redentore Salesiani di Bari, in collaborazione con l'APS Finis Terrae e con la Federazione SCS/CNOS dei Salesiani per il Sociale, con il sostegno di Fondazione con il Sud, della UBI BANCA CARIME, del Comune di Bari (Assessorato al Welfare) e realizzata nell'ambito del progetto Finis Terrae e LIMeS, in programma da domenica 15 giugno a sabato 12 luglio 2014 e rivolta ai bambini e ai giovani tra i 8 e i 14 anni.

L'Estate Ragazzi offre alle famiglie una risposta altamente educativa che favorisce la crescita umana dei bambini e dei ragazzi incentivando, in un ambiente sereno e ricco di valori, lo sviluppo delle attività motorie, manuali e espressive, favorendo la sensibilizzazione su tematiche quali ecologia, solidarietà e legalità e creando un clima di autentica e responsabile collaborazione tra genitori, ragazzi, animatori.

Per l'inaugurazione, domenica 15 giugno alle 17 giochi e distribuzione delle magliette, poi Santa Messa presso il giardino Mimmo Bucci.

Sono previste attività di laboratorio al mattino dalle 8,30 alle 13,00: sportivi (Calcio, Basket e Pallavolo), un laboratorio di Burattini in collaborazione con il Gran Teatrino Casa di Pulcinella, di web radio in collaborazione con l'Associazione Kreattiva, di Teatro e Danza in collaborazione con il Punto Luce di Save the Children; e poi ancora laboratori di braccialetti, scooby-doo, danza.

Il pomeriggio (dal lunedì al sabato dalle 17.00 alle 20.00, la mattina invece dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00) le attività iniziano con la visione di un episodio del cartone animato Monster  co., tema e filo conduttore dell'Estate ragazzi 2014, cui segue un momento educativo di discussione sui valori che si evincono dal filmato per poi iniziare con i giochi e le gare sportive nelle quali i ragazzi saranno suddivisi in 4 squadre.

Sono previste poi delle giornate tematiche, per sensibilizzare ragazzi e genitori su alcuni temi importanti: si inizia il 17 giugno con la festa della natura, in collaborazione con Legambiente, la festa della solidarietà (il 24 giugno) con la Caritas diocesana, la festa dei diritti del Bambino con Save the Children (1 luglio) e la festa dello sport e dei giochi olimpici presso il campo "Bellavista" di Bari con Coni e Fidal (8 luglio).

Previste anche delle gite fuoriporta: la festa degli Oratori salesiani della Regione Puglia prevista per il 3 luglio ed infine il parco acquatico "Aqualand" a Vasto il 10 luglio.

Il sabato invece i giochi e le attività dell'Estate ragazzi si spostano, in un'ottica inclusiva nei confronti dell'intera cittadinanza presso il giardino Mimmo Bucci (15 giugno), piazza Garibaldi (21 giugno), piazza Risorgimento (28 luglio) e Piazza del Ferrarese.

Da segnalare anche il "pellegrinaggio" con la bici da piazza Redentore alla Basilica di S. Nicola, ove saranno accolti dal priore della Basilica Padre Lorenzo Lorusso, per il giorno mercoledì 18 giugno.

Dal 23 giugno a partire dalle 20.30, si inizia invece con Estate Giovani, che coinvolge i giovani dai 15 anni in su, con tornei sportivi di calcio, basket e pallavolo, giochi baresi, ping-pong, calciobalilla... L'Estate giovani avrà come filo conduttore il film "La mafia uccide solo d'Estate". Il recente film di Pif aiuterà i giovani a riflettere sulla giustizia e sulla legalità.

Da segnalare il coinvolgimento di circa 60 giovani studenti volontari che affiancheranno gli animatori salesiani degli Oratori del Redentore e di San Girolamo. I volontari sono giovani delle scuole superiori della città di Bari che hanno risposto all'appello di donare tempo ed energie ai più piccoli durante l'Estate Ragazzi. Preparati con un corso teorico di n. 18 ore, sperimenteranno quanto appreso impegnandosi nell'Estate Ragazzi degli Oratori salesiani di Bari del Redentore e di San Girolamo. Saranno guidati nell'esperienza educativa da suor Marinella Pallonetto, responsabile dell'Oratorio san Girolamo e da don Francesco Preite nell'Oratorio Redentore.

"Secondo una recente indagine condotta da Save the Children Italia, con la quale collaboriamo, la Puglia è al secondo posto in Italia per "povertà educativa" dei bambini e degli adolescenti. In una Regione che, nonostante impegni e promesse, lamenta l'insufficienza di asili e scuole a tempo pieno, la realtà dell'Oratorio diventa strategico per le famiglie specialmente nei quartieri a forte disagio delle città. Gli Oratori sono oasi di pace, di accoglienza, di educazione per tanti ragazzi e giovani, da sostenere e rilanciare. Il nostro impegno è su più fronti e su tutta la Puglia contiamo una rete di 11 Oratori che accoglie oltre 3000 minori e giovani. Basterebbe valorizzare e potenziare l'esistente" - ha dichiarato don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Redentore dei Salesiani di Bari e referente regionale dei Salesiani per il sociale - "La storia scelta per quest'anno, Monster & co., vuole aiutare i ragazzi ad affrontare le proprie paure per creare legami di fiducia e favorire la socializzazione dei piccoli partecipanti. Vogliamo aiutare i ragazzi a saper costruire la comunità E per costruire la comunità, come ci insegna la storia scelta, non bisogna aver paura ma bisogna saper ridere".

Per le iscrizioni ci si può rivolgere alla segreteria dell'Oratorio, via Martiri d'Otranto 65 tutti i giorni dalle 17.00 alle 20.00.

Per il programma dettagliato e tutte le informazioni si può visitare il sito: //redentorebari.donboscoalsud.it; Email: bari@donboscoalsud.it; Infocell: 327.676975 - 080.90.25.793.

 

 

 

 

Pubblicato da il Messaggero italiano ANTONIO CALISI 13 GIUGNO 2014

Oratorio Centro Giovanile Redentore- Salesiani di Bari, ESTATE RAGAZZI 2014 "Monster co."

Oratorio Centro Giovanile Redentore- Salesiani di Bari, ESTATE RAGAZZI 2014

L'Oratorio Centro Giovanile Redentore- Salesiani di Bari presenta  ESTATE RAGAZZI 2014 "Monster co."  al via, domenica 15 giugno, un mese di attività, giochi, educazione per i ragazzi tra gli 8 e i 14 anni.

Quattro settimane di laboratori, divertimento, musica, giochi e attività ma soprattutto un'importante occasione per crescere e per imparare a vivere insieme nel rispetto e nella condivisione di valori comuni.
E' questa l'ESTATE RAGAZZI, organizzata dall'Oratorio Centro Giovanile Redentore Salesiani di Bari, in collaborazione con l'APS Finis Terrae e con la Federazione SCS/CNOS dei Salesiani per il Sociale, con il sostegno di Fondazione con il Sud, della UBI BANCA CARIME, del Comune di Bari (Assessorato al Welfare) e realizzata nell'ambito del progetto Finis Terrae e LIMeS, in programma da domenica 15 giugno a sabato 12 luglio 2014 e rivolta ai bambini e ai giovani tra i 8 e i 14 anni.
L'Estate Ragazzi offre alle famiglie una risposta altamente educativa che favorisce la crescita umana dei bambini e dei ragazzi incentivando, in un ambiente sereno e ricco di valori, lo sviluppo delle attività motorie, manuali e espressive, favorendo la sensibilizzazione su tematiche quali ecologia, solidarietà e legalità e creando un clima di autentica e responsabile collaborazione tra genitori, ragazzi, animatori.
Per l'inaugurazione, domenica 15 giugno alle 17 giochi e distribuzione delle magliette, poi Santa Messa presso il giardino Mimmo Bucci.
Sono previste attività di laboratorio al mattino dalle 8,30 alle 13,00: sportivi (Calcio, Basket e Pallavolo), un laboratorio di Burattini in collaborazione con il Gran Teatrino Casa di Pulcinella, di web radio in collaborazione con l'Associazione Kreattiva, di Teatro e Danza in collaborazione con il Punto Luce di Save the Children; e poi ancora laboratori di braccialetti, scooby-doo, danza.
Il pomeriggio (dal lunedì al sabato dalle 17.00 alle 20.00, la mattina invece dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00) le attività iniziano con la visione di un episodio del cartone animato Monster co., tema e filo conduttore dell'Estate ragazzi 2014, cui segue un momento educativo di discussione sui valori che si evincono dal filmato per poi iniziare con i giochi e le gare sportive nelle quali i ragazzi saranno suddivisi in 4 squadre.
Sono previste poi delle giornate tematiche, per sensibilizzare ragazzi e genitori su alcuni temi importanti: si inizia il 17 giugno con la festa della natura, in collaborazione con Legambiente, la festa della solidarietà (il 24 giugno) con la Caritas diocesana, la festa dei diritti del Bambino con Save the Children (1 luglio) e la festa dello sport e dei giochi olimpici presso il campo "Bellavista" di Bari con Coni e Fidal (8 luglio).
Previste anche delle gite fuoriporta: la festa degli Oratori salesiani della Regione Puglia prevista per il 3 luglio ed infine il parco acquatico "Aqualand" a Vasto il 10 luglio.
Il sabato invece i giochi e le attività dell'Estate ragazzi si spostano, in un'ottica inclusiva nei confronti dell'intera cittadinanza presso il giardino Mimmo Bucci (15 giugno), piazza Garibaldi (21 giugno), piazza Risorgimento (28 luglio) e Piazza del Ferrarese.
Da segnalare anche il "pellegrinaggio" con la bici da piazza Redentore alla Basilica di S. Nicola, ove saranno accolti dal priore della Basilica Padre Lorenzo Lorusso, per il giorno mercoledì 18 giugno.
Dal 23 giugno a partire dalle 20.30, si inizia invece con Estate Giovani, che coinvolge i giovani dai 15 anni in su, con tornei sportivi di calcio, basket e pallavolo, giochi baresi, ping-pong, calciobalilla... L'Estate giovani avrà come filo conduttore il film "La mafia uccide solo d'Estate". Il recente film di Pif aiuterà i giovani a riflettere sulla giustizia e sulla legalità.
Da segnalare il coinvolgimento di circa 60 giovani studenti volontari che affiancheranno gli animatori salesiani degli Oratori del Redentore e di San Girolamo. I volontari sono giovani delle scuole superiori della città di Bari che hanno risposto all'appello di donare tempo ed energie ai più piccoli durante l'Estate Ragazzi. Preparati con un corso teorico di n. 18 ore, sperimenteranno quanto appreso impegnandosi nell'Estate Ragazzi degli Oratori salesiani di Bari del Redentore e di San Girolamo. Saranno guidati nell'esperienza educativa da suor Marinella Pallonetto, responsabile dell'Oratorio san Girolamo e da don Francesco Preite nell'Oratorio Redentore.
"Secondo una recente indagine condotta da Save the Children Italia, con la quale collaboriamo, la Puglia è al secondo posto in Italia per "povertà educativa" dei bambini e degli adolescenti. In una Regione che, nonostante impegni e promesse, lamenta l'insufficienza di asili e scuole a tempo pieno, la realtà dell'Oratorio diventa strategico per le famiglie specialmente nei quartieri a forte disagio delle città. Gli Oratori sono oasi di pace, di accoglienza, di educazione per tanti ragazzi e giovani, da sostenere e rilanciare. Il nostro impegno è su più fronti e su tutta la Puglia contiamo una rete di 11 Oratori che accoglie oltre 3000 minori e giovani. Basterebbe valorizzare e potenziare l'esistente" - ha dichiarato don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Redentore dei Salesiani di Bari e referente regionale dei Salesiani per il sociale - "La storia scelta per quest'anno, Monster & co., vuole aiutare i ragazzi ad affrontare le proprie paure per creare legami di fiducia e favorire la socializzazione dei piccoli partecipanti. Vogliamo aiutare i ragazzi a saper costruire la comunità E per costruire la comunità, come ci insegna la storia scelta, non bisogna aver paura ma bisogna saper ridere".
Per le iscrizioni ci si può rivolgere alla segreteria dell'Oratorio, via Martiri d'Otranto 65 tutti i giorni dalle 17.00 alle 20.00.
Per il programma dettagliato e tutte le informazioni si può visitare il sito: //redentorebari.donboscoalsud.it; Email: bari@donboscoalsud.it; Infocell: 327.676975 - 080.90.25.793.

 

 

 

Pubblicato da radiomadeinitaly.it

L'Oratorio Centro Giovanile Redentore-Salesiani di Bari presenta: "Estate ragazzi 2014″

 

locandinaER_2014Domenica 15 giugno prendono il via quattro settimane di giochi, attività, musica, divertimento e laboratori rivolti a bambini e giovani tra gli 8 e i 14 anni. E' questa l'Estate ragazzi 2014 Monster e Co., organizzata dall'Oratorio Centro Giovanile Redentore Salesiani di Bari, in collaborazione con l'APS Finis Terrae e con la Federazione SCS/CNOS dei Salesiani per il Sociale, con il sostegno di Fondazione con il Sud, della UBI BANCA CARIME, del Comune di Bari (Assessorato al welfare) e realizzata nell'ambito del progetto Finis Terrae e LIMeS. L'Estate Ragazzi vuole offrire alle famiglie una risposta educativa in grado di incentivare la crescita dei ragazzi attraverso lo sviluppo di attività motorie, manuali e espressive, favorendo la sensibilizzazione su tematiche quali ecologia, solidarietà e legalità. Sono previsti laboratori sportivi (calcio, basket e pallavolo), un laboratorio di burattini in collaborazione con il Gran Teatrino Casa di Pulcinella, di web radio con l'Associazione Kreattiva, di teatro e danza in collaborazione con il Punto Luce di Save the Children. Non mancheranno gite fuoriporta come quella al parco acquatico Aqualand a Vasto. "La storia scelta quest'anno, "Monster & Co.", - ha dichiarato Don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Redentore dei Salesiani di Bari e referente regionale dei Salesiani per il sociale - vuole aiutare i ragazzi ad affrontare le proprie paure per creare legami di fiducia e favorire la socializzazione dei piccoli partecipanti. Vogliamo aiutare i ragazzi a saper costruire la comunità. E per costruire la comunità, come ci insegna la storia scelta, non bisogna aver paura ma bisogna saper ridere".

Dal 23 giugno invece, si inizia con l'Estate Giovani, che coinvolge giovani dai 15 anni in su attraverso tornei sportivi di calcio, basket, pallavolo, giochi baresi, ping-pong. Il tema conduttore sarà l'opera prima di Pif La mafia uccide solo d'estate.

Per le iscrizioni ci si può rivolgere alla segreteria dell'Oratorio, in via Martiri d'Otranto 65 tutti i giorni dalle 17.00 alle 20.00.
Per il programma dettagliato e tutte le informazioni si può visitare il sito: //redentorebari.donboscoalsud.it; Email:bari@donboscoalsud.it; Infocell: 327.676975 - 080.90.25.793

 

 

 

La Gazzetta del Mezzogiorno 8 giugno 2014

 

Pubblicato giovedì 5 giugno 2014 da Giornale di Puglia

 

Redentore: al via un mese di attività, giochi, educazione per i ragazzi tra gli 8 e i 14 anni

BARI - Quattro settimane di laboratori, divertimento, musica, giochi e attività ma soprattutto un'importante occasione per crescere e per imparare a vivere insieme nel rispetto e nella condivisione di valori comuni. 

E' questa l'ESTATE RAGAZZI, organizzata dall'Oratorio Centro Giovanile Redentore Salesiani di Bari, in collaborazione con l'APS Finis Terrae e con la Federazione SCS/CNOS dei Salesiani per il Sociale, con il sostegno di Fondazione con il Sud, della UBI BANCA CARIME, del Comune di Bari (Assessorato al Welfare) e realizzata nell'ambito del progetto Finis Terrae e LIMeS, in programma da domenica 15 giugno a sabato 12 luglio 2014 e rivolta ai bambini e ai giovani tra i 8 e i 14 anni. 

L'Estate Ragazzi offre alle famiglie una risposta altamente educativa che favorisce la crescita umana dei bambini e dei ragazzi incentivando, in un ambiente sereno e ricco di valori, lo sviluppo delle attività motorie, manuali e espressive, favorendo la sensibilizzazione su tematiche quali ecologia, solidarietà e legalità e creando un clima di autentica e responsabile collaborazione tra genitori, ragazzi, animatori.

Per l'inaugurazione, domenica 15 giugno alle 17 giochi e distribuzione delle magliette, poi Santa Messa presso il giardino Mimmo Bucci.

Sono previste attività di laboratorio al mattino dalle 8,30 alle 13,00: sportivi (Calcio, Basket e Pallavolo), un laboratorio di Burattini in collaborazione con il Gran Teatrino Casa di Pulcinella, di web radio in collaborazione con l'Associazione Kreattiva, di Teatro e Danza in collaborazione con il Punto Luce di Save the Children; e poi ancora laboratori di braccialetti, scooby-doo, danza.

Il pomeriggio (dal lunedì al sabato dalle 17.00 alle 20.00, la mattina invece dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00) le attività iniziano con la visione di un episodio del cartone animato Monster co., tema e filo conduttore dell'Estate ragazzi 2014, cui segue un momento educativo di discussione sui valori che si evincono dal filmato per poi iniziare con i giochi e le gare sportive nelle quali i ragazzi saranno suddivisi in 4 squadre.

Sono previste poi delle giornate tematiche, per sensibilizzare ragazzi e genitori su alcuni temi importanti: si inizia il 17 giugno con la festa della natura, in collaborazione con Legambiente, la festa della solidarietà (il 24 giugno) con la Caritas diocesana, la festa dei diritti del Bambino con Save the Children (1 luglio) e la festa dello sport e dei giochi olimpici presso il campo "Bellavista" di Bari con Coni e Fidal (8 luglio).

Previste anche delle gite fuoriporta: la festa degli Oratori salesiani della Regione Puglia prevista per il 3 luglio ed infine il parco acquatico "Aqualand" a Vasto il 10 luglio.

Il sabato invece i giochi e le attività dell'Estate ragazzi si spostano, in un'ottica inclusiva nei confronti dell'intera cittadinanza presso il giardino Mimmo Bucci (15 giugno), piazza Garibaldi (21 giugno), piazza Risorgimento (28 luglio) e Piazza del Ferrarese.



Da segnalare anche il "pellegrinaggio" con la bici da piazza Redentore alla Basilica di S. Nicola, ove saranno accolti dal priore della Basilica Padre Lorenzo Lorusso, per il giorno mercoledì 18 giugno 

 

 

 

 

Pubblicato da la Gazzetta del Mezzogiorno Maggio 2014

Quei «pupazzi»
vittime della mafia

di LIVIO COSTARELLA 

BARI - Sono loro i veri pupazzi... La frase ha il peso di una sentenza senza appello, di un punto esclamativo posto davanti a una storia che non possiamo dimenticare. La vicenda è quella di Gaetano Marchitelli, che aveva appena 15 anni quando il 2 ottobre 2003 ebbe l'unica «colpa» di lavorare in una pizzeria di Carbonara, freddato per sbaglio in una sparatoria tra clan. A poco più di dieci anni dalla sua scomparsa, Gaetano sarà ricordato in uno speciale spettacolo che andrà in scena domani, alle 19,30 (in gresso libero), nell'Oratorio salesiano del la Chiesa del Redentore di Bari, nell'ambito di «Piazza senza Frontiere», giornata di festa che si svolgerà a partire dalle 9 in Piazza Redentore, promossa da Finis Terrae (progetto di ri qualificazione socio-culturale dei quartieri Libertà-San Girolamo-Marconi-Fesca, finanziato da Fondazione con il Sud).

Le parole citate all'inizio danno il titolo a un testo originale dello scrittore Francesco Minervini - Sono solo Pupazzi. Il giorno perfetto - che domani sarà recitato come saggio teatrale da gli allievi del secondo anno della scuola per giovani burattinai, curata dal Granteatrino di Pulcinella e da Paolo Comentale. Pia Basile, Ivo Benincasa, Giorgio Calabrese, Manuela Micciantuono, Maria Paola Sanapo e Claudia Vizioli saranno gli attori e burattinai protagonisti del testo di Minervini, insieme ai pupazzi di Lucrezia Tritone e alle scenografie di Massimiliano Massari, con la regia di Francesco Tammacco (coordinamento di Anna Chia ra Castellano Visaggi, direzio ne artistica di Comentale).

Prima del povero Gaetano, Francesco Minervini si era occupato di un'altra storia spezzata, quella di Michele Fazio, 15enne anch'egli quando nel luglio 2001 fu attraversato per sba glio da una pallottola nella città vecchia: nel 2011 lo scrittore ce lebrò il decennale della sua scomparsa con la pubblicazione Il grido e l'impegno (Ed. Stilo). Adesso si è cimentato con questo spettacolo per attori e burattini che domani avrà anche tre spettatori d'eccezione: Vito e Francesca (i genitori di Gaetano) e Mario, il suo miglior amico rimasto ferito nella tragica sparatoria di Carbonara (al termi ne dello spettacolo interverrà anche lui in scena, con una sor presa).
«Con l'aiuto dei genitori - spiega Minervini - ho cercato di ricostruire l'ultima giornata di Gaetano, raccontando la sua gioia di vivere e inframezzandola con qualche spunto di comicità: amava ridere e scherzare, e talvolta anche sbeffeggiare alla sua maniera. Lo spettacolo è una piccola commedia con un retrogusto amaro: è stato pensato per un pubblico di ragazzi delle scuole elementari e dei primi anni delle medie, con una grande valenza didattica. Ciò che è avvenuto poco più di dieci anni fa a Carbonara, in una piazza usurpata dal clan criminale che si comportava come il proprietario del territorio, è avvenuto a due passi da noi: dobbiamo abituare i nostri ragazzi a riconoscere tutto questo e a saperlo respingere. Anche per questo si è pensato, insieme al regista, a rappresentare la morte di Gaetano in maniera poetica, come solo uno spettacolo di burattini sa fare».

 

 

 

 

Pubblicato da Gazzetta del Mezzogiorno il 30 Maggio 2014

 

 

 

Pubblicato da Epolis Bari 30 Maggio 2014

 

 

Pubblicato da Corriere di Puglie e lucania 16 Maggio 2014

III° Marcia della Legalità "gli uomini passano, le idee restano"Giovanni Falcone

 

 

 

marciaLegalita14

L'Oratorio Salesiano Redentore continua senza sosta la sua missione nel quartiere Libertà, infatti, con l'animazione vuole promuovere diverse attività di carattere educativo. In questo mese di Maggio 2014, tra le tante iniziative proposte dall'Oratorio Salesiano Redentore, vi è la III° Marcia della Legalità.

Quest'anno la Marcia, prende spunta da un frase del Giudice Giovanni Falcone "gli uomini passano, le idee restano". Un espressione che non muore con chi l'ha espressa, ma rimane impressa nelle nostre menti, anche con il passare del tempo.

La III°  Marcia della Legalità - organizzata in collaborazione con

Libera- Associazione contro le mafie di don Ciotti e l'Aps Finis Terrae (nell'ambito del progetto Finis Terrae) - in programma Venerdì  16 maggio, ore 19,30 per le vie del quartiere Libertà con appuntamento in Piazza Redentore, si snoderà per via M. d'Otranto, via Dante, via Nicolai, via Mons. F.co Nitti, via don Bosco, via Libertà, Via Crisanzio, Oratorio Redentore.

Marciare per le strade del nostro quartiere, significa essere testimoni per quelle persone, specialmente giovani che hanno bisogno di un riscatto di un vita nuova in un quartiere che ha bisogno di essere liberato da questo pesante fardello.

Solo insieme possiamo sconfiggere le mafie.

Al termine della marcia in Oratorio interveranno:

Don Mario Sangiovanni - Parroco SS. Redentore; Coordinamento Libera Famiglia vittima di Mafia Dott. Michele Parisi GIP/GUP Tribunale di Bari Dott. Renato Nitti sostituto procuratore DDA Bari Don Francesco Preite direttore Oratorio Centro Giovanile Redentore.

Per ulteriori informazioni: redentorebari.donboscoalsud.it.

facebook.com/salesiani.bari

twitter.com/RedSalesBari Infoline -3276769759 Dott. Giuseppe Cifarelli Ufficio stampa - Comunicazioni Sociali Redentore

 

 

 

 

Pubblicato da Epolisbari 16 Maggio 2014

 

 

 

Pubblicato da - bari.ilquotidianoitaliano.it il 15 Maggio 2014

Bari, venerdì 16 maggio la terza Marcia della Legalità

unnamed

BARI

Combattere con onestà i comportamenti deleteri della società è un atteggiamento che nel corso degli anni ha trovato e continuerà a trovare i suoi vantaggi, perché «gli uomini passano», ma «le idee restano». È proprio dalla frase del magistrato italiano Giovanni Falcone, che l'Oratorio Salesiano Redentore di Bari ha preso spunto e ha organizzato nel quartiere Libertà, di Bari, per venerdì 16 maggio alle ore 19.30, la terza Marcia della Legalità.

Il senso della marcia per le strade del quartiere è quello di riuscire a dare il messaggio a tutte le persone, soprattutto giovani che meritano una vita nuova, che insieme, con l'unione di tutti, si possono sconfiggere le mafie. Con la collaborazione di Libera - Associazione contro le mafie di don Ciotti e l'Aps Finis Terrae, l'appuntamento di venerdì è in Piazza Redentore per poi procedere per le vie del quartiere Libertà, toccando via M. d'Otranto, via Dante, via Nicolai, via Mons. F.co Nitti, via don Bosco, via Libertà, Via Crisanzio e Oratorio Redentore.

Al termine della marcia, presso l'Oratorio interverranno Don Mario Sangiovanni(SS.Redentore), il Dott. Michele Parisi(GIP/GUP Tribunale di Bari), il Dott Renato Nitti(sostituto procuratore DDA Bari) e Don Francesco Preite(direttore Oratorio Centro Giovanile Redentore).

 

 

 

 

Pubblicato da Epolisbari 6 Maggio 2014

 

 

Pubblicato da Gazzetta del mezzogiorno 4 Maggio 2014

 

 

Pubblicato da infoans.org 30 aprile 2014

Bari, Italia - 18 Aprile 2014 - Il 18 Aprile si è svolta una Via Crucis Antimafia per le vie del quartiere Libertà di Bari. L'iniziativa ha visto la partecipazione dell'Associazione
Bari, Italia - 18 Aprile 2014 - Il 18 Aprile si è svolta una Via Crucis Antimafia per le vie del quartiere Libertà di Bari. L'iniziativa ha visto la partecipazione dell'Associazione "Libera", impegnata nella lotta alle mafie, e di molti giovani dell'Oratorio Redentore. Con la loro presenza i giovani hanno voluto annunciare e testimoniare il Vangelo proprio nei luoghi dove la violenza dell'ingiustizia sembra zittire ogni possibilità di cambiamento. Essa ha voluto anche rappresentare quel cambiamento che la Famiglia Salesiana e la società civile del quartiere Libertà vorrebbero vedere tra le strade della loro città.

 


Publicato da innfoans.org, il 18/4/2014

Italia - La Via Crucis di chi patisce le mafie


Foto dell'articolo -ITALIA - LA VIA CRUCIS DI CHI PATISCE LE MAFIEDocumenti correlati 

Italia - Nato il comitato "SCS/CNOS Don Bosco al Sud"
 
Italia - Don Bosco in viaggio per il meridione
 

(ANS - Bari) - L'Oratorio Centro Giovanile Redentore dei Salesiani di Bari, con la collaborazione dell'Associazione "Libera", impegnata nella lotta alle mafie, ha organizzato nel pomeriggio del 18 Aprile, una via Crucis per le vie del quartiere Libertà.

Dopo l'ennesimo e tragico omicidio di mafia compiuto a Bari - avvenuto appena martedì scorso - la Famiglia Salesiana e la Comunità Educativa del Redentore non possono tacere in un quartiere ad alto rischio come quello del "Libertà". Perciò prendendo spunto dal testo "Patì sotto il peso delle mafie" di don Tonino Palmese, salesiano e coordinatore di "Libera" per la Campania, la Via Crucis di quest'anno rifletterà sui dolori, sulle sofferenze e sul sacrificio dei martiri delle mafie.

"Sarà una Via Crucis incarnata in un territorio che ha bisogno di liberazione, di annuncio di speranza, di consolazione, di riscatto" spiegano gli organizzatori. Mafie e Pasqua sembra un accostamento in apparenza inaccettabile. In realtà, il mattino di Pasqua è in grado d'illuminare le negazioni della vita, giustizia e speranza che sono rappresentate dalle mafie. La Via Crucis rappresenta perciò un annuncio e una testimonianza del Vangelo, proprio nei luoghi dove la violenza dell'ingiustizia sembra zittire ogni possibilità di cambiamento.

Essa vuole anche rappresentare quel cambiamento che la Famiglia Salesiana e la società civile del quartiere Libertà vorrebbero vedere tra le strade della loro città. Per questo il cammino della Croce percorrerà alcune strade che caratterizzano il cuore del quartiere Libertà.

 "Viviamo la Pasqua attraverso l'educazione 'fino all'ultimo respiro', il sacrificio e la donazione d'amore verso gli indifesi, i minori, i giovani perché sono loro le categorie sociali più 'a rischio mafia' in tempi di crisi e di disoccupazione" concludono gli organizzatori.

Pubblicato il 18/04/2014

 

 

 

 

 

Pubblicato da Epolisbari.it il 18 Aprile 2014

 

 

 

Pubblicato da La Gazzetta del Mezzogiorno 17 Aprile 2014 - PDF

 

 

 

Pubblicato da bari.ilquotidianoitaliano.it il 14 aprile 2014

 

Bari, "Patì sotto il peso delle mafie": Via Crucis antimafia nel quartiere Libertà

via_crucis_x_quartiere_2014

BARI

«Dopo l'ennesimo e tragico omicidio di mafia compiuto a Bari, la Famiglia salesiana e la comunità educativa del Redentore non possono tacere in un quartiere ad alto rischio come quello del Libertà». L'oratorio del centro giovanile "Redentore" di Bari, spiega con queste parole in un comunicato la decisione di dedicare la prossima Via Crucis del Venerdì Santo alle vittime delle mafie.

La citazione di don Tonino Palmese "Patì sotto il peso delle mafie", che offre il titolo all'iniziativa, consentirà ai partecipanti di riflettere sulle afflizioni e i supplizi dei martiri delle mafie. La processione, che potrà contare sulla collaborazione dell'associazione "Libera" di don Ciotti, comincerà alle 18 in piazza Redentore e proseguirà per le strade del quartiere Libertà, caratterizzato da un alto tasso di criminalità. Tra le vie interessate vi saranno via Martiri di Otranto, via Indipendenza, via Bovio, via Libertà e via Crisanzio.

«Sarà una Via Crucis incarnata in un territorio che ha bisogno di liberazione, di annuncio di speranza, di consolazione, di riscatto», si legge ancora nel comunicato. Il momento di meditazione più profondo che anticipa la Pasqua avrà come principali destinatari gli indifesi e i giovani, ossia gli individui maggiormente esposti al rischio di essere attratti dalle organizzazioni malavitose in periodi di crisi e disoccupazione come quello attuale.

Patì sotto il peso delle mafie
Venerdì 18 aprile, ore 18
Piazza Redentore
Bari

 

 

 

 

 

Pubblicato da Corriere di Puglia e Lucania il 14 Aprile 2014

Mafia e Pasqua

 

via_crucis_x_quartiere_2014

Via Crucis per le vie del Quartiere Libertà

L'Oratorio Centro Giovanile Redentore dei Salesiani di Bari con la collaborazione dell'Associazione Libera impegnata nella lotta alle mafie, organizza la via Crucis per le vie del quartiere Libertà: venerdì

18 Aprile alle ore 18 con inizio in Piazza Redentore.

Dopo l'ennesimo e tragico omicidio di mafia compiuto a Bari, la Famiglia Salesiana e la Comunità Educativa del Redentore non possono tacere in un quartiere ad alto rischio come quello del Libertà. Perciò prendendo spunto dal testo "Patì sotto il peso delle mafie" di don Tonino Palmese, salesiano e coordinatore di Libera per la Campania, la via crucis di quest'anno rifletterà sui dolori, sulle sofferenze e sul sacrificio dei martiri delle mafie.

"Sarà una via crucis incarnata in un territorio che ha bisogno di liberazione, di annuncio di speranza, di consolazione, di riscatto".

Mafie e Pasqua, sembra un accostamento in apparenza inaccettabile. In realtà, anche quel mattino di duemila anni fà è in grado d'illuminare le negazioni di vita, giustizia e speranza che siamo soliti chiamare mafie.

L'annuncio e la testimonianza del Vangelo, proprio nei luoghi dove la violenza dell'ingiustizia sembra zittire ogni possibilità di cambiamento.

"Quel cambiamento che vorremo vedere nel nostro quartiere e nella nostra città", per questo il cammino della Croce percorrerà alcune strade che caratterizzano il cuore del quartiere Libertà: "Via Martiri di Otranto, Via Indipendenza, Via Bovio, Via Libertà, Via Crisanzio".

Viviamo la Pasqua attraverso l'educazione "fino all'ultimo respiro", il sacrificio e la donazione d'amore verso gli indifesi, i minori, i giovani perché sono loro le categorie sociali più "a rischio mafia" in tempi di crisi e di disoccupazione.

Certo di un riscontro positivo l'occasione è gradita per porgere distinti saluti e augurare buona Pasqua

Dr. Giuseppe Cifarelli

REDENTORE SALESIANI BARI

Via Martiri d'Otranto, 65

70123 BARI

 

 

 

Pubblicato da Facebook Saesiani per il Sociale il 14 Aprile 2014

MAFIE E PASQUA
Via Crucis per le vie del Quartiere Libertà,venerdì 18 Aprile alle ore 18 con inizio in Piazza Redentore a Bari 

L'Oratorio Centro Giovanile Redentore dei Salesiani di Bari con la collaborazione dell'Associazione Libera impegnata nella lotta alle mafie, organizza la via Crucis per le vie del quartiere Libertà.

Dopo l'ennesimo e tragico omicidio di mafia compiuto a Bari, la Famiglia Salesiana e la Comunità Educativa del Redentore hanno scelto di non tacere in un quartiere ad alto rischio come quello del Libertà. Prendendo spunto dal testo "Patì sotto il peso delle mafie" di don Tonino Palmese, salesiano e coordinatore di Libera per la Campania, la via crucis di quest'anno rifletterà sui dolori, sulle sofferenze e sul sacrificio dei martiri delle mafie. 

 

 

 

Pubblicato da Giornale di Puglia il 14 Aprile 2014

Bari, Via Crucis per le vie del Quartiere Libertà


BARI - L'Oratorio Centro Giovanile Redentore dei Salesiani di Bari con la collaborazione dell'Associazione Libera impegnata nella lotta alle mafie, organizza la via Crucis per le vie del quartiere Libertà: venerdì 18 Aprile alle ore 18 con inizio in Piazza Redentore.

Dopo l'ennesimo e tragico omicidio di mafia compiuto a Bari, la Famiglia Salesiana e la Comunità Educativa del Redentore non possono tacere in un quartiere ad alto rischio come quello del Libertà. Perciò prendendo spunto dal testo "Patì sotto il peso delle mafie" di don Tonino Palmese, salesiano e coordinatore di Libera per la Campania, la via crucis di quest'anno rifletterà sui dolori, sulle sofferenze e sul sacrificio dei martiri delle mafie.

"Sarà una via crucis incarnata in un territorio che ha bisogno di liberazione, di annuncio di speranza, di consolazione, di riscatto". Mafie e Pasqua, sembra un accostamento in apparenza inaccettabile. In realtà, anche quel mattino di duemila anni fà è in grado d'illuminare le negazioni di vita, giustizia e speranza che siamo soliti chiamare mafie. L'annuncio e la testimonianza del Vangelo, proprio nei luoghi dove la violenza dell'ingiustizia sembra zittire ogni possibilità di cambiamento.

"Quel cambiamento che vorremo vedere nel nostro quartiere e nella nostra città", per questo il cammino della Croce percorrerà alcune strade che caratterizzano il cuore del quartiere Libertà: "Via Martiri di Otranto, Via Indipendenza, Via Bovio, Via Libertà, Via Crisanzio".

Viviamo la Pasqua attraverso l'educazione "fino all'ultimo respiro", il sacrificio e la donazione d'amore verso gli indifesi, i minori, i giovani perché sono loro le categorie sociali più "a rischio mafia" in tempi di crisi e di disoccupazione. 

 

 

 

 

Pubblicato da http://www.radiomadeinitaly.it il 04 aprile 2014

"Meno io più noi": immigrazione e integrazione: domani l'incontro a Palazzo di Città

 

noiSi terrà domani, sabato 5 aprile, alle ore 10.30, nella sala consiliare di Palazzo di Città, la tavola rotonda sui temi dell'immigrazione e dell'integrazione "Meno io, più noi", promossa nell'ambito del progetto LIMeS (Linguaggi, Intercultura, Media e Socialità) destinato a ragazzi immigrati tra i 5 e i 18 anni.

LIMeS è un progetto del Ministero degli Interni e finanziato dal Fondo europeo per l'integrazione di cittadini di paesi terzi 2007-2013, con capofila Federazione SCS/CNOS e partner l'associazione culturale Kreattiva, l'Istituto salesiano SS Redentore , il Comune di Bari, la coop. Soc. CAPS, il consorzio Meridia, Il Sogno di don Bosco scs.

All'evento, che sarà moderato da Giampaolo Roma dell'Animazione missionaria Salesiani dell'Italia meridionale, parteciperanno tra gli altri gli assessori comunali Fabio Losito e Ludovico Abbaticchio, il prefetto di Bari Antonio Nunziante e l'ispettore dei Salesiani in Italia meridionale, don Pasquale Cristiani.

 

Di seguito il programma degli interventi:

 

  • Nico Lotta, presidente del Vis (Volontariato Internazionale per lo Sviluppo): "La società sostenibile: modelli europei di integrazione";
  • Fabio Losito, assessore alle Politiche Educative e Giovanili, Accoglienza e Pace del comune di Bari: "Le politiche della città di Bari a favore dei minori immigrati";
  • Rosa Anna Depalo, presidente del Tribunale per i Minorenni di Bari: "Le garanzie a tutela del minore immigrato";
  • Ludovico Abbaticchio, assessore al Welfare del Comune di Bari: "I centri aperti polivalenti di Bari al servizio delle famiglie immigrate";
  • Ermelinda Cucumazzo, dirigente dell'Istituto "Garibaldi" di Bari: "La scuola al servizio dell'integrazione";
  • Vito Piccinonna, direttore della Caritas dell'arcidiocesi Bari-Bitonto: "La Caritas al servizio degli ultimi"
  • Mariapia Locaputo, referente del progetto Limes - Fondo FEI "Il Terzo settore al servizio dei minori immigrati: il progetto Limes".

 

Nel corso dell'incontro Radio Kreattiva presenterà un video che raccoglie le interviste dei ragazzi che hanno partecipato al progetto.

 

 

 

Pubblicato da Comune di Bari il 04 Aprile 2014

"Meno io più noi": immigrazione e integrazione: domani l'incontro a Palazzo di Città

Pubblicato il 04 Aprile 2014

Si terrà domani, sabato 5 aprile, alle ore 10.30, nella sala consiliare di Palazzo di Città, la tavola rotonda sui temi dell'immigrazione e dell'integrazione "Meno io, più noi", promossa nell'ambito del progetto LIMeS (Linguaggi, Intercultura, Media e Socialità) destinato a ragazzi immigrati tra i 5 e i 18 anni.
LIMeS è un progetto del Ministero degli Interni e finanziato dal Fondo europeo per l'integrazione di cittadini di paesi terzi 2007-2013, con capofila Federazione SCS/CNOS e partner l'associazione culturale Kreattiva, l'Istituto salesiano SS Redentore , il Comune di Bari, la coop. Soc. CAPS, il consorzio Meridia, Il Sogno di don Bosco scs.

All'evento, che sarà moderato da Giampaolo Roma dell'Animazione missionaria Salesiani dell'Italia meridionale, parteciperanno tra gli altri gli assessori comunali Fabio Losito e Ludovico Abbaticchio, il prefetto di Bari Antonio Nunziante e l'ispettore dei Salesiani in Italia meridionale, don Pasquale Cristiani.

Di seguito il programma degli interventi:

  • Nico Lotta, presidente del Vis (Volontariato Internazionale per lo Sviluppo): "La società sostenibile: modelli europei di integrazione";
    Fabio Losito, assessore alle Politiche Educative e Giovanili, Accoglienza e Pace del comune di Bari: "Le politiche della città di Bari a favore dei minori immigrati";
    Rosa Anna Depalo, presidente del Tribunale per i Minorenni di Bari: "Le garanzie a tutela del minore immigrato";
    Ludovico Abbaticchio, assessore al Welfare del Comune di Bari: "I centri aperti polivalenti di Bari al servizio delle famiglie immigrate";
    Ermelinda Cucumazzo, dirigente dell'Istituto "Garibaldi" di Bari: "La scuola al servizio dell'integrazione";
    Vito Piccinonna, direttore della Caritas dell'arcidiocesi Bari-Bitonto: "La Caritas al servizio degli ultimi"
    Mariapia Locaputo, referente del progetto Limes - Fondo FEI "Il Terzo settore al servizio dei minori immigrati: il progetto Limes".

Nel corso dell'incontro Radio Kreattiva presenterà un video che raccoglie le interviste dei ragazzi che hanno partecipato al progetto

 

 

 

 

Pubblicato da puglialive.net il 04 aprile 2014

Bari - Convegno MENO IO PIU' NOI- Immigrazione ed integrazione

04/04/2014

MENO IO PIU' NOI- Immigrazione ed integrazione convegno in collaborazione con LIMeS (linguaggi, intercultura, media socialità), VIS e Animazione missionaria Salesiani Ispettoria meridionale
sabato 5 aprile ore 10.30, sala consiliare del Comune



E' partito LIMeS (Linguaggi, Intercultura, Media e Socialità), un progetto del Ministero degli Interni e finanziato dal Fondo europeo per l'integrazione di cittadini di paesi terzi 2007-2013, con capofila Federazione SCS/CNOS e partner l'Associazione culturale Kreattiva (responsabile Linea 1), l'Istituto salesiano SS Redentore (responsabile Linea 2), il Comune di Bari, la coop. Soc. CAPS, il consorzio Meridia, Il Sogno di don Bosco scs (responsabili linea 3). Di fronte a una crescita impressionante della presenza di immigrati e alle due emergenze segnalate dai soggetti impegnati nelle politiche sociali del territorio- l'integrazione nei contesti scolastici delle "seconde generazioni" e delle loro famiglie, e la necessità di un sostegno alla formazione/occupazione per i minori non accompagnati- si inserisce LIMeS (Linguaggi, Intercultura, Media e Socialità), un progetto destinato a ragazzi immigrati tra i 5 e i 18 anni (ma anche oltre) che intende costituirsi come sistema unico di azioni collegate, orientato ad offrire risposta ai differenti aspetti (protagonismo, cultura, socializzazione) di cui si compone l'inclusione e la crescita dei ragazzi stranieri. L'obiettivo generale del progetto è l'integrazione attiva dei cittadini stranieri delle seconde generazioni e dei minori immigrati non accompagnati e/o che hanno compiuto la maggiore età, e quindi la promozione di conoscenze, cultura, opportunità per i minori al fine di integrarsi pienamente in contesti scolastici, lavorativi e cittadini, e per i genitori per poter fruire al meglio delle risorse formali e informali a supporto del ruolo genitoriale in relazione alle problematiche interculturali.
LIMeS è strutturato su 3 linee di intervento che coinvolgono le maggiori realtà cittadine che operano con i minori stranieri. Linea 1- New Media e Intercultura: la promozione dell'integrazione culturale e del protagonismo dei minori nel contesto scolastico e cittadino è realizzata tramite la creazione, presso le scuole del territorio che hanno aderito al progetto (IC Garibaldi, IC San Giovanni Bosco - Melo da Bari, IC Perone - Levi, IC Imbriani), di redazioni stabili giornalistiche di web radio/tv interculturali, composte da alunni stranieri e italiani; Linea 2- Educare e Integrarsi in Comunità: la socializzazione delle seconde generazioni (minori) e il sostegno familiare sono realizzati tramite le leve dello sport (con l'organizzazione di una miniolimpiadi dell'intercultura) e della cultura (con laboratori di musica e teatro e realizzazione di un musical finale) e attraverso percorsi di orientamento alla cittadinanza e di supporto alla genitorialità. Il luogo fulcro delle azioni di questa linea è l'istituto salesiano del Redentore; Linea 3- : il supporto all'autonomia dei giovani stranieri non accompagnati, che hanno compiuto la maggiore età, sarà realizzato tramite uno sportello di orientamento e counselling e corsi di educazione alla sessualità e di alfabetizzazione e un percorso formativo indirizzato a 14 minori stranieri non accompagnati vicini alla maggiore età, ospitati nelle comunità di accoglienza convenzionate con il Comune, ed ai quali si vuole dare degli strumenti utili ad una loro collocazione nel mercato del lavoro, considerando la loro dimissione dalle comunità di accoglienza non appena raggiunti la maggiore età.

E proprio per discutere delle politiche messe in campo per gestire al meglio l'integrazione dei cittadini di paesi terzi che sabato 5 aprile alle ore 10.30 in sala consiliare del Comune di Bari ci sarà il convegno "Meno io più noi- immigrazione ed integrazione" organizzato in collaborazione con il VIS e l'Animazione Missionaria Salesiani Ispettoria meridionale. Questo il programma:

Saluti:
dott. MICHELE EMILIANO

  • Sindaco di Bari

S.E. dott. ANTONIO NUNZIANTE

  • Prefetto di Bari

Don PASQUALE CRISTIANI

  • Ispettore Salesiani Italia Meridionale


Interventi:
LA SOCIETA' SOSTENIBILE: MODELLI EUROPEI DI INTEGRAZIONE
Nico Lotta

  • Presidente del Vis - Volontariato Internazionale per lo Sviluppo


LE POLITICHE DELLA CITTà DI BARI A FAVORE DEI MINORI IMMIGRATI
Fabio Losito

  • Assessore Politiche educative e giovanili, Accoglienza e Pace - Comune di Bari


LE GARANZIA A TUTELA DEL MINORE IMMIGRATO
Rosa Anna Depalo

  • Presidente Tribunale per i minorenni di Bari


I CENTRI APERTI POLIVENTI DI BARI AL SERVIZIO DELLE FAMIGLIE IMMIGRATE
Ludovico Abbaticchio

  • Assessore al Welfare - Comune di Bari


LA SCUOLA AL SERVIZIO DELL'INTEGRAZIONE
Ermelinda Cucumazzo

  • Dirigente Istituto Comprensivo Scolastico "G. Garibaldi" - Bari


LA CARITAS AL SERVIZIO DEGLI ULTIMI
Vito Piccinonna

  • Direttore Caritas Arcidiocesi Bari-Bitonto


IL TERZO SETTORE AL SERVIZIO DEI MINORI IMMIGRATI: IL PROGETTO LIMES
Mariapia Locaputo

  • Referente progetto LIMeS - Fondo FEI


Modera:
GIAMPAOLO ROMA

  • Animazione Missionaria Salesiani Italia Meridionale


l'Associazione Kreattiva presenterà un video con le interviste dei minori coinvolti nel progetto LIMES

 

 

 

Pubblicato da 16 febbraio 2014 da Corriere di Puglia e Lucania

L'educatore nelle Strutture e nei Servizi Socio assistenziali per Minori

 

Locandina_corso (2)L'educatore nelle Strutture e nei Servizi Socio assistenziali per Minori è un percorso formativo, organizzato dall'Istituto Salesiano Redentore in collaborazione con Salesiani per il sociale SCS/CNOS "Don Bosco al sud" che metterà a disposizione le sedi operative associate per il tirocinio e con la sede regionale del CNOS/FAP di Bari e di Napoli che rilascerà un attestato di partecipazione. Il percorso è completamente gratuito ed è rivolto principalmente ad educatori, operatori, animatori sociali, e vuole fornire ai corsisti le competenze (sapere, saper fare, saper essere) per lavorare efficacemente nelle Strutture e nei Servizi socio-assistenziali per minori.

Al termine del percorso - 100 ore fino a giugno di cui 40 di formazione teorica e 60 di stage pratico presso le sedi operative associate al Comitato interregionale SCS/CNOS "Don Bosco al Sud - i partecipanti saranno in grado di: conoscere i diversi servizi per minori previsti dalla legislazione nazionale e regionale; conoscere le direttrici organizzative e gestionali dei vari Servizi per minori; conoscere le problematiche dei giovani inseriti nei Servizi; saper strutturare un percorso ed un progetto educativo per il minore; avere consapevolezza della personale implicazione affettiva e ruolo dell'educatore di minori; conoscere lo stile preventivo di don Bosco nell'educazione; conoscere e sperimentare servizi e strutture per minori.

Per informazioni sui moduli didattici e per scaricare la domanda di iscrizione- c'è tempo fino al 20 febbraio- consultare il sito redentorebari.donboscoalsud.it o rivolgersi a don Francesco Preite Tel. 080.9025793, E-mail: bari@donboscoalsud.it.

L'iniziativa rientra nell'ambito del progetto "Finis Terrae" con il sostegno di Fondazione con il Sud.

Dr. Giuseppe Cifarelli

 

 

 

 

pubblicato il 15 febbraio 2014 da radiomadeinitaly.it

"L'educatore nei Servizi per Minori": il nuovo progetto dell'Istituto Salesiano Redentore

redentoreL'Istituto Salesiano Redentore, da sempre in prima linea nel sociale attraverso le attività e i progetti sinora organizzati, in collaborazione con Salesiani per il sociale SCS/CNOS "Don Bosco al sud" mette a disposizione le proprie sedi operative per il percorso formativo: "L'educatore nelle strutture e nei servizi Socio assistenziali per Minori". Il corso completamentegratuito, è rivolto principalmente ad educatori, operatori, animatori sociali e vuole fornire ai corsisti le competenze (sapere, saper fare, saper essere) per lavorare efficacemente nelle Strutture e nei Servizi socio-assistenziali per i minori. Al termine del percorso che prevede 100 ore fino a giugno, di cui 40 di formazione teorica e 60 di stage pratico presso le sedi operative associate al Comitato interregionale SCS/CNOS "Don Bosco al Sud", i partecipanti saranno in grado di conoscere i diversi servizi per minori previsti dalla legislazione regionale e nazionale, nonché le direttrici organizzative e gestionali dei vari Servizi per minori e le problematiche dei giovani inseriti nei servizi. Inoltre saranno capaci di strutturare un percorso ed un progetto educativo per il minore, avranno consapevolezza della personale implicazione affettiva e del ruolo dell'educatore di minori, conosceranno lo stile preventivo di Don Bosco nell'educazione.

Al termine del percorso formativo verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

Per informazioni sui moduli didattici e per scaricare la domanda di iscrizione è possibile consultare il sito redentorebari.donboscoalsud.it o rivolgersi a don Francesco Preite Tel. 080.9025793, E-mail: bari@donboscoalsud.it.

La data ultima per la presentazione delle domande è fissata al 20 febbraio 2014.

L'iniziativa rientra nell'ambito del progetto "Finis Terrae" con il sostegno di Fondazione con il Sud.

Antonella Lobraico

 

 

 

 

La Gazzetta del Mezzogiorno 1 Febbraio 2014 pag 36

 

 

Parroco del Redentore
«Nel quartiere la gente
non ha più da mangiare»

BARI - «Il Libertà non è solo un quartiere degradato ma una polveriera pronta ad esplodere. Qui non c'è povertà ma miseria, la povertà ha ancora dignità, alla miseria manca anche quella». Usa parole dure, don Mario, parroco della chiesa del Redentore, unico faro nel buio di questo quartiere, che nasce borghese e si ritrova in miseria. «La metà degli abitanti di questa zona - denuncia don Mario - non riesce a mangiare nemmeno una volta al giorno».
L'oratorio mette a disposizione, gratuitamente, tutte le proprie strutture, tra cui un campo di calcio, perfettamente curato e un campo da basket.


Padre, che cosa manca di più nel quartiere? «Manca tutto. Non esiste nessuna forma di sicurezza, non esiste un presidio stabile delle forze dell'ordine su un quartiere che è una polveriera, poiché non si intravede un barlume di speranza. I politici di oggi non ci consentono di sperare alcunché».

 

Dunque le istituzioni, sia a livello nazionale che locale, non muovono foglia? «Nelle istituzioni non c'è da riporre alcuna speranza, pensano solo a litigare per le poltrone e le loro beghe di partito. Gli operai sono stati zittiti e l'unica scuola di formazione (regionale - n.d.r.) la stanno addirittura eliminando. Così le grandi imprese crescono e gli operai continuano a morire sul lavoro».

 

E cosa ne è dei quartieri emarginati come il Libertà? «Questo quartiere sta morendo soprattutto perché non si trova un lavoro qualsiasi, soprattutto per i giovani. Ma anche per coloro che hanno perso il posto di lavoro e ora non sanno più come pagare il fitto, le bollette e persino non hanno da mangiare. I giovani, quindi, che nascono al Libertà hanno poche chances di avere una vita normale, lavorativa e dignitosa. Nella miseria, ripeto, non c'è più nemmeno dignità».

Che cosa rimprovera sotrattutto alle istituzioni? «La Regione Puglia è assente e ora vuole cancellare anche la Formazione professionale, togliendo ai giovani ogni opportunità di lavoro. L'assessore Caroli cerca di fare qualcosa, ma non c'è un progetto. In tal modo chi è ricco diventa più ricco e chi è povero è destinato alla morte civile. Con il Comune e la Provincia almeno c'è un dialogo aperto, ma non sempre seguono i fatti ».

 

Una situazione che non si ferma al territorio barese? «La Puglia, Bari in prima fila, era il faro del Sud fino a qualche anno fa, ora è l'ultima carrozza. Si parla di eccellenze e io mi indigno. Con quale criterio la sanità si vanta, mentre la gente negli ospedali va a morire?»

 

Che cosa vorrebbe dire agli uomini delle Istituzioni? «Che qui non c'è nulla. L'unico faro è il nostro oratorio-centro giovanile, aperto dalle 15 a mezzanotte, ogni giorno. Perché qui i giovani non hanno nulla e la nostra struttura è aperta a tutti, gratuitamente. Manca soprattutto la politica dei piccoli passi per dare respiro alle famiglie povere. A livello di quartiere ci siamo solo noi Salesiani e il nostro Centro giovanile. E ci criticano pure perché siamo privati. Ma il pubblico dov'è? Ciò che facciamo non è tenuto in nessun conto dalle istituzioni. Ci guardano sì con simpatia ma a noi la loro simpatia non serve e non serve al quartiere» .

La gente del Libertà è esasperata. Che cosa può accadere? «Il Libertà fra non molto esploderà. E la cosa peggiore è la mancanza di lavoro, non solo per i giovani ma anche per i trentenni, quarantenni o cinquantenni che hanno perso il lavoro e rischiano di ritrovarsi per strada. Nel frattempo, arrivano soltanto tasse per uccidere quei pochi che ancora respirano».

Risponde al vero che il Libertà è nelle mani della malavita? «Io non parlerei di malavita ma di disperazione. Si delinque per poter campare, per poter mangiare. Queste persone di malavita, se li incontri con umanità sono i primi che vogliono mettersi sulla giusta strada. Purtroppo, però, si trovano davanti al nulla».

 

Che cosa non funziona in questo circolo vizioso? «La politica è sbagliata. La Regione sta molto più attenta alla provincia che alla città. Intorno a Bari non c'è nemmeno un terreno su cui far crescere un carciofo, i terreni stanno solo in provincia. C'è persino una sovvenzione per gli oratori di questi paesi, ma qui a Bari e nelle altre città pugliesi, nessuno ci aiuta».

 

Vuole lanciare un messaggio, padre? «In certe circostanze invito le Istituzioni ad essere più attenti e puntuali e di aiutare gli oratori di città, prendendo coscienza che spesso sono l'unica luce nel buio». [c. cim.]

 

Fonte: http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/ 

 

 

 

Movimento Giovanile Salesiano della Puglia per Don Bosco

Pubblicato da infooggi.it 27/01/2014, 00:03 A CURA DI ANNA INGRAVALLO RESPONSABILE CATEGORIA: REDAZIONEMovimento Giovanile Salesiano della Puglia per Don Bosco

BARI, 26 GENNAIO 2014-  Giochi, teatro, eventi culturali, sport al Redentore di Bari

                     con i giovani del Movimento Giovanile Salesiano della Puglia

 

Questa  trascorsa domenica ha messo in moto ilMovimento Giovanile Salesiano

con uno spirito di gioco nel cuore pulsante delle arterie di Bari vecchia. Un evento, quello della  caccia al tesoro, sperimentato come momento di crescita  e sfida alla ricerca.   Movimentare il cuore della città di Bari e scoprire il tesoro della vocazione ad essere figli di Dio con lo stile salesiano di don Bosco, è stato l'intento degli organizzatori. L'evento , culminato  con la S. Messa di ordinazione sacerdotale di Massimiliano Lorusso sdb, è stata presieduta dall'Arcivescovo di Bari-Bitonto S.E. Mons. Francesco Cacucci.

 

 

Domani invece, Lunedì 27 Gennaio ore 19.45, presso la Biblioteca Florio dell'Istituto Redentore si terrà la conferenza sulla Strenna Rettor Maggiore 2014 «Da mihi animas, caetera tolle» a cura di don Pino Ruppi sdb, docente Università Pontificia Salesiana Roma e delegato della Famiglia Salesiana della Regione Puglia.

Giovedì 30 Gennaio alle ore 20, Don Bosco show, uno spettacolo teatrale e danzante a cura dei ragazzi del gruppo preadolescenti e dei laboratori di Teatro e Burattini dell'Oratorio Redentore in collaborazione con il "Gran teatrino Casa di Pulcinella" e l'associazione "Teatri di Pace". Durante l'iniziativa ci sarà la premiazione dei vari tornei sportivi attivati di calcio, basket, ping-pong e calcio balilla.

 

Il clou della festa è previsto per venerdì 31 Gennaio - Solennità San Giovanni Bosco, tra le varie attività segnaliamo la Santa Messa con la solenne concelebrazione eucaristica sarà presieduta da S.ERev.ma Mons. Francesco Cacucci Arcivescovo Metropolita di Bari - Bitonto, a seguire festa con i giovani nel cortile dell'Oratorio.

---- 

Su questo link http://redentorebari.donboscoalsud.it/public/DON_BOSCO_2014.jpg è possibile visualizzare il programma completo dell'evento.

----

 da CS pervenutoci in Redazione

 

 

 

 

Epolisbari 25 gennaio 2014 clicca qui

 

 

 

Epolisbari 24 gennaio 2014 clicca qui 

pag 20

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Epolisbari 24 gennaio 2014 pag 27

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Gazzetta del Mezzogiorno 22 Gennaio 2014 - Leggi l'articolo 

 

 

Bari. Festa di Don Bosco 2014 "Da Mihi Animas"

Pubblicato da La Gazzetta MeridionaleTv ~ di martedì 21 gennaio 2014

 

San Giovanni Bosco. (foto) ndr.

Giochi, teatro, eventi culturali, sport al Redentore di Bari con i giovani del Movimento Giovanile Salesiano della Puglia

di Redazione

BARI, 21 GEN. - Una preghiera che diventa azione e vita con le varie attività per giovani e ragazzi previste per la festa di don Bosco dalla comunità salesiana Redentore nel quartiere Libertà di Bari. Già iniziata la mostra fotografica sul passaggio dell'Urna di don Bosco a Bari "La reliquia di San Giovanni Bosco", realizzata da Giacinto Magliocchi presso il salone dell'Oratorio Redentore che durerà fino al 2 febbraio con orari di visita dalle 18 alle 20; la festa continua il 24 gennaio alle ore 20, festa di San Francesco di Sales (patrono dei giornalisti), con lo spettacolo teatrale "Il poeta di Dio" su don Tonino Bello, regia di Lino De Venuto, con ingresso gratuito. Mentre per Domenica 26 Gennaio alle ore 9,30 si raduneranno i giovani del Movimento Giovanile Salesiano della Puglia per vivere una grande caccia al tesoro tra le vie di Bari vecchia. Movimentare il cuore della città di Bari e scoprire il tesoro della vocazione ad essere figli di Dio con lo stile salesiano di don Bosco, è l'intento degli organizzatori. L'evento culminerà con la S. Messa di ordinazione sacerdotale di Massimiliano Lorusso sdb, presieduta dall'Arcivescovo di Bari-Bitonto S.E. Mons. Francesco Cacucci. Lunedì 27 Gennaio ore 19.45, presso la Biblioteca Florio dell'Istituto Redentore si terrà la conferenza sulla Strenna Rettor Maggiore 2014 «Da mihi animas, caetera tolle» a cura di don Pino Ruppi sdb, docente Università Pontificia Salesiana Roma e delegato della Famiglia Salesiana della Regione Puglia. Giovedì 30 Gennaio alle ore 20, Don Bosco show, uno spettacolo teatrale e danzante a cura dei ragazzi del gruppo preadolescenti e dei laboratori di Teatro e Burattini dell'Oratorio Redentore in collaborazione con il "Gran teatrino Casa di Pulcinella" e l'associazione "Teatri di Pace". Durante l'iniziativa ci sarà la premiazione dei vari tornei sportivi attivati di calcio, basket, ping-pong e calcio balilla. Il clou della festa è previsto per venerdì 31 Gennaio - Solennità san Giovanni Bosco, tra le varie attività segnaliamo la Santa Messa con la solenne concelebrazione eucaristica sarà presieduta da S.E. Rev.ma Mons. Francesco Cacucci Arcivescovo Metropolita di Bari - Bitonto, a seguire festa con i giovani nel cortile dell'Oratorio.

 

 

 

 

pubblicato da Corriere di puglia e lucania - Baresi nel mondo il 16 Gennaio 2014

VII Workshop Comunicazioni Sociali "Oltre il tuo sguardo"

 

Print Friendly

 

Nuova location per il Workshop Comunicazioni Sociali 2014, organizzato dall'Ispettoria Salesiana Meridionale. Dopo tre anni nella casa salesiana di Lecce, quest'anno i laboratori avranno luogo nella città dei due mari, Taranto.

publicWorkshop_Comunicazioni_sociali_2014.jpg

Cambia anche la durata. La VII edizione del Workshop Comunicazioni Sociali, capitanata da don Donato Bosco, responsabile delle Comunicazioni Sociali Ime, si svolgerà in tre giornate, 17,18 e 19 Gennaio. Il workshop si ripeterà anche nel mese di Febbraio, a Zurigo, e l'8 e 9 Marzo nella casa Salesiana di Scutari.

In questi tre giorni saranno chiamati a partecipare i giovani di tutta l'Italia Meridionale Salesiana dai 16 ai 24 anni che mostrano interesse nei vari ambiti dei laboratori: webmaster, comunicazione e giornalismo, fotografia, teatro, animazione da palco, musica, audio/luci e grafica.

Il tema conduttore della tre giorni tarantina sarà "Oltre il tuo sguardo", lo slogan che il Rettor Maggiore, don Pascual Chávez Villanueva, ha indicato a Torino durante il confronto nazionale del Movimento Giovanile Salesiano, lo scorso Agosto. Lo stesso fil rouge guiderà la "Festa Giovani 2014".

Il workshop avrà inizio, venerdì 17 Gennaio, con un momento di preghiera e la presentazione dei laboratori. In serata è prevista la cena condivisa con tutti i partecipanti per finire con l'attività serale. Immancabile la buona notte in stile salesiano.

Il giorno clou è previsto per sabato 18. Al mattino dopo la preghiera e la colazione, si darà il via ai laboratori. I partecipanti potranno mettere in pratica le proprie abilità nell'arco dell'intera giornata per poi condividere tutto dopo il pranzo della domenica.

In serata è prevista una passeggiata in centro, per poi concludere la giornata con la veglia di preghiera presso la parrocchia "Don Bosco".

Domenica 19 Gennaio, alla presenza di don Fabio Bellino Delegato per la Pastorale Giovanile per i Salesiani dell'Italia Meridionale, e di don Donato Bosco, tutti i partecipanti celebreranno la messa finale.

Il workshop organizzato in prossimità delle festa di San Francesco di Sales, divenuto ormai una tradizione per i Salesiani dell'Italia Meridionale, vuole porre l'attenzione su alcuni aspetti della comunicazione: la parola e i segni, con cui tutti hanno la possibilità di esprimersi e comunicare non solo con se stessi, ma anche con gli altri e soprattutto con Dio Padre.

Con i laboratori si vuole ricordare San Francesco di Sales, il santo da cui san Giovanni Bosco prese il nome "Salesiani", che è anche il patrono delle comunicazioni sociali.

I tre giorni di formazione sono soprattutto un'importante occasione per crescere e per imparare a vivere insieme nel rispetto e nella condivisione dei valori comuni.

 Salesiani Italia Meridionale

info: http://www.donboscoalsud.it/News/1477/Workshop-Comunicazioni-Sociali-Taranto-.aspx

Redentore Salesiani Bari

 

 

 

Workshop al REDENTORE di Bari: ragazzi a lavoro nel calendario dal titolo "Oltre il tuo Sguardo"

Pubblicato da infooggi.it il 15/01/2014, A CURA DI ANNA INGRAVALLO RESPONSABILE CATEGORIA: REDAZIONEWorkshop al REDENTORE di Bari:  ragazzi a lavoro nel calendario dal titolo

TARANTO, 15 gennaio 2014 - 

          VII Workshop Comunicazioni Sociali  "Oltre il tuo sguardo"  

 

Nuova location per il Workshop Comunicazioni Sociali 2014, organizzato dall'Ispettoria Salesiana Meridionale. Dopo tre anni nella casa salesiana di Lecce, quest'anno i laboratori avranno luogo nella città dei due mari, Taranto.

 

 

Cambia anche la durata. La VII edizione del Workshop Comunicazioni Sociali, capitanata da don Donato Bosco, responsabile delle Comunicazioni Sociali Ime, si svolgerà in tre giornate, 17,18 e 19 Gennaio. Il workshop si ripeterà anche nel mese di Febbraio, a Zurigo, e l'8 e 9 Marzo nella casa Salesiana di Scutari.

 

In questi tre giorni saranno chiamati a partecipare i giovani di tutta l'Italia Meridionale Salesiana dai 16 ai 24 anni che mostrano interesse nei vari ambiti dei laboratori: webmaster, comunicazione e giornalismo, fotografia, teatro, animazione da palco, musica, audio/luci e grafica.

 

Il tema conduttore della tre giorni tarantina sarà "Oltre il tuo sguardo", lo slogan che il Rettor Maggiore, don Pascual Chávez Villanueva, ha indicato a Torino durante il confronto nazionale del Movimento Giovanile Salesiano, lo scorso Agosto. Lo stesso fil rouge guiderà la "Festa Giovani 2014".

 

Il workshop avrà inizio, venerdì 17 Gennaio, con un momento di preghiera e la presentazione dei laboratori. In serata è prevista la cena condivisa con tutti i partecipanti per finire con l'attività serale. Immancabile la buona notte in stile salesiano.

 

Il giorno clou è previsto per sabato 18. Al mattino dopo la preghiera e la colazione, si darà il via ai laboratori. I partecipanti potranno mettere in pratica le proprie abilità nell'arco dell'intera giornata per poi condividere tutto dopo il pranzo della domenica.

In serata è prevista una passeggiata in centro, per poi concludere la giornata con la veglia di preghiera presso laparrocchia "Don Bosco".

 

Domenica 19 Gennaio, alla presenza di don Fabio Bellino Delegato per la Pastorale Giovanile per i Salesiani dell'Italia Meridionale, e di don Donato Bosco, tutti i partecipanti celebreranno la messa finale.

 

Il workshop organizzato in prossimità delle festa di San Francesco di Sales, divenuto ormai una tradizione per i Salesiani dell'Italia Meridionale, vuole porre l'attenzione su alcuni aspetti della comunicazione: la parola e i segni, con cui tutti hanno la possibilità di esprimersi e comunicare non solo con se stessi, ma anche con gli altri e soprattutto con Dio Padre.

Con i laboratori si vuole ricordare San Francesco di Sales appunto, il santo da cui san Giovanni Bosco prese il nome "Salesiani", che è anche il patrono delle comunicazioni sociali.

I tre giorni di formazione sono soprattutto un'importante occasione per crescere e per imparare a vivere insieme nel rispetto e nella condivisione dei valori comuni.


Da Comunicato Stampa pervenutoci in redazione tramite:

Ufficio Stampa Salesiani Italia Meridionale
info: http://www.donboscoalsud.it/News/1477/Workshop-Comunicazioni-Sociali---Taranto-.aspx


Redentore Salesiani Bari
via Martiri d'Otranto, 65
70123 BARI

Website: redentorebari.donboscoalsud.it
FB: www.facebook.com/salesiani.bari - Twitter: RedSalBa
Email: bari@donboscoalsud.it

 

 

 

 

Pubblicato da Epolisbari. com 15 Gennaio 2014 pag 15

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bari, al via VII Workshop Comunicazioni Sociali "Oltre il tuo sguardo"

Pubblicato da Giornale di Puglia il 1/14/2014

BARI - Nuova location per il Workshop Comunicazioni Sociali 2014, organizzato dall'Ispettoria Salesiana Meridionale. Dopo tre anni nella casa salesiana di Lecce, quest'anno i laboratori avranno luogo nella città dei due mari, Taranto.

Cambia anche la durata. La VII edizione del Workshop Comunicazioni Sociali, capitanata da don Donato Bosco, responsabile delle Comunicazioni Sociali Ime, si svolgerà in tre giornate, 17,18 e 19 Gennaio. Il workshop si ripeterà anche nel mese di Febbraio, a Zurigo, e l'8 e 9 Marzo nella casa Salesiana di Scutari.

In questi tre giorni saranno chiamati a partecipare i giovani di tutta l'Italia Meridionale Salesiana dai 16 ai 24 anni che mostrano interesse nei vari ambiti dei laboratori: webmaster, comunicazione e giornalismo, fotografia, teatro, animazione da palco, musica, audio/luci e grafica.

Il tema conduttore della tre giorni tarantina sarà "Oltre il tuo sguardo", lo slogan che il Rettor Maggiore, don Pascual Chávez Villanueva, ha indicato a Torino durante il confronto nazionale del Movimento Giovanile Salesiano, lo scorso Agosto. Lo stesso fil rouge guiderà la "Festa Giovani 2014".

Il workshop avrà inizio, venerdì 17 Gennaio, con un momento di preghiera e la presentazione dei laboratori. In serata è prevista la cena condivisa con tutti i partecipanti per finire con l'attività serale. Immancabile la buona notte in stile salesiano.

Il giorno clou è previsto per sabato 18. Al mattino dopo la preghiera e la colazione, si darà il via ai laboratori. I partecipanti potranno mettere in pratica le proprie abilità nell'arco dell'intera giornata per poi condividere tutto dopo il pranzo della domenica.
In serata è prevista una passeggiata in centro, per poi concludere la giornata con la veglia di preghiera presso la parrocchia "Don Bosco".

Domenica 19 Gennaio, alla presenza di don Fabio Bellino Delegato per la Pastorale Giovanile per i Salesiani dell'Italia Meridionale, e di don Donato Bosco,  tutti i partecipanti celebreranno la messa finale.

Il workshop organizzato in prossimità delle festa di San Francesco di Sales, divenuto ormai una tradizione per i Salesiani dell'Italia Meridionale,  vuole porre l'attenzione su alcuni aspetti della comunicazione: la parola e i segni, con cui tutti hanno la possibilità di esprimersi e comunicare non solo con se stessi, ma anche con gli altri e soprattutto con Dio Padre.
Con i laboratori si vuole ricordare San Francesco di Sales, il santo da cui san Giovanni Bosco prese il nome "Salesiani", che è anche il patrono delle comunicazioni sociali.
I tre giorni di formazione sono soprattutto un'importante occasione per crescere e per imparare a vivere insieme nel rispetto e nella condivisione dei valori comuni. 

 

 

 

Pubblicato da Corriere di Puglia e lucania 05 gennaio 2014

La Befana arriva al Redentore

Festa per bambini e famiglie e fermento per la festa di don Bosco. Lunedì 6 gennaio, la Befana fa tappa all'Oratorio Salesiano Redentore.

ordinazione_MXA_LORUBari, - Il programma prevede la S. Messa alle ore 10 e a seguire presso il cortile dell'Oratorio, arriverà la Befana a portare le calze per i tanti bambini. Nel pomeriggio di Lunedì 6 gennaio alle 18,00 tombolata per grandi e piccini con premi che i commercianti di via Manzoni e dintorni, l'A.S. Roma calcio e gente comune stanno donando per l'iniziativa. Un modo per stare insieme e concludere le feste natalizie.

Le prime iniziative sono il preludio alla ripartenza delle attività dell'Oratorio del Redentore per il nuovo anno. Dopo la Befana, riprenderanno gli allenamenti sportivi di Calcio, Pallavolo, Basket, mentre venerdì 10 gennaio alle 17,00 riprenderanno i Laboratori di: Art Attack (in collaborazione con Legambiente), Burattini (in collaborazione con Gran Teatrino Casa di Pulcinella), Teatro (in collaborazione con Teatri di Pace), Ballo. Entrambi le iniziative, sportive e laboratoriali, sono totalmente gratuite per i minori stranieri residenti a Bari, grazie al progetto LIMeS, finanziato dal Ministero dell'Interno attraverso i fondi Europei per l'integrazione.

Ma il nuovo anno si apre con un grande evento, raro ma bello, che prepara al meglio la festa di don Bosco, promotore degli Oratori, fondatore dei Salesiani e delle Figlie di Maria Ausiliatrice. Un evento che parla della vitalità di don Bosco e dell'amore di Dio per i giovani: il dono di un nuovo prete salesiano. Domenica 26 gennaio alle ore 18 è prevista l'ordinazione sacerdotale di don Massimiliano Lorusso, barese ed oratoriano, per l'imposizione delle mani e la preghiera consacratoria di S.E. Rev.ma Mons. Francesco Cacucci Arcivescovo Metropolita di Bari-Bitonto. Un segno dal cielo per un territorio segnato da tante povertà come il Libertà di Bari, un segno di speranza perché la cultura del dono e della gratuità possa sempre di più radicarsi attraverso scelte radicali e forti, come Papa Francesco quotidianamente esorta e testimonia.

 Dr. Giuseppe Cifarelli

 

 

 

 

Bari. La Befana arriva al Redentore Festa per bambini e famiglie e fermento per la festa di don Bosco

Pubblicato da La Gazzetta MeridionaleTv ~ di venerdì 3 gennaio 2014 

 

La locandina dell'evento. (foto com.) ndr.

di Redazione

BARI, 3 GEN. - Lunedì 6 gennaio, la Befana fa tappa all'Oratorio Salesiano Redentore. Il programma prevede la S. Messa alle ore 10 e a seguire presso il cortile dell'Oratorio, arriverà la Befana a portare le calze per i tanti bambini. Nel pomeriggio di Lunedì 6 gennaio alle 18,00 tombolata per grandi e piccini con premi che i commercianti di via Manzoni e dintorni, l'A.S. Roma calcio e gente comune stanno donando per l'iniziativa. Un modo per stare insieme e concludere le feste natalizie. Le prime iniziative sono il preludio alla ripartenza delle attività dell'Oratorio del Redentore per il nuovo anno. Dopo la Befana, riprenderanno gli allenamenti sportivi di Calcio, Pallavolo, Basket, mentre venerdì 10 gennaio alle 17,00 riprenderanno i Laboratori di: Art Attack (in collaborazione con Legambiente), Burattini (in collaborazione con Gran Teatrino Casa di Pulcinella), Teatro (in collaborazione con Teatri di Pace), Ballo. Entrambi le iniziative, sportive e laboratoriali, sono totalmente gratuite per i minori stranieri residenti a Bari, grazie al progetto LIMeS, finanziato dal Ministero dell'Interno attraverso i fondi Europei per l'integrazione. Ma il nuovo anno si apre con un grande evento, raro ma bello, che prepara al meglio la festa di don Bosco, promotore degli Oratori, fondatore dei Salesiani e delle Figlie di Maria Ausiliatrice. Un evento che parla della vitalità di don Bosco e dell'amore di Dio per i giovani: il dono di un nuovo prete salesiano. Domenica 26 gennaio alle ore 18 è prevista l'ordinazione sacerdotale di don Massimiliano Lorusso, barese ed oratoriano, per l'imposizione delle mani e la preghiera consacratoria di S.E. Rev.ma Mons. Francesco Cacucci Arcivescovo Metropolita di Bari-Bitonto. Un segno dal cielo per un territorio segnato da tante povertà come il Libertà di Bari, un segno di speranza perché la cultura del dono e della gratuità possa sempre di più radicarsi attraverso scelte radicali e forti, come Papa Francesco quotidianamente esorta e testimonia.

 

 

 

pubblicato 03 gennaio 2014 da baritoday.it 

Epifania all'Oratorio Salesiano Redentore, Bari 6 gennaio 2014
„Divertimento e doni per grandi e piccini. La Befana arriva all'Oratorio Salesiano Redentore

Lunedì 6 gennaio, la Befana fa tappa all'Oratorio Salesiano Redentore.

Il programma prevede la S. Messa alle ore 10 e a seguire presso il cortile dell'Oratorio, arriverà la Befana a portare le calze per i tanti bambini. Nel pomeriggio di Lunedì 6 gennaio alle 18,00 tombolata per grandi e piccini con premi che i commercianti di via Manzoni e dintorni, l'A.S. Roma calcio e gente comune stanno donando per l'iniziativa. Un modo per stare insieme e concludere le feste natalizie.

Le prime iniziative sono il preludio alla ripartenza delle attività dell'Oratorio del Redentore per il nuovo anno. Dopo la Befana, riprenderanno gli allenamenti sportivi di Calcio, Pallavolo, Basket, mentre venerdì 10 gennaio alle 17,00 riprenderanno i Laboratori di: Art Attack (in collaborazione con Legambiente), Burattini (in collaborazione con Gran Teatrino Casa di Pulcinella), Teatro (in collaborazione con Teatri di Pace), Ballo. Entrambi le iniziative, sportive e laboratoriali, sono totalmente gratuite per i minori stranieri residenti a Bari, grazie al progetto LIMeS, finanziato dal Ministero dell'Interno attraverso i fondi Europei per l'integrazione.

Ma il nuovo anno si apre con un grande evento, raro ma bello, che prepara al meglio la festa di don Bosco, promotore degli Oratori, fondatore dei Salesiani e delle Figlie di Maria Ausiliatrice. Un evento che parla della vitalità di don Bosco e dell'amore di Dio per i giovani: il dono di un nuovo prete salesiano. Domenica 26 gennaio alle ore 18 è prevista l'ordinazione sacerdotale di don Massimiliano Lorusso,barese ed oratoriano, per l'imposizione delle mani e la preghiera consacratoria di S.E. Rev.ma Mons. Francesco Cacucci Arcivescovo Metropolita di Bari-Bitonto. Un segno dal cielo per un territorio segnato da tante povertà come il Libertà di Bari, un segno di speranza perché la cultura del dono e della gratuità possa sempre di più radicarsi attraverso scelte radicali e forti, come Papa Francesco quotidianamente esorta e testimonia."

 

 

 

 

La Befana arriva al Redentore: festa per bambini e famiglie e fermento per la festa di don Bosco

 

 1/03/2014 - Pubblicato da giornaledipuglia.com 

BARI - Lunedì 6 gennaio, la Befana fa tappa all'Oratorio Salesiano Redentore. Il programma prevede la S. Messa alle ore 10 e a seguire presso il cortile dell'Oratorio, arriverà la Befana a portare le calze per i tanti bambini. Nel pomeriggio di Lunedì 6 gennaio alle 18,00 tombolata per grandi e piccini con premi che i commercianti di via Manzoni e dintorni, l'A.S. Roma calcio e gente comune stanno donando per l'iniziativa. Un modo per stare insieme e concludere le feste natalizie.

Le prime iniziative sono il preludio alla ripartenza delle attività dell'Oratorio del Redentore per il nuovo anno. Dopo la Befana, riprenderanno gli allenamenti sportivi di Calcio, Pallavolo, Basket, mentre venerdì 10 gennaio alle 17,00 riprenderanno i Laboratori di: Art Attack (in collaborazione con Legambiente), Burattini (in collaborazione con Gran Teatrino Casa di Pulcinella), Teatro (in collaborazione con Teatri di Pace), Ballo. Entrambi le iniziative, sportive e laboratoriali, sono totalmente gratuite per i minori stranieri residenti a Bari, grazie al progetto LIMeS, finanziato dal Ministero dell'Interno attraverso i fondi Europei per l'integrazione.

Ma il nuovo anno si apre con un grande evento, raro ma bello, che prepara al meglio la festa di don Bosco, promotore degli Oratori, fondatore dei Salesiani e delle Figlie di Maria Ausiliatrice. Un evento che parla della vitalità di don Bosco e dell'amore di Dio per i giovani: il dono di un nuovo prete salesiano. Domenica 26 gennaio alle ore 18 è prevista l'ordinazione sacerdotale di don Massimiliano Lorusso, barese ed oratoriano, per l'imposizione delle mani e la preghiera consacratoria di S.E. Rev.ma Mons. Francesco Cacucci Arcivescovo Metropolita di Bari-Bitonto. Un segno dal cielo per un territorio segnato da tante povertà come il Libertà di Bari, un segno di speranza perché la cultura del dono e della gratuità possa sempre di più radicarsi attraverso scelte radicali e forti, come Papa Francesco quotidianamente esorta e testimonia. 

 

 

 

Pubblicato da go-bari.it 3 gennaio 2014

Bari, Epifania la  Redentore

 

 

La Gazzetta del Mezzogiorno 28 dicembre 2013 

Nunziante e Mingo
«Riapriamo a Bari
il teatro del Redentore»

di CARLO STRAGAPEDE 

Gennaro Nunziante, il regista campione d'incassi del cinema italiano con «Sole a catinelle», ritorna alle radici, al cineteatro della parrocchia Redentore. Per offrire idee e il suo contributo di esperienza all'ambizioso progetto della riapertura del palcoscenico del quartiere Libertà, chiuso dagli anni Ottanta. «La prima volta che misi piede qui dentro - ricorda il cineasta cinquantenne - avevo appena sei anni. Mio padre, che ci sa fare con la tappezzeria, fu chiamato dai padri salesiani a restaurare i tendaggi e il sipario. Io quel giorno ero con lui».
Tradisce la sua emozione il regista e sceneggiatore, adorato dai gestori delle sale cinematografiche di tutta Italia, mentre ispeziona il grande spazio artistico alle spalle della chiesa. Ancora un fotogramma dallo scrigno-amarcord: «Ero ancora bambino quando il maestro Samele cominciò a darmi lezioni di canto». E un altro ancora: «Il debutto con il pubblico pagante risale ai miei 16 anni, periodo natalizio credo del 1979. Lo spettacolo comico, scritto a più mani, era "Capodale sketch", un titolo che fondeva Capodanno e Natale».

Ieri Nunziante, e come lui l'inviato di «Striscia la notizia» Mingo De Pasquale, hanno accettato l'invito del parroco del Redentore, don Mario Sangiovanni, e dei componenti della commissione Cultura di Palazzo di città (rappresentata dal vicepresidente Filippo Melchiorre e dal consigliere Domenico Sciacovelli), oltre che del sindacalista della Cisl Franco Mastrandrea, a fare due passi nel teatro. Un contenitore caro a generazioni di ragazzi e bambini cresciuti a pane e oratorio. I salesiani, eredi della lezione di San Giovanni Bosco, tuttora attraverso l'oratorio diretto da don Francesco Preite offrono spazi e tempi e modi di crescita e di aggregazione a centinaia di ragazzi del Libertà che altrimenti trascorrerebbero ore vuote agli angoli delle strade. E sarebbero facili prede dei reclutatori dei clan. Il sogno della ristrutturazione del cineteatro ha già un progettista, l'ingegner Dino Sarnataro, e una cordata di finanziatori almeno allo stadio embrionale, rappresentata dai farmacisti Alfredo Balenzano e Michele Antuofermo, quest'ultimo consigliere di Circoscrizione. Sarebbe ovvio lo slogan: «Troviamo la terapia per il teatro». I padri salesiani hanno già aperto una sottoscrizione per mettere in moto il cantiere. Chiunque può fare un versamento.

L'IBAN - IT32D0335901600 100000004656 La raccolta fondi è affidata al responsabile amministrativo dell'istituto, don Antonio Tonotta.

«NON SOLO UN TEATRO» - Prima del sopralluogo, negli uffici parrocchiali si sono coagulate idee preziose. È toccato a Mimmo Sciacovelli, ex chierichetto ed ex allievo dei salesiani, introdurre il tema: «Non possiamo accettare, da abitanti del quartiere, che il teatro continui a restare chiuso». Nunziante ha suggerito l'imposta - zione: «Non dovrà essere solo un teatro, altrimenti sarebbe destinato a morire nel giro di qualche anno. Lo dimostrano esperienze analoghe. Io penso a una struttura polifunzionale al servizio del quartiere e soprattutto dei giovani e degli emarginati. Mi sta bene che possa essere anche mensa per i poveri e luogo di aggregazione per chi è solo».

Il regista di Checco Zalone va sul pratico: «L'industria del cinema ha bisogno di direttori della fotografia, di scenografi, attrezzisti, tecnici audio. Ecco - propone - potrebbero formarsi qui». Rilancia Mingo: «Anche io lo vedo come uno spazio prezioso nella prospettiva occupazionale. Penso a corsi di scrittura teatrale o cinematografica, di recitazione e di musica. Certo, anche all'al - lestimento di spettacoli, perché no?». Si congeda: «Io porterei qui tutti i baresi, a visitare il teatro, a rendersi conto della sua esistenza. Se lo conoscessero, lo vorrebbero vedere rinato». Don Mario Sangiovanni: «Condivido i suggerimenti. Noi - afferma - faremo la nostra parte per restituire il teatro alla città. Del resto anche il nostro oratorio e il nostro centro di formazione professionale, pur essendo spazi privati dal punto di vista giuridico, ritengo abbiano utilità pubblica».

 

 

 

 

 

 

9/12/2013 - Italia - Nato il comitato "SCS/CNOS Don Bosco al Sud"
Foto dell'articolo -ITALIA - NATO IL COMITATO

(ANS -Bari) - Sabato 30 novembre è nato a Bari, presso l'Istituto Salesiano del Redentore, il Comitato Interregionale della Federazione Servizi Civili e Sociali (SCS) del meridione italiano, con il nome "SCS/CNOS Don Bosco al Sud". È questo il terzo comitato di questo tipo a sorgere in Italia, dopo quello del Piemonte-Valle d'Aosta e della Sicilia.

Il Comitato Interregionale raggruppa 21 associazioni, cooperative ed enti del mondo salesiano che operano a favore di minori, giovani e immigrati, spesso in territori di disagio del Sud Italia. La sede legale del Comitato è presso la Casa ispettoriale salesiana a Napoli, con sedi periferiche a Bari, Corigliano Calabro e Potenza.

Don Giovanni d'Andrea, Presidente Nazionale della Federazione SCS/CNOS-Salesiani per il Sociale, ha espresso soddisfazione per la costituzione del comitato, che garantirà una maggiore presenza salesiana nel Sud Italia, specialmente a favore dei minori e dei giovani più bisognosi.

Andrea Sebastiani, Direttore salesiani per il Sociale, ha sottolineato l'importanza di questa nuovo comitato, ricordando che questo strumento, di natura civilistica, potrà interfacciarsi meglio con i soggetti pubblici e privati che operano in ambito sociale, permetterà di elaborare e coordinare più facilmente i progetti assieme alle associazioni civili salesiane e renderà queste ultime più intimamente unite al piano di governo e animazione dell'Ispettoria.

Don Antonio Carbone, neo-eletto Presidente del Comitato, ha dichiarato: "La nascita di questo Comitato rende ancora più concreto il volto di Don Bosco per tanti giovani e minori emarginati. Vogliamo dare risposte coordinate ed efficaci al nostro Sud e ai giovani di questa terra, che ci impegniamo a servire mettendoci in rete: una goccia insieme alle altre può diventare un oceano di bene".

La prima azione del Comitato sarà garantire la formazione degli operatori socio-educativi delle strutture residenziali per minori secondo la pedagogia del Sistema Preventivo di Don Bosco.

Pubblicato il 09/12/2013 infoans.org

 

 

 

 

Bari, nasce Don Bosco al Sud

2 DICEMBRE 2013 10:16 - REDAZIONE Stato quotidiano

 

(Ph: centrodonbosco.edu.co)

Bari - "VOLETE fare una cosa buona? Educate la gioventù. Volete fare una cosa santa? Educate la gioventù. Volete fare una cosa santissima? Educate la gioventù. Volete fare una cosa divina? Educate la gioventù. Anzi questa tra le cose divine è divinissima". Così si rivolgeva don Bosco ai suoi salesiani ed educatori. Con questo spirito, a Bari presso l'istituto salesiano SS. Redentore è stato costituito il Comitato Interregionale SCS/CNOS "Don Bosco al Sud", organo sociale e di articolazione territoriale della Federazione Nazionale salesiani per il sociale "SCS/CNOS" (Servizi Civili e Sociali del Centro Nazionale Opere Salesiane).

 

Il Comitato Interregionale raggruppa ben 21 associazioni,cooperative, enti del mondo salesiano che operano a favore di minori, giovani, immigrati, spesso in territori di disagio del Sud Italia. Tantissimi sono i servizi offerti: centri Diurni per minori e disabili medio gravi, stabilizzazione di Lavoratori di Pubblica Utilità, trasporto scolastico per disabili, attività di animazione, servizio di assistenza domiciliare integrata, accoglienza per giovani tossicodipendenti, accoglienza a soggetti con AIDS conclamato, animazione interculturale presso le scuole e nei centri di aggregazione per ragazzi, percorsi di animazione ed educazione interculturale per le scuole, eventi formativi
, progetti formativi per la scuola elementare
, 
attività sportive, ludico espressive
, progettazione sociale, laboratorio per il sostegno scolastico, ludoteca, comunità alloggio per minori.

La sede legale del Comitato è Napoli, con sedi periferiche in Puglia: presso l'Istituto Salesiano "SS Redentore" di Bari; in Calabria, presso la Casa Salesiana di Corigliano Calabro (Cs); in Basilicata, presso le Opere Sociali Don Bosco di Potenza.

Il Presidente Nazionale della Federazione SCS/CNOS-salesiani per il sociale, don Giovanni d'Andrea, presente a Bari ha espresso soddisfazione per la costituzione del comitato, che garantirà una maggiore presenza salesiana nel Sud Italia specialmente a favore dei minori e dei giovani.

Il nucleo promotore del comitato è costituito dall'Ispettoria Salesiana Meridionale "Beato Michele Rua" con sede in Napoli, Istituto Salesiano "SS. Redentore" di Bari, Istituto Salesiano "Sacro Cuore" di Napoli, Associazione di volontariato "Don Bosco" di Sant'Alessio in Aspromonte (Rc), Associazione di Promozione Sociale "Ideando" di Cisternino (Br), "Ideando Societa' Cooperativa Sociale Onlus" di Cisternino (Br), Associazione di Promozione Sociale "Piccoli Passi Grandi Sogni onlus" di Torre Annunziata (Na), Associazione "Giovanile Salesiana di Solidarietà" di Corigliano Calabro (Cs), "Associazione Salesiani Cooperatori centro locale Piedimonte Matese" di Piedimonte Matese (Ce), Associazione di Promozione Sociale "Sacro Cuore" di Foggia; "Arcobaleno Cooperativa Sociale" di Foggia; Organizzazione Di Volontariato "Filippo Smaldone" Onlus di Lecce; Associazione di Promozione Sociale "Strade Giovani" di Lecce, Associazione di Promozione Sociale "Effatà" di Manduria (Ta), Istituto Salesiano "E. Menichini" di Napoli.

Il neo-eletto Presidente del Comitato interregionale SCS/CNOS "Don Bosco al sud", don Antonio Carbone ha dichiarato: "La nascita di questo Comitato rende ancora più concreto il volto di don Bosco per tanti giovani e minori emarginati. Vogliamo dare risposte coordinate ed efficaci al nostro Sud e ai giovani di questa terra che ci impegniamo a servire mettendoci in rete: una goccia insieme alle altre può diventare un oceano di bene". La prima azione del Comitato sarà garantire la formazione degli operatori socio-educativi di strutture residenziali per minori secondo la pedagogia del sistema preventivo di don Bosco.

Oltre al Presidente, don Antonio Carbone (Aps Piccoli Passi Grandi Sogni onlus), il Consiglio direttivo del Comitato interregionale SCS/CNOS "Don Bosco al sud" è composto da: don Francesco Preite (Istituto salesiano Redentore), vice-presidente; Massimo Marino (Aps Sacro Cuore) tesoriere; Cosimina D'Errico (Aps Ideando), segretaria; don Carlo Cassatella (Istituto Salesiano E. Menichini), consigliere.

Redazione Stato

 

 

 

Bari. l volto di don Bosco dei salesiani per il sociale nel Sud Italia

Pubblicato da La Gazzetta MeridionaleTv ~ di lunedì 2 dicembre 2013 ~ 

 

Don Antonio Carbone (foto com.) ndr.

NASCE DON BOSCO AL SUD

di Redazione

BARI, 2 DIC. -  "Volete fare una cosa buona? Educate la gioventù. Volete fare una cosa santa? Educate la gioventù. Volete fare una cosa santissima? Educate la gioventù. Volete fare una cosa divina? Educate la gioventù. Anzi questa tra le cose divine è divinissima". Così si rivolgeva don Bosco ai suoi salesiani ed educatori. Con questo spirito, a Bari presso l'istituto salesiano SS. Redentore è stato costituito il Comitato Interregionale SCS/CNOS "Don Bosco al Sud", organo sociale e di articolazione territoriale della Federazione Nazionale salesiani per il sociale "SCS/CNOS" (Servizi Civili e Sociali del Centro Nazionale Opere Salesiane). Il Comitato Interregionale raggruppa ben 21 associazioni, cooperative, enti del mondo salesiano che operano a favore di minori, giovani, immigrati, spesso in territori di disagio del Sud Italia. Tantissimi sono i servizi offerti: centri Diurni per minori e disabili medio gravi, stabilizzazione di Lavoratori di Pubblica Utilità, trasporto scolastico per disabili, attività di animazione, servizio di assistenza domiciliare integrata, accoglienza per giovani tossicodipendenti, accoglienza a soggetti con AIDS conclamato, animazione interculturale presso le scuole e nei centri di aggregazione per ragazzi, percorsi di animazione ed educazione interculturale per le scuole, eventi formativi
, progetti formativi per la scuola elementare
, 
attività sportive, ludico espressive
, progettazione sociale, laboratorio per il sostegno scolastico, ludoteca, comunità alloggio per minori. La sede legale del Comitato è Napoli, con sedi periferiche in Puglia: presso l'Istituto Salesiano "SS Redentore" di Bari; in Calabria, presso la Casa Salesiana di Corigliano Calabro (Cs); in Basilicata, presso le Opere Sociali Don Bosco di Potenza. Il Presidente Nazionale della Federazione SCS/CNOS-salesiani per il sociale, don Giovanni d'Andrea, presente a Bari ha espresso soddisfazione per la costituzione del comitato, che garantirà una maggiore presenza salesiana nel Sud Italia specialmente a favore dei minori e dei giovani. Il nucleo promotore del comitato è costituito dall'Ispettoria Salesiana Meridionale "Beato Michele Rua" con sede in Napoli, Istituto Salesiano "SS. Redentore" di Bari, Istituto Salesiano "Sacro Cuore" di Napoli, Associazione di volontariato "Don Bosco" di Sant'Alessio in Aspromonte (Rc), Associazione di Promozione Sociale "Ideando" di Cisternino (Br), "Ideando Societa' Cooperativa Sociale Onlus" di Cisternino (Br), Associazione di Promozione Sociale "Piccoli Passi Grandi Sogni onlus" di Torre Annunziata (Na), Associazione "Giovanile Salesiana di Solidarietà" di Corigliano Calabro (Cs), "Associazione Salesiani Cooperatori centro locale Piedimonte Matese" di Piedimonte Matese (Ce), Associazione di Promozione Sociale "Sacro Cuore" di Foggia; "Arcobaleno Cooperativa Sociale" di Foggia; Organizzazione Di Volontariato "Filippo Smaldone" Onlus di Lecce; Associazione di Promozione Sociale "Strade Giovani" di Lecce, Associazione di Promozione Sociale "Effatà" di Manduria (Ta), Istituto Salesiano "E. Menichini" di Napoli. Il neo-eletto Presidente del Comitato interregionale SCS/CNOS "Don Bosco al sud", don Antonio Carbone ha dichiarato: "La nascita di questo Comitato rende ancora più concreto il volto di don Bosco per tanti giovani e minori emarginati. Vogliamo dare risposte coordinate ed efficaci al nostro Sud e ai giovani di questa terra che ci impegniamo a servire mettendoci in rete: una goccia insieme alle altre può diventare un oceano di bene". La prima azione del Comitato sarà garantire la formazione degli operatori socio-educativi di strutture residenziali per minori secondo la pedagogia del sistema preventivo di don Bosco. Oltre al Presidente, don Antonio Carbone (Aps Piccoli Passi Grandi Sogni onlus), il Consiglio direttivo del Comitato interregionale SCS/CNOS "Don Bosco al sud" è composto da: don Francesco Preite (Istituto salesiano Redentore), vice-presidente; Massimo Marino (Aps Sacro Cuore) tesoriere; Cosimina D'Errico (Aps Ideando), segretaria; don Carlo Cassatella (Istituto Salesiano E. Menichini), consigliere. 

 

 

 

Pubblicata da Giornale di Puglia 2 Dicembre 2013

Il volto di don Bosco dei salesiani per il sociale nel Sud Italia

 

BARI - "Volete fare una cosa buona? Educate la gioventù. Volete fare una cosa santa? Educate la gioventù. Volete fare una cosa santissima? Educate la gioventù. Volete fare una cosa divina? Educate la gioventù. Anzi questa tra le cose divine è divinissima". Così si rivolgeva don Bosco ai suoi salesiani ed educatori. Con questo spirito, a Bari presso l'istituto salesiano SS. Redentore è stato costituito il Comitato Interregionale SCS/CNOS "Don Bosco al Sud", organo sociale e di articolazione territoriale della Federazione Nazionale salesiani per il sociale "SCS/CNOS" (Servizi Civili e Sociali del Centro Nazionale Opere Salesiane).

Il Comitato Interregionale raggruppa ben 21 associazioni, cooperative, enti del mondo salesiano che operano a favore di minori, giovani, immigrati, spesso in territori di disagio del Sud Italia. Tantissimi sono i servizi offerti: centri Diurni per minori e disabili medio gravi, stabilizzazione di Lavoratori di Pubblica Utilità, trasporto scolastico per disabili, attività di animazione, servizio di assistenza domiciliare integrata, accoglienza per giovani tossicodipendenti, accoglienza a soggetti con AIDS conclamato,  animazione interculturale presso le scuole e nei centri di aggregazione per ragazzi, percorsi di animazione ed educazione interculturale per le scuole, eventi formativi
, progetti formativi per la scuola elementare
, 
attività sportive, ludico espressive
, progettazione sociale, laboratorio per il sostegno scolastico, ludoteca, comunità alloggio per minori.

La sede legale del Comitato è Napoli, con sedi periferiche in Puglia: presso l'Istituto Salesiano "SS Redentore" di Bari; in Calabria, presso la Casa Salesiana di Corigliano Calabro (Cs); in Basilicata, presso le Opere Sociali Don Bosco di Potenza.

Il Presidente Nazionale della Federazione SCS/CNOS-salesiani per il sociale, don Giovanni d'Andrea, presente a Bari ha espresso soddisfazione per la costituzione del comitato, che garantirà una maggiore presenza salesiana nel Sud Italia specialmente a favore dei minori e dei giovani.

Il nucleo promotore del comitato è costituito dall'Ispettoria Salesiana Meridionale "Beato Michele Rua" con sede in Napoli,  Istituto Salesiano "SS. Redentore" di Bari, Istituto Salesiano "Sacro Cuore" di Napoli, Associazione di volontariato "Don Bosco" di Sant'Alessio in Aspromonte (Rc), Associazione di Promozione Sociale "Ideando" di Cisternino  (Br),  "Ideando Societa' Cooperativa Sociale Onlus" di Cisternino  (Br), Associazione di Promozione Sociale "Piccoli Passi Grandi Sogni onlus" di Torre Annunziata (Na),  Associazione "Giovanile Salesiana di Solidarietà" di Corigliano Calabro (Cs), "Associazione Salesiani Cooperatori centro locale Piedimonte Matese" di Piedimonte Matese (Ce), Associazione di Promozione Sociale "Sacro Cuore" di Foggia; "Arcobaleno Cooperativa Sociale" di Foggia; Organizzazione Di Volontariato "Filippo Smaldone"  Onlus di Lecce; Associazione di  Promozione Sociale "Strade Giovani" di Lecce, Associazione di Promozione Sociale "Effatà" di Manduria (Ta), Istituto Salesiano "E. Menichini" di Napoli.
Il neo-eletto Presidente del Comitato interregionale SCS/CNOS "Don Bosco al sud", don Antonio Carbone ha dichiarato: "La nascita di questo Comitato rende ancora più concreto il volto di don Bosco per tanti giovani e minori emarginati. Vogliamo dare risposte coordinate ed efficaci al nostro Sud e ai giovani di questa terra che ci impegniamo a servire mettendoci in rete: una goccia insieme alle altre può diventare un oceano di bene". La prima azione del Comitato sarà garantire la formazione degli operatori socio-educativi di strutture residenziali per minori secondo la pedagogia del sistema preventivo di don Bosco.

Oltre al Presidente, don Antonio Carbone (Aps Piccoli Passi Grandi Sogni onlus), il Consiglio direttivo del Comitato interregionale SCS/CNOS "Don Bosco al sud" è composto da: don Francesco Preite (Istituto salesiano Redentore), vice-presidente; Massimo Marino (Aps Sacro Cuore) tesoriere; Cosimina D'Errico (Aps Ideando), segretaria; don Carlo Cassatella (Istituto Salesiano E. Menichini), consigliere. 

 

 

 

Gazzetta del Mezzogiorno 29 Novembre 2013

 

 

 

 

 

 

Bari, bene confiscato alla mafia diventa Polo della legalità

.

 

di redazione pubblicato il 28 novembre 2013 

da http://www.ambienteambienti.com

 

28-11-13 consegna bene confiscato ai salesiani_progetto finsterraeOggi, 28 novembre, il sindaco di  Michele Emiliano ha consegnato a Padre Mario Sangiovanni, direttore dell', le chiavi di un appartamento confiscato alla criminalità organizzata (sito in via Principe Amedeo, nel cuore del quartiere Libertà).

La consegna formale dell'immobile, approvata da una delibera della giunta comunale (n. 572 del 18/11/2013), consentirà ai Salesiani, nell'ambito del, di procedere con i lavori di ristrutturazione. Al termine degli interventi di manutenzione straordinaria e adeguamento impiantistico, il bene confiscato alla criminalità organizzata sarà riconsegnato al Comune che, in seguito, ne affiderà la gestione affinché si configuri come un Polo della legalità sul territorio cittadino e diventi luogo di riferimento per l'intera cittadinanza barese.

Il progetto Finis Terrae è sostenuto dalla Fondazione CON IL SUD e promosso dall'Istituto Salesiano SS. Redentore in partnership con associazioni, enti e cooperative sociali del territorio.

 

 

 

Bari - Bene confiscato alla mafia diventerà polo di legalità nel quartiere Libertà

pubblicato il 28/11/2013 da puglialive.net

OGGI LA CONSEGNA AI SALESIANI NELL'AMITO DEL PROGETTO FINIS TERRAE

Il sindaco di Bari Michele Emiliano ha consegnato questa mattina a Padre Mario Sangiovanni, direttore dell'Istituto Salesiani SS. Redentore, le chiavi di un appartamento confiscato alla criminalità organizzata (sito in via Principe Amedeo, nel cuore del quartiere Libertà).

La consegna formale dell'immobile, approvata da una delibera della giunta comunale (n. 572 del 18/11/2013), consentirà ai Salesiani, nell'ambito del progetto Finis Terrae, di procedere con i lavori di ristrutturazione. Al termine degli interventi di manutenzione straordinaria e adeguamento impiantistico, il bene confiscato alla criminalità organizzata sarà riconsegnato al Comune che, in seguito, ne affiderà la gestione affinché si configuri come un Polo della legalità sul territorio cittadino e diventi luogo di riferimento per l'intera cittadinanza barese.

Il progetto Finis Terrae è sostenuto dalla Fondazione CON IL SUD e promosso dall'Istituto Salesiano SS. Redentore in partnership con associazioni, enti e cooperative sociali del territorio.

 

pubblicato da Made in Italy il 28 novembre 2013

Appartamento confiscato alla mafia diventerà polo di legalità nel q.re Libertà

Il sindaco di Bari Michele Emiliano ha consegnato questa mattina a Padre Mario Sangiovanni, direttore dell'Istituto Salesiani SS. Redentore, le chiavi di un appartamento confiscato alla criminalità organizzata (sito in via Principe Amedeo, nel cuore del quartiere Libertà).

La consegna formale dell'immobile, approvata da una delibera della giunta comunale (n. 572 del 18/11/2013), consentirà ai Salesiani, nell'ambito del progetto Finis Terrae, di procedere con i lavori di ristrutturazione. Al termine degli interventi di manutenzione straordinaria e adeguamento impiantistico, il bene confiscato alla criminalità organizzata sarà riconsegnato al Comune che, in seguito, ne affiderà la gestione affinché si configuri come un Polo della legalità sul territorio cittadino e diventi luogo di riferimento per l'intera cittadinanza barese.

Il progetto Finis Terrae è sostenuto dalla Fondazione CON IL SUD e promosso dall'Istituto Salesiano SS. Redentore in partnership con associazioni, enti e cooperative sociali del territorio.

 

Bene confiscato alla mafia diventerà polo di legalità nel quartiere Libertà

Pubblicato il 28 Novembre 2013 Comune di Bari

Il sindaco di Bari Michele Emiliano ha consegnato questa mattina a Padre Mario Sangiovanni, direttore dell'Istituto Salesiani SS. Redentore, le chiavi di un appartamento confiscato alla criminalità organizzata (sito in via Principe Amedeo, nel cuore del quartiere Libertà).

La consegna formale dell'immobile, approvata da una delibera della giunta comunale (n. 572 del 18/11/2013), consentirà ai Salesiani, nell'ambito del progetto Finis Terrae, di procedere con i lavori di ristrutturazione. Al termine degli interventi di manutenzione straordinaria e adeguamento impiantistico, il bene confiscato alla criminalità organizzata sarà riconsegnato al Comune che, in seguito, ne affiderà la gestione affinché si configuri come un Polo della legalità sul territorio cittadino e diventi luogo di riferimento per l'intera cittadinanza barese.

Il progetto Finis Terrae è sostenuto dalla Fondazione CON IL SUD e promosso dall'Istituto Salesiano SS. Redentore in partnership con associazioni, enti e cooperative sociali del territorio.

 

 

 

 

Bari - Firmato il protocollo d'intesa per la costituzione della Fondazione della comunità barese

Pubblicato da Puglialive.net 25/11/2013

FIRMATO OGGI TRA IL COMUNE DI BARI E IL NUCLEO PROMOTORE
IL PROTOCOLLO D'INTESA PER LA COSTITUZIONE
DELLA FONDAZIONE DELLA COMUNITÀ BARESE


Prende oggi il via un percorso di approfondimento, condivisione e inclusione di tutti i soggetti del Terzo Settore, del mondo imprenditoriale e della società civile per la creazione della prima Fondazione comunitaria pugliese: un organismo privato che intende mettersi al servizio della comunità attraverso interventi innovativi nei settori della cultura e del welfare locale. 

Si è tenuta questa mattina a Palazzo di Città la cerimonia per la firma del Protocollo d'Intesa tra il Comune di Bari e il Nucleo Promotore per la costituzione della Fondazione della Comunità Barese. Hanno firmato il documento il sindaco di Bari, Michele Emiliano, e il presidente della cooperativa sociale Esedra, Antonio Ressa, in qualità di organizzazione portavoce di un partenariato più ampio, comprendente altre 14 organizzazioni. 

L'iniziativa è il primo passo di un percorso che intende portare nei prossimi mesi alla costituzione della prima fondazione comunitaria in Puglia. Le fondazioni comunitarie sono enti di diritto privato aperte alla partecipazione di una pluralità di soggetti (enti del privato sociale, imprese, associazioni di categoria, consorzi, privati cittadini), che si pongono l'obiettivo di rispondere ai bisogni dei cittadini in forma sussidiaria rispetto alle politiche e alle risorse pubbliche esistenti, peraltro drammaticamente in calo negli ultimi anni. 

La Fondazione della Comunità Barese, in particolare, intende porsi i seguenti obiettivi: promuovere la cultura del dono e del volontariato tra i cittadini e le imprese; finanziare interventi in materia culturale e di welfare (tutela dei minori, contrasto alla povertà, lotta all'emarginazione e alla dispersione scolastica, legalità, disagio abitativo, integrazione); promuovere la creazione di imprese sociali in campi quali - ad esempio - le energie alternative o l'utilizzo dei beni confiscati alla criminalità organizzata, al fine di generare occupazione e risorse economiche in grado di finanziare la stessa Fondazione. 

Il Nucleo Promotore
È costituito al momento da 14 diverse organizzazioni operanti nel territorio barese, che da diversi mesi hanno avviato il dibattito ed elaborato una bozza di modello operativo e di piano strategico per la Fondazione della Comunità Barese. Si tratta di Legacoop Puglia, Istituto Salesiani SS Redentore di Bari, Associazione Culturale Radio Kreattiva, Cooperativa Sociale Lavoriamo Insieme, Cooperativa Sociale Occupazione e Solidarietà, Centro Sociale ACLI Don Mimmo Triggiani, Unione Sportiva Nuova San Paolo, Centro Universitario Sportivo - CUS Bari, Associazione Culturale Ci.Me., Cooperativa Equal Time, Cooperativa Meridiana, Teatro Kismet OperA, Cooperativa Sociale Nuovo Fantarca, Cooperativa Sociale Tracceverdi.

Il soggetto portavoce del Nucleo Promotore è la Cooperativa Sociale Esedra, storico soggetto operante nella città di Bari con servizi educativi e promotrice del progetto "San Paolo Social Network", uno degli interventi "esemplari" nel Mezzogiorno sostenuti dalla Fondazione CON IL SUD per favorire lo sviluppo locale del quartiere San Paolo di Bari .

 

 

 

Protocollo d'intesa per la costituzione della Fondazione della comunità barese

Pubblicata il 25 Novembre 2013 Da Comune di Bari  

Prende oggi il via un percorso di approfondimento, condivisione e inclusione di tutti i soggetti del Terzo Settore, del mondo imprenditoriale e della società civile per la creazione della prima Fondazione comunitaria pugliese: un organismo privato che intende mettersi al servizio della comunità attraverso interventi innovativi nei settori della cultura e del welfare locale.
Si è tenuta questa mattina a Palazzo di Città la cerimonia per la firma del Protocollo d'Intesa tra il Comune di Bari e il Nucleo Promotore per la costituzione della Fondazione della Comunità Barese. Hanno firmato il documento il sindaco di Bari, Michele Emiliano, e il presidente della cooperativa sociale Esedra, Antonio Ressa, in qualità di organizzazione portavoce di un partenariato più ampio, comprendente altre 14 organizzazioni.
L'iniziativa è il primo passo di un percorso che intende portare nei prossimi mesi alla costituzione della prima fondazione comunitaria in Puglia. Le fondazioni comunitarie sono enti di diritto privato aperte alla partecipazione di una pluralità di soggetti (enti del privato sociale, imprese, associazioni di categoria, consorzi, privati cittadini), che si pongono l'obiettivo di rispondere ai bisogni dei cittadini in forma sussidiaria rispetto alle politiche e alle risorse pubbliche esistenti, peraltro drammaticamente in calo negli ultimi anni.
La Fondazione della Comunità Barese, in particolare, intende porsi i seguenti obiettivi: promuovere la cultura del dono e del volontariato tra i cittadini e le imprese; finanziare interventi in materia culturale e di welfare (tutela dei minori, contrasto alla povertà, lotta all'emarginazione e alla dispersione scolastica, legalità, disagio abitativo, integrazione); promuovere la creazione di imprese sociali in campi quali - ad esempio - le energie alternative o l'utilizzo dei beni confiscati alla criminalità organizzata, al fine di generare occupazione e risorse economiche in grado di finanziare la stessa Fondazione.

Il Nucleo Promotore
È costituito al momento da 14 diverse organizzazioni operanti nel territorio barese, che da diversi mesi hanno avviato il dibattito ed elaborato una bozza di modello operativo e di piano strategico per la Fondazione della Comunità Barese. Si tratta di Legacoop Puglia, Istituto Salesiani SS Redentore di Bari, Associazione Culturale Radio Kreattiva, Cooperativa Sociale Lavoriamo Insieme, Cooperativa Sociale Occupazione e Solidarietà, Centro Sociale ACLI Don Mimmo Triggiani, Unione Sportiva Nuova San Paolo, Centro Universitario Sportivo - CUS Bari, Associazione Culturale Ci.Me., Cooperativa Equal Time, Cooperativa Meridiana, Teatro Kismet OperA, Cooperativa Sociale Nuovo Fantarca, Cooperativa Sociale Tracceverdi.
Il soggetto portavoce del Nucleo Promotore è la Cooperativa Sociale Esedra, storico soggetto operante nella città di Bari con servizi educativi e promotrice del progetto "San Paolo Social Network", uno degli interventi "esemplari" nel Mezzogiorno sostenuti dalla Fondazione CON IL SUD per favorire lo sviluppo locale del quartiere San Paolo di Bari.

 

 

 

 

MEDICI, ODONTOIATRI E FARMACISTI DI BARI IN CAMPO AL REDENTORE PER SOLIDARIETÀ

pubblicato da pugliain.net Sabato, 23 Novembre 2013


Questo pomeriggio, a partire dalle ore 18,30, presso il campo di calcio del "Redentore" di Bari si svolgerà la prima edizione del trofeo della sanità. Due categorie di professionisti ed i giovani dell'Oratorio Salesiano al servizio dei cittadini pronti ad incalzare i tacchetti e correre sul campo per la Bari che oggi più che mai ha bisogno di un sostegno sociale.

L'arbitro internazionale, Ayroldi dirigerà il triangolare di calcio che vedrà protagonisti Farmacisti, Medici e giovani del Centro Giovanile Redentore presso l'Oratorio Salesiano a Bari. Il torneo di calcio vedrà infatti scendere in campo la squadra Farma Calcio Bari, quella dell'Associazione Calcistica Amici Medici e i Giovani del Centro Redentore Calcio.

Una competizione che vuol dare un calcio di inizio alle attività di volontariato e destinerà i fondi raccolti per l'acquisto di un defibrillatore all'oratorio della Parrocchia del Redentore. Gli organizzatori, Michele Antuofermo e Giuseppe Tarantino, per questo pomeriggio lasceranno i camici bianchi per vestire i panni di sportivi e vi aspettano numerosi insieme a don Francesco Preite, per offrire con partecipazione e passione, e sudore, un nuovo servizio alla città.

Il ricavato dell'iniziativa, a scopo benefico, sarà devoluto a favore dell'Oratorio Redentore per l'acquisto di un defibrillatore e per le attività ricreative e di dopo scuola rivolte ai ragazzi del quartiere, per i quali il Centro Giovanile rappresenta un punto di incontro e di riferimento importante, alternativo alla strada.

 

 

 

 

Pubblicato da Corriere di Puglia e Lucania il 21 Novembre 2013

Trofeo Sanità, triangolare di calcio

download (13)Sabato 23 novembre alle ore 19,00 l'Oratorio Salesiano Redentore di Bari farà da scenario al Trofeo Sanità, triangolare di calcio che vedrà sfidarsi sul campo per beneficenza farmacisti, medici e giovani del Centro Redentore Calcio.

Farmacisti, Medici e giovani del Centro Giovanile Redentore si affrontano, per beneficienza, nel triangolare di calcio Trofeo Sanità sabato 23 novembre alle ore 19.00 presso l'Oratorio Salesiano a Bari. Il torneo di calcio vedrà infatti scendere in campo la squadra Farma Calcio Bari, quella dell'Associazione Calcistica Amici Medici e i Giovani del Centro Redentore Calcio. A dirigere il triangolare, eccezionalmente per l'occasione, sarà l'arbitro internazionale Stefano Ayroldi.

Il ricavato dell'iniziativa, a scopo benefico, sarà devoluto a favore dell'Oratorio Redentore per l'acquisto di un defibrillatore e per le attività ricreative e di dopo scuola rivolte ai ragazzi del quartiere, per i quali il Centro Giovanile rappresenta un punto di incontro e di riferimento importante, alternativo alla strada.

Chi volesse effettuare donazioni dirette a favore dell'Oratorio Salesiano Redentore può farlo utilizzando il codice IBAN IT81F0335901600100000063670.

 

 

 

 

 

 

 

Trofeo della sanita' - Prima edizione

Inserito Da Michele 20 Novembre 2013 Baritoday

TROFEO DELLA SANITA' PRIMA EDIZIONE

Comunicato Stampa

 

SABATO 23 NOVEMBRE ALLE ORE 18,30 PRESSO IL CAMPO DI CALCIO DEL REDENTORE A BARI SI SVOLGERA' LA PRIMA EDIZIONE DEL TROFEO DELLA SANITA' . IL TORNEO DI CALCIO CHE VEDRA' COINVOLTE LA SQUADRA DELL'ORDINE DEI FARMACISTI, DEI MEDICI E LA RAPP. REDENTORE SI PONE L'OBBIETTIVO DI METTERE IN ATTO FORME DI BENEFICENZA E VOLONTARIATO E ALLO STESSO TEMPO RICORDARE LA VICINANZA E IL FONDAMENTALE RUOLO SOCIALE CHE IL FARMACISTA ED IL MEDICO RIVESTONO NEI CONFRONTI DELLA POPOLAZIONE.
ARBITRERA' L' ARBITRO INTERNAZIONALE STEFANO AYROLDI.
OBBIETTIVO DI QUESTA MANIFESTAZIONE E' POTER DONARE UN DEFIBRILLATORE (OBBLIGATORIO PER LEGGE) ALL'ORATORIO DELLA PARROCCHIA DEL REDENTORE. QUALSIASI FORMA DI SUPPORTO ALLA INIZIATIVA (ECONOMICA, LOGISTICA E QUANT' ALTRO) E' GRADITA PREVIO CONSENSO DELLA ORGANIZZAZIONE. MANIFESTAZIONE IDEATA DA - DON FRANCESCO PREITE - DOTT. MICHELE ANTUOFERMO - DOTT. GIUSEPPE TARANTINO.
SI RINGRAZIANO I PRESIDENTI DEGLI ORDINI DEI FARMACISTI - SEN. DOTT. LUIGI D'AMBROSIO LETTIERI E DELL'ORDINE DEI MEDICI DOTT. FILIPPO ANELLI PER IL FONDAMENTALE SUPPORTO CHE PARTECIPERANNO ALLA PREMIAZIONE.

 

 

 

 

L'Oratorio Salesiano in festa per lo Sport - Pubblicato da GOVeditria il 15 Novembre 2013

 

Gazzetta del Mezzogiorno 09 novembre 2013

 

 

 

 

 

 

Gazzetta del Mezzogiorno 4 novembre 2013

 

Salesiani Puglia, prima festa dello sport   

Pubblicato da padania.org DOMENICA 20 OTTOBRE 2013

Bari - INIZIA con un'esplosione di festa e di gioia la prima festa dello Sport degli oratori Salesiani della Regione Puglia. Oltre 500 ragazzi provenienti da ogni parte della Puglia, hanno invaso dalle nove del mattino l'Oratorio del Redentore.

 

"Tutti gli oratori salesiani pugliesi si sono emozionati guardando e pregando sull'urna di don Bosco. Adesso bisogna passare dall'emozione dell'incontro all'azione quotidiana. L'essenziale nella vita del credente è avere fede in Dio. La fede si alimenta con la preghiera quotidiana e si realizza nella vita benedicendo Dio attraverso il lavoro ed il servizio ai giovani, come ha fatto don Bosco".

"Interessarsi dell'altro, interessarsi tutti degli Oratori salesiani significa fare squadra per sostenersi nelle difficoltà e condividere esperienze e buoni prassi per rilanciare uno dei servizi educativi più richieste dalle famiglie nei nostri territori pugliesi. Gli Oratori salesiani pugliesi spesso offrono servizi educativi in contesti a rischio delle nostre città".

Nella corso della mattinata, don Francesco Preite direttore dell'Oratorio Salesiano e Coordinatore di Pastorale Giovanile della Puglia - Salesiani Italia Meridionale, ha incontrato gli animatori sportivi per mettere appunto il nuovo anno sportivo e ricreativo degli oratori.

La festa dello Sport ha coinvolto numerose famiglie: un modo per condividere con gioia e serenità lo sport, per gli animatori Salesiani lo sport è un modo per socializzare e creare rapporti umani positivi nel segno di don Bosco.

Ufficio Stampa "Redentore"


 

 

 

BARI: festa dello sport degli Oratori Salesiani, 500 ragazzi in festa

Pubblicato da Go-bari.it 20 ottobre 2013

 

 

Salesiani Puglia, prima festa dello sport

Pubblicato da statoquotidiano.it 20 OTTOBRE 2013

      

Oratorio (statoquotidiano)

Bari - INIZIA con un'esplosione di festa e di gioia la prima festa dello Sport degli oratori Salesiani della Regione Puglia. Oltre 500 ragazzi provenienti da ogni parte della Puglia, hanno invaso dalle nove del mattino l'Oratorio del Redentore.

 

"Tutti gli oratori salesiani pugliesi si sono emozionati guardando e pregando sull'urna di don Bosco. Adesso bisogna passare dall'emozione dell'incontro all'azione quotidiana. L'essenziale nella vita del credente è avere fede in Dio. La fede si alimenta con la preghiera quotidiana e si realizza nella vita benedicendo Dio attraverso il lavoro ed il servizio ai giovani, come ha fatto don Bosco".

"Interessarsi dell'altro, interessarsi tutti degli Oratori salesiani significa fare squadra per sostenersi nelle difficoltà e condividere esperienze e buoni prassi per rilanciare uno dei servizi educativi più richieste dalle famiglie nei nostri territori pugliesi. Gli Oratori salesiani pugliesi spesso offrono servizi educativi in contesti a rischio delle nostre città".

Nella corso della mattinata, don Francesco Preite direttore dell'Oratorio Salesiano e Coordinatore di Pastorale Giovanile della Puglia - Salesiani Italia Meridionale, ha incontrato gli animatori sportivi per mettere appunto il nuovo anno sportivo e ricreativo degli oratori.

La festa dello Sport ha coinvolto numerose famiglie: un modo per condividere con gioia e serenità lo sport, per gli animatori Salesiani lo sport è un modo per socializzare e creare rapporti umani positivi nel segno di don Bosco.

Ufficio Stampa "Redentore"

 

 

 

 

Entusiasmo e divertimento per la Festa dello Sport all'oratorio Redentore

Oltre cinquecento ragazzi provenienti da tutta la Puglia a Bari per l'evento organizzato dai salesiani nel segno di Don Bosco

 

 

 Redazione20 Ottobre 2013

 

 

Entusiasmo e divertimento nella prima festa dello Sport degli oratori Salesiani della Regione Puglia: oltre 500 ragazzi provenienti da ogni parte della Puglia si sono dati appuntamento all'Oratorio Redentore nel quartiere Libertà per una giornata all'insegna della solidarietà e della condivisione: numerose le famiglie coinvolte per condividere con gioia e serenità lo sport. 

 

Per gli animatori Salesiani l'attività sportiva è  infatti un modo per socializzare e creare rapporti umani positivi nel segno di don Bosco: "Tutti gli oratori salesiani pugliesi - affermano i responsabili dell'evento - si sono emozionati guardando e pregando sull'urna di don Bosco. Adesso bisogna passare dall'emozione dell'incontro all'azione quotidiana. L'essenziale nella vita del credente è avere fede in Dio. La fede si alimenta con la preghiera quotidiana e si realizza nella vita benedicendo Dio attraverso il lavoro ed il servizio ai giovani, come ha fatto don Bosco". 

 

Durante la mattinata, don Francesco Preite direttore dell'Oratorio Salesiano e Coordinatore di Pastorale Giovanile della Puglia - Salesiani Italia Meridionale, ha incontrato gli animatori sportivi per organizzare il nuovo anno sportivo e ricreativo degli oratori.

 

 

 

Bari. Al via le attività dell'Oratorio Redentore

Pubblicato da Redazione | La Gazzetta Meridionale  di domenica 20 ottobre 2013 

 

Una immagine delle attività dellOratorio. (foto com.) ndr.

di Redazione

BARI, 20 OTT. - Domenica 20 ottobre l'Oratorio Redentore in collaborazione con il Cnos/Sport e gli Oratorio Salesiani della Puglia, accoglie oltre 500 ragazzi provenienti da tutti gli Oratori della Puglia Andria, Brindisi, Cerignola, Cisternino (Br), Corigliano d'Otranto (Le), Foggia, Lecce, Molfetta, Santeramo in colle (Ba), Taranto. Interverranno: l'Ispettore dei Salesiani Italia - Meridionale, Don Pasquale Cristiani, al termine della sua vista ispettoriale alla comunità del Redentore di Bari e don Francesco Preite. direttore dell'Oratorio Redentore e Coordinatore di Pastorale Giovanile della Puglia - Salesiani Italia Meridionale, oltre agli animatori provenienti da ogni parte della Puglia. Gli Oratori Salesiani della Puglia, cosi, si preparano ad un nuovo anno pastorale, con diverse attività formative, ricreative e sportive. Un impegno concreto e un servizio educativo che coinvolge tanti giovani animatori e laici volontari a favore di centinaia di famiglie, minori e giovani, spesso in contesti "a rischio" dei territori della Puglia.

 

Festa dello Sport Salesiani Puglia al Redentore di Bari

 Pubblicato da Giornale di Puglia 10/19/2013

BARI - Al via le attività dell'Oratorio Redentore Domenica 20 ottobre l'Oratorio Redentore in collaborazione con il Cnos/Sport e gli Oratorio Salesiani della Puglia, accoglie oltre 500 ragazzi provenienti da tutti gli Oratori della Puglia Andria, Brindisi, Cerignola, Cisternino (Br), Corigliano d'Otranto (Le), Foggia, Lecce, Molfetta, Santeramo in colle (Ba), Taranto.

Interverranno: l'Ispettore dei Salesiani Italia - Meridionale, Don Pasquale Cristiani, al termine della sua vista ispettoriale alla comunità del Redentore di Bari e don Francesco Preite. direttore dell'Oratorio Redentore e Coordinatore di Pastorale Giovanile della Puglia - Salesiani Italia Meridionale, oltre agli animatori provenienti da ogni parte della Puglia.

Gli Oratori Salesiani della Puglia, cosi, si preparano ad un nuovo anno pastorale, con diverse attività formative, ricreative e sportive. Un impegno concreto e un servizio educativo che coinvolge tanti giovani animatori e laici volontari a favore di centinaia di famiglie, minori e giovani, spesso in contesti "a rischio" dei territori della Puglia.

 

 

 

Bari - PROGETTO FINIS TERRAE una serie di attività e iniziative per i giovani del quartiere Libertà

Pubblicato da Puglia Live 18/10/2013

Al via presso l'Oratorio salesiani del Redentore una serie di attività e iniziative per i giovani del quartiere Libertà



Iniziano venerdì 25 ottobre le attività dell'Oratorio salesiani del Redentore nell'ambito di FINIS TERRAE- il progetto di riqualificazione dell'VIII Circoscrizione realizzato con il sostegno di Fondazione con il sud- e che si vanno ad aggiungere alle altre- sport, attività ludiche, musica e ballo- che quotidianamente si svolgono.

Si parte quindi con i laboratori di teatro, in collaborazione con Teatri di pace, di Art Attack con Legambiente Puglia e di burattini in collaborazione il Granteatrino- Casa di Pulcinella. E tanti saranno i ragazzi coinvolti, molti dei quali trovano nell'Oratorio un'alternativa valida e fortemente educativa a situazioni, spesso, di disagio e di devianza sociale. 

"Nel 2012-2013 gli iscritti all'Oratorio sono stati 528"- dichiara il direttore don Francesco Preite- " e la frequenza giornaliera è stata di circa 150/200 tra minori e giovani: è evidente che noi siamo un presidio educativo reale del quartiere Libertà, che da più di cent'anni si impegna sul fronte dell'attivazione della risorsa giovanile come motore dello sviluppo, e si propone come comunità educativa di ampia accoglienza per minori e giovani di diversa estrazione sociale, in modo particolare quelli di ceto popolare". 

Oltre Finis Terrae, l'Oratorio del Redentore è partner attivo anche in altri due importanti progetti; il Servizio Civile e Limes-linguaggi, intercultura, media, socialità, finalizzato all'integrazione di cittadini di paesi terzi e finanziato dal Ministero dell'Interno.

Infine, due le iniziative per tutta la famiglia: domenica 20 ottobre ci sarà presso il Redentore la Festa dello sport Puglia e vedrà il coinvolgimento di tutti gli oratori salesiani della Puglia e domenica 27 ottobre, gita delle castagne a Melfi.

Per informazioni e iscrizioni all'Oratorio, rivolgersi alla Segreteria (dalle ore 17 alle ore 20) tel. 080.9025793

 

 

Finis Terrae, al via le attività nell'Oratorio del Redentore

Pubblicato da Giornale di Puglia 10/18/2013

BARI - Iniziano venerdì 25 ottobre le attività dell'Oratorio salesiani del Redentore nell'ambito di FINIS TERRAE - il progetto di riqualificazione dell'VIII Circoscrizione realizzato con il sostegno di Fondazione con il sud- e che si vanno ad aggiungere alle altre- sport, attività ludiche, musica e ballo- che quotidianamente si svolgono. Si parte quindi con i laboratori di teatro, in collaborazione con Teatri di pace, di Art Attack con Legambiente Puglia e di burattini in collaborazione il Granteatrino - Casa di Pulcinella. E tanti saranno i ragazzi coinvolti, molti dei quali trovano nell'Oratorio un'alternativa valida e fortemente educativa a situazioni, spesso, di disagio e di devianza sociale.

"Nel 2012-2013 gli iscritti all'Oratorio sono stati 528"- dichiara il direttore don Francesco Preite- " e la frequenza giornaliera è stata di circa 150/200 tra minori e giovani: è evidente che noi siamo un presidio educativo reale del quartiere Libertà, che da più di cent'anni si impegna sul fronte dell'attivazione della risorsa giovanile come motore dello sviluppo, e si propone come comunità educativa di ampia accoglienza per minori e giovani di diversa estrazione sociale, in modo particolare quelli di ceto popolare".
Oltre Finis Terrae, l'Oratorio del Redentore è partner attivo anche in altri due importanti progetti; il Servizio Civile e Limes-linguaggi, intercultura, media, socialità, finalizzato all'integrazione di cittadini di paesi terzi e finanziato dal Ministero dell'Interno.

Infine, due le iniziative per tutta la famiglia: domenica 20 ottobre ci sarà presso il Redentore la Festa dello sport Puglia e vedrà il coinvolgimento di tutti gli oratori salesiani della Puglia e domenica 27 ottobre, gita delle castagne a Melfi 

 

 

 

Pubblicato da Luca Turi VENERDÌ 04 OTTOBRE 2013

FIACCOLATA AD UN MESE DALL'OMICIDIO DELLA DOTTORESSA LABRIOLA

Tanti amici di Paola Labriola, la sua famiglia, gente comune e rappresentanti delle istituzioni cittadine hanno voluto ricordare la psichiatra barbaramente assassinata un mese fa da un  suo paziente. La fiaccolata ad un mese dal tragico fatto di cronaca si è mossa silenziosa dalla chiesa del Redentore a piazza Prefettura. 

 

 

 

 

4/10/2013 - Italia - Don Bosco in viaggio per il meridione

Foto dell'articolo -ITALIA - DON BOSCO IN VIAGGIO PER IL MERIDIONE 
Fotografia disponibile in Image Bank

 

(ANS - Taranto) - Dopo il gioioso avvio di Napoli, è proseguita tra ali di folla e manifestazioni di devozione popolare la peregrinazione dell'urna di Don Bosco nell'Ispettoria dell'Italia Meridionale. Bari, Caserta, Potenza, Foggia, Salerno e Taranto alcune delle varie tappe realizzate.

Dopo Napoli la prima tappa è stata Bari, dove la reliquia è giunta nella giornata di domenica 22 settembre. Fittissimo il programma, che ha tenuto impegnati i fedeli baresi dalle 7 del mattino fino a tarda notte. L'atto centrale è stata la celebrazione dell'Eucaristia di metà mattina presieduta dall'arcivescovo della città, mons. Francesco Cacucci.

"Si vede, si sente, Don Bosco è qui presente!" è stato il grido con cui i giovani dell'oratorio e dell'istituto salesiano di Caserta hanno accolto la reliquia nella loro città, lunedì 23 settembre. La presenza dell'urna nello stesso giorno in cui ricorreva l'anniversario dell'omicidio di Giancarlo Siani - un giornalista 26enne ucciso nel 1985 dalla camorra a causa delle sue inchieste - ha riaffermato la necessità che religiosi e società civile collaborino insieme nei compiti di formare buoni cristiani e onesti cittadini.

A Potenza l'urna ha sostato nella giornata di giovedì 26, ma l'intera comunità cittadina ha celebrato l'avvenimento con una settimana di festeggiamenti ed eventi. Il giorno della visita moltissime persone hanno accompagnato la reliquia in una lunga processione dall'opera salesiana alla cattedrale e di nuovo all'opera salesiana, dove la comunità religiosa ha rinnovato i suoi voti alla presenza del Fondatore.

Una solenne e partecipata processione attorno all'urna si è svolta anche a Foggia, venerdì 27 settembre; a venerare l'urna, nella sua tappa presso la cattedrale, c'era anche mons. Francesco Pio Tamburrino, arcivescovo della città.

A Salerno l'urna è arrivata domenica 29 settembre; anche qui la giornata è  trascorsa tra veglie di preghiera, momenti festosi, omaggi silenziosi e celebrazioni eucaristiche. La vasta partecipazione popolare ha ribadito il saldo legame che esiste tra la cittadinanza e l'opera salesiana.

Ieri, 3 ottobre, l'urna di Don Bosco ha raggiunto Taranto ed è stata portata in visita presso gli stabilimenti delle acciaierie "Ilva", da mesi al centro del dibattito pubblico italiano per i livelli d'inquinamento registrati e il rischio disoccupazione che affligge i suoi operai. Accompagnata dall'Ispettore dell'Italia Meridionale, don Pasquale Cristiani, è stata accolta in modo festoso dai lavoratori, rappresentando un segno di speranza e di riscatto.

Pubblicato il 04/10/2013 da infoaans.org

 

 

 

 

Pubblicato da Tarantobuonasera.it La celebrazione 04/10/2013

L'urna di Don Giovanni Bosco tra i lavoratori dell'Ilva. Le foto

Toccante incontro all'ingresso dello stabilimento

 

  • L&#39;arrivo dell&#39;urna di Don Giovanni Bosco<br />L&#39;incontro a Taranto<br />Copyright: Renato Ingenito

 

  • L&#39;arrivo dell&#39;urna di Don Giovanni Bosco<br />L&#39;incontro a Taranto<br />Copyright: Renato Ingenito

 

  • L&#39;arrivo dell&#39;urna di Don Giovanni Bosco<br />L&#39;incontro a Taranto<br />Copyright: Renato Ingenito

 

  • L&#39;arrivo dell&#39;urna di Don Giovanni Bosco<br />L&#39;incontro a Taranto<br />Copyright: Renato Ingenito

 

  • L&#39;arrivo dell&#39;urna di Don Giovanni Bosco<br />L&#39;incontro a Taranto<br />Copyright: n.c.

 

  • L&#39;arrivo dell&#39;urna di Don Giovanni Bosco<br />L&#39;incontro a Taranto<br />Copyright: n.c.

 

  • L&#39;arrivo dell&#39;urna di Don Giovanni Bosco<br />L&#39;incontro a Taranto<br />Copyright: n.c.

 

  • L&#39;arrivo dell&#39;urna di Don Giovanni Bosco<br />L&#39;incontro a Taranto<br />Copyright: n.c.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L&#39;urna di Don Bosco davanti all&#39;Ilva

 

 

 

 

La Redazione 

L'urna di Don Bosco davanti all'Ilvan.c.

Circa 30 operai dell'Ilva hanno accolto le reliquie di San Giovanni Bosco davanti all'ingresso della direzione dello stabilimento.

Erano presenti l'Ispettore dei Salesiani, don Pasquale Cristiani, il cappellano del lavoro, Don Preziuso, e il segretario provinciale della Fim Cisl Mimmo Panarelli.

I lavoratori si sono riuniti per qualche minuto di raccoglimento. E' stata scelta l'Ilva come tappa in considerazione del particolare momento che vive il territorio per le vicende legate al Siderurgico.

«Esprimiamo la massima gratitudine all'Opera Salesiana - commenta il segretario della Fim-Cisl, Mimmo Panarelli - per averci regalato l'importante momento religioso, sociale e culturale». 

«Accogliamo con grande gioia e sincera emozione,in un clima di preghiera - ha aggiunto Panarelli - le spoglie del "Santo dei giovani", che anche nella nostra Taranto e in particolar modo tra i lavoratori non cessa di tramandare i propri preziosi insegnamenti attraverso la comunità salesiana. Una comunità punto di riferimento per la spiritualità e la formazione di centinaia di  ragazzi, che domani saranno chiamati a determinare il futuro del nostro Paese. Ringraziamo  Padre Nicola Preziuso, cappellano dell'Ilva, per aver supportato l'iniziativa della Comunità Salesiana. Grazie all'ispettore dei Salesiani, che ha donato ai lavoratori una copia del primo contratto di apprendistato, redatto da Don Bosco l'8 febbraio 1852, a Torino. Abbiamo deciso - dice  Panarelli - di esporlo nel Consiglio di fabbrica, affinché ognuno di noi possa fare tesoro del suo insegnamento».

 

 

 

 

Pubblicato da Luca Turi GIOVEDÌ 03 OTTOBRE 2013 19:36«

DON BOSCO ALL'ILVA DI TARANTO

L'urna contenente le reliquie di San Giovanni Bosco, reduce da 130 Paesi dei cinque continenti nei quali operano i Salesiani ed in peregrinazione per celebrare il bicentenario della nascita di don Bosco (16 Agosto 2015), oggi per la prima volta è stata accolta a Taranto nel luogo simbolo della drammatica emergenza lavoro che affligge il Sud Italia e non solo: la fabbrica dell'Ilva.

L'urna accompagnata dall'Ispettore dei salesiani del Sud Italia, don Pasquale Cristiani, è stata accolta in modo festoso dai lavoratori di questa grande industria che racchiude in sé tutte le contraddizioni dello sviluppo industriale del Sud. "Questa accoglienza - ha dichiarato don Pasquale Cristiani - è segno di una speranza che non muore, di una volontà di riscatto che va sostenuta. Don Bosco, operaio di Dio, è con voi per condividere i vostri problemi e le vostre speranze".

 

 

Ilva:operai accolgono reliquia san Bosco

I lavoratori si sono riuniti per qualche minuto in raccoglimento

Pubblicata da ANSA.it 03 ottobre, 10:24

(ANSA) - TARANTO, 3 OTT - Circa 30 operai dell'Ilva hanno accolto le reliquie di San Giovanni Bosco davanti all'ingresso della direzione dello stabilimento.Erano presenti l'Ispettore dei Salesiani, don Pasquale Cristiani, il cappellano del lavoro, Don Preziuso, e il segretario provinciale della Fim Cisl Panarelli. I lavoratori si sono riuniti per qualche minuto di raccoglimento. E' stata scelta l'Ilva come tappa in considerazione del particolare momento che vive il territorio per le vicende legate al Siderurgico.

 

 

Taranto. L'Urna di don Bosco accolta dagli operai dell'Ilva

Pubblicato da Redazione | La Gazzetta Meridionale ~ di giovedì 3 ottobre 2013

 

L'Urna di Don Bosco arriva all'Ilva. (foto com.) 

di Redazione

TARANTO, 3 OTT. - L'urna contenente le reliquie di San Giovanni Bosco, reduce da 130 Paesi dei cinque continenti nei quali operano i Salesiani ed in peregrinazione per celebrare il bicentenario della nascita di don Bosco (16 Agosto 2015), oggi per la prima volta è stata accolta a Taranto nel luogo simbolo della drammatica emergenza lavoro che affligge il Sud Italia e non solo: la fabbrica dell'Ilva. L'urna accompagnata dall'Ispettore dei salesiani del Sud Italia, don Pasquale Cristiani, è stata accolta in modo festoso dai lavoratori di questa grande industria che racchiude in sé tutte le contraddizioni dello sviluppo industriale del Sud. "Questa accoglienza - ha dichiarato don Pasquale Cristiani - è segno di una speranza che non muore, di una volontà di riscatto che va sostenuta. Don Bosco, operaio di Dio, è con voi per condividere i vostri problemi e le vostre speranze".

 

 

 

Ilva: operai accolgono reliquia san Bosco

Pubblicato da Giornale di Puglia 03/10/2013

A-SHARE ON PRINTSTAMPASHARE ON EMAIL
TARANTO - Circa 30 operai dell'Ilva hanno accolto le reliquie di San Giovanni Bosco davanti all'ingresso della direzione dello stabilimento. Erano presenti l'Ispettore dei Salesiani, don Pasquale Cristiani, il cappellano del lavoro, Don Preziuso, e il segretario provinciale della Fim Cisl Panarelli.

I lavoratori si sono riuniti per qualche minuto di raccoglimento. E' stata scelta l'Ilva come tappa in considerazione del particolare momento che vive il territorio per le vicende legate al Siderurgico. 

L'urna accompagnata dall'Ispettore dei salesiani del Sud Italia, don Pasquale Cristiani, è stata accolta in modo festoso dai lavoratori di questa grande industria che racchiude in sé tutte le contraddizioni dello sviluppo industriale del Sud. "Questa accoglienza - ha dichiarato don Pasquale Cristiani - è segno di una speranza che non muore, di una volontà di riscatto che va sostenuta. Don Bosco, operaio di Dio, è con voi per condividere i vostri problemi e le vostre speranze".

Reazioni:   

Pubblica il tuo annuncio sul Giornale di Puglia

 

 

 

 

23 Settembre 2013 - Antennasud.com

In 4mila a Bari per la reliquia di Don Bosco

don boscoCanti e applausi e tanta gioia hanno accolto ieri mattina una reliquia di don Bosco, il padre fondatore dei Salesiani e dell'oratorio. Del santo capace di parlare e arrivare dritto al cuore dei giovani. Dopo aver peregrinato per oltre 4 anni, visitando oltre 130 Paesi in tutto il mondo, per la prima volta in assoluto il braccio destro del santo del 1800 che accoglieva i ragazzi, ha fatto tappa al Sud, radunando nella chiesa del Redentore al quartiere Libertà di Bari migliaia di fedeli, ma soprattutto giovani. La lunga giornata in onore di don Bosco è iniziata alle 7,30 in piazza Moro nei pressi della stazione. Un'accoglienza che trasmette forti emozioni anche ai tanti giovani turisti che, al passare della reliquia, si fermano, applaudono e pregano. Da piazza Moro inizia il corteo e la processione che si snoda per le vie centrali della città. Dai balconi ornati a festa molti baresi lanciano petali di fiori per ricordare, in particolare le rose, quelle che lo stesso don Bosco ricorda nelle sue memorie, quando in un giorno del 1847 gli comparve la Regina del cielo conducendolo in un giardino incantevole con un pergolato coperto da piante di rose in piena fioritura.
Ad aprire il corteo c'erano il parroco del redentore don Mario Sangiovanni e il direttore dell'oratorio don Francesco Preite. Tra le soste del corteo e quindi della reliquia, quella alla parrocchia di santa Croce dove monsignor Alberto d'Urso ha dato il benvenuto alla reliquia sottolineando il rapporto solido che lega la parrocchia ai fratelli salesiani del Redentore. E dopo una seconda tappa alla comunità di Santa Cecilia, l'urna contenente la reliquia e il corteo sono arrivati nella chiesa del Redentore, dove ad attenderli c'erano più di 4000 fedeli. Alle 10 in punto è stata celebrata la messa dall'arcivescovo di Bari Francesco Cacucci. Per tutta la giornata si sono succeduti incontri e momenti di preghiera, a cui hanno partecipato migliaia di giovani. La reliquia è ripartita questa mattina per la Campania, alla volta della Casa Salesiana di Caserta.

 

 

 

 

Notizia completa

 

Pubblicato da Luca Turi 22 settembre 2013

LE RELIQUE DI DON BOSCO PER LA PRIMA VOLTA A BARI

Le relique di Don Bosco questa mattina hanno fatto tappa per la prima volta nella città di Bari. Ad attenderlo dalle 6.30 di questa mattina, dinanzi alla stazione c'erano tanti pellegrini, tra cui ragazzi, forze dell'ordine e volontari. All'arrivo del Santo, tutti gridavano  per la gioia con trombe e sventolando bandiere.  Don Bosco con un breve corteo partito da Piazza Umberto per poi raggiungere la Chiesa del Redentore del quartiere Libertà, dove hanno celebrato una messa in suo onore. Domattina alle ore 5.00 Don Bosco partirà alla volta della Casa Salesiana di Caserta.

Foto

 

Bari, Don Bosco fa il 'pienone' al Redentore

22/09/2013 Giornale di Pugliadi Nicola Zuccaro - Una folla assiepatasi all'ingresso della Chiesa del Redentore ha voluto rendere ostinatamente omaggio all'urna contenente la reliquia di San Giovanni Bosco sin dalle prime ore della mattinata di domenica 22 settembre 2013.

L'esposizione del corpo di uno dei Santi più venerati in Italia e non solo si protrarrà sino alle 5 del mattino di lunedì 23 settembre 2013 quando la reliquia partirà alla volta di Caserta.

Dopo la solenne concelebrazione officiata dall'Arcivescovo di Bari-Bitonto Mons. Francesco Cacucci alla presenza delle autorità civili e militari della Città, è seguita un'altra Santa Messa iniziata con mezz'ora di ritardo e non senza difficoltà per la ressa creatasi in prossimità dell'altare ove stazione la reliquia. Un rigido servizio d'ordine con qualche fatica è riuscito a riportare la situazione alla tranquilla normalità richiesta da un luogo di culto.

La giornata di venerazione, che sta registrando numerose visite dei fedeli provenienti dalle altre Parrocchie di Bari e Provincia proseguirà, nel pomeriggio, con momenti ludico-sportivi per concludersi alle 20 circa con una veglia di preghiera animata dall'Ufficio di Pastorale Giovanile Diocesana. 

 

 

La Gazzetta del Mezzogiorno 22 settembre 2013

La reliquia di don Bosco
al Redentore di Bari

di Carlo Stragapede

BARI - Stamattina alle 7, per la prima volta in assoluto, il braccio destro benedicente di San Giovanni Bosco sarà a Bari. L'arrivo della reliquia è previsto per le ore 7 in piazza Aldo Moro. Di qui il corteo raggiungerà la parrocchia del Redentore, uno degli istituti salesiani più importanti d'Italia. L'intera giornata di oggi sarà dedicata alla adorazione e alla preghiera, ma anche a momenti di aggregazione, secondo un calendario denso di appuntamenti.

Il santo che inventò l'oratorio - Giovanni Bosco nacque a Castelnuovo d'Asti il 16 agosto 1815 e morì a Torino il 31 gennaio 1888. È considerato l'inventore dell'oratorio come luogo di aggregazione dei giovani, nel nome della fede cristiana e dello sport. È stato canonizzato da Papa Pio XI nel 1934. L'oratorio come luogo di crescita e d'incontro dei giovani è una formula ancora modernissima e attuale, capace di reggere al tempo e alle mutazioni generazionali. Una testimonianza, tra le tante, la offre Domenico Sciacovelli, consigliere comunale: «Se sono cresciuto nel rispetto del prossimo e seguendo le regole della convivenza civile - confessa - lo devo ai miei genitori ma anche, e molto, all'oratorio del Redentore dove ho trascorso la giovinezza».

Il programma di oggi - La tappa barese della reliquia rientra nella peregrinazione mondiale voluta dal rettor maggiore dei Salesiani, don Pascual Chavez Villanueva, in preparazione al bicentenario della nascita di don Bosco (16 agosto 2015). Stamattina, alle 8, arrivata l'urna in parrocchia, sarà celebrata la Messa a cura dell'Adma; alle 10, solenne concelebrazione eucaristica presieduta dall'arcivescovo Francesco Cacucci; alle 11,30, Messa officiata dall'ispettore dei Salesiani, don Pasquale Cristiani; dalle 13 alle 15, preghiera silenziosa davanti all'urna; alle 15, rinnovo della Professione religiosa dei Salesiani; alle 15,30, visita da parte delle parrocchie, degli ammalati e degli anziani; alle 16,30, liturgia del Vespro; alle 17,30, incontro di preghiera con i ragazzi degli oratori e delle associazioni e a seguire festa in cortile; alle 19, Messa celebrata dal parroco del Redentore, don Mario Sangiovanni e, a conclusione, affidamento delle famiglie a don Bosco; alle 20,30, veglia di preghiera per i giovani della città, animata dall'oratorio Redentore; dalle 22 al mattino dopo, incontro di preghiera organizzata per i gruppi. Info: 327/6769759.

Download Notizia completa

 

 

 

Pubblicato da http://www.corrieredipugliaelucania.it/

Attesa a Bari, per domenica 22 settembre, l'urna di San Bosco.

L'urna con le reliquie di San Giovanni Bosco arriverà a Bari domenica 22 settembre, presso l'Opera Salesiana Redentore, nell'ambito di una peregrinazione mondiale ideata dal rettore maggiore dei Salesiani, don Pascual Chavez Villanueva in vista del bicentenario della nascita di don Bosco (16 Agosto 2015).

san givanni bosco spoglie mortaliL'evento è stato presentato ieri mattina a Palazzo di Città, alla presenza del sindaco Michele Emiliano, dal direttore-parroco dei "Salesiani Redentore" don Mario Sangiovanni. Presenti il presidente del Consiglio regionale, Onofrio Introna, l'assessore provinciale alla Informatizzazione tecnologica, Organizzazione e Gestione Risorse Umane, Sergio Fanelli, il presidente della circoscrizione Libertà, Leonardo Tartarino, e i consiglieri Comunali Massimo Maiorano e Pietro Petruzzelli, che sono intervenuti insieme a mons. Domenico Ciavarella, vicario generale della Arcidiocesi di Bari-Bitonto, don Francesco Preite, responsabile dell'Oratorio Centro Giovanile Redentore e don Roberto Spataro, docente di Letteratura Cristiana Antica Greca dell'Università Pontificia Salesiana di Roma Ha moderato l'incontro don Giuseppe Ruppi. "Si tratta di un evento che emoziona, ha dichiarato il sindaco Emiliano, che l'Amministrazione comunale è felice di condividere. Domenica celebreremo, con l'arrivo a Bari dell'urna, la straordinarietà di una vita fondata sulla capacità di parlare agli altri della parola di Dio, e la dedizione nell'inoculare la cultura del lavoro come fosse una benedizione. Questa felicità la condividiamo soprattutto con una istituzione, il Redentore, che è un luogo unico di relazioni umane e religiose, che sorge in un quartiere che, nonostante i problemi, custodisce in sé energie uniche".

"L'urna di Don Bosco è espressione della sua santità, ha detto don Ruppi, presentiamo dunque questo evento come un'occasione fondamentale dal punto di vista ecclesiale e sociale. "La presenza di Don Bosco il 22 settembre è un dato storico, ha precisato don Sangiovanni, per questo desideriamo che sia un evento celebrato da tutta la città". Particolarmente sentiti anche gli altri interventi istituzionali, a cominciare da quello del presidente Onofrio Introna: "in Puglia la presenza dei Salesiani c'è ed è forte e significativa. In tanti, grazie ai loro laboratori di arti e mestieri, hanno trovato un punto di svolta nella loro vita. L'evento di domenica rafforza questo vincolo che la comunità barese ha con i Salesiani".

"L'attività dei Salesiani è cresciuta negli anni, ha ricordato l'assessore provinciale Sergio Fanelli, riuscendo a dare grande ruolo al Redentore nel quartiere e nella città, nel solco della figura di don Bosco che mette insieme spiritualità e amore per gli altri". Di seguito il programma di domenica 22 settembre: arrivo dell'urna in piazza Aldo Moro; ore 8 S.Messa a cura dell'ADMA; ore10 solenne celebrazione eucaristica presieduta dall'Arcivescovo di Bari-Bitonto S. E. Mons. Francesco Cacucci; ore11.30 celebrazione eucaristica presieduta dall'ispettore dei Salesiani, don Pasquale Cristiani; ore 13-15 preghiera silenziosa davanti all'urna; ore 15 rinnovo professione religiosa dei Salesiani di Don Bosco; ore 15.30 visita da parte delle parrocchie; ore 16.30 solenne liturgia del vespro con i sacerdoti del vicariato della Città; ore 17.30 incontro di preghiera con i ragazzi della catechesi, ACR, oratori parrocchiali, ANSPI, CSI..

A seguire festa in cortile; ore 19 solenne celebrazione eucaristica presieduta dal parroco del Redentore, don Mario San Giovanni per tutti i consacrati, i laici e gli impegnati. A conclusione della S. Messa affidamento a Don Bosco per le nostre famiglie; Ore 20.30 veglia di preghiera per i giovani della città animata dall'Oratorio "Redentore". Dalle ore 22 sino al mattino seguente incontro di preghiera organizzata per gruppi.

 

 

 

 

 

PUGLIAITALIA

L'urna di Don Bosco 
Dai Salesiani a Bari

Giovedì, 19 settembre 2013 - 09:07:00SanGiovanniBosco

L'urna con le reliquie di San Giovanni Bosco arriverà a Bari domenica 22 settembre, presso l'Opera Salesiana Redentore,nell'ambito di una peregrinazione mondiale ideata dal rettore maggiore dei Salesiani, don Pascual Chavez Villanueva in vista del bicentenario della nascita di don Bosco (16 Agosto 2015).

L'evento è stato presentato a Palazzo di Città, alla presenza del sindaco Michele Emiliano, dal direttore-parroco dei "Salesiani Redentore" don Mario Sangiovanni. Presenti il presidente del Consiglio regionale, Onofrio Introna, l'assessore provinciale alla Informatizzazione tecnologica, Organizzazione e Gestione Risorse Umane, Sergio Fanelli, il presidente della circoscrizione Libertà, Leonardo Tartarino, e i consiglieri Comunali Massimo Maiorano e Pietro Petruzzelli, che sono intervenuti insieme a mons. Domenico Ciavarella, vicario generale della Arcidiocesi di Bari-Bitonto, don Francesco Preite, responsabile dell'Oratorio Centro Giovanile Redentore e don Roberto Spataro, docente di Letteratura Cristiana Antica Greca dell'Università Pontificia Salesiana di Roma Ha moderato l'incontro don Giuseppe Ruppi.

emiliano7

"Si tratta di un evento che emoziona - ha dichiarato il sindaco Emiliano - che l'Amministrazione comunale è felice di condividere. Domenica celebreremo, con l'arrivo a Bari dell'urna, la straordinarietà di una vita fondata sulla capacità di parlare agli altri della parola di Dio, e la dedizione nell'inoculare la cultura del lavoro come fosse una benedizione. Questa felicità la condividiamo soprattutto con una istituzione, il Redentore, che è un luogo unico di relazioni umane e religiose, che sorge in un quartiere che, nonostante i problemi, custodisce in sé energie uniche".

"L'urna di Don Bosco è espressione della sua santità - ha detto don Ruppi -  presentiamo dunque questo evento come un'occasione fondamentale dal punto di vista ecclesiale e sociale". "La presenza di Don Bosco il 22 settembre è un dato storico - ha precisato don Sangiovanni - per questo desideriamo che sia un evento celebrato da tutta la città".

Come ha spiegato monsignor Ciavarella: "La parrocchia si prodiga molto per i giovani e sapere che finalmente qui a Bari giungerà l'urna di San Giovanni Bosco ha creato molta emozione e ansia".

Introna

Particolarmente sentiti anche gli altri interventi istituzionali, a cominciare da quello del presidente Onofrio Introna: "In Puglia la presenza dei Salesiani c'è ed è forte e significativa. In tanti, grazie ai loro laboratori di arti e mestieri, hanno trovato un punto di svolta nella loro vita. L'evento di domenica rafforza questo vincolo che la comunità barese ha con i Salesiani". "L'attività dei Salesiani è cresciuta negli anni - ha ricordato provinciale l'assessore Sergio Fanelli - riuscendo a dare grande ruolo al Redentore nel quartiere e nella città, nel solco della figura di don Bosco che mette insieme spiritualità e amore per gli altri".

Per il consigliere Massimo Maiorano: "E' un evento unico nella storia l'arrivo nella città di Bari dell'urna di Don Bosco in occasione del bicentenario della nascita del nostro santo. Ringrazio tutta l'Opera Salesiana per l'impegno nell'organizzazione dell'evento. Un grazie all'Oratorio di Bari per le numerose iniziative educative rivolte in particolare ai ragazzi ed ai giovani della nostra città."

Di seguito il programma di domenica 22 settembre:

  • arrivo dell'urna in piazza Aldo Moro
  • ore 8 S.Messa a cura dell'ADMA
  • ore10 solenne celebrazione eucaristica presieduta dall'Arcivescovo di Bari-Bitonto S. E. Mons. Francesco Cacucci
  • ore11.30 celebrazione eucaristica presieduta dall'ispettore dei Salesiani, don Pasquale Cristiani
  • ore 13-15 preghiera silenziosa davanti all'urna
  • ore 15 rinnovo professione religiosa dei Salesiani di Don Bosco
  • ore 15.30 visita da parte delle parrocchie
  • ore 16.30 solenne liturgia del vespro con i sacerdoti del vicariato della Città
  • ore 17.30 incontro di preghiera con i ragazzi della catechesi, ACR, oratori parrocchiali, ANSPI, CSI.. A seguire festa in cortile
  • ore 19 solenne celebrazione eucaristica presieduta dal parroco del Redentore, don Mario San Giovanni per tutti i consacrati, i laici e gli impegnati. A conclusione della S. Messa affidamento a Don Bosco per le nostre famiglie
  • Ore 20.30 veglia di preghiera per i giovani della città animata dall'Oratorio "Redentore"
  • Dalle ore 22 sino al mattino seguente incontro di preghiera organizzata per gruppi

 

 

 

 

 

 

L'urna di San Giovanni Bosco domenica a Bari: oggi la conferenza stampa

Pubblicato il 18 Settembre 2013 - Comune di Bari

 

L'urna con le reliquie di San Giovanni Bosco arriverà a Bari domenica 22 settembre, presso l'Opera Salesiana Redentore, nell'ambito di una peregrinazione mondiale ideata dal rettore maggiore dei Salesiani, don Pascual Chavez Villanueva in vista del bicentenario della nascita di don Bosco (16 Agosto 2015).

L'evento è stato presentato questa mattina a Palazzo di Città, alla presenza del sindaco Michele Emiliano, dal direttore-parroco dei "Salesiani Redentore" don Mario Sangiovanni. Presenti il presidente del Consiglio regionale, Onofrio Introna, l'assessore provinciale alla Informatizzazione tecnologica, Organizzazione e Gestione Risorse Umane, Sergio Fanelli, il presidente della circoscrizione Libertà, Leonardo Tartarino, e i consiglieri Comunali Massimo Maiorano e Pietro Petruzzelli, che sono intervenuti insieme a mons. Domenico Ciavarella, vicario generale della Arcidiocesi di Bari-Bitonto, don Francesco Preite, responsabile dell'Oratorio Centro Giovanile Redentore e don Roberto Spataro, docente di Letteratura Cristiana Antica Greca dell'Università Pontificia Salesiana di Roma Ha moderato l'incontro don Giuseppe Ruppi.

"Si tratta di un evento che emoziona - ha dichiarato il sindaco Emiliano - che l'Amministrazione comunale è felice di condividere. Domenica celebreremo, con l'arrivo a Bari dell'urna, la straordinarietà di una vita fondata sulla capacità di parlare agli altri della parola di Dio, e la dedizione nell'inoculare la cultura del lavoro come fosse una benedizione. Questa felicità la condividiamo soprattutto con una istituzione, il Redentore, che è un luogo unico di relazioni umane e religiose, che sorge in un quartiere che, nonostante i problemi, custodisce in sé energie uniche".

"L'urna di Don Bosco è espressione della sua santità - ha detto don Ruppi - presentiamo dunque questo evento come un'occasione fondamentale dal punto di vista ecclesiale e sociale". "La presenza di Don Bosco il 22 settembre è un dato storico - ha precisato don Sangiovanni - per questo desideriamo che sia un evento celebrato da tutta la città".
Come ha spiegato monsignor Ciavarella: "La parrocchia si prodiga molto per i giovani e sapere che finalmente qui a Bari giungerà l'urna di San Giovanni Bosco ha creato molta emozione e ansia".

Particolarmente sentiti anche gli altri interventi istituzionali, a cominciare da quello del presidente Onofrio Introna: "In Puglia la presenza dei Salesiani c'è ed è forte e significativa. In tanti, grazie ai loro laboratori di arti e mestieri, hanno trovato un punto di svolta nella loro vita. L'evento di domenica rafforza questo vincolo che la comunità barese ha con i Salesiani". "L'attività dei Salesiani è cresciuta negli anni - ha ricordato provinciale l'assessore Sergio Fanelli - riuscendo a dare grande ruolo al Redentore nel quartiere e nella città, nel solco della figura di don Bosco che mette insieme spiritualità e amore per gli altri". Per il consigliere Massimo Maiorano: "E' un evento unico nella storia l'arrivo nella città di Bari dell'urna di Don Bosco in occasione del bicentenario della nascita del nostro santo. Ringrazio tutta l'Opera Salesiana per l'impegno nell'organizzazione dell'evento. Un grazie all'Oratorio di Bari per le numerose iniziative educative rivolte in particolare ai ragazzi ed ai giovani della nostra città".

Di seguito il programma di domenica 22 settembre:

  • arrivo dell'urna in piazza Aldo Moro
    ore 8 S.Messa a cura dell'ADMA
    ore10 solenne celebrazione eucaristica presieduta dall'Arcivescovo di Bari-Bitonto S. E. Mons. Francesco Cacucci
    ore11.30 celebrazione eucaristica presieduta dall'ispettore dei Salesiani, don Pasquale Cristiani
    ore 13-15 preghiera silenziosa davanti all'urna
    ore 15 rinnovo professione religiosa dei Salesiani di Don Bosco
    ore 15.30 visita da parte delle parrocchie
    ore 16.30 solenne liturgia del vespro con i sacerdoti del vicariato della Città
    ore 17.30 incontro di preghiera con i ragazzi della catechesi, ACR, oratori parrocchiali, ANSPI, CSI.. A seguire festa in cortile
    ore 19 solenne celebrazione eucaristica presieduta dal parroco del Redentore, don Mario San Giovanni per tutti i consacrati, i laici e gli impegnati. A conclusione della S. Messa affidamento a Don Bosco per le nostre famiglie
    Ore 20.30 veglia di preghiera per i giovani della città animata dall'Oratorio "Redentore"
    Dalle ore 22 sino al mattino seguente incontro di preghiera organizzata per gruppi

 

 

 

 

Pubblicato da http://www.radiomadeinitaly.it 18 settembre 2013

Domenica, 22 settembre 2013, arriverà a Bari, dopo un lungo peregrinaggio, l'urna contenente le reliquie di don Bosco e oggi, in onore e in occasione di tale magnifica ricorrenza, si è tenuta, all'interno del Comune di Bari, una conferenza stampa alla presenza delle istituzioni, politiche ed ecclesiastiche.

La figura di don Bosco è una figura importantissima, soprattutto perché lo sentiamo molto vicino a noi, anche da un punto di vista temporale, e soprattutto per i giovani e per i ragazzi. Don Bosco infatti ha lottato molto per loro, per i loro diritti e per le loro libertà, spronandoli ad abbandonare le strade a favore dell'educazione sociale e lavorativa.

"Dalla buona o cattiva educazione della gioventù, dipende un buon o triste avvenire della società" diceva don Bosco, ed è proprio quello che cerca di fare tutt'oggi la chiesa del Redentore di Bari, nonostante tutte le difficoltà, non solo economiche.

"Don Bosco è una figura che spronava i ragazzi a svolgere quei lavori artigianali che hanno caratterizzato il quartiere Libertà, come dimostrano d'altronde la presenza all'interno del quartiere di tre grandissimi centri industriali come l'ex Manifattura Tabacchi, l'ex Gasometro e le ex acciaierie Scianatico" afferma il Presidente dell'VIII CircoscrizioneLeonardo Tartarino.

"...ed è proprio quello che dovremmo cercare di rifare oggi, assieme al grande impegno dei Salesiani, ossia ricreare quelle situazioni tali che spingano e che formino i ragazzi del quartiere Libertà a svolgere quei lavori che oggi sono pressochè scomparsi, ma che per anni hanno caratterizzato le nostre famiglie e il quartiere, dando valvola di sfogo ad un settore che oggi stenta a ripartire, vale a dire quello dell'artigianato" - conclude il Presidente.

 

 

 

 

Bari - L'URNA DI SAN GIOVANNI BOSCO DOMENICA A BARI

18/09/2013 - www.puglialive.net

OGGI LA CONFERENZA STAMPA A PALAZZO DI CITTÀ


L'urna con le reliquie di San Giovanni Bosco arriverà a Bari domenica 22 settembre, presso l'Opera Salesiana Redentore, nell'ambito di una peregrinazione mondiale ideata dal rettore maggiore dei Salesiani, don Pascual Chavez Villanueva in vista del bicentenario della nascita di don Bosco (16 Agosto 2015).

L'evento è stato presentato questa mattina a Palazzo di Città, alla presenza del sindaco Michele Emiliano, dal direttore-parroco dei "Salesiani Redentore" don Mario Sangiovanni. Presenti il presidente del Consiglio regionale, Onofrio Introna, l'assessore provinciale alla Informatizzazione tecnologica, Organizzazione e Gestione Risorse Umane, Sergio Fanelli, il presidente della circoscrizione Libertà, Leonardo Tartarino, e i consiglieri Comunali Massimo Maiorano e Pietro Petruzzelli, che sono intervenuti insieme a mons. Domenico Ciavarella, vicario generale della Arcidiocesi di Bari-Bitonto, don Francesco Preite, responsabile dell'Oratorio Centro Giovanile Redentore e don Roberto Spataro, docente di Letteratura Cristiana Antica Greca dell'Università Pontificia Salesiana di Roma Ha moderato l'incontro don Giuseppe Ruppi. 

"Si tratta di un evento che emoziona - ha dichiarato il sindaco Emiliano - che l'Amministrazione comunale è felice di condividere. Domenica celebreremo, con l'arrivo a Bari dell'urna, la straordinarietà di una vita fondata sulla capacità di parlare agli altri della parola di Dio, e la dedizione nell'inoculare la cultura del lavoro come fosse una benedizione. Questa felicità la condividiamo soprattutto con una istituzione, il Redentore, che è un luogo unico di relazioni umane e religiose, che sorge in un quartiere che, nonostante i problemi, custodisce in sé energie uniche". 

"L'urna di Don Bosco è espressione della sua santità - ha detto don Ruppi - presentiamo dunque questo evento come un'occasione fondamentale dal punto di vista ecclesiale e sociale". "La presenza di Don Bosco il 22 settembre è un dato storico - ha precisato don Sangiovanni - per questo desideriamo che sia un evento celebrato da tutta la città".

Come ha spiegato monsignor Ciavarella: "La parrocchia si prodiga molto per i giovani e sapere che finalmente qui a Bari giungerà l'urna di San Giovanni Bosco ha creato molta emozione e ansia".

Particolarmente sentiti anche gli altri interventi istituzionali, a cominciare da quello del presidente Onofrio Introna: "In Puglia la presenza dei Salesiani c'è ed è forte e significativa. In tanti, grazie ai loro laboratori di arti e mestieri, hanno trovato un punto di svolta nella loro vita. L'evento di domenica rafforza questo vincolo che la comunità barese ha con i Salesiani". 

"L'attività dei Salesiani è cresciuta negli anni - ha ricordato provinciale l'assessore Sergio Fanelli - riuscendo a dare grande ruolo al Redentore nel quartiere e nella città, nel solco della figura di don Bosco che mette insieme spiritualità e amore per gli altri". Per il consigliere Massimo Maiorano: "E' un evento unico nella storia l'arrivo nella città di Bari dell'urna di Don Bosco in occasione del bicentenario della nascita del nostro santo. Ringrazio tutta l'Opera Salesiana per l'impegno nell'organizzazione dell'evento. Un grazie all'Oratorio di Bari per le numerose iniziative educative rivolte in particolare ai ragazzi ed ai giovani della nostra città."

Di seguito il programma di domenica 22 settembre:

  • arrivo dell'urna in piazza Aldo Moro
  • ore 8 S.Messa a cura dell'ADMA
  • ore10 solenne celebrazione eucaristica presieduta dall'Arcivescovo di Bari-Bitonto S. E. Mons. Francesco Cacucci
  • ore11.30 celebrazione eucaristica presieduta dall'ispettore dei Salesiani, don Pasquale Cristiani
  • ore 13-15 preghiera silenziosa davanti all'urna
  • ore 15 rinnovo professione religiosa dei Salesiani di Don Bosco
  • ore 15.30 visita da parte delle parrocchie
  • ore 16.30 solenne liturgia del vespro con i sacerdoti del vicariato della Città
  • ore 17.30 incontro di preghiera con i ragazzi della catechesi, ACR, oratori parrocchiali, ANSPI, CSI.. A seguire festa in cortile
  • ore 19 solenne celebrazione eucaristica presieduta dal parroco del Redentore, don Mario San Giovanni per tutti i consacrati, i laici e gli impegnati. A conclusione della S. Messa affidamento a Don Bosco per le nostre famiglie
  • Ore 20.30 veglia di preghiera per i giovani della città animata dall'Oratorio "Redentore"

• Dalle ore 22 sino al mattino seguente incontro di preghiera organizzata per gruppi 

 

 

Grande attesa a Bari per l'urna di San Bosco

Accendi la discussione  Giornale di Puglia 9/18/2013 05:12:00 PM
BARI - L'urna con le reliquie di San Giovanni Bosco arriverà a Bari domenica 22 settembre, presso l'Opera Salesiana Redentore, nell'ambito di una peregrinazione mondiale ideata dal rettore maggiore dei Salesiani, don Pascual Chavez Villanueva in vista del bicentenario della nascita di don Bosco (16 Agosto 2015).

L'evento è stato presentato questa mattina a Palazzo di Città, alla presenza del sindaco Michele Emiliano, dal direttore-parroco dei "Salesiani Redentore" don Mario Sangiovanni. Presenti il presidente del Consiglio regionale, Onofrio Introna, l'assessore provinciale alla Informatizzazione tecnologica, Organizzazione e Gestione Risorse Umane, Sergio Fanelli, il presidente della circoscrizione Libertà, Leonardo Tartarino, e i consiglieri Comunali Massimo Maiorano e Pietro Petruzzelli, che sono intervenuti insieme a mons. Domenico Ciavarella, vicario generale della Arcidiocesi di Bari-Bitonto, don Francesco Preite, responsabile dell'Oratorio Centro Giovanile Redentore e don Roberto Spataro, docente di Letteratura Cristiana Antica Greca dell'Università Pontificia Salesiana di Roma Ha moderato l'incontro don Giuseppe Ruppi.
"Si tratta di un evento che emoziona - ha dichiarato il sindaco Emiliano - che l'Amministrazione comunale è felice di condividere. Domenica celebreremo, con l'arrivo a Bari dell'urna, la straordinarietà di una vita fondata sulla capacità di parlare agli altri della parola di Dio, e la dedizione nell'inoculare la cultura del lavoro come fosse una benedizione. Questa felicità la condividiamo soprattutto con una istituzione, il Redentore, che è un luogo unico di relazioni umane e religiose, che sorge in un quartiere che, nonostante i problemi, custodisce in sé energie uniche".

"L'urna di Don Bosco è espressione della sua santità - ha detto don Ruppi -  presentiamo dunque questo evento come un'occasione fondamentale dal punto di vista ecclesiale e sociale". "La presenza di Don Bosco il 22 settembre è un dato storico - ha precisato don Sangiovanni - per questo desideriamo che sia un evento celebrato da tutta la città".
Come ha spiegato monsignor Ciavarella: "La parrocchia si prodiga molto per i giovani e sapere che finalmente qui a Bari giungerà l'urna di San Giovanni Bosco ha creato molta emozione e ansia".

Particolarmente sentiti anche gli altri interventi istituzionali, a cominciare da quello del presidente Onofrio Introna: "In Puglia la presenza dei Salesiani c'è ed è forte e significativa. In tanti, grazie ai loro laboratori di arti e mestieri, hanno trovato un punto di svolta nella loro vita. L'evento di domenica rafforza questo vincolo che la comunità barese ha con i Salesiani". "L'attività dei Salesiani è cresciuta negli anni - ha ricordato provinciale l'assessore Sergio Fanelli - riuscendo a dare grande ruolo al Redentore nel quartiere e nella città, nel solco della figura di don Bosco che mette insieme spiritualità e amore per gli altri". Per il consigliere Massimo Maiorano: "E' un evento unico nella storia l'arrivo nella città di Bari dell'urna di Don Bosco in occasione del bicentenario della nascita del nostro santo. Ringrazio tutta l'Opera Salesiana per l'impegno nell'organizzazione dell'evento. Un grazie all'Oratorio di Bari per le numerose iniziative educative rivolte in particolare ai ragazzi ed ai giovani della nostra città."

Di seguito il programma di domenica 22 settembre:

arrivo dell'urna in piazza Aldo Moro
ore 8 S.Messa a cura dell'ADMA
ore10 solenne celebrazione eucaristica presieduta dall'Arcivescovo di Bari-Bitonto S. E. Mons. Francesco Cacucci
ore11.30 celebrazione eucaristica presieduta dall'ispettore dei Salesiani, don Pasquale Cristiani
ore 13-15 preghiera silenziosa davanti all'urna
ore 15 rinnovo professione religiosa dei Salesiani di Don Bosco
ore 15.30 visita da parte delle parrocchie
ore 16.30 solenne liturgia del vespro con i sacerdoti del vicariato della Città
ore 17.30 incontro di preghiera con i ragazzi della catechesi, ACR, oratori parrocchiali, ANSPI, CSI.. A seguire festa in cortile
ore 19 solenne celebrazione eucaristica presieduta dal parroco del Redentore, don Mario San Giovanni per tutti i consacrati, i laici e gli impegnati. A conclusione della S. Messa affidamento a Don Bosco per le nostre famiglie
Ore 20.30 veglia di preghiera per i giovani della città animata dall'Oratorio "Redentore"
Dalle ore 22 sino al mattino seguente incontro di preghiera organizzata per gruppi

 


Pubblicato da Luca Turi MERCOLEDÌ 18 SETTEMBRE 2013 17:25 

L'URNA DI SAN GIOVANNI BOSCO DOMENICA A BARI

L'urna con le reliquie di San Giovanni Bosco arriverà a Bari domenica 22 settembre, presso l'Opera Salesiana Redentore, nell'ambito di una peregrinazione mondiale ideata dal rettore maggiore dei Salesiani, don Pascual Chavez Villanueva in vista del bicentenario della nascita di don Bosco (16 Agosto 2015).

L'evento è stato presentato questa mattina a Palazzo di Città, alla presenza del sindaco Michele Emiliano, dal direttore-parroco dei "Salesiani Redentore" don Mario Sangiovanni. Presenti il presidente del Consiglio regionale, Onofrio Introna, l'assessore provinciale alla Informatizzazione tecnologica, Organizzazione e Gestione Risorse Umane, Sergio Fanelli, il presidente della circoscrizione Libertà, Leonardo Tartarino, e i consiglieri Comunali Massimo Maiorano e Pietro Petruzzelli, che sono intervenuti insieme a mons. Domenico Ciavarella, vicario generale della Arcidiocesi di Bari-Bitonto, don Francesco Preite, responsabile dell'Oratorio Centro Giovanile Redentore e don Roberto Spataro, docente di Letteratura Cristiana Antica Greca dell'Università Pontificia Salesiana di Roma Ha moderato l'incontro don Giuseppe Ruppi. 

"Si tratta di un evento che emoziona - ha dichiarato il sindaco Emiliano - che l'Amministrazione comunale è felice di condividere. Domenica celebreremo, con l'arrivo a Bari dell'urna, la straordinarietà di una vita fondata sulla capacità di parlare agli altri della parola di Dio, e la dedizione nell'inoculare la cultura del lavoro come fosse una benedizione. Questa felicità la condividiamo soprattutto con una istituzione, il Redentore, che è un luogo unico di relazioni umane e religiose, che sorge in un quartiere che, nonostante i problemi, custodisce in sé energie uniche".

"L'urna di Don Bosco è espressione della sua santità - ha detto don Ruppi -  presentiamo dunque questo evento come un'occasione fondamentale dal punto di vista ecclesiale e sociale". "La presenza di Don Bosco il 22 settembre è un dato storico - ha precisato don Sangiovanni - per questo desideriamo che sia un evento celebrato da tutta la città".

Come ha spiegato monsignor Ciavarella: "La parrocchia si prodiga molto per i giovani e sapere che finalmente qui a Bari giungerà l'urna di San Giovanni Bosco ha creato molta emozione e ansia".

Particolarmente sentiti anche gli altri interventi istituzionali, a cominciare da quello del presidente Onofrio Introna: "In Puglia la presenza dei Salesiani c'è ed è forte e significativa. In tanti, grazie ai loro laboratori di arti e mestieri, hanno trovato un punto di svolta nella loro vita. L'evento di domenica rafforza questo vincolo che la comunità barese ha con i Salesiani". "L'attività dei Salesiani è cresciuta negli anni - ha ricordato provinciale l'assessore Sergio Fanelli - riuscendo a dare grande ruolo al Redentore nel quartiere e nella città, nel solco della figura di don Bosco che mette insieme spiritualità e amore per gli altri". Per il consigliere Massimo Maiorano: "E' un evento unico nella storia l'arrivo nella città di Bari dell'urna di Don Bosco in occasione del bicentenario della nascita del nostro santo. Ringrazio tutta l'Opera Salesiana per l'impegno nell'organizzazione dell'evento. Un grazie all'Oratorio di Bari per le numerose iniziative educative rivolte in particolare ai ragazzi ed ai giovani della nostra città."

 

Di seguito il programma di domenica 22 settembre:

 

arrivo dell'urna in piazza Aldo Moro
ore 8 S.Messa a cura dell'ADMA
ore10 solenne celebrazione eucaristica presieduta dall'Arcivescovo di Bari-Bitonto S. E. Mons. Francesco Cacucci
ore11.30 celebrazione eucaristica presieduta dall'ispettore dei Salesiani, don Pasquale Cristiani
ore 13-15 preghiera silenziosa davanti all'urna
ore 15 rinnovo professione religiosa dei Salesiani di Don Bosco
ore 15.30 visita da parte delle parrocchie
ore 16.30 solenne liturgia del vespro con i sacerdoti del vicariato della Città
ore 17.30 incontro di preghiera con i ragazzi della catechesi, ACR, oratori parrocchiali, ANSPI, CSI.. A seguire festa in cortile
ore 19 solenne celebrazione eucaristica presieduta dal parroco del Redentore, don Mario San Giovanni per tutti i consacrati, i laici e gli impegnati. A conclusione della S. Messa affidamento a Don Bosco per le nostre famiglie
Ore 20.30 veglia di preghiera per i giovani della città animata dall'Oratorio "Redentore"
Dalle ore 22 sino al mattino seguente incontro di preghiera organizzata per gruppi

 

 

 

L'urna di San Giovanni Bosco domenica a Bari

Pubblicato da Redazione | La Gazzetta Meridionale ~ di mercoledì 18 settembre 2013

 

Una immagine della conferenza odierna. (foto) ndr.

Oggi la conferenza stampa a palazzo di città 

di Redazione

BARI, 18 SET. - L'urna con le reliquie di San Giovanni Bosco arriverà a Bari domenica 22 settembre, presso l'Opera Salesiana Redentore, nell'ambito di una peregrinazione mondiale ideata dal rettore maggiore dei Salesiani, don Pascual Chavez Villanueva in vista del bicentenario della nascita di don Bosco (16 Agosto 2015). L'evento è stato presentato questa mattina a Palazzo di Città, alla presenza del sindaco Michele Emiliano, dal direttore-parroco dei "Salesiani Redentore" don Mario Sangiovanni. Presenti il presidente del Consiglio regionale, Onofrio Introna, l'assessore provinciale alla Informatizzazione tecnologica, Organizzazione e Gestione Risorse Umane, Sergio Fanelli, il presidente della circoscrizione Libertà, Leonardo Tartarino, e i consiglieri Comunali Massimo Maiorano e Pietro Petruzzelli, che sono intervenuti insieme a mons. Domenico Ciavarella, vicario generale della Arcidiocesi di Bari-Bitonto, don Francesco Preite, responsabile dell'Oratorio Centro Giovanile Redentore e don Roberto Spataro, docente di Letteratura Cristiana Antica Greca dell'Università Pontificia Salesiana di Roma Ha moderato l'incontro don Giuseppe Ruppi. "Si tratta di un evento che emoziona - ha dichiarato il sindaco Emiliano - che l'Amministrazione comunale è felice di condividere. Domenica celebreremo, con l'arrivo a Bari dell'urna, la straordinarietà di una vita fondata sulla capacità di parlare agli altri della parola di Dio, e la dedizione nell'inoculare la cultura del lavoro come fosse una benedizione. Questa felicità la condividiamo soprattutto con una istituzione, il Redentore, che è un luogo unico di relazioni umane e religiose, che sorge in un quartiere che, nonostante i problemi, custodisce in sé energie uniche". "L'urna di Don Bosco è espressione della sua santità - ha detto don Ruppi - presentiamo dunque questo evento come un'occasione fondamentale dal punto di vista ecclesiale e sociale". "La presenza di Don Bosco il 22 settembre è un dato storico - ha precisato don Sangiovanni - per questo desideriamo che sia un evento celebrato da tutta la città". Come ha spiegato monsignor Ciavarella: "La parrocchia si prodiga molto per i giovani e sapere che finalmente qui a Bari giungerà l'urna di San Giovanni Bosco ha creato molta emozione e ansia". Particolarmente sentiti anche gli altri interventi istituzionali, a cominciare da quello del presidente Onofrio Introna: "In Puglia la presenza dei Salesiani c'è ed è forte e significativa. In tanti, grazie ai loro laboratori di arti e mestieri, hanno trovato un punto di svolta nella loro vita. L'evento di domenica rafforza questo vincolo che la comunità barese ha con i Salesiani". "L'attività dei Salesiani è cresciuta negli anni - ha ricordato provinciale l'assessore Sergio Fanelli - riuscendo a dare grande ruolo al Redentore nel quartiere e nella città, nel solco della figura di don Bosco che mette insieme spiritualità e amore per gli altri". Per il consigliere Massimo Maiorano: "E' un evento unico nella storia l'arrivo nella città di Bari dell'urna di Don Bosco in occasione del bicentenario della nascita del nostro santo. Ringrazio tutta l'Opera Salesiana per l'impegno nell'organizzazione dell'evento. Un grazie all'Oratorio di Bari per le numerose iniziative educative rivolte in particolare ai ragazzi ed ai giovani della nostra città." Di seguito il programma di domenica 22 settembre: arrivo dell'urna in piazza Aldo Moro ore 8 S.Messa a cura dell'ADMA ore10 solenne celebrazione eucaristica presieduta dall'Arcivescovo di Bari-Bitonto S. E. Mons. Francesco Cacucci ore11.30 celebrazione eucaristica presieduta dall'ispettore dei Salesiani, don Pasquale Cristiani ore 13-15 preghiera silenziosa davanti all'urna ore 15 rinnovo professione religiosa dei Salesiani di Don Bosco ore 15.30 visita da parte delle parrocchie ore 16.30 solenne liturgia del vespro con i sacerdoti del vicariato della Città ore 17.30 incontro di preghiera con i ragazzi della catechesi, ACR, oratori parrocchiali, ANSPI, CSI.. A seguire festa in cortile ore 19 solenne celebrazione eucaristica presieduta dal parroco del Redentore, don Mario San Giovanni per tutti i consacrati, i laici e gli impegnati. A conclusione della S. Messa affidamento a Don Bosco per le nostre famiglie Ore 20.30 veglia di preghiera per i giovani della città animata dall'Oratorio "Redentore" Dalle ore 22 sino al mattino seguente incontro di preghiera organizzata per gruppi.

 

 

 

La Gazzetta del Mezzogiorno 18 settembre 2013

 

 

 

 

 

Oggi la conferenza stampa a palazzo di città
18/09/2013 - barilive.it

Arrivo dell'urna con le reliquie di Don Bosco

A presentare l'iniziativa il direttore-parroco dei "Salesiani Redentore" di Bari, don Mario Sangiovanni

La Redazione 
aspettando le reliquie di don Boscoaspettando le reliquie di don Boscon.c.

In vista del bicentenario della nascita di don Bosco (16 Agosto 2015), il Rettor Maggiore dei Salesiani, don Pascual Chavez Villanueva, ha ideato una peregrinazione mondiale dell'urna contenente la reliquia di San Giovanni Bosco. Reduce da 130 Paesi dei cinque continenti nei quali operano i Salesiani, l'urna sarà presente a Bari presso l'opera salesiana Redentore, domenica prossima, 22 settembre.

Oggi alle ore 10.30, nella sala giunta di Palazzo di città, il sindaco di Bari Michele Emiliano interverrà alla conferenza stampa di presentazione dell'accoglienza a Bari dell'urna contenete le reliquie del santo.

A presentare l'iniziativa il direttore-parroco dei "Salesiani Redentore" di Bari, don Mario Sangiovanni alla presenza del presidente della Provincia Francesco Schittulli, del presidente del Consiglio regionale, Onofrio Introna, del vicario generale della Arcidiocesi di Bari-Bitonto, mons. Domenico Ciavarella, di don Roberto Spataro docente di Letteratura Cristiana Antica Greca dell'Università Pontificia Salesiana di Roma e del responsabile dell'Oratorio Centro Giovanile Redentore, don Francesco Preite.
A moderare l'incontro il giornalista don Giuseppe Ruppi
.

 

 

 

 

San Giovanni Bosco, Bari si prepara ad accogliere le reliquie

L'urna sarà esposta presso l'opera salesiana Redentore, al quartiere Libertà, per tutta la giornata di domenica 22 settembre

 Redazione17 Settembre 2013 

 

 

 

Bari si prepara ad accogliere le reliquie di San Giovanni Bosco. L'urna con la reliquia del Santo arriverà a Bari la mattina di domenica 22 settembre, e sarà esposta presso l'opera salesiana Redentore, al quartiere Libertà, dalle 7 sino alle prime ore del mattino successivo.

I dettagli dell'iniziativa saranno presentati domani in conferenza stampa domani in Comune dal direttore-parroco dei "Salesiani Redentore" di Bari, don Mario Sangiovanni alla presenza del presidente della Provincia Francesco Schittulli, del presidente del Consiglio regionale, Onofrio Introna, del vicario generale della Arcidiocesi di Bari-Bitonto, mons. Domenico Ciavarella, di don Roberto Spataro docente di Letteratura Cristiana Antica Greca dell'Università Pontificia Salesiana di Roma e del responsabile dell'Oratorio Centro Giovanile Redentore, don Francesco Preite.

L'iniziativa rientra nel calendario di eventi organizzati in preparazione al bicentenario della nascita di don Bosco (16 Agosto 2015). In particolare, il Rettor Maggiore dei Salesiani, don Pascual Chavez Villanueva, ha voluto una peregrinazione mondiale dell'urna reliquiaria che arriverà a Bari dopo aver già attraversato 130 Paesi dei cinque continenti nei quali operano i Salesiani.

 

Don Bosco, padre e maestro dei giovani, ideatore dell'Oratorio come luogo e stile educativo e del sistema educativo preventivo, ha speso la sua vita per l'educazione dei giovani, specialmente i più poveri. Oggi, i Salesiani di Don Bosco operano quotidianamente nelle scuole, nei centri di formazione professionale, negli oratori, in centri di aggregazione giovanile, nell'accoglienza e reintegrazione di ragazzi di strada, di bambini soldato, di ragazzi in misure alternative al carcere in 130 paesi del mondo, in favore di 15 milioni di ragazzi e ragazze. A Bari, i Salesiani operano nel quartiere Libertà di Bari attraverso l'opera salesiana Redentore, fondata nel 1905 dal Beato Michele Rua, primo successore di don Bosco.

 

 

 

 

Arrivo dell'urna con le reliquie di don bosco a Bari

Pubblicato da http://quotidianoitalia.it/bari/ - il 17/09/2013don bosco

BARI-In vista del bicentenario della nascita di don Bosco (16 Agosto 2015), il Rettor Maggiore dei Salesiani, don Pascual Chavez Villanueva, ha ideato una peregrinazione mondiale dell'urna contenente la reliquia di San Giovanni Bosco. Reduce da 130 Paesi dei cinque continenti nei quali operano i Salesiani, l'urna sarà presente a Bari presso l'opera salesiana Redentore, domenica prossima, 22 settembre.

Domani, mercoledì 18 settembre, alle ore 10.30, nella sala giunta di Palazzo di città, il sindaco di Bari Michele Emiliano interverrà alla conferenza stampa di presentazione dell'accoglienza a Bari dell'urna contenete le reliquie del santo.

A presentare l'iniziativa il direttore-parroco dei "Salesiani Redentore" di Bari, don Mario Sangiovanni alla presenza del presidente della Provincia Francesco Schittulli, del presidente del Consiglio regionale, Onofrio Introna, del vicario generale della Arcidiocesi di Bari-Bitonto, mons. Domenico Ciavarella, di don Roberto Spataro docente di Letteratura Cristiana Antica Greca dell'Università Pontificia Salesiana di Roma e del responsabile dell'Oratorio Centro Giovanile Redentore, don Francesco Preite.

A moderare l'incontro il giornalista don Giuseppe Ruppi.

 

 

 

 

Arrivo dell'urna con le reliquie di Don Bosco a Bari: domani la conferenza stampa a palazzo di città

Pubblicato il 17 Settembre 2013 - Comune di Bari

 

In vista del bicentenario della nascita di don Bosco (16 Agosto 2015), il Rettor Maggiore dei Salesiani, don Pascual Chavez Villanueva, ha ideato una peregrinazione mondiale dell'urna contenente la reliquia di San Giovanni Bosco. Reduce da 130 Paesi dei cinque continenti nei quali operano i Salesiani, l'urna sarà presente a Bari presso l'opera salesiana Redentore, domenica prossima, 22 settembre.

Domani, mercoledì 18 settembre, alle ore 10.30, nella sala giunta di Palazzo di città, il sindaco di Bari Michele Emiliano interverrà alla conferenza stampa di presentazione dell'accoglienza a Bari dell'urna contenete le reliquie del santo.
A presentare l'iniziativa il direttore-parroco dei "Salesiani Redentore" di Bari, don Mario Sangiovanni alla presenza del presidente della Provincia Francesco Schittulli, del presidente del Consiglio regionale, Onofrio Introna, del vicario generale della Arcidiocesi di Bari-Bitonto, mons. Domenico Ciavarella, di don Roberto Spataro docente di Letteratura Cristiana Antica Greca dell'Università Pontificia Salesiana di Roma e del responsabile dell'Oratorio Centro Giovanile Redentore, don Francesco Preite.
A moderare l'incontro il giornalista don Giuseppe Ruppi.

 

 

 

 

Pubblicato da www.puglialive.it - 17 settembre 2013

Bari - Arrivo dell'urna con le reliquie di Don Bosco a Bari:

domani la conferenza stampa a palazzo di città

17/09/2013

In vista del bicentenario della nascita di don Bosco (16 Agosto 2015), il Rettor Maggiore dei Salesiani, don Pascual Chavez Villanueva, ha ideato una peregrinazione mondiale dell'urna contenente la reliquia di San Giovanni Bosco.

Reduce da 130 Paesi dei cinque continenti nei quali operano i Salesiani, l'urna sarà presente a Bari presso l'opera salesiana Redentore, domenica prossima, 22 settembre.

Domani, mercoledì 18 settembre, alle ore 10.30, nella sala giunta di Palazzo di città, il sindaco di Bari Michele Emiliano interverrà alla conferenza stampa di presentazione dell'accoglienza a Bari dell'urna contenete le reliquie del santo.
A presentare l'iniziativa il direttore-parroco dei "Salesiani Redentore" di Bari, don Mario Sangiovanni alla presenza del presidente della Provincia Francesco Schittulli, del presidente del Consiglio regionale, Onofrio Introna, del vicario generale della Arcidiocesi di Bari-Bitonto, mons. Domenico Ciavarella, di don Roberto Spataro docente di Letteratura Cristiana Antica Greca dell'Università Pontificia Salesiana di Roma e del responsabile dell'Oratorio Centro Giovanile Redentore, don Francesco Preite.

A moderare l'incontro il giornalista don Giuseppe Ruppi

 

 

Pubblicato da http://www.giornaledipuglia.com/ 17 settembre 2013

Arrivo dell'urna con le reliquie di Don Bosco, domani conferenza a Bari

BARI - In vista del bicentenario della nascita di don Bosco (16 Agosto 2015), il Rettor Maggiore dei Salesiani, don Pascual Chavez Villanueva, ha ideato una peregrinazione mondiale dell'urna contenente la reliquia di San Giovanni Bosco. Reduce da 130 Paesi dei cinque continenti nei quali operano i Salesiani, l'urna sarà presente a Bari presso l'opera salesiana Redentore, domenica prossima, 22 settembre.

Domani, mercoledì 18 settembre, alle ore 10.30, nella sala giunta di Palazzo di città, il sindaco di Bari Michele Emiliano interverrà alla conferenza stampa di presentazione dell'accoglienza a Bari dell'urna contenete le reliquie del santo.
A presentare l'iniziativa il direttore-parroco dei "Salesiani Redentore" di Bari, don Mario Sangiovanni alla presenza del presidente della Provincia Francesco Schittulli, del presidente del Consiglio regionale, Onofrio Introna, del vicario generale della Arcidiocesi di Bari-Bitonto, mons. Domenico Ciavarella, di don Roberto Spataro docente di Letteratura Cristiana Antica Greca dell'Università Pontificia Salesiana di Roma e del responsabile dell'Oratorio Centro Giovanile Redentore, don Francesco Preite.
A moderare l'incontro il giornalista don Giuseppe Ruppi. 

 

 

A Bari le urne di San Giovanni Bosco - go-bari.it 17 settembre 2013
 

 

Bari. Conferenza stampa per l'arrivo dell'urna contenente le reliquie di Don Bosco a Bari Presso la Sala Giunta del Comune di Bari

Pubblicato da Redazione | La Gazzetta Meridionale ~ di martedì 17 settembre 2013

 

La locandina dell'evento. (foto) ndr.

È convocata per MERCOLEDÌ 18 SETTEMBRE ALLE ORE 10,30 presso la Sala Giunta del Comune di Bari la conferenza stampa di presentazione dell'accoglienza a Bari dell'urna contenete le reliquie di don Bosco. 


di Redazione

BARI, 17 SET. - Interverranno: - Il Direttore-Parroco dei "Salesiani Redentore" di Bari, don Mario Sangiovanni - Il Sindaco di Bari, dr. Michele Emiliano - Il Presidente della Provincia di Bari, dr. Francesco Schittulli - Il Presidente del Consiglio Regionale, dr. Onofrio Introna - Il Vicario generale della Arcidiocesi di Bari-Bitonto, mons. Domenico Ciavarella - Prof. don Roberto Spataro Professore di Letteratura Cristiana Antica Greca dell'Università Pontificia Salesiana di Roma - Il Responsabile dell'Oratorio Centro Giovanile Redentore, don Francesco Preite Modera l'incontro il giornalista pubblicista: don Giuseppe Ruppi. In preparazione al bicentenario della nascita di don Bosco (16 Agosto 2015), il Rettor Maggiore dei Salesiani, don Pascual Chavez Villanueva, ha ideato una peregrinazione mondiale dell'urna contenente la reliquia di San Giovanni Bosco. Reduce da 130 Paesi dei cinque continenti nei quali operano i Salesiani, l'urna sarà presente a Bari presso l'opera salesiana Redentore, Domenica 22 Settembre 2013 dalle ore 07.00 al mattino del giorno seguente. Don Bosco, padre e maestro dei giovani, ideatore dell'Oratorio come luogo e stile educativo e del sistema educativo preventivo, ha speso la sua vita per l'educazione dei giovani, specialmente i più poveri. Oggi, i Salesiani di Don Bosco operano quotidianamente nelle scuole, nei centri di formazione professionale, negli oratori, in centri di aggregazione giovanile, nell'accoglienza e reintegrazione di ragazzi di strada, di bambini soldato, di ragazzi in misure alternative al carcere in 130 paesi del mondo, in favore di 15 milioni di ragazzi e ragazze. A Bari, i Salesiani operano nel quartiere Libertà di Bari attraverso l'opera salesiana Redentore, fondata nel 1905 dal Beato Michele Rua, primo successore di don Bosco. Maggiori info: http://redentorebari.donboscoalsud.it/News/779/Peregrinazione-di-Don-Bosco.aspx

 

 

Bari. Alcuni giovani dell'Oratorio Salesiano Redentore di Bari al confronto Mgs di Torino

Pubblicato da Redazione | La Gazzetta Meridionale ~ di martedì 13 agosto 2013 

 

Una immagine della cerimonia. (foto) ndr.

di Redazione

BARI, 13 AGO. - Una rappresentanza dell'Oratorio Salesiano Redentore di Bari, insieme con altri 100 ragazzi dell'Ispettoria Salesiana Meridionale, si sono recati a Torino insieme ad altri 1300 ragazzi provenienti da tutto il Movimento Giovanile Salesiano (MGS) di tutti Italia, stanno partecipando al confronto "Testimoni della Gioia". Il confronto si sta svolgendo alla Casa Madre dei Salesiani, (Valdocco), dove sorge il tempio di Maria Ausiliatrice che custodisce i resti di don Bosco il nostro padre fondatore. In questo tempo di vacanze i nostri ragazzi hanno scelto una vacanza alternativa, una vacanza di riflessione e confronto, catechesi e feste per le piazze di Torino, tutto questo viene organizzato con lo stile Salesiano. Questi momenti formativi, saranno momenti di crescita personale per i giovani che hanno accettato di partecipare a questo evento che, dopo 25 anni, torna come appuntamento predominante per il MSG. Tra le varie iniziative vanno segnalati due momenti clou: la veglia del 15 agosto giorno dell'Assunta (ferragosto) al Colle don Bosco e la messa di venerdì 16 agosto, presieduta dal Rettor Maggiore dei Salesiani don Pasqual Chàvez, in ricordo del compleanno di don Bosco, che verrà trasmessa sul canale satellitare di Telepace e in streaming su www.missionidonbosco.tv dalle ore 10:55 (GMT+2). Sul sito www.mgsitalia.it, invece, sarà possibile seguire in diretta tutte le catechesi e le feste, ed avere aggiornamenti live tramite i social network Facebook e Twitter con l'hashtag #cfr13 è possibile scaricare l'app per smartphone Android e Apple "Confronto MGS", scaricabile dagli appositi store. I giovani impegnati in questa trasferta piemontese saranno loro i primi protagonisti dell'arrivo dell'urna di don Bosco al Redentore del prossimo 22 settembre con una testimonianza del confronto "testimoni della gioia" ai giovani delle comunità parrocchiali dell'Arcidiocesi di Bari che verranno a rendere omaggio al nostro don Bosco

 

 

San Giovanni Bosco, in arrivo le reliquie del fondatore dei Salesiani

L'urna sarà esposta presso la parrocchia del Redentore domenica 22 settembre

 

 Antonio Scotti13 Agosto 2013 

 

L'urna contenente la reliquia di San Giovanni Bosco arriverà a Bari nel mese di settembre. A darne notizia è il vescovo di Bari-Bitonto, Francesco Cacucci, all'interno di una lettera indirizzata alle comunità parrocchiali.

In occasione del bicentenario della nascita di don Giovanni Bosco, il rettore maggiore dei Salesiani, Pascual Chavez Villanueva, ha programmato una peregrinazione mondiale dell'urna reliquiara . Un appuntamento che sta richiamando migliaia di devoti e fedeli, in particolare quanti fanno parte della famiglia salesiana.

E così, dopo aver toccato 130 Paesi, la reliquia di San Giovanni Bosco giungerà a Bari.L'appuntamento è per domenica 22 settembre presso la parrocchia salesiana del santissimo Redentore, dove dalle 7 verrà esposta l'urna reliquairia fino alle prime ore del giorno successivo.

 

 

"Don Bosco, padre e maestro dei giovani, secondo le espressioni che ci ha regalato Giovanni Paolo II, ha dato loro anche la capacità di dare la vita per i più poveri", si legge nella letta del vescovo Caucci, "con il suo insegnamento continua a offrire un senso alla vita di tanti giovani, a riaccendere in essi l'amore per ciò che è autentico, che nasce dal cuore".

 

Pubblicato da Arcidiocesi Bari - Bitonto 

La gloria di Dio risplende nei Santi
Lettera di S.E. Mons. Francesco Cacucci, Arcivescovo di Bari-Bitonto ai Parroci e a tutte le Comunità parrocchiali per l'arrivo a Bari dell'urna contenente la reliquia di S. Giovanni Bosco (22 settembre 2013)


Carissimi,

"la Gloria di Dio risplende nei Santi". Il loro passaggio sulla terra è un dono di Dio con il quale Egli edifica la sua Chiesa e l'arricchisce con i doni e carismi di cui il Santo è portatore.

In preparazione al bicentenario della nascita di don Bosco (16 Agosto 2015), il Rettor Maggiore dei Salesiani ha ideato una peregrinazione mondiale dell'urna contenente la reliquia del Santo.

Reduce da 130 Paesi dei cinque continenti nei quali operano i Salesiani, l'urna sarà presente a Bari presso la Parrocchia salesiana del SS.mo Redentore, Domenica 22 Settembre 2013 dalle ore 07.00 al mattino del giorno seguente.

Don Bosco, padre e maestro dei giovani, secondo le espressioni che ci ha regalato Giovanni Paolo II, ha dato loro anche la capacità di dare la vita per i più poveri. Con il suo insegnamento continua a offrire un senso alla vita di tanti giovani, a riaccendere in essi l'amore per ciò che è autentico, che nasce dal cuore.

Don Bosco, dunque, viene a noi per incontrarci e per chiamare altri a lavorare nel campo in cui ha lavorato lui. Il suo passaggio sia vera esperienza di Chiesa. Con tale fiducia accogliamo l'urna del Santo Educatore.

Il Signore ha benedetto la nostra diocesi e la nostra città con la presenza dei Salesiani, i "figli" di don Bosco, da oltre cento anni. Come non ringraziare il Signore per il servizio dell'Oratorio, esperienza che continua a contagiare tante comunità parrocchiali?

La devozione verso il Don Bosco è sentita e vissuta non solo dalla Famiglia Salesiana, ma anche da genitori, educatori, animatori pastorali. Invito tutti a sostare davanti alla Sua Urna in meditazione, per recepire il suo messaggio che ci aiuti a condividere la sua passione per i giovani.

firma vescovo.jpg

† Francesco Cacucci

Arcivescovo di Bari-Bitonto

 

 

 

Bari. Dispersione scolastica: incontro promosso dall'associazione "Barimania" e dall'oratorio Redentore di Bari alla Provincia

Pubblicato da Redazione | La Gazzetta Meridionale ~ di mercoledì 31 luglio 2013 

 

Il palazzo della Provincia di Bari. (foto) ndr.

di Redazione

BARI, 31 LUG. - Domani, giovedì 1 agosto 2013 alle ore 17.30 presso la sala consiliare della Provincia di Bari l'associazione "Barimania" in collaborazione con l'oratorio salesiano Redentore di Bari, incontra il Presidente, Francesco Schittulli. Nel corso dell'incontro sarà affrontato il tema del ruolo delle istituzioni, delle associazioni di volontariato e delle parrocchie per combattere la dispersione scolastica. Interverrà, tra gli altri, il Direttore dell'oratorio salesiano Redentore, Don Francesco Preite. L'associazione Barimania, nata nel novembre del 2012 per opera di un gruppo di appassionati tifosi dell'A.S. Bari, è impegnata nella promozione di iniziative a sostegno dei giovani e del sociale.

 

 

Pubblicato il 13 giugno 2013 da SIR Servizio Informazione Religiosa

PUGLIA Oratori discriminati   Serve un tavolo di confronto per una legge, come esiste in altre Regioni








La Giunta regionale ha approvato l'avviso pubblico per l'adeguamento alle norme di sicurezza, l'eliminazione delle barriere architettoniche e gli ampliamenti degli oratori parrocchiali dei Comuni con meno di 15mila abitanti. La dotazione finanziaria ammonta a 500mila euro. La quota di finanziamento regionale può arrivare all'80% della spesa ammissibile a finanziamento, con la rimanente parte a carico del soggetto proponente. Le domande vanno presentate entro 60 giorni dalla data di pubblicazione sul bollettino ufficiale regionale (27 maggio 2013).

"Un bando capestro" perché "gli oratori sono discriminati in base alla popolazione e questo significa non capire che l'oratorio è uno strumento di prevenzione educativa nei grandi centri", dice don Francesco Preite, referente per la Puglia dei Salesiani per il sociale, che guidano 11 oratori in Puglia. "Più grande è la città, più grande è il disagio sociale", tanto che "gli oratori, a volte, sono l'unico presidio per i ragazzi". "I fondi ci sono, come dimostrano, per esempio, i casi di Lombardia, Piemonte, Marche, Lazio, Campania", ma bisogna convincersi che "servono per gli oratori e per la prevenzione a beneficio dei ragazzi". L'ottica della Regione è "assistenziale" e "la logica è quella del contributo a pioggia per risolvere questioni edilizie". "L'oratorio - continua - è soprattutto una comunità educativa attiva nel sistema del welfare regionale", perciò "occorre un cambio di mentalità, che non sia il 'contentino' di un bando, ma una legge sugli oratori in Puglia". La legge regionale che recepisce il riconoscimento degli oratori "è la numero 19 del 2006". "Questa legge quadro - prosegue - trova la sua applicazione nel regolamento regionale 4 del 2007, ove gli oratori non sono menzionati, né esiste tutt'oggi una legge applicativa della legge del 2006 che riconosca concretamente la funzione sociale ed educativa degli oratori in Puglia, come vorrebbe la legge nazionale 206 del 2003". Pertanto, "lo Stato italiano ci riconosce, la Regione no", spiega Preite. Gli oratori in Puglia "sono discriminati perché non possono accedere ai bandi regionali per il welfare", dice Preite, che conclude: "La nostra proposta è di aprire un tavolo di confronto per una legge sugli oratori, come esiste in altre Regioni italiane".

"Ogni intervento a favore degli oratori è positivo", esordisce don Claudio Barboni, direttore del Servizio regionale per la pastorale giovanile. Poiché "ogni oratorio non fa storia a sé ma fa riferimento al vescovo diocesano e, quindi, alla Conferenza episcopale pugliese" (Cep), l'iniziativa regionale suggerisce di "evitare gli interventi sporadici". Al contrario, "occorre avviare, in un clima di collaborazione, un tavolo di lavoro" tra Cep e Regione Puglia "per firmare dei protocolli d'intesa che aiutino a definire quali aree d'intervento educative e sociali hanno priorità, così come è accaduto in altre Regioni, senza fermarsi alla sola erogazione di finanziamenti". La Puglia "non ha mai dato applicazione alla legge nazionale sugli oratori", chiarisce. Inoltre, "il solo ampliamento e messa in sicurezza delle strutture non permette di scorgere il valore educativo e sociale degli oratori, che sono un servizio pubblico per il benessere dei ragazzi e non solo una sede per le attività sportive". C'è l'urgenza, da un lato, del "riconoscimento pubblico della funzione educativa e sociale degli oratori, che passa attraverso un accordo sistematico tra Regione e Cep per coordinare gli interventi e definire le priorità" e, dall'altro lato, che "il fronte ecclesiale rimanga unito e compatto". Anche per questo "riprenderemo il tavolo di lavoro, avviato dal Servizio regionale per la pastorale giovanile nel 2011, tra parrocchie, istituti religiosi, circoli, movimenti e associazioni cattoliche che gestiscono gli oratori". Barboni ritiene inoltre "limitata" la scelta di attribuire i finanziamenti ai soli oratori dei Comuni con meno di 15mila abitanti.

a cura di Antonio Rubino

(13 giugno 2013)

 

 

 

Pubblicato da Arcidiocesi Bari - Bitonto

Aprire un tavolo di confronto per una legge sugli Oratori in Puglia!

L'assurdità di discriminare gli Oratori in base alla popolazione.

I Salesiani per il sociale e gli Oratori salesiani della Regione Puglia esprimono profonda delusione per la discriminazione operata attraverso l'approvazione del bando pubblico a favore dei soli Oratori situati in Comuni della Regione Puglia con meno di 15mila abitanti (approvato dalla Giunta Regionale nella seduta del 3 Maggio 2013), peraltro con una dotazione finanziaria piuttosto esigua rispetto alle reali esigenze.
Denunciano la totale discriminazione nei confronti degli Oratori che operano nelle città come Bari, Foggia, Brindisi, Taranto, Lecce, Cerignola, Molfetta, Andria, Santeramo... ricordando che più è grande la città, maggiore è il disagio sociale e giovanile. In queste realtà, gli Oratori operano spesso in territori "a rischio": con tassi di dispersione scolastica e disoccupazione giovanile elevati; con famiglie in forte disagio economico e sociale; con la criminalità organizzata che raccoglie nelle sue file decine di ragazzi proponendo facili profitti con l'invito a delinquere.
Non possiamo stare inermi di fronte a tale situazione. In questi contesti, gli oratori educano alla legalità, alla solidarietà, alla cultura del dono nonostante l'abbandono delle istituzioni regionali e dell'Assessorato al Welfare che, più volte interpellato e dopo promesse e rassicurazioni agli organi di stampa, non apre tavoli di confronto per affrontare insieme il problema.
Sosteniamo la proposta dei Salesiani di Bari e del Parroco del Ss. Redentore di Bari, nel chiedere una legge sugli Oratori in Puglia che riconosca la loro funzione sociale ed educativa (http://redentorebari.donboscoalsud.it/news/677/Lettera-aperta-all-Assessore-del-Welfare-della-Regione-Puglia-.aspx), come esiste anche in Campania ed in molte Regioni Italiane. Gli Oratori sono riconosciuti dallo Stato Italiano (L.N. 206/2003) ma non dalla Regione Puglia che evidentemente non li ritiene un bene da salvaguardare e riconoscere specialmente per i tanti ragazzi e giovani che li frequentano.
Gli oratori salesiani nel Sud Italia (Campania, Puglia, Calabria, Basilicata) operano in 25 Comuni accogliendo ed educando quotidianamente circa 9.000 ragazzi e giovani. In Puglia operano in 11 Comuni con percorsi di inclusione sociale, di educazione e di sostegno alle famiglie e ai giovani.
La Regione Puglia non può discriminare gli Oratori in base alla popolazione: o li riconosce tutti o invita ad "una guerra tra poveri" dove, ancora una volta, a vincere è il mal governo.

Salesiani per il Sociale
Oratori salesiani Italia del Sud - Redentore Salesiani Bari e Oratori Salesiani pugliesi

 

 

 

 

LA FORZA DI UN GESTO -  ESPERIENZE CON IL SUD

 

 

Redentore Bari, musical gratuiti per ragazzi e famiglie a conclusione dell'attività estive

09:07  Pubblicato da: Giornale di Puglia | 22 luglio 2013

BARI - L'Oratorio Redentore di Bari a conclusione delle attività estive ha organizzato una mini rassegna dei migliori musicaldegli Oratori salesiani della Puglia per ragazzi e famiglie, realizzato grazie al progetto Finis Terrae e al sostegno di Fondazione con il Sud e della UBI BANCA CARIME.
Si inizia martedì 23 Luglio alle ore 20, presso l'Oratorio del Redentore di Bari, con "Peter Pan - solo chi sogna può volare" a cura dei giovani dell'Oratorio salesiano di Santeramo (Ba).

Il musical è liberamente tratto dal romanzo di Sir J.M. Barrie. Volare è sempre stato fin dall'antichità uno dei più grandi sogni dell'uomo, ma per volare non serve necessariamente un aereo o un elicottero: a volte può bastare soltanto la fantasia, quella fantasia illimitata ,gioiosa e creativa che solo i bambini riescono ad avere. Quante volte noi adulti abbiamo desiderato di restare per sempre bambini? Quante volte abbiamo sognato di fermare il tempo e di rifugiarci in un luogo incontaminato, lontano dal frastuono e dai problemi di tutti i giorni, per vivere una vita spensierata all'insegna del puro divertimento? Peter Pan, l'eterno fanciullo per eccellenza, insegnerà a Wendy e ai piccoli Gianni e Michele un grande segreto: "Solo chi sogna può volare". Ed è questo che proveranno a fare venti ragazzi di 17 e 18 anni: realizzare il loro piccolo grande sogno di mettere in scena un musical. Vi immergerete in un mondo incantato fatto di fate, indiani, pirati e bimbi sperduti, e imparerete anche voi a volare.

 Invece Giovedì 25 Luglio alle ore 20 presso l'Oratorio Redentore di Bari, andrà in scena "Alice, il musical delle meraviglie" a cura dell'Oratorio salesiano di Foggia e dell'Aps "Sacro Cuore". Dedicato alla spensieratezza, alla creatività e alla poesia del mondo infantile, alla tutela e salvaguardia dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, il musical è un family show  pronto a  coinvolgere ed emozionare tutti gli spettatori, rendendoli parte di un'avventura che difficilmente potranno dimenticare. Oltre 30 i giovani dell'oratorio coinvolti che, con ruoli diversi, hanno collaborato alla realizzazione dell'opera. Il cast artistico ha carattere amatoriale in quanto riunisce giovani non professionisti, di diversa età, formazione e provenienza, associati dal desiderio di costruire assieme un autentico progetto collettivo, nato per il piacere di stare insieme nello stile di don Bosco e di mettersi in gioco con energia, gioia ed entusiasmo. Liberamente ispirato ad una famosa fiaba questo nuovo musical accompagnerà lo spettatore in affascinanti atmosfere: con suggestioni di luci e colori, scenografie incantevoli, costumi spettacolari ed effetti visivi di grande impatto, tutti  rigorosamente made in oratorio. Tutti questi personaggi, ma soprattutto Alice, ci insegneranno che è bello poter restare bambini e riuscire a guardare il mondo e tutte le sue follie con ironia e semplicità. Una storia di fantasia ma un con un messaggio reale, tipico degli ambienti salesiani, un messaggio d'amore di incoraggiamento verso tutti i ragazzi soprattutto gli ultimi, un invito a sperare e a impegnarsi per cambiare in positivo il domani, a credere nei sogni, come esperienze di prefigurazione di un futuro migliore.

L'ingresso ai spettacoli è gratuito e, trattandosi delle migliori produzioni teatrali-musicali degli Oratori salesiani pugliesi, il divertimento è assicurato. Il teatro come la musica e lo sport sono attività educative tipiche degli Oratori che coinvolgono tanti giovani rendendoli protagonisti della propria vita. La valenza sociale degli Oratori in Puglia è indubbia.
Per informazioni: cell. 327.6769759

Email: bari@donboscoalsud.it;  Website://redentorebari.donboscoalsud.it/

 

 

 

bari.ilquotidianoitaliano.it - 22 luglio 2013

Bari, oratori salesiani: musical gratuiti per ragazzi e famiglie

L'Oratorio Redentore di Bari a conclusione delle attività estive ha organizzato una mini rassegna dei migliori musicaldegli Oratori salesiani della Puglia per ragazzi e famiglie, realizzato grazie al progetto Finis Terrae e al sostegno di Fondazione con il Sud e della UBI BANCA CARIME.

 

391524_453631381338425_776053344_n

Si inizia martedì 23 Luglio alle ore 20, presso l'Oratorio del Redentore di Bari, con "Peter Pan - solo chi sogna può volare" a cura dei giovani dell'Oratorio salesiano di Santeramo (Ba).

Il musical è liberamente tratto dal romanzo di Sir J.M. Barrie. Volare è sempre stato fin dall'antichità uno dei più grandi sogni dell'uomo, ma per volare non serve necessariamente un aereo o un elicottero: a volte può bastare soltanto la fantasia, quella fantasia illimitata ,gioiosa e creativa che solo i bambini riescono ad avere. Quante volte noi adulti abbiamo desiderato di restare per sempre bambini? Quante volte abbiamo sognato di fermare il tempo e di rifugiarci in un luogo incontaminato, lontano dal frastuono e dai problemi di tutti i giorni, per vivere una vita spensierata all'insegna del puro divertimento? Peter Pan, l'eterno fanciullo per eccellenza, insegnerà a Wendy e ai piccoli Gianni e Michele un grande segreto: "Solo chi sogna può volare". Ed è questo che proveranno a fare venti ragazzi di 17 e 18 anni: realizzare il loro piccolo grande sogno di mettere in scena un musical. Vi immergerete in un mondo incantato fatto di fate, indiani, pirati e bimbi sperduti, e imparerete anche voi a volare.

 Invece Giovedì 25 Luglio alle ore 20 presso l'Oratorio Redentore di Bari, andrà in scena "Alice, il musical delle meraviglie" a cura dell'Oratorio salesiano di Foggia e dell'Aps "Sacro Cuore". Dedicato alla spensieratezza, alla creatività e alla poesia del mondo infantile, alla tutela e salvaguardia dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, il musical è un family show  pronto a  coinvolgere ed emozionare tutti gli spettatori, rendendoli parte di un'avventura che difficilmente potranno dimenticare. Oltre 30 i giovani dell'oratorio coinvolti che, con ruoli diversi, hanno collaborato alla realizzazione dell'opera. Il cast artistico ha carattere amatoriale in quanto riunisce giovani non professionisti, di diversa età, formazione e provenienza, associati dal desiderio di costruire assieme un autentico progetto collettivo, nato per il piacere di stare insieme nello stile di don Bosco e di mettersi in gioco con energia, gioia ed entusiasmo. Liberamente ispirato ad una famosa fiaba questo nuovo musical accompagnerà lo spettatore in affascinanti atmosfere: con suggestioni di luci e colori, scenografie incantevoli, costumi spettacolari ed effetti visivi di grande impatto, tutti  rigorosamente made in oratorio. Tutti questi personaggi, ma soprattutto Alice, ci insegneranno che è bello poter restare bambini e riuscire a guardare il mondo e tutte le sue follie con ironia e semplicità. Una storia di fantasia ma un con un messaggio reale, tipico degli ambienti salesiani, un messaggio d'amore di incoraggiamento verso tutti i ragazzi soprattutto gli ultimi, un invito a sperare e a impegnarsi per cambiare in positivo il domani, a credere nei sogni, come esperienze di prefigurazione di un futuro migliore.

L'ingresso ai spettacoli è gratuito e, trattandosi delle migliori produzioni teatrali-musicali degli Oratori salesiani pugliesi, il divertimento è assicurato. Il teatro come la musica e lo sport sono attività educative tipiche degli Oratori che coinvolgono tanti giovani rendendoli protagonisti della propria vita. La valenza sociale degli Oratori in Puglia è indubbia.

Peter_Pan_2307
Alice_2507
391524_453631381338425_776053344_n

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bari. Oratori Salesiani pugliesi In scena al Redentore di Bari con Peter Pan ed Alice

Pubblicato da Redazione | La Gazzetta Meridionale ~ di lunedì 22 luglio 2013 

 

Una immagine di una rappresentazione. (foto) ndr.

Musical gratuiti per ragazzi e famiglie a conclusione dell'attività estive 

di Redazione

BARI, 22 LUG. - L'Oratorio Redentore di Bari a conclusione delle attività estive ha organizzato una mini rassegna dei migliori musicaldegli Oratori salesiani della Puglia per ragazzi e famiglie, realizzato grazie al progetto Finis Terrae e al sostegno di Fondazione con il Sud e della UBI BANCA CARIME. Si inizia martedì 23 Luglio alle ore 20, presso l'Oratorio del Redentore di Bari, con "Peter Pan - solo chi sogna può volare" a cura dei giovani dell'Oratorio salesiano di Santeramo (Ba). Il musical è liberamente tratto dal romanzo di Sir J.M. Barrie. Volare è sempre stato fin dall'antichità uno dei più grandi sogni dell'uomo, ma per volare non serve necessariamente un aereo o un elicottero: a volte può bastare soltanto la fantasia, quella fantasia illimitata ,gioiosa e creativa che solo i bambini riescono ad avere. Quante volte noi adulti abbiamo desiderato di restare per sempre bambini? Quante volte abbiamo sognato di fermare il tempo e di rifugiarci in un luogo incontaminato, lontano dal frastuono e dai problemi di tutti i giorni, per vivere una vita spensierata all'insegna del puro divertimento? Peter Pan, l'eterno fanciullo per eccellenza, insegnerà a Wendy e ai piccoli Gianni e Michele un grande segreto: "Solo chi sogna può volare". Ed è questo che proveranno a fare venti ragazzi di 17 e 18 anni: realizzare il loro piccolo grande sogno di mettere in scena un musical. Vi immergerete in un mondo incantato fatto di fate, indiani, pirati e bimbi sperduti, e imparerete anche voi a volare. Invece Giovedì 25 Luglio alle ore 20 presso l'Oratorio Redentore di Bari, andrà in scena "Alice, il musical delle meraviglie" a cura dell'Oratorio salesiano di Foggia e dell'Aps "Sacro Cuore". Dedicato alla spensieratezza, alla creatività e alla poesia del mondo infantile, alla tutela e salvaguardia dei diritti dell'infanzia e dell'adolescenza, il musical è un family show pronto a coinvolgere ed emozionare tutti gli spettatori, rendendoli parte di un'avventura che difficilmente potranno dimenticare. Oltre 30 i giovani dell'oratorio coinvolti che, con ruoli diversi, hanno collaborato alla realizzazione dell'opera. Il cast artistico ha carattere amatoriale in quanto riunisce giovani non professionisti, di diversa età, formazione e provenienza, associati dal desiderio di costruire assieme un autentico progetto collettivo, nato per il piacere di stare insieme nello stile di don Bosco e di mettersi in gioco con energia, gioia ed entusiasmo. Liberamente ispirato ad una famosa fiaba questo nuovo musical accompagnerà lo spettatore in affascinanti atmosfere: con suggestioni di luci e colori, scenografie incantevoli, costumi spettacolari ed effetti visivi di grande impatto, tutti rigorosamente made in oratorio. Tutti questi personaggi, ma soprattutto Alice, ci insegneranno che è bello poter restare bambini e riuscire a guardare il mondo e tutte le sue follie con ironia e semplicità. Una storia di fantasia ma un con un messaggio reale, tipico degli ambienti salesiani, un messaggio d'amore di incoraggiamento verso tutti i ragazzi soprattutto gli ultimi, un invito a sperare e a impegnarsi per cambiare in positivo il domani, a credere nei sogni, come esperienze di prefigurazione di un futuro migliore. L'ingresso ai spettacoli è gratuito e, trattandosi delle migliori produzioni teatrali-musicali degli Oratori salesiani pugliesi, il divertimento è assicurato. Il teatro come la musica e lo sport sono attività educative tipiche degli Oratori che coinvolgono tanti giovani rendendoli protagonisti della propria vita. La valenza sociale degli Oratori in Puglia è indubbia.

 

 

 

La Gazzetta del Mezzogiorno 21 Luglio 2013

 

Attualità 'Una goccia nel mare delle urgenze'

www.barilive.it 20/07/2013

Serata di beneficenza al Redentore

"Occorre una maggiore attenzione da parte delle Istituzioni ad uno dei centri più frequentati del quartiere Libertà"

la redazione

Chiesa del RedentoreChiesa del Redentoren. c.

Si è conclusa sulle note di "Nessun rimpianto" della cover Band 883, la serata di beneficenza a favore del servizio di doposcuola per i ragazzi del quartiere Libertà, promosso dall'Oratorio Redentore di Bari. La manifestazione "Un Calcio all'ignoranza" ha coinvolto anche alcuni giocatori "vecchie glorie" del Bari. quali Loseto e Di Gennaro, che hanno sfidato in una partita amichevole i ragazzi del Redentore, vinta per 5 a 1 da quest'ultimi. 

Sono intervenuti il Presidente della Provincia di Bari dott. Francesco Schittulli e don Mario Sangiovanni, Parroco del Redentore. Entrambi hanno manifestato entusiasmo per l'iniziativa proposta sottolineando una maggiore attenzione da parte delle Istituzioni ad uno dei centri più frequentati del quartiere Libertà, quale l'Oratorio Redentore di Bari.

Sono stati venduti 524 biglietti per un importo lordo di 2620 . Le spese concernenti i premi diritti SIAE, il concerto musicale ammontano a € 1253, 81. Il ricavato è di € 1366,19 che, seppure esiguo, sarà destinato al progetto del doposcuola scolastico.
Gli organizzatori della Lotteria confidano nel senso di responsabilità delle istituzioni preposte perché non si lasci la comunità priva di un servizio importante. Da sempre l'istruzione scolastica e la formazione sono gli unici mezzi efficaci per contrastare la cultura mafiosa e della violenza presente sul territorio.

Non si perde d'animo il giovane direttore dell'Oratorio Redentore di Bari, don Francesco Preite,  che rilancia: "Siamo una goccia in mezzo ad un mare di urgenze. Siamo contenti della partecipazione e della fiducia della gente. Da parte nostra, abbiamo l'autorizzazione per il Centro socio-educativo diurno per minori, e a Settembre chiederemo al Comune di Bari di firmare la convenzione per non lasciare una comunità priva di un servizio essenziale, in un territorio che registra un elevato tasso di dispersione ed abbandono scolastico".

 

 

 

Bari. UNA GOCCIA NEL MARE DELLE URGENZE La serata di beneficenza al Redentore di Bari

Pubblicato da Redazione | La Gazzetta Meridionale ~ di venerdì 19 luglio 2013 

 

Una istantanea dell'evento al Redentore. (foto) ndr.

di Redazione

BARI, 19 LUG. - Si è conclusa sulle note di "Nessun rimpianto" della cover Band 883, la serata di beneficenza a favore del servizio di doposcuola per i ragazzi del quartiere Libertà, promosso dall'Oratorio Redentore di Bari. La manifestazione "Un Calcio all'ignoranza" ha coinvolto anche alcuni giocatori "vecchie glorie" del Bari. quali Loseto e Di Gennaro, che hanno sfidato in una partita amichevole i ragazzi del Redentore, vinta per 5 a 1 da quest'ultimi. Sono intervenuti il Presidente della Provincia di Bari dott. Francesco Schittulli e don Mario Sangiovanni, Parroco del Redentore. Entrambi hanno manifestato entusiasmo per l'iniziativa proposta sottolineando una maggiore attenzione da parte delle Istituzioni ad uno dei centri più frequentati del quartiere Libertà, quale l'Oratorio Redentore di Bari. Per la cronaca i biglietti vincenti della lotteria del redentore 2013 sono: 1° premio (mountain bike): N. 107, 2° premio (televisore 22'' pollici) n.1334, 3° premio (smarthphone) n. 38, 4° premio (telo da mare) n. 319, 5° premio (sacca da mare) n. 1113. Sono stati venduti 524 biglietti per un importo lordo di 2620 . Le spese concernenti i premi diritti SIAE, il concerto musicale ammontano a € 1253, 81. Il ricavato è di € 1366,19 che, seppure esiguo, sarà destinato al progetto del doposcuola scolastico. Gli organizzatori della Lotteria confidano nel senso di responsabilità delle istituzioni preposte perché non si lasci la comunità priva di un servizio importante. Da sempre l'istruzione scolastica e la formazione sono gli unici mezzi efficaci per contrastare la cultura mafiosa e della violenza presente sul territorio. Non si perde d'animo il giovane direttore dell'Oratorio Redentore di Bari, don Francesco Preite, che rilancia: "Siamo una goccia in mezzo ad un mare di urgenze. Siamo contenti della partecipazione e della fiducia della gente. Da parte nostra, abbiamo l'autorizzazione per il Centro socio-educativo diurno per minori, e a Settembre chiederemo al Comune di Bari di firmare la convenzione per non lasciare una comunità priva di un servizio essenziale, in un territorio che registra un elevato tasso di dispersione ed abbandono scolastico".

 

 

Oratorio del Redentore, il doposcuola per i ragazzi si finanzia con la beneficenza

Il 18 luglio l'iniziativa "Un calcio all'ignoranza": sport, musica e una lotteria di beneficenza per raccogliere fondi a favore del progetto di doposcuola per gli adolescenti del quartiere Libertà

 

 Redazione17 Luglio 2013

 

 

 

 

Si chiama "Un Calcio all'ignoranza" ed è l'iniziativa organizzata dall'Oratorio salesiano Redentore per raccogliere fondi che permettano di avviare il progetto di doposcuola per i ragazzi del quartiere. La manifestazione, che si terrà il prossimo 18 luglio, prevede una partita di calcio tra "Vecchie glorie dell'A.S. BARI vs REDENTORE", un concerto musicale con la cover band degli 883 e la lotteria di beneficenza "Redentore 2013" per finanziare il doposcuola.

"L'elevato tasso di dispersione scolastica e di abbandono da parte di minori e giovani nel quartiere Libertà - si legge nella nota che presenta l'evento - e la richiesta pressante di molti genitori giustamente preoccupati per il futuro dei loro figli hanno motivato l'Oratorio Redentore a promuovere ed organizzare l'iniziativa di beneficenza".L'obiettivo è quello di far partire le attività di doposcuola entro il prossimo mese di ottobre, coinvolgendo circa 30 ragazzi e 6 operatori.

I premi in palio per la lotteria di beneficenza "Redentore 2013" sono: Primo premio: Bicicletta; Secondo premio: Televisore 22 pollici; Terzo premio: Cellulare smartphone; Quarto premio: telo da mare; Quinto premio: sacco da mare. Il costo del biglietto è di 5 € e l'estrazione della lotteria è prevista per le ore 22 del 18 luglio. È possibile ancora acquistare il biglietto presso l'Oratorio Redentore.

 

 

Redentore Salesiani Bari. "Un Calcio all'Ignoranza" - Giovedì 18 Luglio alle ore 20

Pubblicato da Redazione | La Gazzetta Meridionale  di mercoledì 17 luglio 2013 

 

La locandina dell'evento. (foto) ndr.

Sport, musica, lotteria di beneficenza a favore del doposcuola per i ragazzi del Libertà di Bari 

di Redazione

BARI, 17 LUG. -  Giovedì 18 Luglio alle ore 20, presso l'Oratorio salesiano Redentore si terrà l'evento "Un calcio all'ignoranza". Manifestazione che insieme è partita di calcio tra "Vecchie glorie dell'A.S. BARI vs REDENTORE", concerto musicale con la cover band degli 883, lotteria di beneficenza "Redentore 2013" a favore del progetto doposcuola per i ragazzi del quartiere Libertà di Bari. L'elevato tasso di dispersione scolastica e di abbandono da parte di minori e giovani nel quartiere Libertà, la richiesta pressante di molti genitori giustamente preoccupati per il futuro dei loro figli hanno motivato l'Oratorio Redentore a promuovere ed organizzare l'iniziativa di beneficenza. I premi in palio per la lotteria di beneficenza "Redentore 2013" sono: Primo premio: Bicicletta; Secondo premio: Televisore 22 pollici; Terzo premio: Cellulare smarthphone; Quarto premio: telo da mare; Quinto premio: sacco da mare. Il costo del biglietto è di 5 € e l'estrazione della lotteria è prevista per le ore 22 del 18 luglio. È possibile ancora acquistare il biglietto presso l'Oratorio Redentore. In base ai fondi raccolti si potrà organizzare il doposcuola per i ragazzi. Gli organizzatori della Lotteria contano di poter iniziare il progetto il prossimo Ottobre, prevedendo il coinvolgimento di circa 30 minori e di 6 operatori.

 

 

Pubblicato da www.giornaledipuglia.com 17 luglio 2013

Sport, musica, lotteria di beneficenza a favore del doposcuola per i ragazzi del Libertà di Bari

BARI - Giovedì 18 Luglio alle ore 20, presso l'Oratorio salesiano Redentore si terrà l'evento "Un calcio all'ignoranza". Manifestazione che insieme è partita di calcio tra "Vecchie glorie dell'A.S. BARI vs REDENTORE", concerto musicale con la cover band degli 883, lotteria di beneficenza "Redentore 2013" a favore del progetto doposcuola per i ragazzi del quartiere Libertà di Bari.


L'elevato tasso di dispersione scolastica e di abbandono da parte di minori e giovani nel quartiere Libertà, la richiesta pressante di molti genitori giustamente preoccupati per il futuro dei loro figli hanno motivato l'Oratorio Redentore a promuovere ed organizzare l'iniziativa di beneficenza. I premi in palio per la lotteria di beneficenza "Redentore 2013" sono: Primo premio: Bicicletta; Secondo premio: Televisore 22 pollici; Terzo premio: Cellulare smarthphone; Quarto premio: telo da mare; Quinto premio: sacco da mare.

Il costo del biglietto è di 5 € e l'estrazione della lotteria è prevista per le ore 22 del 18 luglio. È possibile ancora acquistare il biglietto presso l'Oratorio Redentore. In base ai fondi raccolti si potrà organizzare il doposcuola per i ragazzi. Gli organizzatori della Lotteria contano di poter iniziare il progetto il prossimo Ottobre, prevedendo il coinvolgimento di circa 30 minori e di 6 operatori.

 

 

 

 

pubblicato da http://bari.ilquotidianoitaliano.it - 16 luglio 2013

Bari, proseguono le iniziative educative dell'oratorio "Redentore" nel quartiere Libertà

BARI - Dopo la serata finale dell'Estate Ragazzi 2013 "Aladdin", proseguono le attività educative dell'oratorio "Redentore" nel quartiere Libertà di Bari.

oratorio-redentore

Giovedì 18 luglio, alle 20,00, si svolgerà l'evento "Un calcio all'ignoranza", che vuole essere non solo una semplice partita di calcio fra vecchie glorie del Bari e la squadra dell'oratorio, ma un progetto competo di doposcuola per i ragazzi della scuola elementare e medie del quartiere Libertà. Nella stessa serata ci saranno anche un concerto musicale con la cover band degli 883 e una lotteria di beneficenza a favore proprio dell'iniziativa del doposcuola.

Venerdì 19 luglio, alle 20.00, sarà invece proiettato il cortometraggio "L'anima attesa", sulla figura di don Tonino Bello a vent'anni dalla sua scomparsa, in collaborazione con Pax Christi.
Poi, grazie al progetto Finis Terrae, andranno in scena gli spettacoli "Peter Pan - solo chi sogna può volare" a cura dell'Oratorio salesiano di Santeramo (Ba), martedì 23 luglio, alle 20.00, e "Alice, il musical delle meraviglie" a cura dell'oratorio salesiano di Foggia, giovedì 25 luglio, sempre alle ore 20.00.

Infine, domenica 22 Settembre, dopo alcuni campi di formazione per giovani ed animatori, avrà luogo l'accoglienza dell'urna contenente le spoglie del Santo dei giovani, San Giovanni Bosco.

Tutti gli eventi sono gratuiti per i ragazzi iscritti all'Estate Ragazzi 2013 "Aladdin" e all'Estate Giovani 2013 "Alla luce del sole".

 

 

 

La Gazzetta del Mezzogiorno 16 luglio 2013 - di Emanuele Zotti

 

 

Redentore Bari, termina 'Estate ragazzi 2013 Aladdin'

Pubblicato da: Giornale di Puglia - 16 luglio 2013

 

BARI  - Sabato 13 Luglio alle ore 20 presso l'Oratorio salesiano Redentore di Bari con la serata finale dell'Estate Ragazzi 2013 "Aladdin" si è concluso un percorso educativo che ha visto la partecipazione di 170 ragazzi e ragazze al mattino, impegnati in laboratori sportivi, teatrali, musicali, di riciclo creativo, di danza, di burattini, di bracciali; e di 260 ragazzi e ragazze al pomeriggio, impegnati nei giochi. Sono stati coinvolti 60 giovani volontari ed animatori e circa 20 genitori di supporto all'azione educativa.

Il tema conduttore è stata la storia di Aladdin, ragazzo furbo dal cuore tenero che riesce a cambiare non solo la sua vita in meglio ma addirittura una legge che impediva di sposare la bella principessa Jasmine, figlia del sultano. Una metafora dell'Oratorio che riesce non solo ad attrarre centinaia di ragazzi spesso in contesti sociali "a rischio", ma anche ad educare a valori alti della vita in attesa che una legge regionale gli riconosca il giusto peso della sua funzione sociale ed educativa che svolge con numeri e risorse che nessun ente educativo si sarebbe mai sognato. "Un vero miracolo: una marea di ragazzi accompagnati nella crescita educativa da giovani animatori volontari che donano tempo ed energie", è il commento contento di don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Redentore.

L'impegno educativo estivo è il frutto di un anno intenso di attività ed iniziative, che continua oltre 13 Luglio. Archiviata l'Estate Ragazzi e l'Estate Giovani che ha coinvolto 80 giovani del quartiere Libertà, l'Oratorio Redentore ha programmato alcuni eventi per famiglie, giovani e ragazzi.

Giovedì 18 Luglio alle ore 20 è previsto "Un calcio all'ignoranza", evento che insieme è partita di calcio tra "Vecchie glorie dell'A.S. BARI vs REDENTORE", concerto musicale con la cover band degli 883, lotteria di beneficenza a favore del progetto doposcuola per i ragazzi della scuola elementare e medie del quartiere Libertà.

Venerdì 19 Luglio alle ore 20, proiezione del metro metraggio "L'anima attesa", sulla figura di don Tonino Bello a vent'anni dalla sua scomparsa. L'evento sarà realizzato in collaborazione con Pax Christi.

Ed infine una  per ragazzi e famiglie, realizzato grazie al progetto Finis Terrae e al sostegno di Fondazione con il Sud e della UBI BANCA CARIME: Martedì 23 Luglio alle ore 20: "Peter Pan - solo chi sogna può volare" a cura dell'Oratorio salesiano di Santeramo (Ba) e Giovedì 25 Luglio alle ore 20: "Alice, il musical delle meraviglie" a cura dell'Oratorio salesiano di Foggia.
Gli eventi programmati sono totalmente gratuiti per i ragazzi iscritti all'Estate Ragazzi 2013 "Aladdin" e all'Estate Giovani 2013 "Alla luce del sole".

Tutti questi eventi per preparare, dopo alcuni campi di formazione per giovani ed animatori e dopo una giusta e salutare pausa, l'unico vero e grande evento: l'accoglienza domenica 22 Settembre dell'urna contenente le spoglie del Santo dei giovani, San Giovanni Bosco. Inutile raccomandare la presenza!

 

 

 

Bari, Redentore: termina "Estate ragazzi 2013" Le iniziative dell'Oratorio salesiani Redentore - però - proseguono 
go-bari.it - 16 Luglio 2013 

 

Bari - TERMINA L'ESTATE RAGAZZI 2013 'ALADDIN' MA NON LE INIZIATIVE ALL'ORATORIO REDENTORE DI BARI

 

//www.puglialive.net - 15/07/2013

 

Sabato 13 Luglio alle ore 20 presso l'Oratorio salesiano Redentore di Bari con la serata finale dell'Estate Ragazzi 2013 "Aladdin" si è concluso un percorso educativo che ha visto la partecipazione di 170 ragazzi e ragazze al mattino, impegnati in laboratori sportivi, teatrali, musicali, di riciclo creativo, di danza, di burattini, di bracciali; e di 260 ragazzi e ragazze al pomeriggio, impegnati nei giochi. Sono stati coinvolti 60 giovani volontari ed animatori e circa 20 genitori di supporto all'azione educativa.

Il tema conduttore è stata la storia di Aladdin, ragazzo furbo dal cuore tenero che riesce a cambiare non solo la sua vita in meglio ma addirittura una legge che impediva di sposare la bella principessa Jasmine, figlia del sultano. Una metafora dell'Oratorio che riesce non solo ad attrarre centinaia di ragazzi spesso in contesti sociali "a rischio", ma anche ad educare a valori alti della vita in attesa che una legge regionale gli riconosca il giusto peso della sua funzione sociale ed educativa che svolge con numeri e risorse che nessun ente educativo si sarebbe mai sognato. "Un vero miracolo: una marea di ragazzi accompagnati nella crescita educativa da giovani animatori volontari che donano tempo ed energie", è il commento contento di don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Redentore.

L'impegno educativo estivo è il frutto di un anno intenso di attività ed iniziative, che continua oltre 13 Luglio. Archiviata l'Estate Ragazzi e l'Estate Giovani che ha coinvolto 80 giovani del quartiere Libertà, l'Oratorio Redentore ha programmato alcuni eventi per famiglie, giovani e ragazzi.

Giovedì 18 Luglio alle ore 20 è previsto "Un calcio all'ignoranza", evento che insieme è partita di calcio tra "Vecchie glorie dell'A.S. BARI vs REDENTORE", concerto musicale con la cover band degli 883, lotteria di beneficenza a favore del progetto doposcuola per i ragazzi della scuola elementare e medie del quartiere Libertà.

Venerdì 19 Luglio alle ore 20, proiezione del metro metraggio "L'anima attesa", sulla figura di don Tonino Bello a vent'anni dalla sua scomparsa. L'evento sarà realizzato in collaborazione con Pax Christi.

Ed infine una mini rassegna delle migliori produzioni teatrali degli Oratori salesiani della Puglia per ragazzi e famiglie, realizzato grazie al progetto Finis Terrae e al sostegno di Fondazione con il Sud e della UBI BANCA CARIME: Martedì 23 Luglio alle ore 20: "Peter Pan - solo chi sogna può volare" a cura dell'Oratorio salesiano di Santeramo (Ba) e Giovedì 25 Luglio alle ore 20: "Alice, il musical delle meraviglie" a cura dell'Oratorio salesiano di Foggia.
Gli eventi programmati sono totalmente gratuiti per i ragazzi iscritti all'Estate Ragazzi 2013 "Aladdin" e all'Estate Giovani 2013 "Alla luce del sole". 

Tutti questi eventi per preparare, dopo alcuni campi di formazione per giovani ed animatori e dopo una giusta e salutare pausa, l'unico vero e grande evento: l'accoglienza domenica 22 Settembre dell'urna contenente le spoglie del Santo dei giovani, San Giovanni Bosco. Inutile raccomandare la presenza!

 

 

 

Gazzetta del Mezzogiorno 13 luglio 2013

 

 

 

Bari. L'oratorio Redentore di Bari prepara l'arrivo di Don Bosco

Pubblicato da Redazione | La Gazzetta Meridionale ~ di sabato 13 luglio 2013

 

Un aimmagine all'oratorio Redentore. (foto) ndr.

Terminata l'estate ragazzi 2013 "Aladdin" 

Sabato 13 Luglio alle ore 20 presso l'Oratorio salesiano Redentore di Bari inizierà la serata finale dell'Estate Ragazzi 2013 "Aladdin". Si conclude un percorso educativo che ha visto la partecipazione di 170 ragazzi e ragazze al mattino, impegnati in laboratori sportivi, teatrali, musicali, di riciclo creativo, di danza, di burattini, di bracciali; e di 260 ragazzi e ragazze al pomeriggio, impegnati nei giochi. Sono stati coinvolti 60 giovani volontari ed animatori e circa 20 genitori di supporto all'azione educativa. Il tema conduttore è stata la storia di Aladdin, ragazzo furbo dal cuore tenero che riesce a cambiare non solo la sua vita in meglio ma addirittura una legge che impediva di sposare la bella principessa Jasmine, figlia del sultano. Una metafora dell'Oratorio che riesce non solo ad attrarre centinaia di ragazzi spesso in contesti sociali "a rischio", ma anche ad educare a valori alti della vita in attesa che una legge regionale gli riconosca il giusto peso della sua funzione sociale ed educativa che svolge con numeri e risorse che nessun ente educativo si sarebbe mai sognato. "Un vero miracolo: una marea di ragazzi accompagnati nella crescita educativa da giovani animatori volontari che donano tempo ed energie", è il commento contento di don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Redentore. L'impegno educativo estivo è il frutto di un anno intenso di attività ed iniziative, che continua oltre 13 Luglio. Archiviata l'Estate Ragazzi e l'Estate Giovani che ha coinvolto 80 giovani del quartiere Libertà, l'Oratorio Redentore ha programmato alcuni eventi per famiglie, giovani e ragazzi. Si inizia Domenica 14 luglio alle ore 20 con "Un pugno alla violenza": una serie di incontri di boxe che vedrà il suo apice nell'incontro tra i professionisti Francesco Lezzi e Luigi Lapenna. Un evento quasi storico perché la boxe entra in Oratorio emancipandosi dal fardello di essere tacciato come sport violento. La boxe è uno sport che specialmente in contesti di disagio e di bullismo educa al rispetto dell'altro, al rispetto delle regole, perché per vincere è necessaria una grande conoscenza di sé, del proprio potenziale e dei propri limiti per sviluppare al massimo la propria forza fisica e psichica e battere il compagno sul ring. Il pugilato è uno sport che trasmette ai ragazzi disciplina, dedizione, autostima e rispetto per l'altro. La storia di Francesco Lezzi, cresciuto all'Oratorio Redentore ai tempi di don Gaetano Nalesso, e adesso pugile professionista, ne è un piccolo esempio. Saranno presenti all'evento il Presidente Regionale del Coni Elio Sannicandro ed il Presidente Regionale della Federazione Pugilato Fabrizio Baldantoni. Giovedì 18 Luglio alle ore 20 è invece previsto "Un calcio all'ignoranza", evento che insieme è partita di calcio tra "Vecchie glorie dell'A.S. BARI vs REDENTORE", concerto musicale con la cover band degli 883, lotteria di beneficenza a favore del progetto doposcuola per i ragazzi della scuola elementare e medie del quartiere Libertà. Venerdì 19 Luglio alle ore 20, proiezione del metro metraggio "L'anima attesa", sulla figura di don Tonino Bello a vent'anni dalla sua scomparsa. L'evento sarà realizzato in collaborazione con Pax Christi. Ed infine una mini rassegna delle migliori produzioni teatrali degli Oratori salesiani della Puglia per ragazzi e famiglie, realizzato grazie al progetto Finis Terrae e al sostegno di Fondazione con il Sud e della UBI BANCA CARIME: Martedì 23 Luglio alle ore 20: "Peter Pan - solo chi sogna può volare" a cura dell'Oratorio salesiano di Santeramo (Ba) e Giovedì 25 Luglio alle ore 20: "Alice, il musical delle meraviglie" a cura dell'Oratorio salesiano di Foggia. Gli eventi programmati sono totalmente gratuiti per i ragazzi iscritti all'Estate Ragazzi 2013 "Aladdin" e all'Estate Giovani 2013 "Alla luce del sole". Tutti questi eventi per preparare, dopo alcuni campi di formazione per giovani ed animatori e dopo una giusta e salutare pausa, l'unico vero e grande evento: l'accoglienza domenica 22 Settembre dell'urna contente le spoglie del Santo dei giovani, San Giovanni Bosco. Inutile raccomandare la presenza!

 

 

 

giornaledipuglia.it - 16 giugno 2013

Bari: Redentore, al via attività per ragazzi

BARI - Da domani, sabato 15 giugno, l'oratorio Centro Giovanile Redentore Salesiani, in collaborazione con l'APS Finis Terrae, con il sostegno di Fondazione con il Sud, dell'assessorato comunale al Welfare, della Ubi Banca Carime e dell'assessorato provinciale alle Politiche sociali, dà il via a quattro settimane di laboratori, musica, giochi e attività gratuite rivolte ai ragazzi dai 7 ai 14 anni. L'iniziativa, che si concluderà il prossimo 12 luglio, è realizzata nell'ambito di Finis Terrae, il progetto di riqualificazione socio-culturale dell'VIII Circoscrizione.


L'Estate Ragazzi "Aladdin" - questo il nome della rassegna del Redentore - offre alle famiglie una proposta educativa tesa a favorire la crescita dei bambini e dei ragazzi incentivando, in un ambiente sereno e ricco di valori, lo sviluppo delle attività motorie, manuali e espressive, e la sensibilizzazione su temi importanti come l'ecologia, la solidarietà e la legalità, creando un clima di autentica e responsabile collaborazione tra genitori, ragazzi, animatori.

Domani, alle ore 17.00, l'inaugurazione della rassegna con giochi e gadget, poi la celebrazione di una messa nel giardino Mimmo Bucci e a seguire, intorno alle 20.00, appuntamento con il teatro di figura con "La Bella Addormentata" del Gran teatrino Casa di Pulcinella.

Il Gran Teatrino curerà anche uno dei laboratori che vedrà impegnati i ragazzi durante le attività della mattina. Gli altri laboratori previsti al mattino - dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle 13.00-, oltre quelli sportivi di calcio, basket e pallavolo, vedranno la collaborazione di Legambiente, del Centro didattico e musicale Orff-Schulwerk, dell'associazione Teatri di Pace.

Il pomeriggio - dal lunedì al sabato dalle 17.00 alle 20.00 - le attività inizieranno con la visione di un episodio del cartone animato Aladdin, tema e filo conduttore della programmazione, cui seguirà un momento di discussione sui valori della storia, quindi via ai giochi e alle gare sportive a squadre.

Nell'ambito del cartellone previste anche delle giornate tematiche:
·        19 giugno "Festa dei popoli", in collaborazione con Emergency,
·        26 giugno "Festa della legalità", in collaborazione con Libera
·        3 luglio "Festa della natura" in collaborazione con Legambiente
·        10 luglio "Festa dello Sport e dei giochi olimpici" al campo Bellavista, in collaborazione con Coni e Fidal.

In programma anche delle gite fuoriporta: la passeggiata a Brindisi il 22 giugno e a Margherita di Savoia (FG) il 27 giugno, la festa regionale degli Oratori salesiani presso il Parco divertimento di Miragica - Molfetta - il 4 luglio, ed infine la visita al parco acquatico "Aqualand" a Vasto il 11 luglio.

Il sabato i giochi e le attività in programma si svolgono presso il giardino Mimmo Bucci (15 giugno), piazza Garibaldi (29 giugno) e piazza del Ferrarese (6 luglio).
Da segnalare anche il "pellegrinaggio" con la bici da piazza Redentore alla Basilica di S. Nicola, ove saranno accolti dal priore della Basilica Padre Lorenzo Lorusso, fissato per mercoledì 19 giugno.

Dal 24 giugno a partire dalle ore 20.30, si inizierà invece con il programma degli eventi per i ragazzi dai 15 anni in su, che saranno impegnati in tornei sportivi di calcio, basket e pallavolo, giochi baresi, ping-pong, calciobalilla e tanto altro.
L'Estate giovani avrà come filo conduttore il film "Alla luce del sole", ispirato alla storia vera di don Pino Puglisi, beatificato di recente, prete impegnato nel quartiere Brancaccio di Palermo, ucciso dalla mafia per il suo impegno a favore dei ragazzi e dei giovani.

"L'Estate Ragazzi è il pezzo forte degli Oratori in Estate - ha dichiarato don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Salesiani del Redentore e referente dei Salesiani per il Sociale in Puglia - nella nostra Regione raggiungiamo oltre 3000 minori e coinvolgiamo 400 giovani volontari in 11 comuni dal nord al sud della Puglia. Nell'Oratorio Redentore di Bari, ad oggi registriamo già 200 iscritti. La storia scelta per quest'anno è Aladdin: un ragazzo di strada, costretto a vivere alla giornata tra furtarelli e furbizie varie, che però riesce a cambiare vita grazie alla fiducia e all'amore di Jasmine. Aladdin, emblema del ragazzo di strada, non solo ci narra che un cuore giovane educato può cambiare la sua vita, ma può cambiare anche quella di una comunità".

Per le iscrizioni ci si può rivolgere alla segreteria dell'Oratorio, via Martiri d'Otranto 65, tutti i giorni, dalle ore 17.00 alle 20.00.

Per il programma completo e per ulteriori informazioni http://redentorebari.donboscoalsud.it/

- See more at: http://www.giornaledipuglia.com/2013/06/bari-redentore-al-via-attivita-per.html#sthash.B34L0MYq.dpuf 

 

 

La gazzetta del Mezzogiorno 15 giugno 2013

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

http://bari.ilquotidianoitaliano.it - 14 giugno 2013

Bari, inizia l'Estate Ragazzi. Un mese di puro divertimento

Bari - Al via sabato 15 "L'estate ragazzi - Aladdin", il nome della rassegna del Redentore, un progetto di riqualificazione socio-culturale dell'VIII Circoscrizione organizzato dall'oratorio Centro Giovanile Redentore Salesiani, che prevede quattro settimane di laboratori, musica, giochi e attività gratuite rivolte a ragazzi dai 7 ai 14 anni e a giovani dai 15 anni in su.

Estate_Ragazzi

L'iniziativa nasce con l'obiettivo di favorire la crescita dei bambini e dei ragazzi in un ambiente sereno e ricco di valori attraverso lo sviluppo delle attività motorie e la sensibilizzazione su temi importanti come l'ecologia, la solidarietà e la legalità.
Aladdin è il personaggio del cartone animato scelto per quest'anno, emblema del ragazzo di strada che narra come un cuore giovane ed educato può cambiare la sua vita e quella di una comunità.

Sabato 15 alle ore 17.00 ci sarà l'inaugurazione della rassegna con giochi e gadget, seguita dalla celebrazione di una messa nel giardino Mimmo Bucci e in serata un appuntamento con il teatro di figura con "La Bella Addormentata" del Gran teatrino Casa di Pulcinella.

I pomeriggi, dal lunedì al sabato dalle 17.00 alle 20.00 prevedono la visione di un episodio del cartone animato Aladdin, cui seguirà un momento di discussione sui valori della storia, per poi dare il via ai giochi e alle gare sportive a squadre. Durante il corso dei laboratori sono previste anche delle giornate tematiche e delle gite fuoriporta.

Don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Salesiani del Redentore e referente dei Salesiani per il Sociale in Puglia, ha dichiarato che "L'Estate Ragazzi" è il pezzo forte degli Oratori in estate, nella Regione Puglia, in 11 comuni si raggiungono oltre 3000 minori e 400 giovani volontari.

Dal 24 giugno a partire dalle ore 20.30 si inizierà invece con il programma degli eventi per i ragazzi dai 15 anni in su, che saranno impegnati in tornei sportivi di calcio, basket e pallavolo, giochi baresi, ping-pong, calciobalilla e tanto altro.

L'Estate giovani avrà come filo conduttore il film "Alla luce del sole", ispirato alla storia vera di don Pino Puglisi, beatificato di recente, prete impegnato nel quartiere Brancaccio di Palermo, ucciso dalla mafia per il suo impegno a favore dei ragazzi e dei giovani.

Per le iscrizioni ci si può rivolgere alla segreteria dell'Oratorio, via Martiri d'Otranto 65, tutti i giorni, dalle ore 17.00 alle 20.00.

Il programma completo e ulteriori informazioni sono disponibili qui. 

Giorgia Rogati

 

 

 

 

http://www.soundcitynews.it/?p=386 - 13 giugno 2013

Al via l'Estate Ragazzi 2013 del Redentore di Bari

Oratorio Estate

Quattro settimane di laboratori, divertimento, musica, giochi e attività ma soprattutto un'importante occasione per crescere e per imparare a vivere insieme nel rispetto e nella condivisione di valori comuni.

E' questa l'ESTATE RAGAZZI, organizzata dall'Oratorio Centro Giovanile Redentore Salesiani di Bari, in collaborazione con l'APS Finis Terrae, con il sostegno di Fondazione con il Sud, della UBI BANCA CARIME, del Comune di Bari (Assessorato al welfare) e della Provincia di Bari (Assessorato alle politiche sociali) e realizzata nell'ambito di Finis Terrae- il progetto di riqualificazione socio-culturale dell'VIII Circoscrizione-, in programma da sabato 15 giugno a sabato 12 luglio 2013 e rivolta ai bambini e ai giovani tra i 7 e i 14 anni.

In un periodo come l'estate durante il quale, finita la scuola, aumentano sensibilmente fenomeni come marginalità e disagio-devianza giovanili, l'Estate Ragazzi offre alle famiglie una risposta altamente educativa che favorisce la crescita umana dei bambini e dei ragazzi incentivando, in un ambiente sereno e ricco di valori, lo sviluppo delle attività motorie, manuali e espressive, favorendo la sensibilizzazione su tematiche quali ecologia, solidarietà e legalità e creando un clima di autentica e responsabile collaborazione tra genitori, ragazzi, animatori.

Per l'inaugurazione, sabato 15 giugno alle 17 giochi e distribuzione delle magliette, poi Santa Messa presso il giardino Mimmo Bucci, ed infine alle ore 20.00 nel cortile dell'oratorio appuntamento con il Gran teatrino Casa di Pulcinella per "La Bella Addormentata", spettacolo di attori e burattini con Paolo Comentale. Il Gran Teatrino sarà protagonista anche di uno dei laboratori che vedrà impegnati i ragazzi durante le attività della mattina. Gli altri laboratori previsti al mattino (oltre quelli sportivi di Calcio, Basket e Pallavolo) vedranno la collaborazione di Legambiente con il laboratorio di riciclo creativo, del Centro didattico e musicale Orff-Schulwerk con il laboratorio musicale, dell'associazione Teatri di Pace con il laboratorio teatrale; e poi ancora laboratori di braccialetti, scooby-doo, danza.

Il pomeriggio (dal lunedì al sabato dalle 17.00 alle 20.00, la mattina invece dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00) le attività iniziano con la visione di un episodio del cartone animato Aladdin, tema e filo conduttore dell'Estate ragazzi 2013, cui segue un momento educativo di discussione sui valori che si evincono dal filmato per poi iniziare con i giochi e le gare sportive nelle quali i ragazzi saranno suddivisi in squadre.

Sono previste poi delle giornate tematiche, per sensibilizzare ragazzi e genitori su alcuni temi importanti: si inizia il 19 giugno con la festa dei popoli, in collaborazione con Emergency, la festa della legalità (il 26 giugno) con Libera, la festa della natura con Legambiente (3 luglio) e la festa dello sport e dei giochi olimpici presso il campo "Bellavista" di Bari con Coni e Fidal (il 10 luglio).

Previste anche delle gite fuoriporta: la passeggiata a Brindisi il 22 Giugno, il mare di Margherita di Savoia (FG) il 27 giugno, la festa degli Oratori salesiani della Regione Puglia presso il Parco divertimento di Miragica a Molfetta (Ba) prevista per il 4 luglio ed infine il parco acquatico "Aqualand" a Vasto il 11 luglio.

Il sabato invece i giochi e le attività dell'Estate ragazzi si spostano, in un'ottica inclusiva nei confronti dell'intera cittadinanza presso il giardino Mimmo Bucci (15 giugno), piazza Garibaldi (29 giugno), piazza del Ferrarese (6 luglio).

Da segnalare anche il "pellegrinaggio" con la bici da piazza Redentore alla Basilica di S. Nicola, ove saranno accolti dal priore della Basilica Padre Lorenzo Lorusso, per il giorno mercoledì 19 giugno.

Dal 24 giugno a partire dalle 20.30, si inizia invece con Estate Giovani, che coinvolge i giovani dai 15 anni in su, con tornei sportivi di calcio, basket e pallavolo, giochi baresi, ping-pong, calciobalilla... L'Estate giovani avrà come storia conduttore il film "Alla luce del sole" ispirato alla storia vera di don Pino Puglisi, beatificato di recente, prete impegnato nel quartiere Brancaccio di Palermo, ucciso dalla mafia per il suo impegno a favore dei ragazzi e dei giovani con l'Oratorio e numerose attività educative nella città.

"L'Estate Ragazzi è il pezzo forte degli Oratori in Estate."- ha dichiarato don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Salesiani del Redentore e referente dei Salesiani per il Sociale in Puglia- "Nella nostra Regione raggiungiamo oltre 3000 minori e coinvolgiamo 400 giovani volontari in 11 comuni dal nord al sud della Puglia. Nell'Oratorio Redentore di Bari, ad oggi registriamo già 200 iscritti. La storia scelta per quest'anno è Aladdin: un ragazzo di strada, costretto a vivere alla giornata tra furtarelli e furbizie varie, che però riesce a cambiare vita grazie alla fiducia e all'amore di Jasmine. Una storia educativa perché dimostra che solo la cultura della fiducia può generare vita capace di contrastare la prepotenza e la violenza". E continua: "Aladdin, emblema del ragazzo di strada, non solo ci narra che un cuore giovane educato può cambiare la sua vita, ma può cambiare anche quella di una comunità". E poi conclude: "Se Aladdin è riuscito a far cambiare una legge ingiusta al Sultano che non permetteva di sposare la principessa Jasmine ad un uomo considerato di basso rango, credo che le istituzioni democratiche possano recepire con un pò di buon senso la richiesta di una legge sugli Oratori anche in Puglia".

Per le iscrizioni ci si può rivolgere alla segreteria dell'Oratorio, via Martiri d'Otranto 65 tutti i giorni dalle 17.00 alle 20.00.

Per il programma dettagliato e tutte le informazioni si può visitare il sito: //redentorebari.donboscoalsud.it; Email: bari@donboscoalsud.it; Infocell: 329.9685655.

 

 

 

 

L'Oratorio Centro Giovanile Redentore- Salesiani di Bari presenta Estate Ragazzi 2013 "Aladdin"

Pubblicato da: Giornale di Puglia - 12 giugno 2013

BARI - Quattro settimane di laboratori, divertimento, musica, giochi e attività ma soprattutto un'importante occasione per crescere e per imparare a vivere insieme nel rispetto e nella condivisione di valori comuni.

E' questa l'ESTATE RAGAZZI, organizzata dall'Oratorio Centro Giovanile Redentore Salesiani di Bari, in collaborazione con l'APS Finis Terrae, con il sostegno di Fondazione con il Sud, della UBI BANCA CARIME, del Comune di Bari (Assessorato al welfare) e della Provincia di Bari (Assessorato alle politiche sociali) e realizzata nell'ambito di Finis Terrae- il progetto di riqualificazione socio-culturale dell'VIII Circoscrizione-, in programma da sabato 15 giugno a sabato 12 luglio 2013 e rivolta ai bambini e ai giovani tra i 7 e i 14 anni.

In un periodo come l'estate durante il quale, finita la scuola, aumentano sensibilmente fenomeni come marginalità e disagio-devianza giovanili, l'Estate Ragazzi offre alle famiglie una risposta altamente educativa che favorisce la crescita umana dei bambini e dei ragazzi incentivando, in un ambiente sereno e ricco di valori, lo sviluppo delle attività motorie, manuali e espressive, favorendo la sensibilizzazione su tematiche quali ecologia, solidarietà e legalità e creando un clima di autentica e responsabile collaborazione tra genitori, ragazzi, animatori.

Per l'inaugurazione, sabato 15 giugno alle 17 giochi e distribuzione delle magliette, poi Santa Messa presso il giardino Mimmo Bucci, ed infine alle ore 20.00 nel cortile dell'oratorio appuntamento con il Gran teatrino Casa di Pulcinella per "La Bella Addormentata", spettacolo di attori e burattini con Paolo Comentale. Il Gran Teatrino sarà protagonista anche di uno dei laboratori che vedrà impegnati i ragazzi durante le attività della mattina. Gli altri laboratori previsti al mattino (oltre quelli sportivi di Calcio, Basket e Pallavolo) vedranno la collaborazione di Legambiente con il laboratorio di riciclo creativo, del Centro didattico e musicale Orff-Schulwerk con il laboratorio musicale, dell'associazione Teatri di Pace con il laboratorio teatrale; e poi ancora laboratori di braccialetti, scooby-doo, danza.

Il pomeriggio (dal lunedì al sabato dalle 17.00 alle 20.00, la mattina invece dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00) le attività iniziano con la visione di un episodio del cartone animato Aladdin, tema e filo conduttore dell'Estate ragazzi 2013, cui segue un momento educativo di discussione sui valori che si evincono dal filmato per poi iniziare con i giochi e le gare sportive nelle quali i ragazzi saranno suddivisi in squadre.

Sono previste poi delle giornate tematiche, per sensibilizzare ragazzi e genitori su alcuni temi importanti: si inizia il 19 giugno con la festa dei popoli, in collaborazione con Emergency, la festa della legalità (il 26 giugno) con Libera, la festa della natura con Legambiente (3 luglio) e la festa dello sport e dei giochi olimpici presso il campo "Bellavista" di Bari con Coni e Fidal (il 10 luglio).

Previste anche delle gite fuoriporta: la passeggiata a Brindisi il 22 Giugno, il mare di Margherita di Savoia (FG) il 27 giugno, la festa degli Oratori salesiani della Regione Puglia presso il Parco divertimento di Miragica a Molfetta (Ba) prevista per il 4 luglio ed infine il parco acquatico "Aqualand" a Vasto il 11 luglio.

Il sabato invece i giochi e le attività dell'Estate ragazzi si spostano, in un'ottica inclusiva nei confronti dell'intera cittadinanza presso il giardino Mimmo Bucci (15 giugno), piazza Garibaldi (29 giugno), piazza del Ferrarese (6 luglio).

Da segnalare anche il "pellegrinaggio" con la bici da piazza Redentore alla Basilica di S. Nicola, ove saranno accolti dal priore della Basilica Padre Lorenzo Lorusso, per il giorno mercoledì 19 giugno.

Dal 24 giugno a partire dalle 20.30, si inizia invece con Estate Giovani, che coinvolge i giovani dai 15 anni in su, con tornei sportivi di calcio, basket e pallavolo, giochi baresi, ping-pong, calciobalilla... L'Estate giovani avrà come storia conduttore il film "Alla luce del sole" ispirato alla storia vera di don Pino Puglisi, beatificato di recente, prete impegnato nel quartiere Brancaccio di Palermo, ucciso dalla mafia per il suo impegno a favore dei ragazzi e dei giovani con l'Oratorio e numerose attività educative nella città.

"L'Estate Ragazzi è il pezzo forte degli Oratori in Estate."- ha dichiarato don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Salesiani del Redentore e referente dei Salesiani per il Sociale in Puglia- "Nella nostra Regione raggiungiamo  oltre 3000 minori e coinvolgiamo 400 giovani volontari in 11 comuni dal nord al sud della Puglia. Nell'Oratorio Redentore di Bari, ad oggi registriamo già 200 iscritti. La storia scelta per quest'anno è Aladdin: un ragazzo di strada, costretto a vivere alla giornata tra furtarelli e furbizie varie, che però riesce a cambiare vita grazie alla fiducia e all'amore di Jasmine. Una storia educativa perché dimostra che solo la cultura della fiducia può generare vita capace di contrastare la prepotenza e la violenza". E continua: "Aladdin, emblema del ragazzo di strada, non solo ci narra che un cuore giovane educato può cambiare la sua vita, ma può cambiare anche quella di una comunità".  E poi conclude: "Se Aladdin è riuscito a far cambiare una legge ingiusta al Sultano che non permetteva di sposare la principessa Jasmine ad un uomo considerato di basso rango, credo che le istituzioni democratiche possano recepire con un pò di buon senso la richiesta di una legge sugli Oratori anche in Puglia".

Per le iscrizioni ci si può rivolgere alla segreteria dell'Oratorio, via Martiri d'Otranto 65 tutti i giorni dalle 17.00 alle 20.00.

Per il programma dettagliato e tutte le informazioni si può visitare il sito: //redentorebari.donboscoalsud.it; Email: bari@donboscoalsud.it; Infocell: 329.9685655.

 

 

 

Estate ragazzi 2013 all'Oratorio Redentore-Salesiani

Redazione BariToday11 Giugno 2013

Presso Oratorio Redendore Salesiani Dal 15/06/2013 Al 12/07/2013

Informazioni

 

DOVE Oratorio Redendore SalesianiVia Martiri D'Otranto, 65,Bari
ORARIO - COSTO //redentorebari.donboscoalsud.it; Email: bari@donboscoalsud.it; Infocell: 329.9685655.

Dal 15/06/2013 Al 12/07/2013
Libertà
Vai al sito

 

Quattro settimane di laboratori, divertimento, musica, giochi e attività ma soprattutto un'importante occasione per crescere e per imparare a vivere insieme nel rispetto e nella condivisione di valori comuni.

E' questa l'ESTATE RAGAZZI, organizzata dall'Oratorio Centro Giovanile Redentore Salesiani di Bari, in collaborazione con l'APS Finis Terrae e con la Federazione dei Salesiani per il Sociale, con il sostegno di Fondazione con il Sud, della UBI BANCA CARIME, del Comune di Bari (Assessorato al welfare) e della Provincia di Bari (Assessorato alle politiche sociali) e realizzata nell'ambito del progetto Finis Terrae, in programma da sabato 15 giugno a sabato 12 luglio 2013 e rivolta ai bambini e ai giovani tra i 7 e i 14 anni.

Per l'inaugurazione, sabato 15 giugno alle 17 giochi e distribuzione delle magliette, poi Santa Messa presso il giardino Mimmo Bucci, ed infine alle ore 20.00 nel cortile dell'oratorio appuntamento con il Gran teatrino Casa di Pulcinella per "La Bella Addormentata", spettacolo di attori e burattini con Paolo Commentale. Il Gran Teatrino sarà protagonista anche di uno dei laboratori che vedrà impegnati i ragazzi durante le attività della mattina. Gli altri laboratori previsti al mattino (oltre quelli sportivi di Calcio, Basket e Pallavolo) vedranno la collaborazione di Legambiente con il laboratorio di riciclo creativo, del Centro didattico e musicale Orff-Schulwerk con il laboratorio musicale, dell'associazione Teatri di Pace con il laboratorio teatrale; e poi ancora laboratori di braccialetti, scooby-doo, danza.

Il pomeriggio (dal lunedì al sabato dalle 17.00 alle 20.00, la mattina invece dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00) le attività iniziano con la visione di un episodio del cartone animato Aladdin, tema e filo conduttore dell'Estate ragazzi 2013, cui segue un momento educativo di discussione sui valori che si evincono dal filmato per poi iniziare con i giochi e le gare sportive nelle quali i ragazzi saranno suddivisi in squadre.

Sono previste poi delle giornate tematiche, per sensibilizzare ragazzi e genitori su alcuni temi importanti: si inizia il 19 giugno con la festa dei popoli, in collaborazione con Emergency, la festa della legalità (il 26 giugno) con Libera, la festa della natura con Legambiente (3 luglio) e la festa dello sport e dei giochi olimpici presso il campo "Bellavista" di Bari con Coni e Fidal (il 10 luglio).
Previste anche delle gite fuoriporta: la passeggiata a Brindisi il 22 Giugno, il mare di Margherita di Savoia (FG) il 27 giugno, la festa degli Oratori salesiani della Regione Puglia presso il Parco divertimento di Miragica a Molfetta (Ba) prevista per il 4 luglio ed infine il parco acquatico "Aqualand" a Vasto il 11 luglio.
Il sabato invece i giochi e le attività dell'Estate ragazzi si spostano, in un'ottica inclusiva nei confronti dell'intera cittadinanza presso il giardino Mimmo Bucci (15 giugno), piazza Garibaldi (29 giugno), piazza del Ferrarese (6 luglio).
Da segnalare anche il "pellegrinaggio" con la bici da piazza Redentore alla Basilica di S. Nicola, ove saranno accolti dal priore della Basilica Padre Lorenzo Lorusso, per il giorno mercoledì 19 giugno.

Dal 24 giugno a partire dalle 20.30, si inizia invece con Estate Giovani, che coinvolge i giovani dai 15 anni in su, con tornei sportivi di calcio, basket e pallavolo, giochi baresi, ping-pong, calciobalilla... L'Estate giovani avrà come filo conduttore il film "Alla luce del sole" ispirato alla storia vera di don Pino Puglisi, beatificato di recente, prete impegnato nel quartiere Brancaccio di Palermo, ucciso dalla mafia per il suo impegno a favore dei ragazzi e dei giovani con l'Oratorio e numerose attività educative nel quartiere della città.

Da segnalare il coinvolgimento di circa 60 volontari che affiancheranno gli animatori salesiani degli Oratori del Redentore e di San Girolamo. I volontari sono giovani delle scuole superiori della città di Bari che hanno risposto all'appello di donare tempo ed energie ai più piccoli durante l'Estate Ragazzi. Preparati con un corso teorico di n. 18 ore, sperimenteranno quanto appreso impegnandosi nell'Estate Ragazzi degli Oratori salesiani di Bari del Redentore e di San Girolamo. Saranno guidati nell'esperienza educativa da suor Marinella Pallonetto, responsabile dell'Oratorio san Girolamo e da don Francesco Preite nell'Oratorio Redentore.

 

 

 

go-bari.it 11 giugno 2013

Bari, al Redentore è tempo di "Estate ragazzi"

 

 

http://www.fondazioneconilsud.it

BARI - 15 GIUGNO 2013

Estate Ragazzi ed Estate Giovani

Quattro settimane di laboratori, divertimento, musica, giochi e attività, ma soprattutto un'importante occasione per crescere e per imparare a vivere insieme nel rispetto e nella condivisione di valori comuni.

E' questa "Estate Ragazzi", organizzata dall'Oratorio Centro Giovanile Redentore Salesiani di Bari, in collaborazione con l'APS Finis Terrae  in programma da sabato 15 giugno a sabato 13 luglio 2013 e rivolta ai bambini e ai giovani tra i 7 e i 14 anni.

In un periodo come l'estate durante il quale, finita la scuola, aumentano sensibilmente fenomeni come marginalità, disagio e devianza giovanile, l'Estate Ragazzi offre alle famiglie una risposta educativa capace di favorire la crescita umana dei più giovani. L'iniziativa permetterà, in un ambiente sereno e ricco di valori, lo sviluppo delle attività motorie, manuali e espressive, il confronto e la sensibilizzazione su tematiche come l'ecologia, la solidarietà e la legalità, creando un clima di collaborazione tra genitori, ragazzi, animatori. Sono previste tantissime attività, tra cui anche giornate tematiche di sensibilizzazione e gite fuoriporta.

Estate Ragazzi, che avrà come filo conduttore il cartone animato "Aladdin" e i valori di cui è portatore, sarà inaugurata sabato 15 giugno alle 17 presso l'Oratorio Centro Giovanile Redentore Salesiani Bari, via Martiri d'Otranto 65. Si inizierà con giochi, spettacoli di burattini, laboratori e attività sportive.

Ai più grandi è invece rivolta Estate Giovani, che coinvolge i giovani dai 15 anni in su, con tornei sportivi di calcio, basket e pallavolo, giochi e altre attività. L'iniziativa verrà inaugurata il 24 giugno alle 20.30. In questo caso sarà il film "Alla luce del sole", dedicato alla vita di Don Pino Puglisi, ad accompagnare le giornate dei ragazzi.

Finis Terrae è un progetto sostenuto dalla Fondazione CON IL SUD nell'ambito delle iniziative per promuovere lo sviluppo locale in alcune aree disagiate del Mezzogiorno. L'iniziativa è promossa nei quartieri Libertà, Marconi, S.Girolamo e  Fesca di Bari dall' Istituto Salesiano SS. Redentore in partnership con associazioni, enti e cooperative sociali del territorio.

Info e Programma >>

Blog progetto>>

 

 

http://www.esperienzeconilsud.it

Al via sabato 15 giugno l'Estate Ragazzi 2013

di  su 10 GIUGNO 2013 in NEWS

Quattro settimane di laboratori, divertimento, musica, giochi e attività ma soprattutto un'importante occasione per crescere e per imparare a vivere insieme nel rispetto e nella condivisione di valori comuni.

E' questa l'ESTATE RAGAZZI, organizzata dall'Oratorio Centro Giovanile Redentore Salesiani di Bari, in collaborazione con l'APS Finis Terrae  in programma da sabato 15 giugno a sabato 13 luglio 2013 e rivolta ai bambini e ai giovani tra i 7 e i 14 anni.

In un periodo come l'estate durante il quale, finita la scuola, aumentano sensibilmente fenomeni come marginalità e disagio-devianza giovanili, l'Estate Ragazzi offre alle famiglie una risposta altamente educativa che favorisce la crescita umana dei bambini e dei ragazzi incentivando, in un ambiente sereno e ricco di valori, lo sviluppo delle attività motorie, manuali e espressive, favorendo la sensibilizzazione su tematiche quali ecologia, solidarietà e legalità e creando un clima di autentica e responsabile collaborazione tra genitori, ragazzi, animatori.

Per l'inaugurazione, sabato 15 giugno alle 17 giochi e distribuzione delle magliette, poi Santa Messa presso il giardino Mimmo Bucci, ed infine alle ore 20.00 nel cortile dell'oratorio appuntamento con il Gran teatrino Casa di Pulcinella per "La Bella Addormentata", spettacolo di attori e burattini con Paolo Comentale. Il Gran Teatrino sarà protagonista anche di uno dei laboratori che vedrà impegnati i ragazzi durante le attività della mattina. Gli altri laboratori previsti al mattino (oltre quelli sportivi di Calcio, Basket e Pallavolo) vedranno la collaborazione di Legambiente con il laboratorio di riciclo creativo, del Centro didattico e musicale Orff-Schulwerk con il laboratorio musicale, dell'associazione Teatri di Pace con il laboratorio teatrale; e poi ancora laboratori di braccialetti, scooby-doo, danza.

Il pomeriggio (dal lunedì al sabato dalle 17.00 alle 20.00, la mattina invece dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00) le attività iniziano con la visione di un episodio del cartone animato Aladdin, tema e filo conduttore dell'Estate ragazzi 2013, cui segue un momento educativo di discussione sui valori che si evincono dal filmato per poi iniziare con i giochi e le gare sportive nelle quali i ragazzi saranno suddivisi in squadre.

Sono previste poi delle giornate tematiche, per sensibilizzare ragazzi e genitori su alcuni temi importanti: si inizia il 19 giugno con la festa dei popoli, in collaborazione con Emergency, la festa della legalità (il 26 giugno) con Libera, la festa della natura con Legambiente (3 luglio) e la festa dello sport e dei giochi olimpici presso il campo "Bellavista" di Bari con Coni e Fidal (il 10 luglio).

Previste anche delle gite fuoriporta: la passeggiata a Brindisi il 22 Giugno, il mare di Margherita di Savoia (FG) il 27 giugno, la festa degli Oratori salesiani della Regione Puglia presso il Parco divertimento di Miragica a Molfetta (Ba) prevista per il 4 luglio ed infine il parco acquatico "Aqualand" a Vasto il 11 luglio.

Il sabato invece i giochi e le attività dell'Estate ragazzi si spostano, in un'ottica inclusiva nei confronti dell'intera cittadinanza presso il giardino Mimmo Bucci (15 giugno), piazza Garibaldi (29 giugno), piazza del Ferrarese (6 luglio).

Da segnalare anche il "pellegrinaggio" con la bici da piazza Redentore alla Basilica di S. Nicola, ove saranno accolti dal priore della Basilica Padre Lorenzo Lorusso, per il giorno mercoledì 19 giugno.

Dal 24 giugno a partire dalle 20.30, si inizia invece con Estate Giovani, che coinvolge i giovani dai 15 anni in su, con tornei sportivi di calcio, basket e pallavolo, giochi baresi, ping-pong, calciobalilla... L'Estate giovani avrà come storia conduttore il film "Alla luce del sole" ispirato alla storia vera di don Pino Puglisi, beatificato di recente, prete impegnato nel quartiere Brancaccio di Palermo, ucciso dalla mafia per il suo impegno a favore dei ragazzi e dei giovani con l'Oratorio e numerose attività educative nella città.

"L'Estate Ragazzi è il pezzo forte degli Oratori in Estate."- ha dichiarato don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Salesiani del Redentore e referente dei Salesiani per il Sociale in Puglia- "Nella nostra Regione raggiungiamo  oltre 3000 minori e coinvolgiamo 400 giovani volontari in 11 comuni dal nord al sud della Puglia. Nell'Oratorio Redentore di Bari, ad oggi registriamo già 200 iscritti. La storia scelta per quest'anno è Aladdin: un ragazzo di strada, costretto a vivere alla giornata tra furtarelli e furbizie varie, che però riesce a cambiare vita grazie alla fiducia e all'amore di Jasmine. Una storia educativa perché dimostra che solo la cultura della fiducia può generare vita capace di contrastare la prepotenza e la violenza". E continua: "Aladdin, emblema del ragazzo di strada, non solo ci narra che un cuore giovane educato può cambiare la sua vita, ma può cambiare anche quella di una comunità".  E poi conclude: "Se Aladdin è riuscito a far cambiare una legge ingiusta al Sultano che non permetteva di sposare la principessa Jasmine ad un uomo considerato di basso rango, credo che le istituzioni democratiche possano recepire con un pò di buon senso la richiesta di una legge sugli Oratori anche in Puglia".

Per le iscrizioni ci si può rivolgere alla segreteria dell'Oratorio, via Martiri d'Otranto 65 tutti i giorni dalle 17.00 alle 20.00.

Per il programma dettagliato e tutte le informazioni si può visitare il sito: //redentorebari.donboscoalsud.it; Email: bari@donboscoalsud.it; Infocell: 329.9685655.

- See more at: http://www.esperienzeconilsud.it/finisterrae/2013/06/10/al-via-sabato-15-giugno-lestate-ragazzi-2013/#sthash.rFVfVHkl.dpuf

 

 

 

puglialive.net 11 giugno 2013

Bari - L'Oratorio Centro Giovanile Redentore- Salesiani di Bari presenta ESTATE RAGAZZI 2013 'Aladdin'

10/06/2013

al via, sabato 15 giugno, un mese di attività, giochi, educazione per i ragazzi tra i 7 e i 14 anni

Quattro settimane di laboratori, divertimento, musica, giochi e attività ma soprattutto un'importante occasione per crescere e per imparare a vivere insieme nel rispetto e nella condivisione di valori comuni. 
E' questa l'ESTATE RAGAZZI, organizzata dall'Oratorio Centro Giovanile Redentore Salesiani di Bari, in collaborazione con l'APS Finis Terrae, con il sostegno di Fondazione con il Sud, della UBI BANCA CARIME, del Comune di Bari (Assessorato al welfare) e della Provincia di Bari (Assessorato alle politiche sociali) e realizzata nell'ambito di Finis Terrae- il progetto di riqualificazione socio-culturale dell'VIII Circoscrizione-, in programma da sabato 15 giugno a sabato 12 luglio 2013 e rivolta ai bambini e ai giovani tra i 7 e i 14 anni. 
In un periodo come l'estate durante il quale, finita la scuola, aumentano sensibilmente fenomeni come marginalità e disagio-devianza giovanili, l'Estate Ragazzi offre alle famiglie una risposta altamente educativa che favorisce la crescita umana dei bambini e dei ragazzi incentivando, in un ambiente sereno e ricco di valori, lo sviluppo delle attività motorie, manuali e espressive, favorendo la sensibilizzazione su tematiche quali ecologia, solidarietà e legalità e creando un clima di autentica e responsabile collaborazione tra genitori, ragazzi, animatori.
Per l'inaugurazione, sabato 15 giugno alle 17 giochi e distribuzione delle magliette, poi Santa Messa presso il giardino Mimmo Bucci, ed infine alle ore 20.00 nel cortile dell'oratorio appuntamento con il Gran teatrino Casa di Pulcinella per "La Bella Addormentata", spettacolo di attori e burattini con Paolo Comentale. Il Gran Teatrino sarà protagonista anche di uno dei laboratori che vedrà impegnati i ragazzi durante le attività della mattina. Gli altri laboratori previsti al mattino (oltre quelli sportivi di Calcio, Basket e Pallavolo) vedranno la collaborazione di Legambiente con il laboratorio di riciclo creativo, del Centro didattico e musicale Orff-Schulwerk con il laboratorio musicale, dell'associazione Teatri di Pace con il laboratorio teatrale; e poi ancora laboratori di braccialetti, scooby-doo, danza.
Il pomeriggio (dal lunedì al sabato dalle 17.00 alle 20.00, la mattina invece dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00) le attività iniziano con la visione di un episodio del cartone animato Aladdin, tema e filo conduttore dell'Estate ragazzi 2013, cui segue un momento educativo di discussione sui valori che si evincono dal filmato per poi iniziare con i giochi e le gare sportive nelle quali i ragazzi saranno suddivisi in squadre.
Sono previste poi delle giornate tematiche, per sensibilizzare ragazzi e genitori su alcuni temi importanti: si inizia il 19 giugno con la festa dei popoli, in collaborazione con Emergency, la festa della legalità (il 26 giugno) con Libera, la festa della natura con Legambiente (3 luglio) e la festa dello sport e dei giochi olimpici presso il campo "Bellavista" di Bari con Coni e Fidal (il 10 luglio).
Previste anche delle gite fuoriporta: la passeggiata a Brindisi il 22 Giugno, il mare di Margherita di Savoia (FG) il 27 giugno, la festa degli Oratori salesiani della Regione Puglia presso il Parco divertimento di Miragica a Molfetta (Ba) prevista per il 4 luglio ed infine il parco acquatico "Aqualand" a Vasto il 11 luglio.
Il sabato invece i giochi e le attività dell'Estate ragazzi si spostano, in un'ottica inclusiva nei confronti dell'intera cittadinanza presso il giardino Mimmo Bucci (15 giugno), piazza Garibaldi (29 giugno), piazza del Ferrarese (6 luglio).
Da segnalare anche il "pellegrinaggio" con la bici da piazza Redentore alla Basilica di S. Nicola, ove saranno accolti dal priore della Basilica Padre Lorenzo Lorusso, per il giorno mercoledì 19 giugno.
Dal 24 giugno a partire dalle 20.30, si inizia invece con Estate Giovani, che coinvolge i giovani dai 15 anni in su, con tornei sportivi di calcio, basket e pallavolo, giochi baresi, ping-pong, calciobalilla... L'Estate giovani avrà come storia conduttore il film "Alla luce del sole" ispirato alla storia vera di don Pino Puglisi, beatificato di recente, prete impegnato nel quartiere Brancaccio di Palermo, ucciso dalla mafia per il suo impegno a favore dei ragazzi e dei giovani con l'Oratorio e numerose attività educative nella città.
"L'Estate Ragazzi è il pezzo forte degli Oratori in Estate."- ha dichiarato don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Salesiani del Redentore e referente dei Salesiani per il Sociale in Puglia- "Nella nostra Regione raggiungiamo oltre 3000 minori e coinvolgiamo 400 giovani volontari in 11 comuni dal nord al sud della Puglia. Nell'Oratorio Redentore di Bari, ad oggi registriamo già 200 iscritti. La storia scelta per quest'anno è Aladdin: un ragazzo di strada, costretto a vivere alla giornata tra furtarelli e furbizie varie, che però riesce a cambiare vita grazie alla fiducia e all'amore di Jasmine. Una storia educativa perché dimostra che solo la cultura della fiducia può generare vita capace di contrastare la prepotenza e la violenza". E continua: "Aladdin, emblema del ragazzo di strada, non solo ci narra che un cuore giovane educato può cambiare la sua vita, ma può cambiare anche quella di una comunità". E poi conclude: "Se Aladdin è riuscito a far cambiare una legge ingiusta al Sultano che non permetteva di sposare la principessa Jasmine ad un uomo considerato di basso rango, credo che le istituzioni democratiche possano recepire con un pò di buon senso la richiesta di una legge sugli Oratori anche in Puglia". 
Per le iscrizioni ci si può rivolgere alla segreteria dell'Oratorio, via Martiri d'Otranto 65 tutti i giorni dalle 17.00 alle 20.00.

 

 

 

 

http://www.radiomadeinitaly.it 11 giugno 2013

L'Oratorio Centro Giovanile Redentore-Salesiani di Bari presenta: ESTATE RAGAZZI 2013 "Aladdin"

Al via sabato 15 giugno, un mese di attività, giochi ed educazione per i ragazzi tra i 7 e i 14 anni.

Quattro settimane di laboratori, divertimento, musica, giochi e attività ma soprattutto un'importante occasione per crescere e per imparare a vivere insieme nel rispetto e nella condivisione di valori comuni.

E' questa l'ESTATE RAGAZZI, organizzata dall'Oratorio Centro Giovanile Redentore Salesiani di Bari, in collaborazione con l'APS Finis Terrae e con la Federazione dei Salesiani per il Sociale, con il sostegno di Fondazione con il Sud, della UBI BANCA CARIME, del Comune di Bari (Assessorato al welfare) e della Provincia di Bari (Assessorato alle politiche sociali) e realizzata nell'ambito del progetto Finis Terrae, in programma da sabato 15 giugno a sabato 12 luglio 2013 e rivolta ai bambini e ai giovani tra i 7 e i 14 anni.

In un periodo come l'estate durante il quale, finita la scuola, aumentano sensibilmente fenomeni come marginalità e disagio-devianza giovanili, l'Estate Ragazzi offre alle famiglie una risposta altamente educativa che favorisce la crescita umana dei bambini e dei ragazzi incentivando, in un ambiente sereno e ricco di valori, lo sviluppo delle attività motorie, manuali e espressive, favorendo la sensibilizzazione su tematiche quali ecologia, solidarietà e legalità e creando un clima di autentica e responsabile collaborazione tra genitori, ragazzi, animatori.

Per l'inaugurazione, sabato 15 giugno alle 17 giochi e distribuzione delle magliette, poi Santa Messa presso il giardino Mimmo Bucci, ed infine alle ore 20.00 nel cortile dell'oratorio appuntamento con il Gran teatrino Casa di Pulcinella per "La Bella Addormentata", spettacolo di attori e burattini con Paolo Commentale. Il Gran Teatrino sarà protagonista anche di uno dei laboratori che vedrà impegnati i ragazzi durante le attività della mattina. Gli altri laboratori previsti al mattino (oltre quelli sportivi di Calcio, Basket e Pallavolo) vedranno la collaborazione di Legambiente con il laboratorio di riciclo creativo, del Centro didattico e musicale Orff-Schulwerk con il laboratorio musicale, dell'associazione Teatri di Pace con il laboratorio teatrale; e poi ancora laboratori di braccialetti, scooby-doo, danza.

Il pomeriggio (dal lunedì al sabato dalle 17.00 alle 20.00, la mattina invece dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00) le attività iniziano con la visione di un episodio del cartone animato Aladdin, tema e filo conduttore dell'Estate ragazzi 2013, cui segue un momento educativo di discussione sui valori che si evincono dal filmato per poi iniziare con i giochi e le gare sportive nelle quali i ragazzi saranno suddivisi in squadre.

Sono previste poi delle giornate tematiche, per sensibilizzare ragazzi e genitori su alcuni temi importanti: si inizia il 19 giugno con la festa dei popoli, in collaborazione con Emergency, la festa della legalità (il 26 giugno) con Libera, la festa della natura con Legambiente (3 luglio) e la festa dello sport e dei giochi olimpici presso il campo "Bellavista" di Bari con Coni e Fidal (il 10 luglio).

Previste anche delle gite fuoriporta: la passeggiata a Brindisi il 22 Giugno, il mare di Margherita di Savoia (FG) il 27 giugno, la festa degli Oratori salesiani della Regione Puglia presso il Parco divertimento di Miragica a Molfetta (Ba) prevista per il 4 luglio ed infine il parco acquatico "Aqualand" a Vasto il 11 luglio.

Il sabato invece i giochi e le attività dell'Estate ragazzi si spostano, in un'ottica inclusiva nei confronti dell'intera cittadinanza presso il giardino Mimmo Bucci (15 giugno), piazza Garibaldi (29 giugno), piazza del Ferrarese (6 luglio).

Da segnalare anche il "pellegrinaggio" con la bici da piazza Redentore alla Basilica di S. Nicola, ove saranno accolti dal priore della Basilica Padre Lorenzo Lorusso, per il giorno mercoledì 19 giugno.

Dal 24 giugno a partire dalle 20.30, si inizia invece con Estate Giovani, che coinvolge i giovani dai 15 anni in su, con tornei sportivi di calcio, basket e pallavolo, giochi baresi, ping-pong, calciobalilla... L'Estate giovani avrà come filo conduttore il film "Alla luce del sole" ispirato alla storia vera di don Pino Puglisi, beatificato di recente, prete impegnato nel quartiere Brancaccio di Palermo, ucciso dalla mafia per il suo impegno a favore dei ragazzi e dei giovani con l'Oratorio e numerose attività educative nel quartiere della città.

Da segnalare il coinvolgimento di circa 60 volontari che affiancheranno gli animatori salesiani degli Oratori del Redentore e di San Girolamo. I volontari sono giovani delle scuole superiori della città di Bari che hanno risposto all'appello di donare tempo ed energie ai più piccoli durante l'Estate Ragazzi. Preparati con un corso teorico di n. 18 ore, sperimenteranno quanto appreso impegnandosi nell'Estate Ragazzi degli Oratori salesiani di Bari del Redentore e di San Girolamo. Saranno guidati nell'esperienza educativa da suor Marinella Pallonetto, responsabile dell'Oratorio san Girolamo e da don Francesco Preite nell'Oratorio Redentore.

"L'Estate Ragazzi è il pezzo forte degli Oratori in Estate."- ha dichiarato don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Salesiani del Redentore e referente dei Salesiani per il Sociale in Puglia- "Nella nostra Regione raggiungiamo  oltre 3000 minori e coinvolgiamo 400 giovani volontari in 11 comuni dal nord al sud della Puglia. Nell'Oratorio Redentore di Bari, ad oggi registriamo già 200 iscritti. La storia scelta per quest'anno è Aladdin: un ragazzo di strada, costretto a vivere alla giornata tra furtarelli e furbizie varie, che però riesce a cambiare vita grazie alla fiducia e all'amore di Jasmine. Una storia educativa perché dimostra che solo la cultura della fiducia può generare vita capace di contrastare la prepotenza e la violenza". E continua: "Aladdin, emblema del ragazzo di strada, non solo ci narra che un cuore giovane educato può cambiare la sua vita, ma può cambiare anche quella di una comunità".  E poi conclude: "Se Aladdin è riuscito a far cambiare una legge ingiusta al Sultano che non permetteva di sposare la principessa Jasmine ad un uomo considerato di basso rango, credo che le istituzioni democratiche possano recepire con un pò di buon senso la richiesta di una legge sugli Orartori anche in Puglia".

Per le iscrizioni ci si può rivolgere alla segreteria dell'Oratorio, via Martiri d'Otranto 65 tutti i giorni dalle 17.00 alle 20.00.

Per il programma dettagliato e tutte le informazioni si può visitare il sito: //redentorebari.donboscoalsud.it; Email: bari@donboscoalsud.it; Infocell: 329.9685655.

 

 

10 GIU 2013 //infanzia-bari.blogautore.repubblica.it 

Un'estate in compagnia di Aladdin


salesiani

 

"Un cuore giovane, se educato, può cambiare la sua vita ma anche quella di una intera comunità".

È ispirata alla storia di Aladdin l'ESTATE RAGAZZI 2013 dell' Oratorio Centro Giovanile Redentore Salesiani di Bari, al via da sabato 15 giugno sino al 12 luglio. Un'alternativa alla strada e alla marginalità, un mese di laboratori, divertimento, musica, giochi e attività per crescere e imparare a vivere insieme nel rispetto e nella condivisione di valori comuni.

L'appuntamento è realizzato in collaborazione con l'APS Finis Terrae, con il sostegno di Fondazione con il Sud, della UBI BANCA CARIME, del Comune di Bari (Assessorato al welfare) e della Provincia di Bari (Assessorato alle politiche sociali) e realizzata nell'ambito di Finis Terrae- il progetto di riqualificazione socio-culturale dell'VIII Circoscrizione. Destinatari i bambini e i giovani tra i 7 e i 14 anni.

Ai numerosi laboratori creativi previsti al mattino (oltre quelli sportivi di Calcio, Basket e Pallavolo) collaboreranno il Gran Teatrino di Paolo Comentale, Legambiente con il laboratorio di riciclo creativo, il Centro didattico e musicale Orff-Schulwerk con il laboratorio musicale, l'associazione Teatri di Pace con il laboratorio teatrale (e poi ancora laboratori di braccialetti, scooby-doo, danza). Il pomeriggio (dal lunedì al sabato dalle 17.00 alle 20.00, la mattina invece dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00) le attività inizieranno invece con la visione di un episodio del cartone animato Aladdin, tema e filo conduttore dell'Estate ragazzi 2013.

Previste anche giornate tematiche per sensibilizzare ragazzi e genitori su alcuni temi importanti (19 giugno la festa dei popoli in collaborazione con Emergency, la festa della legalità il 26 giugno con Libera, la festa della natura con Legambiente il 3 luglio, la festa dello sport e dei giochi olimpici presso il campo "Bellavista" di Bari con Coni e Fidal il 10 luglio), e gite fuoriporta (Brindisi il 22 Giugno, il mare di Margherita di Savoia (FG) il 27 giugno, Parco divertimento di Miragica a Molfetta il 4 luglio e il parco acquatico "Aqualand" a Vasto l' 11 luglio).

Per programma e info:  //redentorebari.donboscoalsud.it;

Email: bari@donboscoalsud.it; Infocell: 329.9685655.

Alepiùuno

 

 

 

 

bari.ilquotidianoitaliano.it 11 giugno 2013

Estate Ragazzi 2013: dal 15 giugno un mese di attività e giochi per ragazzi tra i 7 e i 14 anni

Quattro settimane di laboratori, divertimento, musica, giochi e attività ma soprattutto un'importante occasione per crescere e per imparare a vivere insieme nel rispetto e nella condivisione di valori comuni.

locandina_ER_2013

È questa l'ESTATE RAGAZZI, organizzata dall'Oratorio Centro Giovanile Redentore Salesiani di Bari, in collaborazione con l'APS Finis Terrae e con la Federazione dei Salesiani per il Sociale, con il sostegno di Fondazione con il Sud, della UBI BANCA CARIME, del Comune di Bari (Assessorato al welfare) e della Provincia di Bari (Assessorato alle politiche sociali) e realizzata nell'ambito del progetto Finis Terrae, in programma da sabato 15 giugno a sabato 12 luglio 2013 e rivolta ai bambini e ai giovani tra i 7 e i 14 anni.

In un periodo come l'estate durante il quale, finita la scuola, aumentano sensibilmente fenomeni come marginalità e disagio-devianza giovanili, l'Estate Ragazzi offre alle famiglie una risposta altamente educativa che favorisce la crescita umana dei bambini e dei ragazzi incentivando, in un ambiente sereno e ricco di valori, lo sviluppo delle attività motorie, manuali e espressive, favorendo la sensibilizzazione su tematiche quali ecologia, solidarietà e legalità e creando un clima di autentica e responsabile collaborazione tra genitori, ragazzi, animatori.

Per l'inaugurazione, sabato 15 giugno alle 17 giochi e distribuzione delle magliette, poi Santa Messa presso il giardino Mimmo Bucci, ed infine alle ore 20.00 nel cortile dell'oratorio appuntamento con il Gran teatrino Casa di Pulcinella per "La Bella Addormentata", spettacolo di attori e burattini con Paolo Commentale. Il Gran Teatrino sarà protagonista anche di uno dei laboratori che vedrà impegnati i ragazzi durante le attività della mattina. Gli altri laboratori previsti al mattino (oltre quelli sportivi di Calcio, Basket e Pallavolo) vedranno la collaborazione di Legambiente con il laboratorio di riciclo creativo, del Centro didattico e musicale Orff-Schulwerk con il laboratorio musicale, dell'associazione Teatri di Pace con il laboratorio teatrale; e poi ancora laboratori di braccialetti, scooby-doo, danza.

Il pomeriggio (dal lunedì al sabato dalle 17.00 alle 20.00, la mattina invece dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00) le attività iniziano con la visione di un episodio del cartone animato Aladdin, tema e filo conduttore dell'Estate ragazzi 2013, cui segue un momento educativo di discussione sui valori che si evincono dal filmato per poi iniziare con i giochi e le gare sportive nelle quali i ragazzi saranno suddivisi in squadre.

Sono previste poi delle giornate tematiche, per sensibilizzare ragazzi e genitori su alcuni temi importanti: si inizia il 19 giugno con la festa dei popoli, in collaborazione con Emergency, la festa della legalità (il 26 giugno) con Libera, la festa della natura con Legambiente (3 luglio) e la festa dello sport e dei giochi olimpici presso il campo "Bellavista" di Bari con Coni e Fidal (il 10 luglio).

Previste anche delle gite fuoriporta: la passeggiata a Brindisi il 22 Giugno, il mare di Margherita di Savoia (FG) il 27 giugno, la festa degli Oratori salesiani della Regione Puglia presso il Parco divertimento di Miragica a Molfetta (Ba) prevista per il 4 luglio ed infine il parco acquatico "Aqualand" a Vasto il 11 luglio.

Il sabato invece i giochi e le attività dell'Estate ragazzi si spostano, in un'ottica inclusiva nei confronti dell'intera cittadinanza presso il giardino Mimmo Bucci (15 giugno), piazza Garibaldi (29 giugno), piazza del Ferrarese (6 luglio).

Da segnalare anche il "pellegrinaggio" con la bici da piazza Redentore alla Basilica di S. Nicola, ove saranno accolti dal priore della Basilica Padre Lorenzo Lorusso, per il giorno mercoledì 19 giugno.

Dal 24 giugno a partire dalle 20.30, si inizia invece con Estate Giovani, che coinvolge i giovani dai 15 anni in su, con tornei sportivi di calcio, basket e pallavolo, giochi baresi, ping-pong, calciobalilla... L'Estate giovani avrà come filo conduttore il film "Alla luce del sole" ispirato alla storia vera di don Pino Puglisi, beatificato di recente, prete impegnato nel quartiere Brancaccio di Palermo, ucciso dalla mafia per il suo impegno a favore dei ragazzi e dei giovani con l'Oratorio e numerose attività educative nel quartiere della città.

Da segnalare il coinvolgimento di circa 60 volontari che affiancheranno gli animatori salesiani degli Oratori del Redentore e di San Girolamo. I volontari sono giovani delle scuole superiori della città di Bari che hanno risposto all'appello di donare tempo ed energie ai più piccoli durante l'Estate Ragazzi. Preparati con un corso teorico di n. 18 ore, sperimenteranno quanto appreso impegnandosi nell'Estate Ragazzi degli Oratori salesiani di Bari del Redentore e di San Girolamo. Saranno guidati nell'esperienza educativa da suor Marinella Pallonetto, responsabile dell'Oratorio san Girolamo e da don Francesco Preite nell'Oratorio Redentore.

"L'Estate Ragazzi è il pezzo forte degli Oratori in Estate - ha dichiarato don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Salesiani del Redentore e referente dei Salesiani per il Sociale in Puglia - Nella nostra Regione raggiungiamo  oltre 3000 minori e coinvolgiamo 400 giovani volontari in 11 comuni dal nord al sud della Puglia. Nell'Oratorio Redentore di Bari, ad oggi registriamo già 200 iscritti. La storia scelta per quest'anno è Aladdin: un ragazzo di strada, costretto a vivere alla giornata tra furtarelli e furbizie varie, che però riesce a cambiare vita grazie alla fiducia e all'amore di Jasmine. Una storia educativa perché dimostra che solo la cultura della fiducia può generare vita capace di contrastare la prepotenza e la violenza". E continua: "Aladdin, emblema del ragazzo di strada, non solo ci narra che un cuore giovane educato può cambiare la sua vita, ma può cambiare anche quella di una comunità".  E poi conclude: "Se Aladdin è riuscito a far cambiare una legge ingiusta al Sultano che non permetteva di sposare la principessa Jasmine ad un uomo considerato di basso rango, credo che le istituzioni democratiche possano recepire con un po' di buon senso la richiesta di una legge sugli Orartori anche in Puglia".

Per le iscrizioni ci si può rivolgere alla segreteria dell'Oratorio, via Martiri d'Otranto 65 tutti i giorni dalle 17.00 alle 20.00.

Per il programma dettagliato e tutte le informazioni si può visitare il sito: //redentorebari.donboscoalsud.it; Email: bari@donboscoalsud.it; Infocell: 329.9685655.

(Comunicato Redentore Salesiani Bari)

 

 

 

Bari. L'Oratorio Centro Giovanile Redentore - Salesiani di Bari presenta ESTATE RAGAZZI 2013 "Aladdin"

 La Gazzetta Meridionale ~ di martedì 11 giugno 2013 ~ 

 

Le attività estive organizzate per ragazzi (foto) ndr.

Al via, sabato 15 giugno, un mese di attività, giochi, educazione per i ragazzi tra i 7 e i 14 anni 

di Redazione

BARI, 11 GIU. - Quattro settimane di laboratori, divertimento, musica, giochi e attività ma soprattutto un'importante occasione per crescere e per imparare a vivere insieme nel rispetto e nella condivisione di valori comuni. E' questa l'ESTATE RAGAZZI, organizzata dall'Oratorio Centro Giovanile Redentore Salesiani di Bari, in collaborazione con l'APS Finis Terrae e con la Federazione dei Salesiani per il Sociale, con il sostegno di Fondazione con il Sud, della UBI BANCA CARIME, del Comune di Bari (Assessorato al welfare) e della Provincia di Bari (Assessorato alle politiche sociali) e realizzata nell'ambito del progetto Finis Terrae, in programma da sabato 15 giugno a sabato 12 luglio 2013 e rivolta ai bambini e ai giovani tra i 7 e i 14 anni. In un periodo come l'estate durante il quale, finita la scuola, aumentano sensibilmente fenomeni come marginalità e disagio-devianza giovanili, l'Estate Ragazzi offre alle famiglie una risposta altamente educativa che favorisce la crescita umana dei bambini e dei ragazzi incentivando, in un ambiente sereno e ricco di valori, lo sviluppo delle attività motorie, manuali e espressive, favorendo la sensibilizzazione su tematiche quali ecologia, solidarietà e legalità e creando un clima di autentica e responsabile collaborazione tra genitori, ragazzi, animatori. Per l'inaugurazione, sabato 15 giugno alle 17 giochi e distribuzione delle magliette, poi Santa Messa presso il giardino Mimmo Bucci, ed infine alle ore 20.00 nel cortile dell'oratorio appuntamento con il Gran teatrino Casa di Pulcinella per "La Bella Addormentata", spettacolo di attori e burattini con Paolo Commentale. Il Gran Teatrino sarà protagonista anche di uno dei laboratori che vedrà impegnati i ragazzi durante le attività della mattina. Gli altri laboratori previsti al mattino (oltre quelli sportivi di Calcio, Basket e Pallavolo) vedranno la collaborazione di Legambiente con il laboratorio di riciclo creativo, del Centro didattico e musicale Orff-Schulwerk con il laboratorio musicale, dell'associazione Teatri di Pace con il laboratorio teatrale; e poi ancora laboratori di braccialetti, scooby-doo, danza. Il pomeriggio (dal lunedì al sabato dalle 17.00 alle 20.00, la mattina invece dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00) le attività iniziano con la visione di un episodio del cartone animato Aladdin, tema e filo conduttore dell'Estate ragazzi 2013, cui segue un momento educativo di discussione sui valori che si evincono dal filmato per poi iniziare con i giochi e le gare sportive nelle quali i ragazzi saranno suddivisi in squadre. Sono previste poi delle giornate tematiche, per sensibilizzare ragazzi e genitori su alcuni temi importanti: si inizia il 19 giugno con la festa dei popoli, in collaborazione con Emergency, la festa della legalità (il 26 giugno) con Libera, la festa della natura con Legambiente (3 luglio) e la festa dello sport e dei giochi olimpici presso il campo "Bellavista" di Bari con Coni e Fidal (il 10 luglio). Previste anche delle gite fuoriporta: la passeggiata a Brindisi il 22 Giugno, il mare di Margherita di Savoia (FG) il 27 giugno, la festa degli Oratori salesiani della Regione Puglia presso il Parco divertimento di Miragica a Molfetta (Ba) prevista per il 4 luglio ed infine il parco acquatico "Aqualand" a Vasto il 11 luglio. Il sabato invece i giochi e le attività dell'Estate ragazzi si spostano, in un'ottica inclusiva nei confronti dell'intera cittadinanza presso il giardino Mimmo Bucci (15 giugno), piazza Garibaldi (29 giugno), piazza del Ferrarese (6 luglio). Da segnalare anche il "pellegrinaggio" con la bici da piazza Redentore alla Basilica di S. Nicola, ove saranno accolti dal priore della Basilica Padre Lorenzo Lorusso, per il giorno mercoledì 19 giugno. Dal 24 giugno a partire dalle 20.30, si inizia invece con Estate Giovani, che coinvolge i giovani dai 15 anni in su, con tornei sportivi di calcio, basket e pallavolo, giochi baresi, ping-pong, calciobalilla... L'Estate giovani avrà come filo conduttore il film "Alla luce del sole" ispirato alla storia vera di don Pino Puglisi, beatificato di recente, prete impegnato nel quartiere Brancaccio di Palermo, ucciso dalla mafia per il suo impegno a favore dei ragazzi e dei giovani con l'Oratorio e numerose attività educative nel quartiere della città. Da segnalare il coinvolgimento di circa 60 volontari che affiancheranno gli animatori salesiani degli Oratori del Redentore e di San Girolamo. I volontari sono giovani delle scuole superiori della città di Bari che hanno risposto all'appello di donare tempo ed energie ai più piccoli durante l'Estate Ragazzi. Preparati con un corso teorico di n. 18 ore, sperimenteranno quanto appreso impegnandosi nell'Estate Ragazzi degli Oratori salesiani di Bari del Redentore e di San Girolamo. Saranno guidati nell'esperienza educativa da suor Marinella Pallonetto, responsabile dell'Oratorio san Girolamo e da don Francesco Preite nell'Oratorio Redentore. "L'Estate Ragazzi è il pezzo forte degli Oratori in Estate."- ha dichiarato don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Salesiani del Redentore e referente dei Salesiani per il Sociale in Puglia- "Nella nostra Regione raggiungiamo oltre 3000 minori e coinvolgiamo 400 giovani volontari in 11 comuni dal nord al sud della Puglia. Nell'Oratorio Redentore di Bari, ad oggi registriamo già 200 iscritti. La storia scelta per quest'anno è Aladdin: un ragazzo di strada, costretto a vivere alla giornata tra furtarelli e furbizie varie, che però riesce a cambiare vita grazie alla fiducia e all'amore di Jasmine. Una storia educativa perché dimostra che solo la cultura della fiducia può generare vita capace di contrastare la prepotenza e la violenza". E continua: "Aladdin, emblema del ragazzo di strada, non solo ci narra che un cuore giovane educato può cambiare la sua vita, ma può cambiare anche quella di una comunità". E poi conclude: "Se Aladdin è riuscito a far cambiare una legge ingiusta al Sultano che non permetteva di sposare la principessa Jasmine ad un uomo considerato di basso rango, credo che le istituzioni democratiche possano recepire con un pò di buon senso la richiesta di una legge sugli Orartori anche in Puglia". Per le iscrizioni ci si può rivolgere alla segreteria dell'Oratorio, via Martiri d'Otranto 65 tutti i giorni dalle 17.00 alle 20.00. Per il programma dettagliato e tutte le informazioni si può visitare il sito: //redentorebari.donboscoalsud.it; Email: bari@donboscoalsud.it; Infocell: 329.9685655.- See more at: http://www.lagazzettameridionale.com/2013/06/bari-loratorio-centro-giovanile.html#sthash.Ip5uQ0Yu.dpuf 

 

 

bari.repubblica.it 30 maggio 2013 - foto

Una piazza nuova ma abbandonata, occupata dai bambini dell'istituto comprensivo Principessa di Piemonte-Garibaldi. Hanno giocato a pallavolo ma hanno anche multato le auto parcheggiate in doppia fila con percorsi di educazione stradale e di piedibus. Giornata della cooperazione 'Da soli non c'è storia' a Bari in piazza Risorgimento al quartiere Libertà. Il progetto promosso da Finis Terrae con il sostegno della Fondazione per il Sud mira a riqualificare le aree e gli spazi dell'VIII Circoscrizione. La giornata è stata animata dai gazebo della Legacoop Puglia sul tema delle cooperative e ha visto anche la simpatica partecipazione del collettivo Femminile al Plurale che con un flash mob 'Aggiungi un posto a tavola...ma portati la sedia' ha animato l'intera piazza. Giocolieri di strada e street band hanno poi dato un tocco di vivacità alle strade circostanti, come la storica via Manzoni che da diversi anni sta vivendo un profondo periodo di crisi con la cancellazione progressiva di numerose attività commerciali. La giornata è stata anche l'occasione per una denuncia da parte dei commercianti che chiedono un intervento del Comune e un rafforzamento del presidio di sicurezza. Al riguardo c'è anche una petizione popolare che ha già raggiunto le mille firme. La manifestazione si ripeterà il 4 giugno: questa volta la location sarà un altro luogo simbolo del quartiere come l'ex Manifattura Tabacchi. Sono previsti spettacoli di burattini organizzati dalla Casa di Pulcinella e attività di guerrilla gardening con i piccoli alunni delle scuole impegnati in azioni di restyling del verde all'interno della storica struttura trasformata in un mercato coperto di FRANCESCO PETRUZZELLI  

 

 

Gazzetta del Mezzogiorno 30 maggio 2013

 

 

eposlibari 30 maggio 2013

 

 

Epolisbari 29 maggio 2013

 

 

MERCOLEDÌ 29 MAGGIO 2013 10:05 - www.lucaturi.it« IndietroDA SOLI NON C'E' STORIA- GIORNATA DELLA COOPERAZIONE 2013 TRA GIOCHI E DIVERTIMENTO

Oggi dalle 10.00 alle 20.30 piazza Risorgimento sarà teatro della Giornata della cooperazione 2013 organizzata da Legacoop Puglia in collaborazione con l'A.S.D Asem Volley, Learning Cities, la coop. Sociale C.A.P.S., Progetto Città, Elaborazioni, l'Associazione dei commercianti di via Manzoni e dintorni.

 

Le imprese cooperative si presentano: per tutta la giornata la Legacoop Puglia sarà presente con dei gazebo di alcune cooperative per dare informazioni e sensibilizzare i passanti sul tema della cooperazione. Presenti anche dei gazebo di associazioni che si occupano di cooperazione internazionale e del collettivo Femminileplurale che dalle ore 17.00 animerà la piazza con l'iniziativa Aggiungiamo un posto a tavola...ma portati la sedia.

 

Questo il programma:

Ore 10.00-13.00

Sport e divertimento per circa 100 bambini della scuola Garibaldi che potranno giocare a pallavolo in campetti opportunamente allestiti in Piazza Risorgimento dall'A.S.D. Asem Volley, divertirsi con i Ludobus gestiti da Progettocittà, e infine iniziare a imparare cosa è la sicurezza stradale con i Piedibus organizzati da Elaborazioni.

 

 

Ore 17.00-20.30

Artisti di strada, giocolieri, clown animeranno piazza Risorgimento con spettacoli per tutte le età: il mimo Saeed Fekri, i giocolieri I Giullari del Diavolo, l'acrobata Martina Nova, la street band ConturBand, e infine le performance di Otto Panzer.

 

La cooperativa C.A.P.S. sarà presente con il camper Chill bus del progetto interistituzionale "Io non dipendo"- (Comune di Bari, Dipartimento Dipendenze Patologiche ASL Bari e Ufficio Scolastico Regionale) promosso dall'Assessorato al Welfare e gestito da CAPS in rete con Cama Lila e Acat Bari Nuova-  per offrire interventi di sensibilizzazione e prevenzione dai danni derivanti dall'uso di sostanze psicoattive e comportamenti a rischio correlati. Gli operatori specializzati saranno disponibili a promuovere le varie azioni del progetto e a coinvolgere gli interessati nelle possibili simulazioni ( sul camper sono disponibili un simulatore di guida, di occhiali che simulano il campo visivo in stato di ebbrezza, di etilometro, di etilotests monouso e preservativi).

 

L'associazione Learning Cities organizzerà la prima tappa di un'azione di progettazione partecipata che continuerà il 4 giugno.

 

 

 

LA MANIFATTURA ADDORMENTATA

Martedì 4 giugno l'ex Manifattura dei Tabacchi sarà teatro di una serie di iniziative a cura di Legambiente Puglia in collaborazione con Effetto Terra- Associazione di agricivismo urbano, del Granteatrino di Paolo Comentale e dell'associazione di promozione sociale Learning Cities - La rete delle città che apprendono.

 

Questo il programma:

ore 10.30-11.30

attività di guerrilla gardening degli alunni delle scuole primarie- già coinvolti per tutto l'anno in laboratori di educazione ambientale a cura di Legambiente Puglia- e di tutti i cittadini che vorranno partecipare a quest'azione di restyling del verde della ex Manifattura

 

ore 11.30-12.30

Spettacolo di burattini "La Belladdormentata" fiaba antica che torna a vivere in chiave moderna grazie agli allievi del corso per giovani Burattinai organizzato dalla Casa di Pulcinella nell'ambito del progetto Finis Terrae, per narrare, attraverso attori e burattini, il valore profondo e il simbolico della città e dei sogni legati ad essa. Tutti i temi della vicenda - dalla nascita della bambina alla cerimonia dei doni, dal malvagio sortilegio al finale risveglio  - sono ripercorsi in un intrecciarsi di momenti narrati e azioni sceniche con i burattini, sottolineati dalle musiche originali .

 

 

 

ore 9.30-20.00

Per tutto il giorno l'associazione Learning Cities sarà protagonista di un'azione di progettazione partecipata finalizzata a consolidare una riflessione collettiva sul tema degli spazi pubblici nell'VIII Circoscrizione di Bari per il consolidamento della dimensione relazionale e identitaria dello spazio pubblico e dei servizi: con l'evento "L'OTTAVA A QUATTRO MANI - CO-PROGETTARE L'VIII CIRCOSCRIZIONE PER DARE VOCE AI SOGNI DELLA CITTÀ" Learning Cities promuove la cittadinanza attiva e la progettazione partecipata mediante il coinvolgimento attivo dei cittadini e delle reti presenti sul territorio in processi di co-produzione di politiche pubbliche in partenariato con le Università, la Regione Puglia e il Comune di Bari.

Nella prima parte della giornata (ore 9,30-16,00) ci sarà la condivisione con la cittadinanza e fra le associazioni socio-economiche e culturali di proposte progettuali relative agli spazi pubblici dell'VIII Circoscrizione. Successivamente (dalle 16,00 alle 19,00), il confronto con esperti di programmazione partecipata, Università e enti locali sulle modalità partecipative di valorizzazione e salvaguardia degli spazi pubblici urbani nonché la condivisione con i rappresentanti delle istituzioni locali e regionali pugliesi delle idee progettuali maturate dal basso. Sono previsti interventi di Mariateresa Gattullo, Università Aldo Moro di Bari, Carla Tedesco, Università IUAV di Venezia, Maurizio Buttazzo, Manifatture KNOS Lecce (da confermare), Giusy Ottonelli, The Hub Bari e di alcuni rappresentanti delle Istituzioni locali.

 

 

http://puglialive.net

Bari - Presentate le due inziative di Finis Terrae, per il rilancio di Via Manzoni e il quartiere Libertà

28/05/2013 

DA SOLI NON C'E' STORIA- Giornata della cooperazione
Le imprese cooperative si presentano in una kermesse di sport, divertimento, artisti di strada per rilanciare via Manzoni e il quartiere Libertà 
mercoledì 29 maggio 2013

LA MANIFATTURA ADDORMENTATA
Giornata del risveglio socio-ambientale di un luogo simbolo dell'VIII Circoscrizione, la ex Manifattura dei Tabacchi 
martedì 4 giugno 2013


Rendere piazza Risorgimento e via Manzoni, storica via del commercio barese strozzata dalla crisi economica, attrattive e dinamiche protagoniste di una giornata di sport, divertimento, artisti di strada e mondo cooperativo; riappropriarsi di un luogo simbolo dell'VIII Circoscrizione, l'ex Manifattura dei Tabacchi, e renderla teatro di un risveglio socio-ambientale. 
Questo l'obiettivo delle due iniziative presentate oggi in conferenza stampa e messe in atto da Finis Terrae- il progetto di riqualificazione socio-culturale della VIII Circoscrizione di Bari (quartieri Libertà-Marconi-San Girolamo-Fesca) realizzato con il sostegno di Fondazione con il Sud- per creare così un filo diretto tra due luoghi emblematici del quartiere Libertà nella speranza di riaccendere i riflettori su un territorio spesso dimenticato e trascurato: la Giornata della cooperazione- le imprese cooperative si presentano in una kermesse di eventi, iniziative e sport per grandi e piccini in piazza Risorgimento e la Manifattura addormentata, giornata dedicata all'ex Manifattura, con azioni di educazione ambientale, di teatro, di co-progettazione e partecipazione attiva. 

Alla conferenza stampa di presentazione delle due giornate hanno partecipato il presidente della VIII Circoscrizione Dino Tartarino, il presidente di Legacoop Puglia Carmelo Rollo, il presidente dell'associazione dei commercianti di via Manzoni e dintorni Enzo Angarano, il consigliere comunale Pietro Petruzzelli, il project leader di Finis Terrae e direttore dell'Oratorio Salesiani del Redentore don Francesco Preite.


DA SOLI NON C'E' STORIA- GIORNATA DELLA COOPERAZIONE 2013
Mercoledì 29 maggio dalle 10.00 alle 20.30 piazza Risorgimento sarà teatro della Giornata della cooperazione 2013 organizzata da Legacoop Puglia in collaborazione con l'A.S.D Asem Volley, Learning Cities, la coop. Sociale C.A.P.S., Progetto Città, Elaborazioni, l'Associazione dei commercianti di via Manzoni e dintorni. 

Le imprese cooperative si presentano: per tutta la giornata la Legacoop Puglia sarà presente con dei gazebo di alcune cooperative per dare informazioni e sensibilizzare i passanti sul tema della cooperazione. Presenti anche dei gazebo di associazioni che si occupano di cooperazione internazionale e del collettivo Femminileplurale che dalle ore 17.00 animerà la piazza con l'iniziativa Aggiungiamo un posto a tavola...ma portati la sedia.

Questo il programma:
Ore 10.00-13.00
Sport e divertimento per circa 100 bambini della scuola Garibaldi che potranno giocare a pallavolo in campetti opportunamente allestiti in Piazza Risorgimento dall'A.S.D. Asem Volley, divertirsi con i Ludobus gestiti da Progettocittà, e infine iniziare a imparare cosa è la sicurezza stradale con i Piedibus organizzati da Elaborazioni.


Ore 17.00-20.30
Artisti di strada, giocolieri, clown animeranno piazza Risorgimento con spettacoli per tutte le età: il mimo Saeed Fekri, i giocolieri I Giullari del Diavolo, l'acrobata Martina Nova, la street band ConturBand, e infine le performance di Otto Panzer.

La cooperativa C.A.P.S. sarà presente con il camper Chill bus del progetto interistituzionale "Io non dipendo"- (Comune di Bari, Dipartimento Dipendenze Patologiche ASL Bari e Ufficio Scolastico Regionale) promosso dall'Assessorato al Welfare e gestito da CAPS in rete con Cama Lila e Acat Bari Nuova- per offrire interventi di sensibilizzazione e prevenzione dai danni derivanti dall'uso di sostanze psicoattive e comportamenti a rischio correlati. Gli operatori specializzati saranno disponibili a promuovere le varie azioni del progetto e a coinvolgere gli interessati nelle possibili simulazioni ( sul camper sono disponibili un simulatore di guida, di occhiali che simulano il campo visivo in stato di ebbrezza, di etilometro, di etilotests monouso e preservativi).

L'associazione Learning Cities organizzerà la prima tappa di un'azione di progettazione partecipata che continuerà il 4 giugno.

 

Al quartiere Libertà arriva la "giornata della Cooperazione"

Presentati oggi gli eventi promossi nell'ambito di Finis Terrae, il progetto per la riqualificazione socio-culturale del quartiere. Si comincia domani con la manifestazione organizzata da Legacoop Puglia

Redazione28 Maggio 2013 

Far rivivere piazza Risorgimento e via Manzoni, rilanciare il quartiere Libertà attraverso una serie di iniziative di carattere socio-culturale: è questo l'obiettivo del progetto Finis Terrae,  realizzato con il sostegno di Fondazione con il sud. Le prime iniziative in programma sono state presentate oggi  in una conferenza stampa alla quale hanno partecipato il presidente dell'VIII Circoscrizione Dino Tartarino, il presidente di Legacoop Puglia Carmelo Rollo, il consigliere comunale Pietro Petruzzelli, il presidente dell'associazione commercianti di via manzoni e dintorni Enzo Angarano, il project leader di Finis terrae e direttore dell'Oratorio Salesiani del Redentore don Francesco Preite.

Le manifestazioni prenderanno il via domani, con la Giornata della Cooperazione organizzata da Legacoop Puglia in collaborazione con l'A.S.D Asem Volley, Learning Cities, la coop. Sociale C.A.P.S., Progetto Città, Elaborazioni, l'Associazione dei commercianti di via Manzoni e dintorni. Dalle 10 alle 20 piazza Risorgimento ospiterà una serie di iniziativeall'insegna dello sport e del divertimento, mentre le imprese cooperative saranno presenti con i loro gazebo informativi.

Questo il programma:

Ore 10.00-13.00
Sport e divertimento per circa 100 bambini della scuola Garibaldi che potranno giocare a pallavolo in campetti opportunamente allestiti in Piazza Risorgimento dall'A.S.D. Asem Volley, divertirsi con i Ludobus gestiti da Progettocittà, e infine iniziare a imparare cosa è la sicurezza stradale con i Piedibus organizzati da Elaborazioni.

Ore 17.00-20.30
Artisti di strada, giocolieri, clown animeranno piazza Risorgimento con spettacoli per tutte le età: il mimo Saeed Fekri, i giocolieri I Giullari del Diavolo, l'acrobata Martina Nova, la street band ConturBand, e infine le performance di Otto Panzer.

La cooperativa C.A.P.S. sarà presente con il camper Chill bus del progetto interistituzionale "Io non dipendo"- (Comune di Bari, Dipartimento Dipendenze Patologiche ASL Bari e Ufficio Scolastico Regionale) promosso dall'Assessorato al Welfare e gestito da CAPS in rete con Cama Lila e Acat Bari Nuova-  per offrire interventi di sensibilizzazione e prevenzione dai danni derivanti dall'uso di sostanze psicoattive e comportamenti a rischio correlati. Gli operatori specializzati saranno disponibili a promuovere le varie azioni del progetto e a coinvolgere gli interessati nelle possibili simulazioni ( sul camper sono disponibili un simulatore di guida, di occhiali che simulano il campo visivo in stato di ebbrezza, di etilometro, di etilotests monouso e preservativi).

L'associazione Learning Cities organizzerà la prima tappa di un'azione di progettazione partecipata che continuerà il 4 giugno.

 

 

 

RIQUALIFICAZIONE DEL QUARTIERE LIBERTÀ ATTRAVERSO LA COOPERAZIONE

Creato Martedì, 28 Maggio 2013 -  http://www.pugliain.net
 

La riqualificazione socio-culturale per rilanciare via Manzoni, storica via del commercio barese ormai strozzata dalla crisi, Piazza Risorgimento e l'ex Manifattura dei tabacchi, è l'obiettivo del progetto promosso da Finis Terrae, presentato oggi in conferenza stampa.


Questa mattina sono state presentate le due iniziative realizzate anche con il sostegno Fondazione Sud,  alla presenza del presidente dell'VIII Circoscrizione Dino Tartarino, il presidente di Legacoop Puglia Carmelo Rollo, il consigliere comunale Pietro Petruzzelli, il presidente dell'associazione commercianti di via Manzoni Enzo Angarano, il project leader di Finis Terrae e direttore dell'Oratorio Salesiani del Redentore don Francesco Preite.

Gli appuntamenti in calendario sono due e mirano a creare un filo diretto tra due luoghi emblematici del quartiere Libertà nella speranza di riaccendere i riflettori su un territorio spesso dimenticato e trascurato.

La prima iniziativa, "la Giornata della cooperazione", è prevista domani mercoledì 29 maggio in Piazza Risorgimento dalle ore 10.00, durante la quale le imprese cooperative si presenteranno in una kermesse di eventi, iniziative e sport per grandi e piccoli.

All'evento, organizzato da Legacoop Puglia in collaborazione con l'A.S.D Asem Volley, Learning Cities, la coop. Sociale C.A.P.S., Progetto Città, Elaborazioni, l'Associazione dei commercianti di via Manzoni e dintorni, saranno presenti anche i gazebo di alcune cooperative per sensibilizzare i passanti sul tema della cooperazione.

La giornata di domani, prevede, inoltre, la partecipazione di associazioni che si occupano di cooperazione internazionale e del collettivo Femminileplurale che dalle ore 17.00 animeranno la piazza con l'iniziativa "Aggiungiamo un posto a tavola...ma portati la sedia", per proporre un progetto o una cooperazione.

La seconda iniziativa, invece, si chiama "Manifattura addormentata", una giornata giornata dedicata all'ex Manifattura, con azioni di educazione ambientale, teatro, co-progettazione e partecipazione attiva, prevista il 4 giugno.


Il mondo cooperativo e dello sport, insieme alla creatività degli artisti di strada, si affiancheranno per sensibilizzare i cittadini ai temi e alle situazioni attuali del quartiere Libertà, recuperando il luogo simbolo dell'VIII Circoscrizione, l'ex Manifattura dei Tabacchi, e renderla teatro di un risveglio socio-ambientale. 

 

corriere del mezzogiorno 28 maggio 2013

LA MANIFESTAZIONE

Bari, «Da soli non c'è storia»
Il Libertà difende il commercio

L'iniziativa per via Manzoni e piazza Risorgimento
In campo Legacoop e associazioni

 

Carmelo RolloCarmelo RolloBARI - «Da soli non c'è storia». Questo il titolo della manifestazione in programma mercoledì 29 maggio per dire no allo stato di abbandono in cui versano via Manzoni e piazza Risorgimento. L'evento è stato presentato nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato il presidente della circoscrizione Dino Tartarino, il presidente di Legacoop Puglia Carmelo Rollo, il consigliere comunale Pietro Petruzzelli, il presidente dell'associazione commercianti di via manzoni e dintorni Enzo Angarano, il project leader di Finis terrae e direttore dell'Oratorio Salesiani del Redentore don Francesco Preite. «Vogliamo rendere piazza Risorgimento e via Manzoni, storica via del commercio barese strozzata dalla crisi economica, attrattive e dinamiche protagoniste di una giornata di sport, divertimento, artisti di strada e mondo cooperativo e nello stesso tempo vogliamo riappropriarci di un luogo simbolo del quartiere, ora abbandonato, quale è la Manifattura», spiega Petruzzelli.

 

Dalle 10 alle 20 e 30 piazza Risorgimento sarà teatro della Giornata della cooperazione 2013 organizzata da Legacoop Puglia in collaborazione con l'A.S.D Asem Volley, Learning Cities, la coop. Sociale C.A.P.S., Progetto Città, Elaborazioni, l'associazione dei commercianti di via Manzoni e dintorni. Per tutta la giornata la Legacoop Puglia sarà presente con dei gazebo di alcune cooperative per dare informazioni e sensibilizzare i passanti sul tema della cooperazione. Il collettivo Femminileplurale alle 17 animerà la piazza con l'iniziativa Aggiungiamo un posto a tavola...ma portati la sedia. Protagonisti nella mattinata soprattutto i bambini che gireranno per le strade del quartiere per sensibilizzare i cittadini al senso civico, multando, virtualmente, le auto lasciate in doppia fila o agli angoli dei marciapiedi. Nel pomeriggio spazio agli artisti di strada. Secondo appuntamento il 4 giugno con «Manifattura abbandonata»: in mattinata si svolgeranno attività di guerrilla gardening degli alunni delle scuole primarie- già coinvolti per tutto l'anno in laboratori di educazione ambientale a cura di Legambiente Puglia- e di tutti i cittadini che vorranno partecipare a quest'azione di restyling del verde della ex Manifattura. Nel pomeriggio un convegno per discutere del futuro dell'immobile, nel cuore del Libertà. Il consigliere comunale Carlo Paolini ha infine avviato una raccolta firme per chiedere al Comune di provvedere, al più presto, al restyling della piazza e di via Manzoni.

Samantha Dell'Edera28 maggio 2013© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

 La gazzetta del Mezzogiorno 19 maggio 2013

http://puglialive.net - 17 maggio 2013

Bari - II° MARCIA DELLA LEGALITÀ 'CHI HA PAURA MUORE OGNI GIORNO' (Paolo Borsellino)

17/05/2013

Bari, sabato 18 maggio 2013

L'Oratorio Redentore di Bari continua la sua opera di animazione nel quartiere Libertà, promuovendo numerose iniziative di carattere educativo nel mese di Maggio FestInsieme 2013.

Il primo appuntamento è per domani, sabato 18 maggio, con la IIa Marcia della Legalità organizzata in collaborazione con Libera- Associazione contro le mafie di don Ciotti e l'Aps Finis Terrae (nell'ambito del progetto Finis Terrae) e che si snoderà per le vie del quartiere Libertà: si parte alle 19.45 davanti la Chiesa del Redentore per proseguire in Via M. d'Otranto, Via indipendenza, Via P. Amedeo, Via Malta, Via Bovio, via Libertà, Via Crisanzio, e ritornare all'Oratorio Redentore. Alla marcia parteciperanno i ragazzi del Centro di Giustizia Penale per Minori di Napoli affidati ai Salesiani per il sociale. 

Al termine della marcia interverranno:

don Mario Sangiovanni- Parroco del Redentore
don Antonio Carbone- Responsabile Salesiani per il sociale del Sud Italia
dott. Michele Parisi- GIP/GUP del Tribunale di Bari
Mario Dabbicco- Componente Coordinamento Libera Bari
Pietro Petruzzelli- Consigliere comunale di Bari
Luigi D'Ambrosio Lettieri- Senatore della Repubblica italiana
Leonardo Tartarino- Presidente VIII Circoscrizione del Comune di Bari
don Francesco Preite - direttore Oratorio Centro Giovanile Redentore
Famiglie vittime della mafia

Il secondo appuntamento è il 24 Maggio per la Solennità di Maria Ausiliatrice: alle ore 18:00 ci saranno una Messa e una processione - di Maria Ausiliatrice e don Bosco con Domenico Savio - per le vie limitrofe la parrocchia Redentore, accompagnata dalla banda musicale di Santeramo. A seguire in Oratorio giochi organizzati dagli animatori e sagra del panzerotto a cura delle mamme dell'Oratorio.

Il Terzo appuntamento è per il 25 maggio alle 20.00 in Oratorio con la serata finale di presentazione e premiazione del concorso Liberi di Sognare. Giunto alla sua terza edizione con tema "Felici nel tempo e nell'Eternità", nasce con l'intento di sostenere le potenzialità espressive ed artistiche delle nuove generazioni riconoscendo i giovani come risorsa per la comunità e per il territorio. 

Il Quarto appuntamento è per il 26 maggio alle 11.00 con la stradonbosco 2013, maratona non competitiva per le vie del quartiere Libertà. 
Infine, si segnalano il torneo sportivo Saviocup 2013, iniziato qualche giorno fa in Oratorio e che vede impegnati i ragazzi e giovani del quartiere Libertà, e l'inizio delle iscrizioni per l'Estate Ragazzi 2013 Aladdin, organizzata nell'ambito del progetto Finis Terrae con il sostegno di Fondazione con il sud e con il patrocino della Provincia di Bari e del Comune di Bari.

 

 

 

 

go-bari.it - 17 maggio 2013

Quartiere Libertà, in marcia per la legalità

 

www.epolisbari.com - 15 maggio 2013

 

 

www.epolisbari.com - 14 maggio 2013 

 

 

"Adotta un trullo", a Bari si incontrano turismo e informatica

Scritto da admin. Pubblicato in http://www.nicholaus.it  

Pubblicato il maggio 11, 2013 

"Adotta un trullo" è il tema del 6° Concorso nazionale dell'area informatica, che si svolgerà a BARI dal 14 al 16 maggio 2013.

I partecipanti 20 allievi CNOS-FAP provenienti da tutta Italia, si cimenteranno attraverso l'utilizzo delle tecnologie informatiche, nella creazione di un'offerta turistica per alcune zone della Puglia.
Il concorso, organizzato dalla sede Nazionale del CNOS-FAP (Formazione e Aggiornamento Professionale), è aperto a tutti i giovani che frequentano i Centri di Formazione Professionale del mondo salesiano, in particolar modo alle classi degli ultimi anni.

Scarica il programma

Ogni Centro di Formazione Professionale sarà presente con uno studente per il Concorso che consisterà nella realizzazione di un pieghevole informativo per illustrare il gemellaggio tra i Centri e il Preventivo per la visita ai Trulli di Alberobello. Sarà premiato il capolavoro più completo.
La cerimonia di premiazione è prevista per Giovedì 16 maggio ore 11.30, alla presenza delle autorità regionali, provinciali e comunali con la partecipazione di rappresentanti Cnos Nazionale.
Nell'occasione verrà rinnovato il protocollo d'intesa tra Cnos-Fap nazionale e EIPASS, Ente che promuove lo sviluppo su base territoriale e internazionale del programma di acquisizione e certificazione informatica EIPASS.
Aspettiamo dunque che i ragazzi diano sfogo a tutta la loro creatività!

Ufficio stampa Redentore Salesiani di Bari

 

 

 

 

 - http://bari.ilquotidianoitaliano.it/ - 8 maggio 2013

Aprire un tavolo di confronto per una legge sugli oratori in Puglia

I Salesiani per il sociale e gli Oratori salesiani della Regione Puglia esprimono profonda delusione per la discriminazione operata attraverso l'approvazione del bando pubblico a favore dei soli Oratori situati in Comuni della Regione Puglia con meno di 15mila abitanti (approvato dalla Giunta Regionale il 3 Maggio 2013), peraltro con una dotazione finanziaria piuttosto esigua rispetto alle reali esigenze.

sales_X_Il_sociale

Denunciano la totale discriminazione nei confronti degli Oratori che operano nelle città come Bari, Foggia, Brindisi, Taranto, Lecce, Cerignola, Molfetta, Andria, Santeramo... ricordando che più è grande la città, maggiore è il disagio sociale e giovanile. In queste realtà, gli Oratori operano spesso in territori "a rischio": con tassi di dispersione scolastica e disoccupazione giovanile elevati; con famiglie in forte disagio economico e sociale; con la criminalità organizzata che raccoglie nelle sue file decine di ragazzi proponendo facili profitti con l'invito a delinquere.
Non possiamo stare inermi di fronte a tale situazione. In questi contesti, gli oratori educano alla legalità, alla solidarietà, alla cultura del dono nonostante l'abbandono delle istituzioni regionali e dell'Assessorato al Welfare che, più volte interpellato e dopo promesse e rassicurazioni agli organi di stampa, non apre tavoli di confronto per affrontare insieme il problema.
Sosteniamo la proposta dei Salesiani di Bari e del Parroco del Ss. Redentore di Bari, nel chiedere una legge sugli Oratori in Puglia che riconosca la loro funzione sociale ed educativa (http://redentorebari.donboscoalsud.it/news/677/Lettera-aperta-all-Assessore-del-Welfare-della-Regione-Puglia-.aspx), come esiste anche in Campania ed in molte Regioni Italiane. Gli Oratori sono riconosciuti dallo Stato Italiano (L.N. 206/2003) ma non dalla Regione Puglia che evidentemente non li ritiene un bene da salvaguardare e riconoscere specialmente per i tanti ragazzi e giovani che li frequentano.
Gli oratori salesiani nel Sud Italia (Campania, Puglia, Calabria, Basilicata) operano in 25 Comuni accogliendo ed educando quotidianamente circa 9.000 ragazzi e giovani. In Puglia operano in 11 Comuni con percorsi di inclusione sociale, di educazione e di sostegno alle famiglie e ai giovani.
La Regione Puglia non può discriminare gli Oratori in base alla popolazione: o li riconosce tutti o invita ad "una guerra tra poveri" dove, ancora una volta, a vincere è il mal governo. Dieci anni fà, la Regione Puglia era il traino del Meridione d'Italia, ora sta diventando il rimorchio.
Salesiani per il Sociale
Oratori salesiani Italia del Sud - Redentore Salesiani Bari e Oratori salesiani pugliesi

 Il Responsabile dell'Ufficio Stampa Redentore Salesiani Bari

dott. Giuseppe Cifarelli - Cell. 327.6769759

Redentore Salesiani Barivia Martiri d'Otranto, 6570123 BARIWebsite: http://redentorebari.donboscoalsud.itFB: http://www.facebook.com/salesiani.bariEmail: bari@donboscoalsud.itRedentoreChannel: http://www.youtube.com/user/redentorebariTel.: 080.57.50.111 - Fax: 080. 57.50.179 - Cell.: 338.3768166 

 

 

 

07/05/2013 - www.foggiacittaaperta.it 

 

I Salesiani contro Di Gioia e Gentile: "Discriminano gli oratori nelle grandi città" La protesta dopo il provvedimento della giunta regionale


Contestano "l'assurdità di discriminare gli Oratori in base alla popolazione".

I Salesiani per il sociale e gli Oratori salesiani della Regione Puglia esprimono profonda delusione per la discriminazione operata attraverso l'approvazione del bando pubblico a favore dei soli Oratori situati in Comuni della Regione Puglia con meno di 15mila abitanti, peraltro con una dotazione finanziaria piuttosto esigua rispetto alle reali esigenze.

 

LA DISCRIMINAZIONE. Una polemica che ha come obiettivo innanzitutto il neo assessore al Bilancio, Leonardo Di Gioia, che ieri aveva salutato come "un atto di civiltà" (LEGGI L'ARTICOLO) il peovvedimento di giunta. I Salesiani denunciano la totale discriminazione nei confronti degli Oratori che operano nelle città come Bari, Foggia, Brindisi, Taranto, Lecce, Cerignola, Molfetta, Andria, Santeramo... ricordando che più è grande la città, maggiore è il disagio sociale e giovanile. In queste realtà - spiegano - gli Oratori operano spesso in territori "a rischio": con tassi di dispersione scolastica e disoccupazione giovanile elevati; con famiglie in forte disagio economico e sociale; con la criminalità organizzata che raccoglie nelle sue file decine di ragazzi proponendo facili profitti con l'invito a delinquere.

 

LEGGE SUGLI ORATORI. Non possiamo stare inermi di fronte a tale situazione - proseguono i Salesiani - e in questi contesti, gli oratori educano alla legalità, alla solidarietà, alla cultura del dono nonostante l'abbandono delle istituzioni regionali edell'Assessorato al Welfare che, più volte interpellato e dopo promesse e rassicurazioni agli organi di stampa, non apre tavoli di confronto per affrontare insieme il problema. Sosteniamo la proposta dei Salesiani di Bari e del Parroco del Ss. Redentore di Bari, nel chiedereuna legge sugli Oratori in Puglia che riconosca la loro funzione sociale ed educativa, come esiste anche in Campania ed in molte Regioni Italiane. Gli Oratori sono riconosciuti dallo Stato Italiano (L.N. 206/2003) ma non dalla Regione Puglia cheevidentemente non li ritiene un bene da salvaguardare e riconoscere specialmente per i tanti ragazzie giovani che li frequentano. 


I NUMERI. Gli oratori salesiani nel Sud Italia (Campania, Puglia, Calabria, Basilicata) operano in 25 Comuni accogliendo ed educando quotidianamente circa 9.000 ragazzi e giovani. In Puglia operano in 11Comuni con percorsi di inclusione sociale, di educazione e di sostegno alle famiglie e ai giovani.La Regione Puglia non può discriminare gli Oratori in base alla popolazione: o li riconosce tutti o invita ad "una guerra tra poveri" dove, ancora una volta, a vincere è il mal governo

La redeazione

 

 

Gazzetta del Mezzogiorno 7 maggio 2013

 

 

 

L'ASSURDITÀ DI DISCRIMINARE GLI ORATORI

6 maggio 2013 -  http://www.citta-nostra.it/ 

Comunicato stampa

I Salesiani per il sociale e gli Oratori salesiani della Regione Puglia esprimono profonda delusione per la discriminazione operata attraverso l'approvazione del bando pubblico a favore dei soli Oratori situati in Comuni della Regione Puglia con meno di 15mila abitanti (approvato dalla Giunta Regionale nella seduta del 3 Maggio 2013), peraltro con una dotazione finanziaria piuttosto esigua rispetto alle reali esigenze.Denunciano la totale discriminazione nei confronti degli Oratori che operano nelle città come Bari, Foggia, Brindisi, Taranto, Lecce, Cerignola, Molfetta, Andria, Santeramo... ricordando che più è grande la città, maggiore è il disagio sociale e giovanile. In queste realtà, gli Oratori operano spesso in territori "a rischio": con tassi di dispersione scolastica e disoccupazione giovanile elevati; con famiglie in forte disagio economico e sociale; con la criminalità organizzata che raccoglie nelle sue file decine di ragazzi proponendo facili profitti con l'invito a delinquere.

Non possiamo stare inermi di fronte a tale situazione. In questi contesti, gli oratori educano alla legalità, alla solidarietà, alla cultura del dono nonostante l'abbandono delle istituzioni regionali e dell'Assessorato al Welfare che, più volte interpellato e dopo promesse e rassicurazioni agli organi di stampa, non apre tavoli di confronto per affrontare insieme il problema.

Sosteniamo la proposta dei Salesiani di Bari e del Parroco del Ss. Redentore di Bari, nel chiedere una legge sugli Oratori in Puglia che riconosca la loro funzione sociale ed educativa (http://redentorebari.donboscoalsud.it/news/677/Lettera-aperta-all-Assessore-del-Welfare-della-Regione-Puglia-.aspx), come esiste anche in Campania ed in molte Regioni Italiane. Gli Oratori sono riconosciuti dallo Stato Italiano (L.N. 206/2003) ma non dalla Regione Puglia che evidentemente non li ritiene un bene da salvaguardare e riconoscere specialmente per i tanti ragazzi e giovani che li frequentano.

Gli oratori salesiani nel Sud Italia (Campania, Puglia, Calabria, Basilicata) operano in 25 Comuni accogliendo ed educando quotidianamente circa 9.000 ragazzi e giovani. In Puglia operano in 11 Comuni con percorsi di inclusione sociale, di educazione e di sostegno alle famiglie e ai giovani.

La Regione Puglia non può discriminare gli Oratori in base alla popolazione: o li riconosce tutti o invita ad "una guerra tra poveri" dove, ancora una volta, a vincere è il mal governo.

Salesiani per il Sociale - Oratori salesiani Italia del Sud - Redentore Salesiani Bari e Oratori Salesiani pugliesi

 

Commenti

 

 

barilive.it - 6 maggio 2013 

I Salesiani per il sociale e gli Oratori salesiani della Regione Puglia esprimono profonda delusione per la discriminazione operata attraverso l'approvazione del bando pubblico 06/05/2013

Oratori a Bari e in Puglia, l'assurdità di discriminarli in base alla popolazione

"Gli oratori educano alla legalità, alla solidarietà, alla cultura del dono nonostante l'abbandono delle istituzioni regionali e dell'Assessorato al Welfare"

 

La RedazioneSalesiani per il sociale

Salesiani per il sociale Ufficio Stampa

I Salesiani per il sociale e gli Oratori salesiani della Regione Puglia esprimono profonda delusione per la discriminazione operata attraverso l'approvazione del bando pubblico a favore dei soli Oratori situati in Comuni della Regione Puglia con meno di 15mila abitanti (approvato dalla Giunta Regionale ieri, 3 Maggio 2013), peraltro con una dotazione finanziaria piuttosto esigua rispetto alle reali esigenze.

Denunciano la totale discriminazione nei confronti degli Oratori che operano nelle città come Bari, Foggia, Brindisi, Taranto, Lecce, Cerignola, Molfetta, Andria, Santeramo, ricordando che più è grande la città, maggiore è il disagio sociale e giovanile. In queste realtà, gli Oratori operano spesso in territori "a rischio": con tassi di dispersione scolastica e disoccupazione giovanile elevati; con famiglie in forte disagio economico e sociale; con la criminalità organizzata che raccoglie nelle sue file decine di ragazzi proponendo facili profitti con l'invito a delinquere.

"Non possiamo stare inermi di fronte a tale situazione-  si legge nella nota stampa diffusa dagli Oratori Salesiani dell'Italia del Sud, che continua- In questi contesti, gli oratori educano alla legalità, alla solidarietà, alla cultura del dono nonostante l'abbandono delle istituzioni regionali e dell'Assessorato al Welfare che, più volte interpellato e dopo promesse e rassicurazioni agli organi di stampa, non apre tavoli di confronto per affrontare insieme il problema.

Sosteniamo la proposta dei Salesiani di Bari e del Parroco del Ss. Redentore di Bari, nel chiedere una legge sugli Oratori in Puglia che riconosca la loro funzione sociale ed educativa (http://redentorebari.donboscoalsud.it/news/677/Lettera-aperta-all-Assessore-del-Welfare-della-Regione-Puglia-.aspx), come esiste anche in Campania ed in molte Regioni Italiane. Gli Oratori sono riconosciuti dallo Stato Italiano (L.N. 206/2003) ma non dalla Regione Puglia che evidentemente non li ritiene un bene da salvaguardare e riconoscere specialmente per i tanti ragazzi e giovani che li frequentano.
Gli oratori salesiani nel Sud Italia (Campania, Puglia, Calabria, Basilicata) operano in 25 Comuni accogliendo ed educando quotidianamente circa 9.000 ragazzi e giovani. In Puglia operano in 11 Comuni con percorsi di inclusione sociale, di educazione e di sostegno alle famiglie e ai giovani.

La Regione Puglia non può discriminare gli Oratori in base alla popolazione: o li riconosce tutti o invita ad "una guerra tra poveri" dove, ancora una volta, a vincere è il mal governo. Dieci anni fà, la Regione Puglia era il traino del Meridione d'Italia, ora sta diventando il rimorchio".

 

 

Bari. Aprire un tavolo di confronto per una legge sugli oratori in Puglia

Pubblicato da Redazione | La Gazzetta Meridionale ~ di sabato 4  maggio 2013 ~ 0 commenti

 

I Salesiani per il sociale - Logo. (foto) ndr.

L'assurdità di discriminare gli Oratori in base alla popolazione. 

di Redazione

BARI, 4 MAG. - I Salesiani per il sociale e gli Oratori salesiani della Regione Puglia esprimono profonda delusione per la discriminazione operata attraverso l'approvazione del bando pubblico a favore dei soli Oratori situati in Comuni della Regione Puglia con meno di 15mila abitanti (approvato dalla Giunta Regionale ieri, 3 Maggio 2013), peraltro con una dotazione finanziaria piuttosto esigua rispetto alle reali esigenze. Denunciano la totale discriminazione nei confronti degli Oratori che operano nelle città come Bari, Foggia, Brindisi, Taranto, Lecce, Cerignola, Molfetta, Andria, Santeramo... ricordando che più è grande la città, maggiore è il disagio sociale e giovanile. In queste realtà, gli Oratori operano spesso in territori "a rischio": con tassi di dispersione scolastica e disoccupazione giovanile elevati; con famiglie in forte disagio economico e sociale; con la criminalità organizzata che raccoglie nelle sue file decine di ragazzi proponendo facili profitti con l'invito a delinquere. Non possiamo stare inermi di fronte a tale situazione. In questi contesti, gli oratori educano alla legalità, alla solidarietà, alla cultura del dono nonostante l'abbandono delle istituzioni regionali e dell'Assessorato al Welfare che, più volte interpellato e dopo promesse e rassicurazioni agli organi di stampa, non apre tavoli di confronto per affrontare insieme il problema. Sosteniamo la proposta dei Salesiani di Bari e del Parroco del Ss. Redentore di Bari, nel chiedere una legge sugli Oratori in Puglia che riconosca la loro funzione sociale ed educativa (http://redentorebari.donboscoalsud.it/news/677/Lettera-aperta-all-Assessore-del-Welfare-della-Regione-Puglia-.aspx), come esiste anche in Campania ed in molte Regioni Italiane. Gli Oratori sono riconosciuti dallo Stato Italiano (L.N. 206/2003) ma non dalla Regione Puglia che evidentemente non li ritiene un bene da salvaguardare e riconoscere specialmente per i tanti ragazzi e giovani che li frequentano. Gli oratori salesiani nel Sud Italia (Campania, Puglia, Calabria, Basilicata) operano in 25 Comuni accogliendo ed educando quotidianamente circa 9.000 ragazzi e giovani. In Puglia operano in 11 Comuni con percorsi di inclusione sociale, di educazione e di sostegno alle famiglie e ai giovani. La Regione Puglia non può discriminare gli Oratori in base alla popolazione: o li riconosce tutti o invita ad "una guerra tra poveri" dove, ancora una volta, a vincere è il mal governo. Dieci anni fà, la Regione Puglia era il traino del Meridione d'Italia, ora sta diventando il rimorchio. 

Salesiani: bando per oratori discriminatorio, tavolo per salvezza

 

 

Campetti oratorio (statoquotidiano - frasalvo@)

Bari - I Salesiani per il sociale e gli Oratori salesiani della Regione Puglia esprimono "profonda delusione per la discriminazione operata attraverso l'approvazione del bando pubblico a favore dei soli Oratori situati in Comuni della Regione Puglia con meno di 15mila abitanti (approvato dalla Giunta Regionale ieri, 3 Maggio 2013), peraltro con una dotazione finanziaria piuttosto esigua rispetto alle reali esigenze".


"Denunciano la totale discriminazione nei confronti degli Oratori che operano nelle città come Bari, Foggia, Brindisi, Taranto, Lecce, Cerignola, Molfetta, Andria, Santeramo ricordando che più è grande la città, maggiore è il disagio sociale e giovanile. In queste realtà, gli Oratori operano spesso in territori "a rischio": con tassi di dispersione scolastica e disoccupazione giovanile elevati; con famiglie in forte disagio economico e sociale; con la criminalità organizzata che raccoglie nelle sue file decine di ragazzi proponendo facili profitti con l'invito a delinquere. Non possiamo stare inermi di fronte a tale situazione. In questi contesti, gli oratori educano alla legalità, alla solidarietà, alla cultura del dono nonostante l'abbandono delle istituzioni regionali e
dell'Assessorato al Welfare che, più volte interpellato e dopo promesse e rassicurazioni agli organi di stampa, non apre tavoli di confronto per affrontare insieme il problema. Sosteniamo la proposta dei Salesiani di Bari e del Parroco del Ss. Redentore di Bari, nel chiedere una legge sugli Oratori in Puglia che riconosca la loro funzione sociale ed educativa
(http://redentorebari.donboscoalsud.it/news/677/Lettera-aperta-all-Assessore-del-Welfare-della-Regione-Puglia-.aspx), come esiste anche in Campania ed in molte Regioni Italiane. Gli Oratori sono riconosciuti dallo Stato Italiano (L.N. 206/2003) ma non dalla Regione Puglia che evidentemente non li ritiene un bene da salvaguardare e riconoscere specialmente per i tanti ragazzi e giovani che li frequentano".


"Gli oratori salesiani nel Sud Italia (Campania, Puglia, Calabria, Basilicata) operano in 25 Comuni accogliendo ed educando quotidianamente circa 9.000 ragazzi e giovani. In Puglia operano in 11 Comuni con percorsi di inclusione sociale, di educazione e di sostegno alle famiglie e ai giovani. La Regione Puglia non può discriminare gli Oratori in base alla popolazione: o li riconosce tutti o invita ad "una guerra tra poveri" dove, ancora una volta, a vincere è il mal governo. Dieci anni fà, la
Regione Puglia era il traino del Meridione d'Italia, ora sta diventando il rimorchio".


Redazione Stato@riproduzioneriservata

 

 

 

www.go-bari.it - Maggio 2013

Festinsieme al Redentore

 

http://www.radiosoundcity.net/nw/ - Maggio 2013

Maggio barese e Festinsieme 2013 Iniziative ed eventi per ragazzi e giovani all'Oratorio del Redentore

redentore-3

L'Oratorio Centro Giovanile Redentore dei Salesiani di Bari organizza nell'ambito del progetto "Finis Terrae", una serie di eventi ed iniziative per ragazzi e giovani nel mese di Maggio presentando Festinsieme 2013.
Nel cartellone degli eventi del Festinsieme 2013 spicca il concorso Liberi di sognare 2013, giunto alla sua terza edizione. Il concorso nasce con l'intento di sostenere le potenzialità espressive ed artistiche delle nuove generazioni riconoscendo i giovani come risorsa per la
comunità e per il territorio. Il concorso si svolge nell'ambito della festa di Maria Ausiliatrice, conclusiva delle attività annuali dell'opera salesiana Redentore, e del Maggio barese promosso dal Comune di Bari e ha come tema la frase di don Bosco: "Felici nel tempo e nell'eternità".
Il concorso aperto ai giovani, di età compresa tra i 14 e i 30 anni, si articola in quattro sezioni artistiche: musica cover, musica inedita, arte pittorica, poesia. Ciascun giovane può scegliere di partecipare ad una o a più sezioni artistiche. La serata finale del concorso si svolgerà
sabato 25 maggio alle ore 20 presso il cortile dell'Oratorio.
Altro evento programmato è la Saviocup 2013, torneo sportivo organizzato dal 10 al 22 maggio e che coinvolge i ragazzi e le ragazze dagli otto anni in su. Il torneo prevede le seguenti discipline sportive: calcio a 7, pallavolo, basket, e le seguenti categorie: Elementari, Medie, Over 15. La Saviocup coinvolgerà specialmente i bambini e i ragazzi delle scuole del territorio.
Concludono il cartellone degli eventi: la Stradonbosco e la marcia della legalità.
La Stradonbosco 2013, maratona amatoriale, aperta a tutti, per le vie del quartiere Liberta'di Bari si svolgerà domenica 26 Maggio alle ore 10. Mentre l'impegno ed il sostegno a favore
della legalità e della giustizia avrà la sua espressione comunitaria sabato 18 maggio alle ore 19,30 con la marcia della Legalità, organizzata da piazza Redentore a piazza Risorgimento.
L'Oratorio da sempre impegnato nell'educazione dei giovani ringrazia il Comune di Bari, la Ubi Banca Carime e la Fondazione con il Sud per il sostegno e per il riconoscimento della funzione sociale ed educativa che l'Oratorio Redentore, come tanti oratori pugliesi, svolge a
favore della parte più preziosa della società: i giovani.

Iscrizioni ed informazioni presso l'Oratorio Redentore
Infoline 327.6769759 - 338.3768166. Website: redentorebari.donboscoalsud.it

 

 

 

ATTUALITÀEVENTI | Scritto da  - http://bari.ilquotidianoitaliano.it  25 aprile 2013

Riconoscimento degli Oratori in Puglia

Il riconoscimento degli Oratori in Puglia non è una questione irrilevante o di poco conto. Nella Regione Puglia c'è un inspiegabile vuoto legislativo nonostante che la Legge Nazionale n. 206/2003 abbia come obiettivo quello di "riconoscere, valorizzare, promuovere" la funzione educativa, formativa, aggregatrice, sociale svolta "dalle parrocchie e dagli altri istituti religiosi e da enti di altre confessioni riconosciute dallo Stato" nelle politiche sociali mediante gli oratori.

FotoQuindi, il riconoscimento del ruolo è strumentale all'erogazione di "contributi" alle parrocchie, alle diocesi, alle associazioni di enti religiosi appartenenti alle confessioni religiose riconosciute dallo Stato.In Puglia, l'unica Legge Regionale che recepisce il riconoscimento degli oratori è L.R. 19/2006. Questa legge quadro trova la sua applicazione nel Regolamento Regionale 4/2007, ove gli Oratori non sono menzionati. Né esiste ad oggi, una legge ad hoc che riconosca gli Oratori nella loro identità di ponte tra la Chiesa e la strada, come avviene in quasi tutte le Regioni italiane. Quest'anomalia non può essere solamente sanata da contribuiti che vengono limitatamente erogati alle attività sportive e motorie o a bandi regionali che spesso mostrano difficoltà nell'accettare la configurazione giuridica dell'Oratorio. L'Oratorio si avvicina più a un Centro Aperto Polivalente (normato dai Regolamenti Regionali, sopracitati) che ad un Centro Sportivo... Anzi, per dirla tutta, l'Oratorio non è: né un Centro Sportivo, né un Centro Sociale! Ha una sua identità educativa specifica riconosciuta dalla Stato Italiano ma non dalla Regione Puglia.Proprio perché vogliamo condividere azioni sociali ed educative programmate e progettate insieme, che chiediamo con forza una legge sugli Oratori in Puglia, come esiste in Campania e nelle altre Regioni Italiane, sanando un'inspiegabile anomalia pugliese.Pertanto, invitiamo tutti i cittadini a condividere la nostra richiesta firmando la petizione a sostegno della Legge Regionale che riconosca la funzione sociale ed educativa degli Oratori in Puglia.Giuseppe Cifarelli
Responsabile Ufficio Stampa Redentore
Cell. 3276769759 - e-mail giucifa@yahoo.it
website: redentorebari.donboscoalsud.it(Comunicato Stampa) 

 

 

Valorizzare gli oratori in Puglia: al via una petizione

Pubblicato il aprile 24, 2013 - http://www.nicholaus.it 

Il riconoscimento degli Oratori in Puglia non è una questione irrilevante o di poco conto. Nella Regione Puglia c'è un inspiegabile vuoto legislativo nonostante che la Legge Nazionale n. 206/2003 abbia come obiettivo quello di "riconoscere, valorizzare, promuovere" la funzione educativa, formativa, aggregatrice, sociale svolta "dalle parrocchie e dagli altri istituti religiosi e da enti di altre confessioni riconosciute dallo Stato" nelle politiche sociali mediante gli oratori. Quindi, il riconoscimento del ruolo è strumentale all'erogazione di "contributi" alle parrocchie, alle diocesi, alle associazioni di enti religiosi appartenenti alle confessioni religiose riconosciute dallo Stato.
In Puglia, l'unica Legge Regionale che recepisce il riconoscimento degli oratori è L.R. 19/2006. Questa legge quadro trova la sua applicazione nel Regolamento Regionale 4/2007, ove gli Oratori non sono menzionati. Né esiste ad oggi, una legge ad hoc che riconosca gli Oratori nella loro identità di ponte tra la Chiesa e la strada, come avviene in quasi tutte le Regioni italiane. Quest'anomalia non può essere solamente sanata da contribuiti che vengono limitatamente erogati alle attività sportive e motorie o a bandi regionali che spesso mostrano difficoltà nell'accettare la configurazione giuridica dell'Oratorio. L'Oratorio si avvicina più a un Centro Aperto Polivalente (normato dai Regolamenti Regionali, sopracitati) che ad un Centro Sportivo... Anzi, per dirla tutta, l'Oratorio non è: né un Centro Sportivo, né un Centro Sociale! Ha una sua identità educativa specifica riconosciuta dalla Stato Italiano ma non dalla Regione Puglia.
Proprio perché vogliamo condividere azioni sociali ed educative programmate e progettate insieme, che chiediamo con forza una legge sugli Oratori in Puglia, come esiste in Campania e nelle altre Regioni Italiane, sanando un'inspiegabile anomalia pugliese.
Pertanto, invitiamo tutti i cittadini a condividere la nostra richiesta firmando la petizione a sostegno della Legge Regionale che riconosca la funzione sociale ed educativa degli Oratori in Puglia.

Il 25 aprile ai Salesiani di Cerignola, durante la festa Ispettoriale, si potrà aderire alla petizione.

Giuseppe Cifarelli - Responsabile Ufficio Stampa Redentore

 

 

 

epolisbari.it 19 aprile 2013

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Oratorio Redentore di Bari: un maggio all'insegna di feste e iniziative

Pubblicato il aprile 18, 2013 - http://www.nicholaus.it 

IMG_3999L'Oratorio Centro Giovanile Redentore dei Salesiani di Bari organizza nell'ambito del progetto
"Finis Terrae", una serie di eventi ed iniziative per ragazzi e giovani nel mese di Maggio
presentando Festinsieme 2013.

Nel cartellone degli eventi del Festinsieme 2013 spicca il concorso Liberi di sognare 2013,
giunto alla sua terza edizione. Il concorso nasce con l'intento di sostenere le potenzialità
espressive ed artistiche delle nuove generazioni riconoscendo i giovani come risorsa per la
comunità e per il territorio. Il concorso si svolge nell'ambito della festa di Maria Ausiliatrice,
conclusiva delle attività annuali dell'opera salesiana Redentore, e del Maggio barese promosso
dal Comune di Bari e ha come tema la frase di don Bosco: "Felici nel tempo e nell'eternità".
Il concorso aperto ai giovani, di età compresa tra i 14 e i 30 anni, si articola in quattro sezioni
artistiche: musica cover, musica inedita, arte pittorica, poesia. Ciascun giovane può scegliere
di partecipare ad una o a più sezioni artistiche. La serata finale del concorso si svolgerà
sabato 25 maggio alle ore 20 presso il cortile dell'Oratorio.

Altro evento programmato è la Saviocup 2013, torneo sportivo organizzato dal 10 al 22
maggio e che coinvolge i ragazzi e le ragazze dagli otto anni in su. Il torneo prevede le seguenti
discipline sportive: calcio a 7, pallavolo, basket, e le seguenti categorie: Elementari, Medie,
Over 15. La Saviocup coinvolgerà specialmente i bambini e i ragazzi delle scuole del territorio.
Concludono il cartellone degli eventi: la Stradonbosco e la marcia della legalità.

La Stradonbosco 2013, maratona amatoriale, aperta a tutti, per le vie del quartiere Libertà di
Bari si svolgerà domenica 26 Maggio alle ore 10. Mentre l'impegno ed il sostegno a favore
della legalità e della giustizia avrà la sua espressione comunitaria sabato 18 maggio alle ore
19,30 con la marcia della Legalità, organizzata da piazza Redentore a piazza Risorgimento.
L'Oratorio da sempre impegnato nell'educazione dei giovani ringrazia il Comune di Bari, la
Ubi Banca Carime e la Fondazione con il Sud per il sostegno e per il riconoscimento della
funzione sociale ed educativa che l'Oratorio Redentore, come tanti oratori pugliesi, svolge a
favore della parte più preziosa della società: i giovani.

Iscrizioni ed informazioni presso l'Oratorio Redentore (via Martiri d'Otranto, 65 - Bari).

Infoline 327.6769759 - 338.3768166 - redentorebari.donboscoalsud.it

Dr. Giuseppe Cifarelli - Ufficio Stampa Redentore

 

 

 

 

go-bari.it 12 aprile 2013 

 

 

 

"Più valore agli oratori": la lettera del Redentore di Bari all'assessore Gentile

 

Pubblicato il aprile 11, 2013 con  - http://www.nicholaus.it 

101_6104Gentilissima dr.ssa Elena Gentile,

da tempo mi occupo di educazione giovanile sia perché credo nella generosità sia perché credo che il servizio che offro insieme a tante persone possa contribuire al miglioramento della società.
Il riconoscimento degli Oratori in Puglia non è una questione irrilevante o di poco conto. Nella nostra Regione c'è un inspiegabile vuoto legislativo nonostante che la Legge Nazionale n. 206/2003 abbia come obiettivo quello di "riconoscere, valorizzare, promuovere" la funzione educativa, formativa, aggregatrice, sociale svolta "dalle parrocchie e dagli altri istituti religiosi e da enti di altre confessioni riconosciute dallo Stato" nelle politiche sociali mediante gli oratori. Quindi, il riconoscimento del ruolo è strumentale all'erogazione di "contributi" alle parrocchie, alle diocesi, alle associazioni di enti religiosi appartenenti alle confessioni religiose riconosciute dallo Stato.

In Puglia, l'unica Legge Regionale che recepisce il riconoscimento degli oratori è L.R. 19/2006. Questa legge quadro trova la sua applicazione nel Regolamento Regionale 4/2007, ove come ben sa, gli Oratori non sono menzionati. Né esiste ad oggi, una legge ad hoc che riconosca gli Oratori nella sua identità di ponte tra la Chiesa e la strada, come avviene in quasi tutte le Regioni italiane. Quest'anomalia non può essere solamente sanata da contribuiti che vengono limitatamente erogati alle attività sportive e motorie o a bandi regionali che spesso mostrano difficoltà nell'accettare la configurazione giuridica dell'Oratorio. L'Oratorio si avvicina più a un Centro Aperto Polivalente (normato dai Regolamenti Regionali, sopracitati) che ad un Centro Sportivo... Anzi, per dirla tutta, l'Oratorio non è: né un Centro Sportivo, né un Centro Sociale! Ha una sua identità educativa specifica riconosciuta dalla Stato Italiano ma non dalla... Regione Puglia.
Bisogna riconoscere che la Legge Regionale sul welfare pugliese è la più prescrittiva normativa vigente in Italia. Come crede che un Oratorio possa entrare nel sistema welfare senza una legge applicativa? Non crede che sia una discriminazione nei confronti del lavoro di tante persone dedite in Oratorio al servizio del territorio pugliese, che operano a favore di famiglie, minori e giovani spesso in situazioni di grave disagio sociale?

Proprio perché non ci piace scrivere letterine per ricevere contributi ma vorremmo condividere azioni sociali ed educative programmate e progettate insieme, che chiediamo con forza una legge sugli Oratori in Puglia, come esiste nelle altre Regioni Italiane, sanando un'inspiegabile anomalia pugliese.
Il bene comune è come un grande puzzle: è bello da vedere ed efficace nel messaggio solo se ci sono tutti i pezzi. Per troppo tempo questo grande puzzle sociale, ha sofferto la mancanza di un pezzo nella nostra Regione: quello degli Oratori. Molte persone che frequentano gli Oratori pugliesi possono testimoniare la capacità di coinvolgimento, la forza e la passione educativa di tanti volontari, l'accoglienza incondizionata di ogni ragazzo e giovane del territorio. Possono raccontarle interessanti percorsi educativi (Estate Ragazzi, Campi-scuola, gruppi di formazione socio-educativa, gruppi sportivi, gruppi musicali, gruppi teatrali, gruppi di danza, progetti educativi e di sviluppo locale...), storie di crescita e di speranza spesso in territori segnati dal degrado, dalla violenza e dalla criminalità. Quotidianamente gli Oratori in Puglia mettono a disposizione di tanti ragazzi e giovani spazi di gioco e di incontro, calcio-balilla, ping-pong, chitarre, tastiere, palloni... offrendo la possibilità di dialogo e di amicizia specialmente ai giovani e ai minori a rischio, educando ad essere "buoni cristiani ed onesti cittadini".

Non so, se è poco... o se aiuta... ma noi lo facciamo con gioia e sempre! Non so, se non interessa a chi lotta per il bene comune in questo tempo di crisi e di difficoltà. Non ci dica: "L'Oratorio è vostro, vedetevela voi!". L'Oratorio è pubblico perché aperto a tutti! Affermare il contrario è come scagliare una pietra a tutti coloro che credono nel nostro lavoro e si impegnano volontariamente nell'educare.
In questi giorni sono aperti i tavoli di concertazione con le organizzazioni del Terzo Settore per la programmazione delle politiche sociali della Regione Puglia (2013-2015). Ci faccia sedere a questi tavoli con la stessa dignità di una Cooperativa sociale o di un Associazione di promozione sociale, senza discriminarci ma riconoscendo il nostro apporto specifico al welfare attraverso una legge sugli Oratori in Puglia.
Gli Oratori in Puglia sono un bene da salvaguardare e riconoscere specialmente per i tanti ragazzi e giovani che li frequentano.

Cordiali saluti.

Don Mario Sangiovanni, Direttore dell'Opera Salesiana Redentore-Parroco,
e il Consiglio della Comunità Educativa Pastorale "Salesiani Redentore Bari"

 

 

 

ATTUALITÀ | Scritto da  11 aprile 2013 - http://bari.ilquotidianoitaliano.it 

Lettera aperta all'Assesore del Welfare della Regione Puglia sul riconoscimento degli Oratori

Bari, 10 Aprile 2013

Gent.ma Assessore al Welfare e Sanità - Regione Puglia

dr.ssa Elena Gentile

Via Caduti di tutte le guerre, 15

70126 Bari

101_6104

Gentilissima dr.ssa Elena Gentile,

da tempo mi occupo di educazione giovanile sia perché credo nella generosità sia perché credo che il servizio che offro insieme a tante persone possa contribuire al miglioramento della società.

Il riconoscimento degli Oratori in Puglia non è una questione irrilevante o di poco conto. Nella nostra Regione c'è un inspiegabile vuoto legislativo nonostante che la Legge Nazionale n. 206/2003 abbia come obiettivo quello di "riconoscere, valorizzare, promuovere" la funzione educativa, formativa, aggregatrice, sociale svolta "dalle parrocchie e dagli altri istituti religiosi e da enti di altre confessioni riconosciute dallo Stato" nelle politiche sociali mediante gli oratori. Quindi, il riconoscimento del ruolo è strumentale all'erogazione di "contributi" alle parrocchie, alle diocesi, alle associazioni di enti religiosi appartenenti alle confessioni religiose riconosciute dallo Stato.

In Puglia, l'unica Legge Regionale che recepisce il riconoscimento degli oratori è L.R. 19/2006. Questa legge quadro trova la sua applicazione nel Regolamento Regionale 4/2007, ove come ben sa, gli Oratori non sono menzionati. Né esiste ad oggi, una legge ad hoc che riconosca gli Oratori nella sua identità di ponte tra la Chiesa e la strada, come avviene in quasi tutte le Regioni italiane. Quest'anomalia non può essere solamente sanata da contribuiti che vengono limitatamente erogati alle attività sportive e motorie o a bandi regionali che spesso mostrano difficoltà nell'accettare la configurazione giuridica dell'Oratorio. L'Oratorio si avvicina più a un Centro Aperto Polivalente (normato dai Regolamenti Regionali, sopracitati) che ad un Centro Sportivo... Anzi, per dirla tutta, l'Oratorio non è: né un Centro Sportivo, né un Centro Sociale! Ha una sua identità educativa specifica riconosciuta dalla Stato Italiano ma non dalla... Regione Puglia.

Bisogna riconoscere che la Legge Regionale sul welfare pugliese è la più prescrittiva normativa vigente in Italia. Come crede che un Oratorio possa entrare nel sistema welfare senza una legge applicativa? Non crede che sia una discriminazione nei confronti del lavoro di tante persone dedite in Oratorio al servizio del territorio pugliese, che operano a favore di famiglie, minori e giovani spesso in situazioni di grave disagio sociale?

Proprio perché non ci piace scrivere letterine per ricevere contributi ma vorremmo condividere azioni sociali ed educative programmate e progettate insieme, che chiediamo con forza una legge sugli Oratori in Puglia, come esiste nelle altre Regioni Italiane, sanando un'inspiegabile anomalia pugliese.

Il bene comune è come un grande puzzle: è bello da vedere ed efficace nel messaggio solo se ci sono tutti i pezzi. Per troppo tempo questo grande puzzle sociale, ha sofferto la mancanza di un pezzo nella nostra Regione: quello degli Oratori. Molte persone che frequentano gli Oratori pugliesi possono testimoniare la capacità di coinvolgimento, la forza e la passione educativa di tanti volontari, l'accoglienza incondizionata di ogni ragazzo e giovane del territorio. Possono raccontarle interessanti percorsi educativi (Estate Ragazzi, Campi-scuola, gruppi di formazione socio-educativa, gruppi sportivi, gruppi musicali, gruppi teatrali, gruppi di danza, progetti educativi e di sviluppo locale...), storie di crescita e di speranza spesso in territori segnati dal degrado, dalla violenza e dalla criminalità. Quotidianamente gli Oratori in Puglia mettono a disposizione di tanti ragazzi e giovani spazi di gioco e di incontro, calcio-balilla, ping-pong, chitarre, tastiere, palloni... offrendo la possibilità di dialogo e di amicizia specialmente ai giovani e ai minori a rischio, educando ad essere "buoni cristiani ed onesti cittadini".

Non so, se è poco... o se aiuta... ma noi lo facciamo con gioia e sempre! Non so, se non interessa a chi lotta per il bene comune in questo tempo di crisi e di difficoltà. Non ci dica: "L'Oratorio è vostro, vedetevela voi!". L'Oratorio è pubblico perché aperto a tutti! Affermare il contrario è come scagliare una pietra a tutti coloro che credono nel nostro lavoro e si impegnano volontariamente nell'educare.

In questi giorni sono aperti i tavoli di concertazione con le organizzazioni del Terzo Settore per la programmazione delle politiche sociali della Regione Puglia (2013-2015). Ci faccia sedere a questi tavoli con la stessa dignità di una Cooperativa sociale o di un Associazione di promozione sociale, senza discriminarci ma riconoscendo il nostro apporto specifico al welfare attraverso una legge sugli Oratori in Puglia.

Gli Oratori in Puglia sono un bene da salvaguardare e riconoscere specialmente per i tanti ragazzi e giovani che li frequentano.

 

Cordiali saluti.

don Mario Sangiovanni, Direttore dell'Opera Salesiana Redentore-Parroco,

e il Consiglio della Comunità Educativa Pastorale "Salesiani Redentore Bari"

Il Responsabile dell'Ufficio Stampa Redentore Salesiani Bari

 dott. Giuseppe CifarelliRedentore Salesiani Barivia Martiri d'Otranto, 6570123 BARIWebsite: http://redentorebari.donboscoalsud.i tFB: http://www.facebook.com/salesiani.bariEmail: bari@donboscoalsud.it

RedentoreChannel: http://www.youtube.com/user/redentorebari

Tel.: 080.57.50.111 - Fax: 080. 57.50.179 - Cell.: 327.6769759 - 329.9685655

 

 

 

BARI, mercoledì 10 aprile 2013 - ORE 12.29 - Teleradioerre.it

De Leonardis: "Gli oratori pugliesi, realtà da sostenere concretamente e non abbandonare" 

"Nel Bilancio di previsione 2013 l'art. 21 prevede, grazie all'accoglimento di un emendamento presentato e firmato dal sottoscritto e dai colleghi Negro, Longo e Curto, la possibilità di un contributo fino a 50mila euro per l'adeguamento delle norme di sicurezza, l'eliminazione delle barriere architettoniche e gli ampliamenti degli oratori parrocchiali presenti in comuni con meno di quindicimila abitanti (nella misura massima dell'ottanta per cento della spesa prevista). Un piccolo ma significativo segnale di attenzione verso realtà che rappresentano spesso l'unico e solo riferimento contro l'emarginazione, il degrado sociale, la devianza giovanile, e un elemento fondamentale di coesione intorno a valori e principi imprescindibili di solidarietà, aggregazione, convivenza pacifica ed educazione alla legalità, al confronto e al rispetto delle diversità". Giannicola De Leonardis, presidente della settima Commissione Affari Istituzionali della Regione Puglia, ricorda come "nonostante una dotazione finanziaria ad hoc, non sia arrivato dalla Giunta alcun riscontro nella direzione auspicata, e l'allarme lanciato da don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Centro giovanile Redentore Salesiani di Bari, che denuncia dalle pagine del quotidiano Avvenire la scomparsa degli oratori dal welfare pugliese, merita una riflessione approfondita e partecipata". "Per non abbandonare colpevolmente - conclude De Leonardis - minori a rischio, senza una famiglia o con famiglie segnate dalla criminalità, situazioni sempre più presenti e inquietanti affrontate da operatori da tempo attivi anche su questo impegnativo e importantissimo - per la comunità intera - fronte, e non solo sulle attività sportive, di ricreazione e aggregazione e doposcuola".


Michele Carelli

 

 

RATORI, FONDI REGIONALI PER GLI ADEGUAMENTI

 

Creato Mercoledì, 10 Aprile 2013 10:08 - Pugliaoggi.it

Nel Bilancio di previsione 2013 l'art. 21 prevede, grazie all'accoglimento di un emendamento presentato e firmato De Leonardis, Negro, Longo e Curto, la possibilità di un contributo fino a 50mila euro per l'adeguamento delle norme di sicurezza, l'eliminazione delle barriere architettoniche e gli ampliamenti degli oratori parrocchiali presenti in comuni con meno di quindicimila abitanti (nella misura massima dell'ottanta per cento della spesa prevista).

"Un piccolo ma significativo segnale di attenzione - sottolinea De Leonardis - verso realtà che rappresentano spesso l'unico e solo riferimento contro l'emarginazione, il degrado sociale, la devianza giovanile, e un elemento fondamentale di coesione intorno a valori e principi imprescindibili di solidarietà, aggregazione, convivenza pacifica ed educazione alla legalità, al confronto e al rispetto delle diversità".

Giannicola De Leonardis, presidente della settima Commissione Affari Istituzionali della Regione Puglia, ricorda come "nonostante una dotazione finanziaria ad hoc, non sia arrivato dalla Giunta alcun riscontro nella direzione auspicata, e l'allarme lanciato da don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Centro giovanile Redentore Salesiani di Bari, che denuncia dalle pagine del quotidiano Avvenire la scomparsa degli oratori dal welfare pugliese, merita una riflessione approfondita e partecipata".

"Per non abbandonare colpevolmente - conclude De Leonardis -  minori a rischio, senza una famiglia o con famiglie segnate dalla criminalità, situazioni sempre più presenti e inquietanti affrontate da operatori da tempo attivi anche su questo impegnativo e importantissimo - per la comunità intera - fronte, e non solo sulle attività sportive, di ricreazione e aggregazione e doposcuola".

 

 

 

Avvenire.it 9 Aprile 2013

Leggi aricolo avvenire.it 9 aprile 2013

 

 

Lo sport educativo: Cnos sport, Figc e Oratorio in campo

Pubblicato il marzo 18, 2013 - http://www.nicholaus.it/ 

Il prof. Antonio Quarto coordinatore del settore Giovanile e Scolastico in Puglia

Il prof. Antonio Quarto coordinatore del settore Giovanile e Scolastico in Puglia

Si è concluso con l'intervento del prof. FrancescoFischetti  (Psicologo; docente Corso di Laurea in Scienze delle Attività Motorie e Sportive - Università degli Studi di Bari) e del prof. AntonioQuarto (coordinatore del settore Giovanile e Scolastico in Puglia) il corso per animatori sportivi organizzato dall'Oratorio Centro Giovanile Redentore.

Il corso è stato organizzato in collaborazione con l'Aps Cnos Sport - salesiani per lo sport e si è avvalso della competenza e professionalità dei due docenti impegnati nella formazione sportiva della FIGC Puglia.

Sono stati coinvolti 20 animatori sportivi, in maggioranza giovani, che hanno seguito con partecipazione ed attenzione gli argomenti trattatati durante i due incontri.

Il primo incontro curato da don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Centro Giovanile Redentore, ha sviluppato le tematiche della funzione educativa dello sport
e della progettazione educativa in ambito sportivo.

Il secondo incontro ha approfondito le tematiche educative in ambito sportivo, soffermandosi sulla gestione del gruppo e sull'accompagnamento educativo in ambito sportivo e donando alcuni accorgimenti pratici per la conduzione degli allenamenti.

L'obiettivo del corso è stato quello di sensibilizzare ed approfondire lo sport in chiave educativa. Al centro dello sport educativo non c'è l'atleta che deve diventare campione, ma c'è la persona del ragazzo con le sue risorse e le sue fragilità. Educare allo sport i ragazzi significa far maturare le risorse positive e far prendere coscienza delle proprie fragilità. Ecco perché un animatore sportivo prima di essere un tecnico interessato al giocatore, è un educatore interessato al bene del ragazzo e alla sua crescita integrale.

In contesti particolarmente popolari ed a rischio, come quello del Libertà, la funzione sociale, aggregativa ed educativa dello sport è di tale rilevanza da pretendere una formazione seria ed adeguata degli animatori sportivi.

Soddisfatto don Francesco, che al termine del corso ha ringraziato il Presidente Nazionale del CNOS SPORT, Claudio Belfiore, per la preziosa collaborazione e il Presidente Regionale Puglia FIGC, Vito Tisci, per il supporto attraverso l'incontro con due docenti specializzati nel settore della formazione sportiva.

«In cantiere - ha dichiarato don Francesco - abbiamo la preparazione e la realizzazione del "Corso C.O.N.I.-F.I.G.C.", che permetterà di dotare gli animatori sportivi dell'Oratorio di una maggiore qualifica e competenza nell'ambito dell'educazione sportiva».

Giuseppe Cifarelli - Responsabile Ufficio Stampa Redentore

 

 

 

BARI.ILQUOTIDIANOPUGLIA.IT  Scritto da antonio_calis 18 marzo 2013

Lo sport educativo: Cnos sport, Figc e Oratorio in campo

Lo sport educativo: Cnos sport, Figc e Oratorio in campoSono stati coinvolti 20 animatori sportivi, in maggioranza giovani, che hanno seguito con partecipazione ed attenzione gli argomenti trattatati durante i due incontri.
Il primo incontro curato da don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Centro Giovanile Redentore, ha sviluppato le tematiche della funzione educativa dello sport
e della progettazione educativa in ambito sportivo.

IMG_0531

Il secondo incontro ha approfondito le tematiche educative in ambito sportivo, soffermandosi sulla gestione del gruppo e sull'accompagnamento educativo in ambito sportivo e donando alcuni accorgimenti pratici per la conduzione degli allenamenti.

L'obiettivo del corso è stato quello di sensibilizzare ed approfondire lo sport in chiave educativa. Al centro dello sport educativo non c'è l'atleta che deve diventare campione, ma c'è la persona del ragazzo con le sue risorse e le sue fragilità. Educare allo sport i ragazzi significa far maturare le risorse positive e far prendere coscienza delle proprie fragilità. Ecco perché un animatore sportivo prima di essere un tecnico interessato al giocatore, è un educatore interessato al bene del ragazzo e alla sua crescita integrale.

In contesti particolarmente popolari ed a rischio, come quello del Libertà, la funzione sociale, aggregativa ed educativa dello sport è di tale rilevanza da pretendere una formazione seria ed adeguata degli animatori sportivi.

Soddisfatto don Francesco, che al termine del corso ha ringraziato il Presidente Nazionale del CNOS SPORT, Claudio Belfiore, per la preziosa collaborazione e il Presidente Regionale Puglia FIGC, Vito Tisci, per il supporto attraverso l'incontro con due docenti specializzati nel settore della formazione sportiva.

«In cantiere - ha dichiarato don Francesco - abbiamo la preparazione e la realizzazione del "Corso C.O.N.I.-F.I.G.C.", che permetterà di dotare gli animatori sportivi dell'Oratorio di una maggiore qualifica e competenza nell'ambito dell'educazione sportiva».

Antonio Calisi

 

 

 

 

Pubblicato da: Giornale di Puglia 17 Marzo 2013

Lo sport educativo, Cnos sport, Figc e Oratorio in campo

 

BARI. Si è concluso con l'intervento del prof. Francesco Fischetti (Psicologo; docente Corso di Laurea in Scienze delle Attività Motorie e Sportive - Università degli Studi di Bari) e del prof. Antonio Quarto (coordinatore del settore Giovanile e Scolastico in Puglia) il corso per animatori sportivi organizzato dall'Oratorio Centro Giovanile Redentore.

Il corso è stato organizzato in collaborazione con l'Aps Cnos Sport - salesiani per lo sport e si è avvalso della competenza e professionalità dei due docenti impegnati nella formazione sportiva della FIGC Puglia.

Sono stati coinvolti 20 animatori sportivi, in maggioranza giovani, che hanno seguito con partecipazione ed attenzione gli argomenti trattatati durante i due incontri.

Il primo incontro curato da don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Centro Giovanile Redentore, ha sviluppato le tematiche della funzione educativa dello sport
e della progettazione educativa in ambito sportivo.

Il secondo incontro ha approfondito le tematiche educative in ambito sportivo, soffermandosi sulla gestione del gruppo e sull'accompagnamento educativo in ambito sportivo e donando alcuni accorgimenti pratici per la conduzione degli allenamenti.

L'obiettivo del corso è stato quello di sensibilizzare ed approfondire lo sport in chiave educativa. Al centro dello sport educativo non c'è l'atleta che deve diventare campione, ma c'è la persona del ragazzo con le sue risorse e le sue fragilità. Educare allo sport i ragazzi significa far maturare le risorse positive e far prendere coscienza delle proprie fragilità. Ecco perché un animatore sportivo prima di essere un tecnico interessato al giocatore, è un educatore interessato al bene del ragazzo e alla sua crescita integrale.

In contesti particolarmente popolari ed a rischio, come quello del Libertà, la funzione sociale, aggregativa ed educativa dello sport è di tale rilevanza da pretendere una formazione seria ed adeguata degli animatori sportivi.

Soddisfatto don Francesco, che al termine del corso ha ringraziato il Presidente Nazionale del CNOS SPORT, Claudio Belfiore, per la preziosa collaborazione e il Presidente Regionale Puglia FIGC, Vito Tisci, per il supporto attraverso l'incontro con due docenti specializzati nel settore della formazione sportiva.

«In cantiere - ha dichiarato don Francesco - abbiamo la preparazione e la realizzazione del "Corso C.O.N.I.-F.I.G.C.", che permetterà di dotare gli animatori sportivi dell'Oratorio di una maggiore qualifica e competenza nell'ambito dell'educazione sportiva».

 

 

 

 

Corriere della sera 13 gennaio 2013

Clicca qui

IL CASO A BARI

L'oratorio è a pezzi,
Regione sotto accusa

«Contro di noi un pregiudizio ideologico»
Don Preite, viceparroco del Redentore, lancia l'allarme

 

Il soffitto a pezziIl soffitto a pezziBARI - «La Regione disconosce la funzione sociale che assolviamo per ragioni ideologiche. Ma io mi domando: chi se non un oratorio in un quartiere degradato ha diritto a essere considerato un soggetto che si batte per l'inclusione e a essere sostenuto?». Don Francesco Preite, viceparroco in un territorio difficile, quello della chiesa del Redentore, a Libertà, e direttore dell'oratorio che qui ha sede, nel solco della tradizione dei Salesiani, ha aspettato. E sperato. Ma ora, con in mano una bolletta per l'energia elettrica da 850 euro, sbotta. «Il tetto dell'oratorio ha ceduto in più parti, siamo stati costretti a ridurre le attività - si lamenta - dobbiamo affrontare un danno da trentamila euro e viviamo soltanto delle donazioni. La Regione abbandoni la lettura ideologica della realtà sociale». L'oratorio del Redentore è tra i più attivi a Bari, insieme a quello della Cattedrale. Nei suoi spazi sono organizzati quotidianamente sia attività sportive, dal calcio alla pallavolo, dal basket alla danza, sia ludiche, il ping pong, il calciobalilla, la recitazione, sia attività di formazione. «Per contrastare il bullismo, insegnare la solidarietà, abbattere i muri - spiega il viceparroco -. Anche perché nel quartiere Libertà i ragazzi vivono una condizione particolarmente difficile: sono immersi in una situazione di disagio da grande periferia urbana, avendo però il centro cittadino a due passi».

 

 

L'oratorio da rifare

 

 

Francesco PreiteFrancesco Preite All'oratorio sono iscritti 494 ragazzi, di età compresa tra gli 8 e i 24 anni, che pagano un contributo minimo di iscrizione annuale. Quelli che quotidianamente partecipano alle attività sono 150. Numeri importanti in un quartiere, come Libertà, con rarissime occasioni di inclusione sociale. «Io vorrei sgombrare il campo da due equivoci - dice don Preite - l'Oratorio non è soltanto il posto dove i ragazzi giocano a calcio e non è tenuto soltanto da preti. È anche il luogo dell'educazione e della formazione, affidati a volontari laici. Con quale motivazione, allora, si pensa di escluderlo dalle realtà che attingono ai fondi per l'azione sociale?». Don Preite ce l'ha con la Regione perché in Puglia, diversamente che altrove, i regolamenti che applicano la legge sui sistemi integrati di Welfare, non includono gli Oratori tra i partner riconosciuti. «In Campania non è così - spiega - gli oratori sono nel sistema sociale e il loro apporto è riconosciuto dalle leggi». La Regione, attraverso l'assessorato allo Sport, in realtà ha erogato un contributo di cinquantamila euro, attinti ai fondi per l'impiantistica sportiva. «Stiamo adoperando queste risorse per i campi di calcio - spiega il viceparroco del Redentore -. Facciamo fronte, non senza fatica alla gestione ordinaria della struttura grazie ai contributi di privati e di istituti di credito come la Ubi Carime. Ma si può andare avanti alla giornata? E come si fa quando il tetto viene giù a causa delle piogge abbondanti e ti arriva un conto da trentamila euro? Mi auguro che la Regione, a cominciare dall'assessora al Welfare che più volte e inutilmente abbiamo cercato di incontrare, abbandoni le sue preclusioni ideologiche e ci venga incontro. L'Oratorio non può chiudere».

 

Adriana Logroscino14 gennaio 2013© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

La Repubblica 13 gennaio 2013

 

Redentore, dopo il restauro cade a pezzi

RESIDENTI e commercianti del quartiere, tramite una tombolata, hanno già raccolto 500 euro. Ma in realtà di soldi ne servono 30 mila per ripristinare spazi essenziali per la crescita e la formazione di numerosissimi bambini e adolescenti tolti dalla strada. L' oratorio Redentore Salesiani di Bari lancia l' sos. Le abbondanti piogge delle scorse settimane hanno danneggiato seriamente la struttura che si snoda tra le vie Martiri d' Otranto e don Bosco. In nove aule e nel porticato è venuto giù parte del soffitto compromettendo di fatto le tante attività che ogni giorno animano questo pezzo dimenticato del Libertà. E solo un miracolo ha evitato il peggio: in quel momento le aule erano vuote e nessuno si è fatto male. Ora restano delle stanze desolatamente inutilizzate che assomigliano a piccoli cantieri. Polvere sugli arredi e attrezzature coperte per prevenire ulteriori danneggiamenti. Sopravvive soltanto il nuovo campo di calcio a 7 inaugurato la scorsa estate e che permette ai ragazzi di dare qualche calcio al pallone sull' erba e non più sull' asfalto. Oltre quel cancello (dall' ingresso sono passate intere generazioni) c' è una comunità di volontari e di ragazzi (496 iscritti) che ogni giorno con passione dedica il proprio tempo agli altri. Ora sono costretti a stringersi in una stanza nella quale non fa più differenza organizzare una partita di ping pong o un incontro di comunità. Il responsabile dell' oratorio, don Francesco Preite, non perde il sorriso e la speranza mentre mostra le ferite della struttura messa a nuovo appena due anni e frequentata giornalmente da 100 ragazzi di ogni età. "Nell' ordinario- spiega- stiamo svolgendo un lavoro straordinario. Alcune attività le abbiamo trasferite nell' istituto Salesiano ma i ragazzi hanno bisogno di spazi per incontrarsi. Restano qui anche sino alle 22 perché si sentono più sereni". Nulla da fare anche per i locali che da febbraio, nell' ambito del progetto Finis Terrae, avrebbero dovuto ospitare un centro diurno per 30 minori a rischio. Ora se ne riparlerà più avanti confidando nella solidarietà delle istituzioni. © RIPRODUZIONE RISERVATA

FRANCESCO PETRUZZELLI - repubblica 13 gennaio 2013

 

 

 

 

 

Cultura

Al via da gennaio 2013 un corso di formazione professionale per venti giovani tra i 18 e 30 anni

Barilive.it 30/12/2012

Finis Terrae e Granteatrino presentano un corso per burattinai

Durante il corso, che durerà fino a maggio 2013, gli iscritti potranno incontrare artisti e compagnie italiane e straniere

 

Scuola di formazione per giovani burattinai

La Redazione Scuola di formazione per giovani burattinai

Ufficio Stampa

 

Prende il via a gennaio un corso di formazione professionale per 20  giovani burattinai organizzato dal Granteatrino di Paolo Comentale nell'ambito di Finis Terrae, il progetto di riqualificazione socio-culturale dell'VIII Circoscrizione di Bari realizzato con il sostegno di Fondazione con il Sud.

Con un approccio professionale al teatro di figura, venti giovani di età tra i 18  e i 30 anni e residenti a Bari e provincia (priorità per i residenti nell'VIII Circoscrizione e metà dei posti disponibili sarà riservato a donne) avranno così la possibilità di apprendere le tecniche di progettazione e di costruzione dei burattini, la metodologia e la pratica dell'interpretazione attraverso le figure e alcuni elementi di drammaturgia, messa in scena e creazione d'impresa.

Durante il corso, che durerà 4 mesi fino a maggio 2013 e avrà luogo presso la Casa di Pulcinella e l'Istituto Salesiani del Redentore, gli iscritti potranno assistere a spettacoli di diverse tecniche teatrali e incontrare artisti e compagnie italiane e straniere.
Le domande di partecipazione devono essere inviate entro il 15 gennaio 2013. Per ulteriori  informazioni, per iscriversi e per consultare il bando completo del corso, www.casadipulcinella.it.

 

 

 

ATTUALITÀ 8 Novembre 2012 - 17:01 antennasud.it 

Finis Terrae punta a riqualificare l'VIII circoscrizione

finis terraeAvviare una riqualificazione socio-culturale della VIII Circoscrizione di Bari (quartieri Libertà, Marconi, San Girolamo, Fesca) attraverso una serie di interventi che restituiscano al territorio una dimensione dello spazio pubblico e dei servizi. E' l'obiettivo del progetto Finis Terrae, presentato nella sala consiliare del Comune di Bari, Finis Terrae, un progetto realizzato con il sostegno di Fondazione con il Sud.
Il progetto, della durata di 2 anni e finanziato per 500.000 euro, mira a creare un programma di sviluppo attraverso la creazione di una rete tra 4 luoghi simbolo della VIII Circoscrizione che costituiranno altrettanti ambiti di intervento: l'Istituto Salesiano SS Redentore (Polo Sociale); l'Arena delle Vittorie (Polo della Cultura e dello Sport); la Fiera del Levante (Polo dei Servizi e degli Eventi); il Bene Confiscato (Polo della legalità).

 

Repubblica 8 novembre 2012

 

Corriere del Mezzogiorno 8 novembre 2012

 

 

Gazzetta del Mezzogiorno 8 novembre 2012

 

Presentato il progetto Finis Terrae

Scritto da Antonio Calis  8 novembre - http://bari.ilquotidianoitaliano.it

Presentato il 7 novembre 2012, nella sala consiliare del Comune di Bari, Finis Terrae, un progetto realizzato con il sostegno di Fondazione con il Sud che intende avviare una riqualificazione socio-culturale della VIII Circoscrizione di Bari (quartieri Libertà, Marconi, San Girolamo, Fesca) attraverso una serie di interventi che restituiscano al territorio una dimensione dello spazio pubblico e dei servizi attualmente assente. Il progetto è stato presentato dal Responsabile Comunicazione di Fondazione con il Sud Fabrizio Minnella, dall'Assessore alle Politiche sociali della Provincia di Bari Giuseppe Quarto, dal Consigliere comunale Pietro Petruzzelli, delegato del Sindaco di Bari, dal direttore dell'Istituto salesiani del Redentore (capofila di progetto) don Mario Sangiovanni, da Vitandrea Marzano, sociologo e responsabile monitoraggio di Finis Terrae e Mariapia Locaputo, direttore operativo di progetto.

finis

Il progetto, della durata di 2 anni e finanziato per € 500.000 vuole promuovere un intenso programma di sviluppo attraverso la creazione di una rete tra 4 luoghi simbolo della VIII Circoscrizione che costituiranno altrettanti ambiti di intervento: l'Istituto Salesiano SS Redentore (Polo Sociale); l'Arena delle Vittorie (Polo della Cultura e dello Sport); la Fiera del Levante (Polo dei Servizi e degli Eventi); il Bene Confiscato (Polo della legalità).

Le molteplici azioni di Finis Terrae si svilupperanno su 4 linee di intervento:

a. Intercultura e integrazione. L'intento è sia riconoscere e affermare il valore della differenza (religiosa, sociale, culturale e di genere) sia proporre modelli attivi di dialogo tra le culture. Le azioni previste: un CAF di Circoscrizione per l'assistenza fiscale e l'accesso ai diritti di base; Diritti e rovesci, uno sportello di assistenza legale e sanitaria, a cura della coop. CAPS, posizionato presso il centro diurno Area 51; un Festival delle culture- a cura dell'APS Finis Terrae- una grande kermesse musicale e culturale che possa coinvolgere le associazioni di migranti sparse per il territorio attraverso mostre, reading, happening, esposizioni di artigianato, mercatini del gusto e concerti; varie azioni di sensibilizzazionenelle scuole sui temi dell'integrazione e di avvicinamento e pratica dello sport, in collaborazione con l'Asem volley, da praticarsi nelle scuole, nelle palestre, nell'Istituto Redentore.

b. Educazione, formazione e start-up di impresa. L'obiettivo è rafforzare l'offerta educativa, formativa e occupazionale sulle filiere del terziario e delle professioni manifatturiere per italiani e stranieri. Le azioni ipotizzate: l'Accademia delle Arti che prevede la realizzazione di un Laboratorio stabile Teatri di Pace (che erogherà corsi d scenografia, drammaturgia e lavoro attoriale) presso il Redentore, di un corso di formazione per giovani burattinai presso la Casa di Pulcinella, di un cinema all'aperto con rassegne tematiche per le famiglie della Circoscrizione; un corso di formazione teorico-pratico, a cura del CNOS, nella meccatronica e la realizzazione, con il supporto di CNA Puglia, di uno sportello che fornisca assistenza nella creazione di imprese giovanili attraverso formule di microcredito.

c. Spazi pubblici e dimensione dell'abitare. L'obiettivo è rafforzare la dotazione di servizi e promuovere il dibattito sugli spazi pubblici e la qualità urbana. Si prevedono sia azioni tangibili di infrastrutturazione sociale -la realizzazione di un Centro Diurno per minori e di unAsilo/Ludoteca- sia azioni immateriali di animazione partecipata, a cura di Learning cities, finalizzate a consolidare una riflessione collettiva sul tema degli spazi pubblici attraverso focus group, open space technologies, forum situati.

d. Habitat urbani/naturali tra terra e mare. L'intento è ricucire il rapporto tra il territorio e il mare attraverso la legalità, l'arte, l'ambiente. Le azioni previste: in collaborazione con l'Agenzia per la lotta non repressiva alla criminalità organizzata del Comune di Bari, lariqualificazione di un bene confiscato alle mafie per farne uno sportello stabile per gli immigrati; la realizzazione, a cura di CAPS, della prima Bottega di saperi e sapori di Bari (per la vendita di prodotti provenienti di beni confiscati alle mafie ma anche luogo di arte e cultura); l'organizzazione delle Giornate della cooperazione, a cura della Legacoop, che, attraverso eventi, seminari, artisti di strada vuole promuovere la cultura della cooperazione e della sussidiarietà; l'Estate ragazzi, a cura dell'Istituto Redentore, una grande rassegna estiva di sport, azioni ludiche e educative per i minori della Circoscrizione; la realizzazione, in collaborazione con Legambiente Puglia, sia di laboratori nelle scuole sul riciclo e le ecomafie, sia di eco passeggiate sul litorale per operare volontariamente sull'ambiente e il degrado; l'organizzazione del Premio De Marinis, dedicato alla prima tabacchina della Manifattura dei tabacchi divenuta consigliera comunale di Bari.

"Favorire il welfare di comunità valorizzando beni comuni, partire dal sociale come precondizione dello sviluppo, creare coesione sociale e far decidere al territorio le priorità e le risposte alle situazioni di difficoltà sviluppando e diffondendo così un senso di responsabilità diffusa nei cittadini e nella comunità: questi sono gli obiettivi non solo di Fondazione con il Sud ma di tutti i progetti (da 3 anni sono 18 per un ammontare di 15 milioni di euro) che finanziamo"- ha dichiarato Fabrizio Minnella, responsabile comunicazione di Fondazione-. "La capacità di fare rete, aggregando soggetti diversi che hanno un obiettivo comune e creando partecipazione diffusa è ciò che ci fa ritenere un progetto esemplare. Finis Terrae ha tutte queste premesse e sicuramente le potenzialità per fare molta strada".

Per le Istituzioni locali che aderiscono al progetto, l'Assessore Quarto ha sottolineato la disponibilità della Provincia a garantire continuità nella progettazione di Finis Terrae,  e il consigliere Petruzzelli ha dichiarato che "la riqualificazione sociale va di paripasso con quella fisica del territorio. Riqualificare il quartiere Libertà significa, per esempio, rivalutare la Manifattura. Lancio una provocazione a Finis Terrae: aiutateci a creare un percorso partecipato per capire come riutilizzare la Manifattura mettendo intorno a un tavolo tutti i soggetti attivi del territorio."

I PARTNERS di FT

Finis Terrae è un progetto promosso e sostenuto da 15 partners operativi: l'Istituto salesiani del Redentore, il capofila, con la sua autorevolezza morale, sociale e culturale, tuttora fucina spirituale-educativa per migliaia di ragazzi/e della VIII Circoscrizione; la Cooperativa Sociale CAPS, da anni attenta al tema dell'immigrazione e dell'esclusione sociale; la Cooperativa Il Sogno di Don Bosco, con la sua esperienza nella gestione di servizi residenziali per minori; le ACLI Bari, che eroga servizi determinanti nell'assistenza fiscale e sociale; l'Associazione Granteatrino, che promuove il recupero e il rilancio del teatro popolare dei burattini e delle marionette; il  CNA Puglia,  protagonista nella formazione nel settore artigiano e nella creazione di start-up di impresa; la Fiera del Levante Servizi, attiva nella promozione e nell'assistenza nel processo di stabilizzazione e sviluppo dei Paesi dell'area balcanica, l'A.S.D. Asem Volley Bari, nata per divulgare la pratica della disciplina sportiva come leva di emancipazione sociale; Teatri di Pace, che, con il metodo del teatro del conflitto, opera per sensibilizzare i giovani alla non violenza; Legambiente Puglia, impegnata da sempre in battaglie ambientaliste; CNOS FAP, che arricchisce il segmento formativo e laboratoriale; Legacoop Puglia, sigla storica del cooperativismo economico di base; Learning Cities, che presta la propria professionalità per le pratiche partecipative; la neonata APS Finis Terrael'IRS-Istituto di ricerche sociali, impegnato nella fase di valutazione del progetto.

A questi si aggiungono i partners istituzionali: Regione Puglia e Provincia di Bari, impegnate a sostenere Finis Terrae nella sostenibilità dei propri servizi sociali; Comune di Bari, che assicura al progetto un Bene Confiscato da riqualificare e inserisce FT nel percorso di Rigenerazione Urbana; il Distretto Socio-Sanitario determinante sul tema immigrazione e salute; Federazione SCS/CNOS - Salesiani per il sociale, pronta a garantire il supporto adeguato sia in termini scientifici che di cooperazione transfrontaliera.

LO STAFF

Lo staff di Finis Terrae è costituito da don Francesco Preite, project leader, Mariapia Locaputo, direttore operativo, Vitandrea Marzano, responsabile monitoraggio,Vitogiuseppe Lagioia, responsabile amministrativo, Alessandra Rizzi, responsabile comunicazione e ufficio stampa.

Mensilmente sarà possibile consultare e scaricare sul sito www.ft-b.org il giornale di progetto (Finis Terrae), un magazine che dà conto non solo dell'avanzamento delle azioni intraprese, ma è aperto ai contributi di tutti coloro che operativamente o sottoforma di testimonianza contribuiscono al dibattito sulla Circoscrizione e sulla città di Bari.

Per info www.ft-b.org

(Comunicato Stampa)

 

 

 

07/11/12 - http://puglialive.net

Bari - Presentato il progetto FINIS TERRAE per una riqualificazione socio-culturale della VIII Circoscrizione

Presentato oggi, 7 novembre 2012, nella sala consiliare del Comune di Bari, Finis Terrae, un progetto realizzato con il sostegno di Fondazione con il Sud che intende avviare una riqualificazione socio-culturale della VIII Circoscrizione di Bari (quartieri Libertà, Marconi, San Girolamo, Fesca) attraverso una serie di interventi che restituiscano al territorio una dimensione dello spazio pubblico e dei servizi attualmente assente.

Il progetto è stato presentato dal Responsabile Comunicazione di Fondazione con il Sud Fabrizio Minnella, dall'Assessore alle Politiche sociali della Provincia di Bari Giuseppe Quarto, dal Consigliere comunale Pietro Petruzzelli, delegato del Sindaco di Bari, dal direttore dell'Istituto salesiani del Redentore (capofila di progetto) don Mario Sangiovanni, da Vitandrea Marzano, sociologo e responsabile monitoraggio di Finis Terrae e Mariapia Locaputo, direttore operativo di progetto.

Il progetto, della durata di 2 anni e finanziato per € 500.000 vuole promuovere un intenso programma di sviluppo attraverso la creazione di una rete tra 4 luoghi simbolo della VIII Circoscrizione che costituiranno altrettanti ambiti di intervento: l'Istituto Salesiano SS Redentore (Polo Sociale); l'Arena delle Vittorie (Polo della Cultura e dello Sport); la Fiera del Levante (Polo dei Servizi e degli Eventi); il Bene Confiscato (Polo della legalità).

Le molteplici azioni di Finis Terrae si svilupperanno su 4 linee di intervento:

a. Intercultura e integrazione. L'intento è sia riconoscere e affermare il valore della differenza (religiosa, sociale, culturale e di genere) sia proporre modelli attivi di dialogo tra le culture. Le azioni previste: un CAF di Circoscrizione per l'assistenza fiscale e l'accesso ai diritti di base; Diritti e rovesci, uno sportello di assistenza legale e sanitaria, a cura della coop. CAPS, posizionato presso il centro diurno Area 51; un Festival delle culture- a cura dell'APS Finis Terrae- una grande kermesse musicale e culturale che possa coinvolgere le associazioni di migranti sparse per il territorio attraverso mostre, reading, happening, esposizioni di artigianato, mercatini del gusto e concerti; varie azioni di sensibilizzazione nelle scuole sui temi dell'integrazione e di avvicinamento e pratica dello sport, in collaborazione con l'Asem volley, da praticarsi nelle scuole, nelle palestre, nell'Istituto Redentore.


b. Educazione, formazione e start-up di impresa. L'obiettivo è rafforzare l'offerta educativa, formativa e occupazionale sulle filiere del terziario e delle professioni manifatturiere per italiani e stranieri. Le azioni ipotizzate: l'Accademia delle Arti che prevede la realizzazione di un Laboratorio stabile Teatri di Pace (che erogherà corsi d scenografia, drammaturgia e lavoro attoriale) presso il Redentore, di un corso di formazione per giovani burattinai presso la Casa di Pulcinella, di un cinema all'aperto con rassegne tematiche per le famiglie della Circoscrizione; un corso di formazione teorico-pratico, a cura del CNOS, nella meccatronica e la realizzazione, con il supporto di CNA Puglia, di uno sportello che fornisca assistenza nella creazione di imprese giovanili attraverso formule di microcredito.


c. Spazi pubblici e dimensione dell'abitare. L'obiettivo è rafforzare la dotazione di servizi e promuovere il dibattito sugli spazi pubblici e la qualità urbana. Si prevedono sia azioni tangibili di infrastrutturazione sociale -la realizzazione di un Centro Diurno per minori e di un Asilo/Ludoteca- sia azioni immateriali di animazione partecipata, a cura di Learning cities, finalizzate a consolidare una riflessione collettiva sul tema degli spazi pubblici attraverso focus group, open space technologies, forum situati. 

d. Habitat urbani/naturali tra terra e mare. L'intento è ricucire il rapporto tra il territorio e il mare attraverso la legalità, l'arte, l'ambiente. Le azioni previste: in collaborazione con l'Agenzia per la lotta non repressiva alla criminalità organizzata del Comune di Bari, la riqualificazione di un bene confiscato alle mafie per farne uno sportello stabile per gli immigrati; la realizzazione, a cura di CAPS, della prima Bottega di saperi e sapori di Bari (per la vendita di prodotti provenienti di beni confiscati alle mafie ma anche luogo di arte e cultura); l'organizzazione delle Giornate della cooperazione, a cura della Legacoop, che, attraverso eventi, seminari, artisti di strada vuole promuovere la cultura della cooperazione e della sussidiarietà; l'Estate ragazzi, a cura dell'Istituto Redentore, una grande rassegna estiva di sport, azioni ludiche e educative per i minori della Circoscrizione; la realizzazione, in collaborazione con Legambiente Puglia, sia di laboratori nelle scuole sul riciclo e le ecomafie, sia di eco passeggiate sul litorale per operare volontariamente sull'ambiente e il degrado; l'organizzazione del Premio De Marinis, dedicato alla prima tabacchina della Manifattura dei tabacchi divenuta consigliera comunale di Bari.


"Favorire il welfare di comunità valorizzando beni comuni, partire dal sociale come precondizione dello sviluppo, creare coesione sociale e far decidere al territorio le priorità e le risposte alle situazioni di difficoltà sviluppando e diffondendo così un senso di responsabilità diffusa nei cittadini e nella comunità: questi sono gli obiettivi non solo di Fondazione con il Sud ma di tutti i progetti (da 3 anni sono 18 per un ammontare di 15 milioni di euro) che finanziamo"- ha dichiarato Fabrizio Minnella, responsabile comunicazione di Fondazione-. "La capacità di fare rete, aggregando soggetti diversi che hanno un obiettivo comune e creando partecipazione diffusa è ciò che ci fa ritenere un progetto esemplare. Finis Terrae ha tutte queste premesse e sicuramente le potenzialità per fare molta strada".

Per le Istituzioni locali che aderiscono al progetto, l'Assessore Quarto ha sottolineato la disponibilità della Provincia a garantire continuità nella progettazione di Finis Terrae, e il consigliere Petruzzelli ha dichiarato che "la riqualificazione sociale va di paripasso con quella fisica del territorio. Riqualificare il quartiere Libertà significa, per esempio, rivalutare la Manifattura. Lancio una provocazione a Finis Terrae: aiutateci a creare un percorso partecipato per capire come riutilizzare la Manifattura mettendo intorno a un tavolo tutti i soggetti attivi del territorio."

I PARTNERS di FT
Finis Terrae è un progetto promosso e sostenuto da 15 partners operativi: l'Istituto salesiani del Redentore, il capofila, con la sua autorevolezza morale, sociale e culturale, tuttora fucina spirituale-educativa per migliaia di ragazzi/e della VIII Circoscrizione; la Cooperativa Sociale CAPS, da anni attenta al tema dell'immigrazione e dell'esclusione sociale; la Cooperativa Il Sogno di Don Bosco, con la sua esperienza nella gestione di servizi residenziali per minori; le ACLI Bari, che eroga servizi determinanti nell'assistenza fiscale e sociale; l'Associazione Granteatrino, che promuove il recupero e il rilancio del teatro popolare dei burattini e delle marionette; il CNA Puglia, protagonista nella formazione nel settore artigiano e nella creazione di start-up di impresa; la Fiera del Levante Servizi, attiva nella promozione e nell'assistenza nel processo di stabilizzazione e sviluppo dei Paesi dell'area balcanica, l'A.S.D. Asem Volley Bari, nata per divulgare la pratica della disciplina sportiva come leva di emancipazione sociale; Teatri di Pace, che, con il metodo del teatro del conflitto, opera per sensibilizzare i giovani alla non violenza; Legambiente Puglia, impegnata da sempre in battaglie ambientaliste; CNOS FAP, che arricchisce il segmento formativo e laboratoriale; Legacoop Puglia, sigla storica del cooperativismo economico di base; Learning Cities, che presta la propria professionalità per le pratiche partecipative; la neonata APS Finis Terrae, l'IRS-Istituto di ricerche sociali, impegnato nella fase di valutazione del progetto. 

A questi si aggiungono i partners istituzionali: Regione Puglia e Provincia di Bari, impegnate a sostenere Finis Terrae nella sostenibilità dei propri servizi sociali; Comune di Bari, che assicura al progetto un Bene Confiscato da riqualificare e inserisce FT nel percorso di Rigenerazione Urbana; il Distretto Socio-Sanitario determinante sul tema immigrazione e salute; Federazione SCS/CNOS - Salesiani per il sociale, pronta a garantire il supporto adeguato sia in termini scientifici che di cooperazione transfrontaliera.



LO STAFF
Lo staff di Finis Terrae è costituito da don Francesco Preite, project leader, Mariapia Locaputo, direttore operativo, Vitandrea Marzano, responsabile monitoraggio, Vitogiuseppe Lagioia, responsabile amministrativo, Alessandra Rizzi, responsabile comunicazione e ufficio stampa.
Mensilmente sarà possibile consultare e scaricare sul sito www.ft-b.org il giornale di progetto (Finis Terrae), un magazine che dà conto non solo dell'avanzamento delle azioni intraprese, ma è aperto ai contributi di tutti coloro che operativamente o sottoforma di testimonianza contribuiscono al dibattito sulla Circoscrizione e sulla città di Bari.
Per info www.ft-b.org

 

 

 

"Finis terrae" per la città di Bari
7 novembre 2012 - http://www.legacooppuglia.it


Legacoop Puglia con l'ente no profit Fondazione con il Sud per riqualificare i quartieri Libertà, Fesca, San Girolamo e Marconi del Comune di Bari. Obiettivo: restituire ai cittadini spazi pubblici vivibili e servizi utili in aree ancora marginali ma fortemente popolose.
La Lega delle cooperative pugliesi è tra i 15 partner operativi del progetto «Finis Terrae», sostenuto dalla Fondazione e presentato nella Sala Consiliare del comune di Bari, il 7 novembre 2012.
Si tratta di un programma della durata di due anni, nato nel 2010, e finanziato per 500 mila euro per promuovere un intenso programma di sviluppo attraverso la creazione di una rete tra quattro luoghi simbolo dell'VIII Circoscrizione barese, che sono anche gli ambiti di intervento: l'Istituto salesiano SS. Redentore (capofila del progetto e polo sociale), l'Arena delle Vittorie (polo della cultura e dello sport), la Fiera del levante (polo dei servizi e degli eventi e il bene Confiscato (polo della legalità).
"Fare rete", dunque, è la chiave operativa dell'intero progetto che vede coinvolte numerose associazioni no profit, impiegate nel sociale, di carattere culturale ed economiche, tra cui, appunto, la sigla storica del cooperativismo, qual è Legacoop Puglia. A questi si aggiungono i partner istituzionali: la Regione Puglia e la Provincia di Bari, impegnate a supportare «Finis Terrae» nella sostenibilità dei propri servizi sociali.
Le azioni del progetto si articoleranno, come è emerso dalla conferenza stampa di presentazione, su quattro aree d'intervento: intercultura, empowerment, spazi pubblici e legalità.
"Un progetto cui crediamo fortemente - ha dichiarato il presidente di Legacoop Puglia Carmelo Rollo, ai margini dell'incontro - e che da subito abbiamo accolto con entusiasmo. Fondazione con il Sud, come ente no profit, promuove lo sviluppo nel Mezzogiorno con un valido approccio di tipo sociale. La buona impresa e, quindi, la crescita di un territorio trovano terreno fertile lì dove i cittadini possono usufruire di servizi adeguati alle proprie esigenze: dalle aree verdi attrezzate alla riqualificazione edilizia passando attraverso strutture adeguate per la mobilità. Senza dimenticare i servizi che tutelino e promuovano l'integrazione per gli immigrati. Lavoreremo insieme perché ciò avvenga in un'area tanto affascinante e storica quanto difficile, qual è quella dell'VIII circoscrizione ".
"Inoltre - conclude Rollo -, «Finis Terrae» realizza il concetto del far rete come motore di sviluppo essenziale per il nostro territorio, da sempre promosso dalla nostra organizzazione".
Il progetto è stato presentato, nel Palazzo di Città, dal suo direttore operativo, Mariapia Locaputo, e dal sociologo e responsabile monitoraggio, Vitandrea Marzano. Presenti, a dare testimonianza diretta, il responsabile comunicazione Fondazione con il Sud, Fabrizio Milella, il consigliere comunale Pd, Pietro Petruzzelli, il direttore dell'Istituto salesiani del redentore, don Mario Sangiovanni, e l'assessore provinciale barese alle Politiche sociali, Giuseppe Quarto.

 

 

 

Il Libertà punta sull'integrazione

7 nov 2012 - www.barisera.net

La presentazione del programma questa mattina a Palazzo di Città

BARI - Intercultura e integrazione, educazione, formazione e start up d'impresa, spazi pubblici e dimensione dell'abitare, habitat naturali e urbani tra terra e mare. Sono queste le 4 linee di indirizzo di Finis Terrae, il progetto realizzato con il sostegno di Fondazione con il Sud che intende avviare una riqualificazione soci-culturale dell'Ottava Circoscrizione. La presentazione del programma questa mattina a Palazzo di città con numerosi esponenti istituzionali. Nei prossimi due anni saranno attivati interventi che restituiranno al territorio (quello compreso tra i quartieri Libertà, Fesca, Marconi e San Girolamo conta circa 63mila abitanti, più di qualsiasi altro comune della Città Metropolitana di Bari) una dimensione dello spazio pubblico e dei servizi. Con un supporto economico da 500mila euro della Fondazione a cui vanno aggiunti altri 186mila di cofinanziamento, il progetto vuole promuovere un intenso programma di sviluppo attraverso la creazione di una rete tra 4 luoghi simbolo della Circoscrizione che costituiranno altrettanti ambiti di intervento. Saranno l'Istituto Salesiano SS. Redentore (polo sociale), l'Arena delle Vittorie (cultura e sport), la Fiera del Levante (servizi ed eventi), il bene confiscato (legalità). Le quattro polarità individuate, opportunamente messe a sistema attraverso un programma di valorizzazione, consentiranno non solo di ricucire il dialogo territoriale, ma di promuovere un intenso progetto di sviluppo pluridimensionale e diffuso. Intercultura e integrazione. L'intento è riconoscere il valore della differenza religiosa, sociale, culturale e di genere. Ci sarà un Caf per l'assistenza fiscale, uno sportello per l'assistenza legale, un festival delle culture e varie azioni di sensibilizzazione nelle scuole attraverso attività sportive. Educazione e formazione. Si ipotizza di realizzare un'accademia di arti con relativo laboratorio stabile con teatri di pace, un corso di formazione per giovani burattinai e meccatronici, oltre a un cinema all'aperto. Spazi pubblici. L'obiettivo è rafforzare la qualità di questi luoghi di aggregazione, con un centro diurno per i minori con ludoteca e asilo. Habitat urbani e naturali. L'intento è ricucire il rapporto tra terra e mare. Tra le azioni previste, la riqualificazione di un bene confiscato alla mafia da adibire a sportello stabile per immigrati. E poi ecco la bottega di saperi e sapori, le giornate della cooperazione e l'estate per i ragazzi.

 

gi.co.

 

 

 

Bari: domani presentazione Finis Terrae, interverrà Emiliano

Pubblicato da: Giornale di Puglia 6 novembre 2012

 

BARI. E' convocata per domani, mercoledì 7 novembre alle ore 11.30 nella sala consiliare del Comune di Bari la conferenza stampa di presentazione di FINIS TERRAE, un progetto di riqualificazione socio-culturale della VIII Circoscrizione di Bari (quartieri Libertà, Marconi, San Girolamo, Fesca) che prevede azioni e interventi nel solco dell'intercultura/integrazione, educazione/formazione/start up di imprese, progettazione partecipata/infrastrutturazione sociale, legalità.

Intervengono:
Pietro Ferrari Bravo, Direttore generale Fondazione con il Sud
Elena Gentile, Assessore al Welfare- Regione Puglia
Giuseppe Quarto, Assessore alle Politiche sociali- Provincia di Bari
Michele Emiliano, Sindaco di Bari
don Mario Sangiovanni, Direttore Istituto salesiani Redentore, partner capofila di Finis Terrae
Vitandrea Marzano, Sociologo e Responsabile monitoraggio Finis Terrae

Coordina Mariapia Locaputo, Direttore operativo Finis Terrae

Partecipano il regista Gennaro Nunziante,  il Presidente della VIII Circoscrizione Dino Tartarino, il Presidente dell'Associazione commerciante di Via Manzoni e dintorni Enzo Angarano.


Il progetto, realizzato con il sostegno di Fondazione con il Sud, è promosso da: Istituto salesiani Redentore di Bari, Coop. CAPS, CNA, Granteatrino, Learning cities, Asem Bari Volley, FDL Servizi, Legambiente Puglia, Teatri di pace, Acli Bari, Legacoop Puglia, Il sogno di don Bosco, Cnos Fap, APS Finis Terrae, l'IRS- Istituto Ricerche sociali di Milano; la Federazione SCS/CNOS Salesiani per il sociale è pronta a garantire il supporto adeguato sia in termini scientifici che di cooperazione transfrontaliera. 

 

 

 

 

Riqualificazione culturale: parte a Bari il progetto Finis Terrae

.

 

di Giuseppe Lavopa pubblicato il 6 novembre 2012 - http://www.ambienteambienti.com

 

Mercoledì 7 novembre, alle ore 11.30, nella sala consiliare di Palazzo di Città, sarà presentato Finis terrae, un progetto di  socio-culturalerivolto ai quartieri dell'VIII Circoscrizione realizzato con il sostegno di Fondazione con il Sud e promosso da un'ampia rete di soggetti, tra cui Redentore di  (capofila), coop. CAPS, CNA, Granteatrino, Legambiente Puglia, Teatri di pace, Acli Bari, Legacoop Puglia. La Federazione SCS/CNOS Salesiani per il sociale garantirà supporto al progetto in termini scientifici e di cooperazione transfrontaliera.

All'incontro con la stampa interverranno il direttore generale di Fondazione con il Sud Pietro Ferrari Bravo, l'assessore alle Politiche sociali della Provincia Giuseppe Quarto, l'assessore al Welfare della Regione Puglia Elena Gentile, il direttore dell'Istituto salesiani Redentore don Mario Sangiovanni e il responsabile del monitoraggio Finis Terrae Vitandrea Marzano. Parteciperanno inoltre il registaGennaro Nunziante, il presidente della VIII Circoscrizione Dino Tartarino e il presidente dell'Associazione commerciante di via Manzoni e dintorni Enzo Angarano. A coordinare l'incontro Mariapia Locaputo, direttore operativo di Finis Terrae.

 

 

 

 

06/11/12 - puglialive.net

Bari - '"FINIS TERRAE' PER LA RIQUALIFICAZIONE SOCIO-CULTURALE DELL'VIII CIRCOSCRIZIONE.

DOMANI LA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE DEL PROGETTO



Domani, mercoledì 7 novembre, alle ore 11.30, nella sala consiliare di Palazzo di Città, il Capo di Gabinetto del sindaco Antonella Rinella parteciperà alla conferenza stampa di presentazione di Finis Terrae, un progetto di riqualificazione socio-culturale rivolto ai quartieri dell'VIII Circoscrizione realizzato con il sostegno di Fondazione con il Sud e promosso da un'ampia rete di soggetti: Istituto salesiani Redentore di Bari (capofila), coop. CAPS, CNA, Granteatrino, Learning cities, Asem Bari Volley, FDL Servizi, Legambiente Puglia, Teatri di pace, Acli Bari, Legacoop Puglia, Il sogno di don Bosco, Cnos Fap, APS Finis Terrae, IRS - Istituto Ricerche sociali di Milano. La Federazione SCS/CNOS Salesiani per il sociale garantirà supporto al progetto in termini scientifici e di cooperazione transfrontaliera.

All'incontro con la stampa interverranno il direttore generale di Fondazione con il Sud Pietro Ferrari Bravo, l'assessore alle Politiche sociali della Provincia Giuseppe Quarto, l'assessore al Welfare della Regione Elena Gentile, il direttore dell'Istituto salesiani Redentore don Mario Sangiovanni e il responsabile del monitoraggio Finis Terrae Vitandrea Marzano. Parteciperanno inoltre il regista Gennaro Nunziante, il presidente della VIII Circoscrizione Dino Tartarino e il presidente dell'Associazione commerciante di via Manzoni e dintorni Enzo Angarano. A coordinare l'incontro Mariapia Locaputo, direttore operativo di Finis Terrae.

 

 

 

"Finis Terrae" per la riqualificazione dell'VIII Circoscrizione: domani la conferenza stampa

Pubblicato il 06 Novembre 2012 - comune.bari.it

Domani, mercoledì 7 novembre, alle ore 11.30, nella sala consiliare di Palazzo di Città, il Capo di Gabinetto del sindaco Antonella Rinella parteciperà alla conferenza stampa di presentazione di Finis Terrae, un progetto di riqualificazione socio-culturale rivolto ai quartieri dell'VIII Circoscrizione realizzato con il sostegno di Fondazione con il Sud e promosso da un'ampia rete di soggetti: Istituto salesiani Redentore di Bari (capofila), coop. CAPS, CNA, Granteatrino, Learning cities, Asem Bari Volley, FDL Servizi, Legambiente Puglia, Teatri di pace, Acli Bari, Legacoop Puglia, Il sogno di don Bosco, Cnos Fap, APS Finis Terrae, IRS - Istituto Ricerche sociali di Milano. La Federazione SCS/CNOS Salesiani per il sociale garantirà supporto al progetto in termini scientifici e di cooperazione transfrontaliera.

All'incontro con la stampa interverranno il direttore generale di Fondazione con il Sud Pietro Ferrari Bravo, l'assessore alle Politiche sociali della Provincia Giuseppe Quarto, l'assessore al Welfare della Regione Elena Gentile, il direttore dell'Istituto salesiani Redentore don Mario Sangiovanni e il responsabile del monitoraggio Finis Terrae Vitandrea Marzano. Parteciperanno inoltre il regista Gennaro Nunziante, il presidente della VIII Circoscrizione Dino Tartarino e il presidente dell'Associazione commerciante di via Manzoni e dintorni Enzo Angarano. A coordinare l'incontro Mariapia Locaputo, direttore operativo di Finis Terrae.

 

 

 

 

 

Al via i tornei presso il nuovo campo di calcio a 7 del Redentore


Pubblicato il 3 novembre 2012 da anto84 - http://www.corrieredellepuglie.com - di Antonella Lobraico 


Grande festa domenica 28 ottobre presso l'Oratorio Centro Giovanile Redentore dei Salesiani di Bari che ha inaugurato il campo di calcio a 7 in erba sintetica realizzato dalla ditta Tennis Tecnica e gli spogliatoi ristrutturati dalla ditta Dalca, il tutto alla presenza di autorità civili e religiose. I lavori, con la supervisione dell'Ing. Gianluca Natale del CONI di Bari, sono stati realizzati, su una spesa non ancora del tutto coperta di € 150.000, con il contributo della Provincia di Bari (per 50.000 €), il ricavato della lotteria di beneficenza Redentore (per 27.000 €) e le donazioni di aziende e privati sul conto corrente bancario dedicato (per 10.000€).

La partita inaugurale di calcio a 7 tenutasi domenica ha visto la partecipazione di circa 250 ragazzi provenienti dagli oratori di Foggia, Cerignola, Andria, Molfetta, Santeramo ma è stato solo l'inizio. Infatti da lunedì 29 ottobre sono iniziati alcuni tornei di calcio: martedì 30 ottobre è stata la volta dell'amichevole genitori contro figli vinta dai figli. Mercoledì 31 ottobre protagoniste del campo di calcio a 7 le scuole medie: in campo una sfida avvincente ha visto contendersi il memorial dedicato a Giorgio Gernone, alunno della Scuola Media Carducci e oratoriano del Redentore tragicamente scomparso nell' estate del 2011, la Carlo Levi e Giosuè Carducci di Bari. La partita si è conclusa con la vittoria della squadra della Carlo Levi con un punteggio di 12 a 4. La partita ha voluto rimarcare l'apertura dell'Oratorio al mondo delle scuole e mantenere vivo il ricordo di Giorgio. Sono intervenuti i genitori e la sorella di Giorgio che hanno manifestato il loro grazie e la loro commozione per l'evento. Presente il consigliere comunale Massimo Maiorano che ha ringraziato le scuole e l'oratorio per l'iniziativa premiando gli alunni con alcune medaglie ed esprimendo anche la vicinanza dell'amministrazione comunale alla famiglia Gernone.

 

Durante la manifestazione è stato premiato anche l'alunno Giuseppe Strippoli della scuola Giosuè Carducci che si è distinto per il comportamento rispettoso e leale verso tutti. Il prossimo evento sportivo è previsto per sabato 10 Novembre alle ore 17 con il torneo dei Licei. Iniziative come queste aiutano a promuovere la collaborazione tra enti educativi valorizzando lo sport come ambito privilegiato di incontro e di promozione sociale. E' cosi che l'Oratorio Redentore svolge una funzione sociale di primaria importanza nel quartiere Libertà accogliendo centinaia di ragazzi e educandoli ai valori della legalità, della giustizia e della solidarietà. Ecco perché riqualificare il cortile dell'oratorio non significa soltanto rivalutare una struttura, ma fornire strumenti adeguati per educare con maggiore incisività in un territorio giovanile considerato a rischio. "Il problema del degrado nel quartiere Libertà non si risolve costruendo semplicemente spazi pubblici ma creando luoghi educativi- afferma don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio-. Emblematico è il caso della piazza del Redentore recentemente danneggiata dopo solo un mese dalla fine della ristrutturazione: non si tratta solo di rafforzare il controllo ma di promuovere azioni progettuali e politiche di prevenzione educativa, coinvolgendo tutti i soggetti che operano nel sociale. In questo senso l'Oratorio, con il nuovo campo di calcio, prima di essere una struttura è un luogo educativo, nel quale salesiani ed animatori accompagnano i giovani ed i ragazzi all'uso responsabile delle cose, alla gestione del bene comune, al rispetto delle persone."

 

 

 

Eventi e sport all'Oratorio Redentore di Bari

Dopo la partita giocata nel pomeriggio di ieri: Genitori contro Figli, vinta dai figli; oggi, è stata la volta delle scuole medie ad inaugurare il campo di calcio a 7 dell'Oratorio Centro Giovanile Redentore.

redentore

A contendersi il memorial dedicato a Giorgio Gernone, alunno della Scuola Media Carducci e oratoriano del Redentore, tragicamente scomparso nell'estate del 2011, sono state le Scuole Medie Carlo Levi e Giosuè Carducci della città di Bari. Una sfida avvincente che ha visto prevalere la squadra degli alunni della Carlo Levi con il punteggio di 12 a 4.

La partita ha voluto rimarcare l'apertura dell'Oratorio al mondo delle scuole e mantenere vivo il ricordo di Giorgio. Sono intervenuti i genitori e la sorella di Giorgio che hanno manifestato il loro grazie e la loro commozione per l'evento. Presente il consigliere comunale Massimo Maiorano che ha ringraziato le scuole e l'oratorio per l'iniziativa premiando gli alunni con alcune medaglie ed esprimendo anche la vicinanza dell'amministrazione comunale alla famiglia Gernone.  Durante la manifestazione è stato premiato anche l'alunno Giuseppe Strippoli della scuola Giosuè Carducci che si è distinto per il comportamento rispettoso e leale verso tutti.

Il prossimo evento sportivo è per sabato 10 Novembre alle ore 17. In programma c'è il Torneo dei Licei. Iniziative come queste aiutano a promuovere la collaborazione tra enti educativi valorizzando lo sport come ambito privilegiato di incontro e di promozione sociale.

Domani, giornata di festa, l'Oratorio ha organizzato in mattinata: la S. Messa alle ore 10 e la visita al cimitero; nel pomeriggio alle 18, Castagnata per tutti i ragazzi dell'Oratorio.

 (Comunicato Ufficio stampa Redentore)

 

 

 

Libertà, l'oratorio del Redentore ha il suo nuovo campo di calcio

Libertà, l'oratorio del Redentore ha il suo nuovo campo di calcio

Ieri la festa per inaugurare il nuovo impianto in erba sintetica, finanziato in parte attraverso una lotteria di beneficenza

di Redazione - 29 ottobre 2012 - Baritoday.it

E' stata una giornata di festa tutta dedicata allo sport quella di ieri all'oratorio del Redentore, dove è stato inaugurato il nuovo campo di calcio a 7 in erba sinteticaI lavori, dell'importo complessivo di 150mila euro (non ancora del tutto coperto), sono stati realizzati in parte con il contributo della Provincia (per 50.000 €), con le donazioni di aziende e privati sul conto corrente bancario dedicato (per 10.000€), ma anche con una lotteria di beneficenzache ha permesso di raccogliere 27mila euro.

Alla cerimonia hanno partecipato, tra gli altri, l'Arcivescovo di Bari-Bitonto Monsignor Francesco Cacucci, il sindaco Michele Emiliano, Sergio Fanelli, assessore all'informatizzazione tecnologica e alle risorse umane della Provincia, Maria Campese, Assessore allo Sport della Regione Puglia.

Per l'occasione è stata organizzata anche la Festa dello sport degli Oratori salesiani-Puglia Nord che ha visto la partecipazione di circa 250 ragazzi provenienti dagli Oratori salesiani di Foggia, Cerignola, Andria, Molfetta, Santeramo.


A partire da oggi avranno inizio sul campo a 7 alcuni tornei di calcio, organizzati per ringraziare tutti coloro (privati cittadini e scuole) che hanno contribuito alla realizzazione dell'impianto."

 

 

Gazzetta del mezzogiorno 29 ottobre 2012 

 

Gazzetta del mezzogiorno 27 ottobre 2012

 

Bari: domenica inaugurato campo a 7 Redentore

Pubblicato da Giornale di Puglia 26 ottobre 2012

 

BARI. Giornata di festa e sport domenica 28 ottobre nell'Oratorio Centro Giovanile Redentore dei Salesiani di Bari in occasione dell'inaugurazione del campo di calcio a 7 in erba sintetica- realizzato dalla ditta Tennis Tecnica- e degli spogliatoi- ristrutturati dalla ditta Dalca.
I lavori, con la supervisione dell'Ing. Gianluca Natale del CONI di Bari, sono stati realizzati, su una spesa non ancora del tutto coperta di € 150.000, con il contributo della Provincia di Bari (per 50.000 €), il ricavato della lotteria di beneficenza Redentore (per 27.000 €) e le donazioni di aziende e privati sul conto corrente bancario dedicato (per 10.000€).
Alle ore 11.00, dopo la Messa e l'assegnazione della Borsa di Studio "Stefano Speranza" a cura degli Exallievi salesiani di Bari, ci sarà l'inaugurazione  del campo a 7 e degli spogliatoi con interventi di:

S. E. Mons. Francesco Cacucci, Arcivescovo di Bari-Bitonto e Primate di Puglia, don Pasquale Cristiani, Ispettore dei Salesiani Italia Meridionale, dr. Michele Emiliano, Sindaco della Città di Bari, dr. Sergio Fanelli, Assessore all'informatizzazione tecnologica e alle risorse umane della Provincia di Bari, Prof.ssa Maria Campese, Assessore allo Sport della Regione Puglia, don Fabio Bellino, Vice-presidente nazionale CNOS/SPORT-Salesiani per lo sport, don Mario Sangiovanni, Direttore-Parroco opera salesiana Redentore, Ing. Emanuele Tanzi, Presidente Unione Exallievi Don Bosco-Bari.

Per l'occasione è stata organizzata, nella stessa giornata di domenica, la Festa dello sport degli Oratori salesiani- Puglia Nord che vedrà la partecipazione di circa 250 ragazzi provenienti dagli Oratori salesiani di Foggia, Cerignola, Andria, Molfetta, Santeramo.
La partita inaugurale di calcio a 7 sarà cat. propaganda Oratorio Bari - Oratorio Foggia e per tutti i ragazzi ci sarà la possibilità di giocare a basket, con alcuni tornei organizzati dal gruppo sportivo di Basket dell'Oratorio Redentore di Bari, e a pallavolo con la collaborazione dell'Asem Volley di Bari.

Ancora una volta l'Oratorio Redentore svolge una funzione sociale di primaria importanza nel quartiere Libertà accogliendo centinaia di ragazzi e educandoli ai valori della legalità, della giustizia e della solidarietà. Ecco perché riqualificare il cortile dell'oratorio non significa soltanto rivalutare una struttura, ma fornire strumenti adeguati per educare con maggiore incisività in un territorio giovanile considerato a rischio. "Il problema del degrado nel quartiere Libertà non si risolve costruendo semplicemente spazi pubblici ma creando luoghi educativi- afferma don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio-. Emblematico è il caso della piazza del Redentore recentemente danneggiata dopo solo un mese dalla fine della ristrutturazione: non si tratta solo di rafforzare il controllo ma di promuovere azioni progettuali e politiche di prevenzione educativa, coinvolgendo tutti i soggetti che operano nel sociale. In questo senso l'Oratorio, con il nuovo campo di calcio, prima di essere una struttura è un luogo educativo, nel quale salesiani ed animatori accompagnano i giovani ed i ragazzi all'uso responsabile delle cose, alla gestione del bene comune, al rispetto delle persone."

Da lunedì 29 ottobre iniziano, sul campo a 7, alcuni tornei di calcio- amichevole Oratorio-convitto universitario "Michele Rua", amichevole genitori-figli, torneo delle scuole medie e dei licei, amichevole ministranti Redentore-cresimandi e alunni-professori del Cnos/Fap), organizzati per ringraziare tutti (privati cittadini e scuole) che in qualche maniera hanno contribuito alla sua realizzazione. In allegato il programma in dettaglio.

 

 

26/10/12 - puglialive.net

Bari - ORATORIO REDENTORE DI BARI : INAUGURAZIONE DEL CAMPO DI CALCIO A 7 E DEGLI SPOGLIATOI

DOMENICA, 28 OTTOBRE 2012 ORE 11.00



Giornata di festa e sport domenica 28 ottobre nell'Oratorio Centro Giovanile Redentore dei Salesiani di Bari in occasione dell'inaugurazione del campo di calcio a 7 in erba sintetica- realizzato dalla ditta Tennis Tecnica- e degli spogliatoi- ristrutturati dalla ditta Dalca.

I lavori, con la supervisione dell'Ing. Gianluca Natale del CONI di Bari, sono stati realizzati, su una spesa non ancora del tutto coperta di € 150.000, con il contributo della Provincia di Bari (per 50.000 €), il ricavato della lotteria di beneficenza Redentore (per 27.000 €) e le donazioni di aziende e privati sul conto corrente bancario dedicato (per 10.000€). 
Alle ore 11.00, dopo la Messa e l'assegnazione della Borsa di Studio "Stefano Speranza" a cura degli Exallievi salesiani di Bari, ci sarà l'inaugurazione del campo a 7 e degli spogliatoi con interventi di:

S. E. Mons. Francesco Cacucci, Arcivescovo di Bari-Bitonto e Primate di Puglia, don Pasquale Cristiani, Ispettore dei Salesiani Italia Meridionale, dr. Michele Emiliano, Sindaco della Città di Bari, dr. Sergio Fanelli, Assessore all'informatizzazione tecnologica e alle risorse umane della Provincia di Bari, Prof.ssa Maria Campese, Assessore allo Sport della Regione Puglia, don Fabio Bellino, Vice-presidente nazionale CNOS/SPORT-Salesiani per lo sport, donMario Sangiovanni, Direttore-Parroco opera salesiana Redentore, Ing. Emanuele Tanzi, Presidente Unione Exallievi Don Bosco-Bari.

Per l'occasione è stata organizzata, nella stessa giornata di domenica, la Festa dello sport degli Oratori salesiani- Puglia Nord che vedrà la partecipazione di circa 250 ragazzi provenienti dagli Oratori salesiani di Foggia, Cerignola, Andria, Molfetta, Santeramo.
La partita inaugurale di calcio a 7 sarà cat. propaganda Oratorio Bari - Oratorio Foggia e per tutti i ragazzi ci sarà la possibilità di giocare a basket, con alcuni tornei organizzati dal gruppo sportivo di Basket dell'Oratorio Redentore di Bari, e a pallavolo con la collaborazione dell'Asem Volley di Bari.

Ancora una volta l'Oratorio Redentore svolge una funzione sociale di primaria importanza nel quartiere Libertà accogliendo centinaia di ragazzi e educandoli ai valori della legalità, della giustizia e della solidarietà. Ecco perché riqualificare il cortile dell'oratorio non significa soltanto rivalutare una struttura, ma fornire strumenti adeguati per educare con maggiore incisività in un territorio giovanile considerato a rischio. "Il problema del degrado nel quartiere Libertà non si risolve costruendo semplicemente spazi pubblici ma creando luoghi educativi- afferma don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio-. Emblematico è il caso della piazza del Redentore recentemente danneggiata dopo solo un mese dalla fine della ristrutturazione: non si tratta solo di rafforzare il controllo ma di promuovere azioni progettuali e politiche di prevenzione educativa, coinvolgendo tutti i soggetti che operano nel sociale. In questosenso l'Oratorio, con il nuovo campo di calcio, prima di essere una struttura è un luogo educativo, nel quale salesiani ed animatori accompagnano i giovani ed i ragazzi all'uso responsabile delle cose, alla gestione del bene comune, al rispetto delle persone." 

Da lunedì 29 ottobre iniziano, sul campo a 7, alcuni tornei di calcio- amichevole Oratorio-convitto universitario "Michele Rua", amichevole genitori-figli, torneo delle scuole medie e dei licei, amichevole ministranti Redentore-cresimandi e alunni-professori del Cnos/Fap), organizzati per ringraziare tutti (privati cittadini e scuole) che in qualche maniera hanno contribuito alla sua realizzazione. In allegato il programma in dettaglio.

 

 

 

Raid in piazza Redentore
rione Libertà nel mirino

I vandali hanno colpito anche la scuola

di Francesco Petruzzelli

bari.repubblica.it 7 ottobre 2012

 

 

Questa volta sono riusciti a devastare quel poco che è rimasto di una piazzetta attrezzata e inaugurata solamente due anni fa dopo un corposo progetto di restyling. Non si sono accontentati dei raid nei mesi precedenti: prendere a martellate i tavolini in pietra, estirpare le aiuole, segare i rami degli alberi, distruggere le spalliere in legno delle panchine. Questa volta hanno fatto peggio rompendo il pavimento, devastando la zona delle giostrine e manomettendo l'impianto di irrigazione. Hanno attorcigliato i tubi intorno agli alberi per poi collegarli ai tubi di scarico di alcune auto parcheggiate; quando il sistema in piena notte è entrato in funzione, l'acqua ha fatto il resto. Ennesimo raid vandalico al Libertà. A finire nuovamente nel mirino delle baby gang piazza del Redentore. 

Non una piazza qualunque, ma il simbolo del riscatto sociale dei tanti bambini e ragazzi salvati di generazione in generazione dalla vicina scuola Don Bosco e dall'oratorio Salesiano Redentore. Quasi un affronto alla memoria dell'educatore piemontese che dei giovani fece la sua vocazione pastorale sino a diventare santo. I teppisti hanno agito alle 22 di venerdì scorso. Qualcuno ha cercato di fermarli ma per tutta risposta si è visto lanciare pietre contro la sua finestra tra le risate di questi ragazzini terribili. E ora nel quartiere ci si interroga su un simile episodio che ha lasciato il segno, forse più dei proiettili sparati dai clan in anni e anni di guerra di mala. 

La dirigente scolastica Angela Dentamaro è sconvolta da quello che è successo alla piazzetta dove ogni mattina si accalcano bambini e genitori. «Questa volta - racconta sconsolata - abbiamo davvero toccato il fondo. Invierò una relazione ai carabinieri e al Comune. I genitori mi chiedono di fare qualcosa, ma cosa possiamo fare - si chiede - se qui manca il controllo sul territorio?». Non ha nemmeno la forza di reagire. «Questa volta - spiega - non fare nulla sarà la mia protesta. Abbiamo anche pensato di piantare a spese nostre delle aiuole dopo le devastazioni dei mesi scorsi. Ma ora mi chiedo se ne valga la pena piantare nel deserto che c'è fuori». 

E la delusione è palpabile perché molto probabilmente questi teppisti sono passati dai banchi e dalle aule della scuola elementare Don Bosco. Un istituto impegnato in progetti di legalità, di educazione all'ambiente e persino in una campagna contro chi non raccoglie le deiezioni dei propri cani. Ma evidentemente a qualcuno tutto ciò non è servito a renderlo migliore. «Siamo - tuona il presidente dell'VIII Circoscrizione, Dino Tartarino - totalmente abbandonati dalle forze dell'ordine. Io a questo punto chiedo di chiudere la piazza con i cancelli e di installare delle telecamere. Ora basta». E la paura adesso corre qualche metro più in là, dove sta nascendo parco De Bernardis, il primo polmone verde del quartiere. Non a caso è stata installata una recinzione altissima per preservare il giardino dai teppisti. Una misura di sicurezza che ha il sapore di una sconfitta. L'amarezza resta anche nella comunità salesiana che si spende ogni giorno nel recupero e nell'educazione dei ragazzi. 

«E' un episodio da condannare - commenta il direttore dell'oratorio, don Francesco Preite - ma c'è anche da chiedersi cosa facciano gli adulti e i genitori per prevenire tutto ciò. Bisogna rafforzare la filiera dell'educazione perché spesso i ragazzi non si sentono pronti a gestire il bene pubblico come una piazzetta o un parco. Don Bosco ci ha insegnato che in qualsiasi ragazzo, anche il più disgraziato, c'è un punto accessibile al bene ed è compito dell'educatore trovare quel punto». Ragazzi che spesso fanno a botte per futili motivi come è successo qualche giorno fa in pieno centro davanti alla scuola media Carducci. 

 

Libertà: a settembre i lavori di riqualificazione all'oratorio del Redentore
BariToday » Cronaca di Antonella Fazio 03/08/2012

Libertà, l'oratorio dei Salesiani si rifà il look. A settembre al via i lavori

Dopo l'estate il cantiere per la riqualificazione della zona ricreativa della Parrocchia Redentore. Dei 300mila euro necessari ce ne sono solo 85mila. Così si procederà con una prima tranche, in attesa che anche il Comune faccia la sua parte


La riqualificazione va fatta ma i fondi a disposizione, almeno per ora, sono pochi. "Abbiamo solo i fondi messi a disposizione dalla Provincia di Bari e quelli della raccolta fondi di maggio scorso. Ma per fare tutto c'è bisogno di 300mila euro". Le parole sono quelle di don Francesco, uno dei 'massimi esponenti' della Parrocchia Redentore, cuore pulsante e centro di ricreazione per i ragazzi del quartiere Libertà. La chiesa ha, annesso, il suo oratorio dei Salesiani che va ristrutturato ma, con i soldi che ci sono, si potrà attivare solo una prima serie di lavori. E per fare questo, comunque, si dovrà aspettare settembre.

Annuncio promozionale

Il progetto originale di restyling prevede la ristrutturazione del cortile, degli spogliatoi, la realizzazione di un campo polivalente di basket e pallavolo, e un area ludica con due rettangoli di gioco per il calcio a cinque, il tutto per un totale di spesa da 300mila euro. Adesso ci sono solo, si fa per dire, 27.047 euro provenienti dalla vendita dei biglietti della raccolta di beneficenza di maggio scorso, 10mila euro di donazioni sul conto corrente della Parrocchia e 47mila della Provincia. "Con questi soldi potremo avviare solo una prima tranche di lavori che comprenderanno un campo da calcio a 5 in erba sintetica e la ristrutturazione degli spogliatoi", spiega don Francesco che coglie l'occasione per togliersi un sassolino dalla scarpa: "Anche il Comune ci aveva promesso di fare la sua parte ma non è ancora arrivato nulla". Il prelato si riferisce all'assemblea pubblica di qualche mese fa quando il primo cittadino Michele Emiliano promise fondi per la Parrocchia ma senza dare una cifra esatta: "Che fine hanno fatto i fondi?", si chiede e in attesa che da Palazzo di Città arrivino risposte, chiude: "Aspettiamo qualche tempo e vediamo che succede ,ma nel frattempo partiamo con il primo cantiere". Insomma, la speranza è l'ultima a morire.

 

 

Oratorio Redentore a settembre si parte con il primo lotto

I campi dell'oratorio del Redentore

BARI - Potrebbe partire a settembre la prima tranche di lavori di riqualificazione dell'oratorio del Redentore, punto di riferimento per una zona popolare come il Libertà, ma per completare il tutto servono altri fondi. Il costo totale per la ristrutturazione del cortile, degli spogliatoi, per la realizzazione di un campo polivalente di basket e pallavolo e di un area ludica comprendente due campi di calcio a cinque ammonta a 300 mila euro. Ma in un periodo di tagli egli enti locali anche l'oratorio fatica ad imporsi. Per porre rimedio i salesiani si erano impegnati a raccogliere i fondi necessari con donazioni e con una lotteria di beneficenza che il 27 maggio si è conclusa con un ricavato di 27.047 euro (i biglietti emessi avrebbero permesso di ricavare però circa 40.000 euro). "Ci aspettavamo qualcosa in più ma siamo soddisfatti - spiega don Francesco della Parrocchia Redentore - con questa prima tranche che comprende anche 10.000 euro di donazioni su conto corrente e 47.000 euro provenienti dalla Provincia, sarà possibile realizzare solo il primo lotto che comprende un campo da calcio a 5 in erba sintetica e la ristrutturazione degli spogliatoi. I lavori dovrebbero iniziare dopo l'estate, a settembre". Sulla vicenda resta però un punto interrogativo: "Che fine hanno fatto i finanziamenti che il Comune aveva promesso, per la verità senza quantificarli?". A fine gennaio durante una conferenza stampa organizzata ad hoc a Palazzo di Città il primo cittadino, Michele Emiliano aveva annunciato le opere di riqualificazione dell'oratorio dei salesiani, facendo intenedere che anche il Comune avrebbe fatto la sua parte, poi più niente. "Siamo fiduciosi e attendiamo risposte da Emiliano - conclude don Francesco - noi nel frattempo però partiamo con il cantiere".

Fiorella Barile - Barisera 2 agosto 2012

 

 

Grande festa conclusiva per l'estate ragazzi del Redentore

Giornale di Puglia sabato 14 luglio 2012  

di Luigi Laguaragnella. Termina questo pomeriggio con l'evento conclusivo "Cattivissimo me" l'animazione estiva organizzata dall'oratorio della chiesa del Redentore di Bari. Dalla metà di giugno più di 300 ragazzi dai 7 ai 14 anni hanno partecipato quotidianamente ad incontri educativi, laboratori creativi, gare sportive e momenti di preghiera per dare ai ragazzi la possibilità di socializzare, conoscere e aggregarsi.

L'attività dell'oratorio salesiano suscita sempre un particolare interesse non solo nel territorio circoscrizionale: alcune delle iniziative in programma hanno avuto il sostegno del Comune e della Provincia di Bari, della Fondazione con il sud e nell'ambito del progetto Finis Terrae permettendo ai ragazzi di essere protagonisti nella città: oltre alle escursioni in bicicletta e culturali per il borgo antico e all'animazione per le piazze del quartiere, in collaborazione con Legambiente hanno svolto attività educative nel rispetto delle regole dell'ecologia presso la pineta San Francesco, ma non vanno dimenticate le giornate vissute insieme ad altre associazioni come Emergency e Libera. Ottime proposte per sensibilizzare i più giovani ai valori da coltivare soprattutto nella nostra città.

Nel pomeriggio con "Solo insieme si vince" un momento di festa e di spettacolo con i burattini (realizzati dai piccoli partecipanti) termina l'estate ragazzi, che certamente, grazie ai salesiani, dona un grande sostegno ai giovani che rimangono in città al termine dell'anno scolastico. L'appuntamento è dalle 17 all'oratorio della chiesa del Redentore.




barilive.it 15 luglio 2012
ulturaStasera, alle 20.30, l'evento conclusivo

L'Estate dei ragazzi, l'iniziativa volge al termine

Tante le attività svolte con successo ed entusiasmo

La Redazione Chiesa del RedentoreFoto: n. c.L

'Estate Ragazzi, organizzata dall'Oratorio salesiano del Redentore con il sostegno del Comune di Bari- Assessorato al Welfare, della Provincia di Bari-Assessorato alle Politiche sociali e di Fondazione con il Sud e realizzata nell'ambito del progetto Finis Terrae, volge al termine.
Oggi, infatti, sarà la giornata conclusiva dopo un mese di attività, laboratori, giochi, sport, educazione e formazione che ha coinvolto 360 ragazzi tra i 7 e i 14 anni e 60 giovani animatori volontari.

Si inizia alle 20.30 con l'esibizione dei ragazzi in alcuni spettacoli preparati durante il pomeriggio (filo conduttore è la storia di Gru, personaggio del cartone animato Cattivissimo me) e a seguire la premiazione sia delle gare svolte durante la festa dello sport il 10 luglio (salto in lungo, salto in alto, staffetta, corsa), sia delle squadre che nel corso dell'Estate Ragazzi si sono affrontate quotidianamente in giochi, gare e sport.
Saranno premiati anche tutti gli arbitri e gli animatori che per un mese hanno volontariamente partecipato e contribuito alla realizzazione dell'Estate ragazzi.

Il Granteatrino di Paolo Comentale, che il 16 giugno ha inaugurato l'Estate Ragazzi con lo spettacolo di Pulcinella e che per tutto il mese ha tenuto un laboratorio su come realizzare i burattini, presenterà uno spettacolo, realizzato dai ragazzi che hanno partecipato al laboratorio, sulla storia di Don Bosco relativamente agli anni dell'Oratorio.
Granteatrino e Legambiente Puglia poi presenteranno le attività che, nell'ambito del progetto Finis Terrae realizzato con il sostegno di Fondazione con il Sud, realizzeranno a partire da ottobre nell'Oratorio del Redentore

"L'Estate Ragazzi è andata meglio di ogni nostra aspettativa- ha dichiarato il direttore dell'Oratorio e organizzatore dell'Estate Ragazzi, don Francesco Preite-. I ragazzi coinvolti hanno avuto una reale occasione di crescita e di formazione, di condivisione di valori e di educazione, non solo attraverso la storia proposta, il gioco, i laboratori ma anche con le feste tematiche organizzate per educare ai diritti, all'ecologia, alla legalità, allo sport grazie alla partecipazione e al sostegno che abbiamo ricevuto da Emergency, Libera, Legambiente Puglia e Coni- Fidal".

 

 

 

bari.republica.it
Trecento ragazzi a lezione d'ambiente. Nella pineta San Francesco a Bari per gli appuntamenti dell'Estate Ragazzi - organizzata dall'Oratorio salesiano Redentore con il sostegno del Comune di Bari e di Fondazione con il Sud nell'ambito del progetto Finis Terrae - gli studenti tra i 7 e i 14 anni hanno vissuto una giornata all'insegna della natura, della solidarietà e dell'educazione ambientale. L'iniziativa, organizzata con Legambiente Puglia, ha permesso di ripulire la pineta e avviare un percorso di sensibilizzazione alle tematiche ambientali.

foto clicca qui

 

L'estate dei ragazzi al Redentore: green & human Education, freedom, show!

www.infooggi.it 16/06/2012, a cura di Anna Ingravallo L'estate dei ragazzi al Redentore: green & human Education, freedom, show! 

 

L'Oratorio Centro Giovanile Redentore- Salesiani di Bari presenta
ESTATE RAGAZZI 2012 "Cattivissimo me"

al via, sabato 16 giugno, un mese di attività, giochi, educazione per i  ragazzi tra  7 e i 14 anni

 

Quattro settimane di laboratori, divertimento, musica, giochi e attività ma soprattutto un'importante occasione per crescere e per imparare a vivere insieme nel rispetto e nella condivisione di valori comuni.

E' questa l'ESTATE RAGAZZI, organizzata dall'Oratorio Centro Giovanile Redentore Salesiani di Bari, in collaborazione con l'APS Finis Terrae, con il sostegno di Fondazione con il Sud e del Comune di Bari- Assessorato al welfare e realizzata nell'ambito del "progetto Finis Terrae", in programma da sabato 16 giugno a sabato 14 luglio 2012 e rivolta ai bambini e ai giovani tra i 7 e i 14 anni.

In un periodo come l'estate durante il quale, finita la scuola, aumentano sensibilmente fenomeni come marginalità e disagio-devianza giovanili, l'Estate Ragazzi offre alle famiglie una risposta altamente educativa che favorisce la crescita umana dei bambini e dei ragazzi incentivando, in un ambiente sereno e ricco di valori, lo sviluppo delle attività motorie, manuali e espressive, favorendo la sensibilizzazione su tematiche quali ecologia, solidarietà e legalità e creando un clima di autentica e responsabile collaborazione tra genitori, ragazzi, animatori.

Per l'inaugurazione, tra sole 2 ore: oggi, sabato 16 giugno alle ore 20.30 nel cortile dell'oratorio un appuntamento con il Gran teatrino Casa di Pulcinella per A PULCINELLA!, spettacolo di attori e burattini con Paolo Comentale (anche regista), Anna Chiara Castellano Visaggi, Enrico Castellaneta e Natale Panatro per i burattini. Un classico del Gran Teatrino, uno spettacolo molto coinvolgente e dall'alto valore educativo proprio per il rapporto diretto e creativo che si crea con il pubblico.

Il Gran Teatrino sarà protagonista anche di uno dei laboratori che vedrà impegnati i ragazzi durante le attività della mattina; il pomeriggio (dal lunedì al sabato dalle 17.00 alle 20.00, la mattina invece dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00) le attività iniziano con la visione di un episodio del cartone animato Cattivissimo me, tema e filo conduttore dell'Estate ragazzi 2012, cui segue un momento educativo di discussione sui valori che si evincono dal filmato per poi iniziare con i giochi e le gare sportive nelle quali i ragazzi saranno suddivisi in squadre.

Sono previste poi delle giornate tematiche, per sensibilizzare ragazzi e genitori su alcuni temi importanti: si inizia il 19 giugno con la festa dei popoli, in collaborazione con Emergency, la festa della legalità (il 26 giugno) con Libera, la festa della natura con Legambiente (il 3 luglio) e la festa dello sport con Coni e Fidal (il 10 luglio).

*Anche i genitori dei ragazzi saranno coinvolti in Estate Famiglia. In concomitanza con le giornate tematiche
alle ore 18 presso il salone audiovisivi dell'Oratorio, sono in programma incontri guidati da esperti di Emergency, Libera, Legambiente. La LILT (Lega italiana Lotta ai Tumori) offrirà un percorso di educazione preventiva sull'alimentazione e sul fumo ogni lunedì, a partire dal 18 giugno.

Previste anche delle gite fuoriporta: il mare di Torre canne il 26 giugno, la festa dell'ecologia presso la Pineta S. Francesco il 4 luglio, la festa degli oratori salesiani pugliesi a Santeramo (Ba), e infine il parco Aqualand a Vasto il 12 luglio.

Il sabato invece i giochi e le attività dell'Estate ragazzi si spostano in 4 piazze della città, in un'ottica inclusiva nei confronti dell'intera cittadinanza: piazza Risorgimento (23 giugno), piazza del Ferrarese (30 giugno , in concomitanza con la notte Bianca della circoscrizione Murat), piazza Garibaldi (7 luglio), e piazza del Redentore (14 luglio) per la serata di festa conclusiva.
Da segnalare anche la passeggiata ecologica in bicicletta da piazza Redentore alla Basilica di S. Nicola, mercoledì 20 giugno.

Dal 2 luglio a partire dalle 20.30, si inizia invece con Estate Giovani, che coinvolge i giovani dai 15 anni in su.

"L'edizione 2011 ha visto la partecipazione di circa 300 ragazzi"- ha dichiarato don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Salesiani del Redentore e vera anima dell'Estate ragazzi- "e quest'anno ci aspettiamo un numero anche maggiore. L'Estate ragazzi è la migliore proposta formativa che possiamo fornire alle famiglie che hanno l'esigenza di impiegare in modo costruttivo, educativo e divertente, il tempo libero dei loro figli durante il periodo estivo. La storia presenta Gru, personaggio grottesco e contraddittorio, che riesce ad affrontare un vero e proprio percorso di redenzione, crescita e mutamento, ovviamente in meglio, aiutato da tre orfane. Una storia di rinascita e di solidarietà, quanto mai necessaria per i ragazzi e le famiglie della nostra società".

Per le iscrizioni ci si può rivolgere alla segreteria dell'Oratorio, via Martiri d'Otranto 65 tutti i giorni dalle
17.00 alle 20.00
. Per il programma dettagliato e tutte le informazioni,

//redentorebari.donboscoalsud.it
bari@donboscoalsud.it; infocell: 338.3768166.

 

 

barilive.it - 16 giugno 2012 - Cultura

L'Oratorio Centro Giovanile Redentore-Salesiani presenta "l'Estate ragazzi 2012"

Inizia oggi un mese di attività, giochi, educazione per i ragazzi tra i 7 e i 14 anni


Locandina de "Estate dei Ragazzi"Locandina de "Estate dei Ragazzi"Foto: n. c.Q

uattro settimane di laboratori, divertimento, musica, giochi e attività ma soprattutto un'importante occasione per crescere e per imparare a vivere insieme nel rispetto e nella condivisione di valori comuni. E' questa l'ESTATE RAGAZZI, organizzata dall'Oratorio Centro Giovanile Redentore Salesiani di Bari, in collaborazione con l'APS Finis Terrae, con il sostegno del Comune di Bari-Assessorato al Welfare e di Fondazione con il Sud e realizzata nell'ambito del progetto Finis Terrae, in programma da sabato 16 giugno a sabato 14 luglio 2012 e rivolta ai bambini e ai giovani tra i 7 e i 14 anni. In un periodo come l'estate, quando, finita la scuola, aumentano sensibilmente fenomeni come marginalità e disagio-devianza giovanili, l'Estate Ragazzi offre alle famiglie una risposta altamente educativa che favorisce la crescita umana dei bambini e dei ragazzi incentivando, in un ambiente sereno e ricco di valori, lo sviluppo delle attività motorie, manuali e espressive, favorendo la sensibilizzazione su tematiche quali ecologia, solidarietà e legalità e creando un clima di autentica e responsabile collaborazione tra genitori, ragazzi, animatori.

Per l'inaugurazione, oggi alle ore 20.00 nel cortile dell'oratorio, la Compagnia Granteatrino presenta A PULCINELLA!, spettacolo di attori e burattini di Paolo Comentale, con Paolo Comentale, Anna Chiara Castellano Visaggi. Un classico del Granteatrino, uno spettacolo molto coinvolgente e dall'alto valore educativo proprio per il rapporto diretto e creativo che si crea con il pubblico, di adulti e bambini.

Il Granteatrino sarà protagonista anche di uno dei laboratori che vedrà impegnati i ragazzi durante le attività della mattina; il pomeriggio le attività (dal lunedì al sabato dalle 17.00 alle 20.00, la mattina invece dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 13.00) iniziano con la visione di un episodio del cartone animato Cattivissimo me, tema e filo conduttore dell'Estate ragazzi 2012, cui segue un momento educativo di discussione sui valori che si evincono dal filmato per poi iniziare con i giochi e le gare sportive nelle quali i ragazzi saranno suddivisi in squadre.

Sono previste poi delle giornate tematiche, per sensibilizzare ragazzi e genitori su alcuni temi importanti: si inizia il 19 giugno con la festa dei popoli, in collaborazione con Emergency, la festa della legalità (il 26 giugno) con Libera, la festa della natura con Legambiente (il 4 luglio presso la Pineta di San Francesco) e la festa dello sport con Coni e Fidal (il 10 luglio).
Anche i genitori dei ragazzi saranno coinvolti in Estate Famiglia. In concomitanza con le giornate tematiche alle ore 18 presso il salone audiovisivi dell'Oratorio, sono in programma incontri guidati da esperti di Emergency, Libera, Legambiente. La LILT (Lega italiana Lotta ai Tumori) offrirà un percorso di educazione preventiva sull'alimentazione e sul fumo ogni lunedì, a partire dal 18 giugno.

Previste anche delle gite fuoriporta: il mare di Torre canne il 28 giugno, la festa degli oratori salesiani pugliesi a Santeramo (Ba) il 5 luglio, e infine il parco Aqualand a Vasto il 12 luglio.

Il sabato invece i giochi e le attività dell'Estate ragazzi si spostano in 4 piazze della città, in un'ottica inclusiva nei confronti dell'intera cittadinanza: piazza Risorgimento (23 giugno), piazza del Ferrarese (30 giugno, in concomitanza con la notte Bianca della circoscrizione Murat), piazza Garibaldi (7 luglio), e piazza del Redentore (14 luglio) per la serata di festa conclusiva.
Da segnalare anche la passeggiata ecologica in bicicletta da piazza Redentore alla Basilica di S. Nicola, mercoledì 20 giugno.

Dal 2 luglio a partire dalle 20.30, si inizia invece con Estate Giovani, che coinvolge i giovani dai 15 anni in su.

"L'edizione 2011 ha visto la partecipazione di circa 300 ragazzi"- ha dichiarato don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Salesiani del Redentore e vera anima dell'Estate Ragazzi- "e quest'anno ci aspettiamo un numero anche maggiore. L'Estate Ragazzi è la migliore proposta formativa che possiamo fornire alle famiglie che hanno l'esigenza di impiegare in modo costruttivo, educativo e divertente, il tempo libero dei loro figli durante il periodo estivo. La storia presenta Gru, personaggio grottesco e contraddittorio, che riesce ad affrontare un vero e proprio percorso di redenzione, crescita e mutamento, ovviamente in meglio, aiutato da tre orfane. Una storia di rinascita e di solidarietà, quanto mai necessaria per i ragazzi e le famiglie della nostra società".

Per le iscrizioni ci si può rivolgere alla segreteria dell'Oratorio, via Martiri d'Otranto 65 tutti i giorni dalle 17.00 alle 20.00. Per il programma dettagliato e tutte le informazioni, //redentorebari.donboscoalsud.it; bari@donboscoalsud.it; infocell: 338.3768166.

 

 

Gazzetta del Mezzogiorno 16 giugno 2012

 

bari.ilquotidianoitaliano.it

Educare alla giustizia e alla pace

Sabato 26 Maggio alle ore 20,00 si svolgerà la "Fiaccolata della Legalità" con partenza in Piazza Redentore a Bari. Il Messaggio del Papa per la Giornata Mondiale della Pace 2012, i fatti di Brindisi, il ventennale di Falcone e Borsellino, la testimonianza di don Peppino Diana e don Pino Puglisi e di tanti altri testimoni ci spingono a rinnovare l'impegno per la giustizia e la pace contro ogni forma di violenza. Portare la speranza, infondere il coraggio, manifestare la solidarietà è il senso del nostro camminare nel quartiere Libertà.

Dopo la fiaccolata, ci sarà una veglia di preghiera presso la Chiesa del Redentore.

Liberidisognare2012

Domenica 27 Maggio alle ore 21,00 è prevista la serata del concorso musicale "Liberi di Sognare" dal tema: "Giustizia e Pace si baceranno" (Sal 85). L'evento vedrà la partecipazione di alcune band giovanili e l'esecuzione di cover musicali sul tema proposto. Durante la serata ci sarà l'estrazione finale della lotteria di beneficenza "Redentore", volta a raccogliere fondi da destinare alla riqualificazione del cortile dell'Oratorio.

L'Oratorio del Redentore nel quartiere Libertà, rappresenta uno spazio aggregativo ed educativo fondamentale per i ragazzi ed i giovani. L'azione educativa e preventiva permette di accogliere centinaia di ragazzi e di educarli ai valori della legalità, della giustizia e della solidarietà. Ecco perché riqualificare il cortile dell'oratorio non solo è rivalutare una struttura, ma significa dare qualità e strutture adeguate per educare con maggiore incisività ed efficacia in un territorio giovanile considerato "a rischio".

 

 

Ufficio Stampa Redentore

 

 

 

 

bari.ilquotidianoitaliano.it/

Stradonbosco 2012: Correre è vita!

Bari, domenica 20 Maggio 2012 - Una giornata da ricordare per circa 200 ragazzi ed adulti che hanno partecipato alla prima edizione della Stradonbosco 2012, maratona non competitiva. La manifestazione ha visto il coinvolgimento di circa 50 volontari dell'Oratorio salesiano Redentore, l'assistenza sanitaria della Croce Rossa Italiana di Bari e la collaborazione della Polizia Municipale di Bari.

IMG_3984

 

Alle ore 11, in Piazza Redentore il vociare gioioso e festoso si è fermato per il minuto di assoluto silenzio nel ricordo di Melissa, la ragazza di Mesagne (Br) uccisa dall'esplosione di una bomba posizionata nelle vicinanze della scuola di frequenza. "La partenza della maratona tra la scuola san Giovanni Bosco e l'Oratorio Redentore ci ricorda due luoghi simbolo dell'educazione nel quartiere Libertà di Bari - afferma don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Redentore - Oggi corriamo perché non abbiamo paura del nostro quartiere, anzi corriamo per affermare la voglia di vivere e di lottare contro ogni forma di violenza".

I primi a partire sono stati i ragazzi e le ragazze della categoria Fanciulli e Preadolescenti che, partendo da Piazza Redentore, hanno percorso via Martiri d'Otranto, Corso Italia, via Petrelli, via Libertà, via don Bosco, fino a giungere al traguardo finale. Subito dopo è stata la volta dei giovani

over 14 e degli adulti over 25, che hanno percorso circa 2 km partendo da Piazza Redentore, percorrendo corso Italia, Via Sagarriga Visconti, Via Nicolai e, per finire, Via Martiri d'Otranto, segnando così la linea del traguardo. I vincitori sono: De Francesco Federica, Spadavecchia Federica e Bellomo Alessandro (per la categoria Fanciulli), Santarelli Elena e Dellino Nicola (per la categoria dei Preadolescenti), Federica Moscarola ed Iacobbe Marco (per la categoria degli over 14), Mina Addante e Franco Michele (per la categoria degli over 25). Da segnalare i coniugi Procuro, entrambi secondi classificati nella categoria over 25.

 

Alla premiazione è intervenuto il Presidente dell'VIII Circoscrizione di Bari, dott. Dino Tartarino, che ha ringraziato i Salesiani per l'animazione educativa svolta nel territorio specialmente attraverso l'oratorio.

 

La Stradonbosco è stata una corsa gioiosa che ha animato un quartiere conosciuto troppo spesso per fatti criminosi e violenti. La manifestazione si è conclusa con la consegna dei

gadget, simboleggiati dal segno di una vittoria ottenuta sulla violenza, donati a tutti i partecipanti dall' APS nazionale Cnos/sport-salesiani per lo sport - di Roma.

Roberta Maselli

Ufficio Stampa Redentore

 

 

www.nicholaus.it - 21 maggio 2012

Stradonbosco 2012: correre è vita!

Una giornata da ricordare per circa 200 ragazzi ed adulti che hanno partecipato alla prima edizione della Stradonbosco 2012, maratona non competitiva. La manifestazione ha visto il coinvolgimento di circa 50 volontari dell'Oratorio salesiano Redentore, l'assistenza sanitaria della Croce Rossa Italiana di Bari e la collaborazione della Polizia Municipale di Bari. Alle ore 11, in Piazza Redentore il vociare gioioso e festoso si è fermato per il minuto di assoluto silenzio nel ricordo di Melissa, la ragazza di Mesagne (Br) uccisa dall'esplosione di una bomba posizionata nelle vicinanze della scuola di frequenza. "La partenza della maratona tra la scuola san Giovanni Bosco e l'Oratorio Redentore ci ricorda due luoghi simbolo dell'educazione nel quartiere Libertà di Bari - afferma don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Redentore - Oggi corriamo perché non abbiamo paura del nostro quartiere, anzi corriamo per affermare la voglia di vivere e di lottare contro ogni forma di violenza". I primi a partire sono stati i ragazzi e le ragazze della categoria Fanciulli e Preadolescenti che, partendo da Piazza Redentore, hanno percorso via Martiri d'Otranto, Corso Italia, via Petrelli, via Libertà, via don Bosco, fino a giungere al traguardo finale. Subito dopo è stata la volta dei giovani over 14 e degli adulti over 25, che hanno percorso circa 2 km partendo da Piazza Redentore, percorrendo corso Italia, Via Sagarriga Visconti, Via Nicolai e, per finire, Via Martiri d'Otranto, segnando così la linea del traguardo. I vincitori sono: De Francesco Federica, Spadavecchia Federica e Bellomo Alessandro (per la categoria Fanciulli), Santarelli Elena e Dellino Nicola (per la categoria dei Preadolescenti), Federica Moscarola ed Iacobbe Marco (per la categoria degli over 14), Mina Addante e Franco Michele (per la categoria degli over 25). Da segnalare i coniugi Procuro, entrambi secondi classificati nella categoria over 25. Alla premiazione è intervenuto il Presidente dell'VIII Circoscrizione di Bari, dott. Dino Tartarino, che ha ringraziato i Salesiani per l'animazione educativa svolta nel territorio specialmente attraverso l'oratorio. La Stradonbosco è stata una corsa gioiosa che ha animato un quartiere conosciuto troppo spesso per fatti criminosi e violenti. La manifestazione si è conclusa con la consegna dei gadget, simboleggiati dal segno di una vittoria ottenuta sulla violenza, donati a tutti i partecipanti dall' APS nazionale Cnos/sport-salesiani per lo sport - di Roma.

Roberta Maselli - Ufficio Stampa Redentore

 

 

 

Correre in "libertà"

L'oratorio Salesiani del Redentore in festa tra le vie del quartiere

21/05/2012 - barilive.it Miriam Maggi

L&#39;intero gruppo sul sagrato della chiesa del redentore

L'intero gruppo sul sagrato della chiesa del redentore
Foto: © Miriam Maggi

 

Si è respirata aria di speranza e grande partecipazione al quartiere Libertà, ove è stato manifestato grande coraggio per il periodo storico che stiamo vivendo e  il massacro dei sogni sfida a voler essere una incognita costante.

Il centro giovanile 'Salesiani Redentore', in un quartiere altrettanto difficile, dona ingegno creativo e ottimismo e così anche quest'anno ha dato vita alla seconda fase di "festainsieme".

Iniziative che attraggono varie fasce generazionali con l'unico scopo di riqualificare gli spazi comuni e lo stile di vita di tutti.

Nota e sempre in auge la lotteria di beneficenza Redentore grazie alla quale si potrà far fronte alle spese di riqualificazione del cortile dell'oratorio che ammontano a circa € 300.000 e che prevedono la realizzazione di: un nuovo campo di calcio a 7 in erba sintetica, un campo di basket, due campi di calcetto e la ristrutturazione degli spogliatoi.

Dal 15 al 27 Maggio tante le manifestazioni creative e sportive, celebrazioni liturgiche innovative, seminari culturali e serate a suon di "forchetta". Tutto ruota attorno alla figura di Don Bosco «In ogni giovane, anche il più disgraziato, c'è un punto accessibile al bene. Dovere primo dell'educatore è di cercare questo punto, questa corda sensibile del cuore e di trarne profitto».

Ieri proprio la "Stradonbosco" ha dato avvio alla maratona sportiva dedicata interamente a Melissa Bassi morta nel tragico attentato a Brindisi. Bambini e adulti liberi di correre tra le vie del proprio quartiere esprimendo la gioia nello stare insieme, nel promuovere il proprio territorio e l'appartenenza alla comunità, uniti da quella libertà che spesso viene stroncata fatalmente, così come la vita di Melissa. Il tema dei prossimi appuntamenti riprendendo una celebre frase del Salmo 85, ispirandosi al Messaggio di Benedetto XVI per la giornata Mondiale della Pace 2012: "Educare i giovani alla giustizia e alla pace".

Tra la sagra del panzerotto, popizze e salsiccia, gli stand ludico-sportivi, grande attesa anche per la premiazione del concorso (Liberi di sognare) dove tutti i ragazzi del quartiere si sfidano con una foto, un corto, una canzone o un disegno.

 

lunedì, 21 maggio 2012 www.go-bari.it di Marco Beltrami

Stradonbosco 2012, ecco i vincitori della suggestiva maratona

La maratona non competitiva ha registrato la partecipazione di circa 200 ragazzi ed adulti che hanno corso per le vie del quartiere Libertà

La partenza

La partenza

Bari - Correre è vita. E' stato questo il leit motiv della prima edizione della Stradonbosco 2012. La maratona non competitiva ha registrato la partecipazione di circa 200 ragazzi ed adulti che hanno corso per le vie del quartiere Libertà del capoluogo pugliese. La manifestazione ha visto il coinvolgimento di circa 50 volontari dell'Oratorio salesiano Redentore, l'assistenza sanitaria della Croce Rossa Italiana di Bari e la collaborazione della Polizia Municipale di Bari.  

Alle ore 11, in Piazza Redentore il vociare gioioso e festoso si è fermato per il minuto di assoluto silenzio nel ricordo di Melissa, la ragazza di Mesagne (Br) uccisa dall'esplosione di una bomba posizionata nelle vicinanze della scuola di frequenza.

"La partenza della maratona tra la scuola san Giovanni Bosco e l'Oratorio Redentore ci ricorda due luoghi simbolo dell'educazione nel quartiere Libertà di Bari - afferma don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Redentore - Oggi corriamo perché non abbiamo paura del nostro quartiere, anzi corriamo per affermare la voglia di vivere e di lottare contro ogni forma di violenza".  

I primi a partire sono stati i ragazzi e le ragazze della categoria Fanciulli e Preadolescenti che, partendo da Piazza Redentore, hanno percorso via Martiri d'Otranto, Corso Italia, via Petrelli, via Libertà, via don Bosco, fino a giungere al traguardo finale. Subito dopo è stata la volta dei giovani over 14 e degli adulti over 25, che hanno percorso circa 2 km partendo da Piazza Redentore, percorrendo corso Italia, Via Sagarriga Visconti, Via Nicolai e, per finire, Via Martiri d'Otranto, segnando così la linea del traguardo.

I vincitori sono: De Francesco Federica, Spadavecchia Federica e Bellomo Alessandro (per la categoria Fanciulli), Santarelli Elena e Dellino Nicola (per la categoria dei Preadolescenti), Federica Moscarola ed Iacobbe Marco (per la categoria degli over 14), Mina Addante e Franco Michele (per la categoria degli over 25).

Da segnalare i coniugi Procuro, entrambi secondi classificati nella categoria over 25. Alla premiazione è intervenuto il Presidente dell'VIII Circoscrizione di Bari, dott. Dino Tartarino, che ha ringraziato i Salesiani per l'animazione educativa svolta nel territorio specialmente attraverso l'oratorio.   La Stradonbosco è stata una corsa gioiosa che ha animato un quartiere conosciuto troppo spesso per fatti criminosi e violenti. La manifestazione si è conclusa con la consegna dei gadget, simboleggiati dal segno di una vittoria ottenuta sulla violenza, donati a tutti i partecipanti dall' APS nazionale Cnos/sport-salesiani per lo sport - di Roma.

go-bari.it sabato, 19 maggio 2012 di Marco Beltrami

Stradonbosco 2012, tutti di corsa per le strade del quartiere Libertà

Una domenica da vivere all'insegna dello sport e dell'aggregazione per Bari con la maratona non agonistica organizzata grazie alla collaborazione tra l'Oratorio dei Salesiani di Bari, l'Aps CNOS/Sport di Roma, e il Centro Sportivo Italiano di Bari

Stradonbosco 2012

Stradonbosco 2012

Bari - Una domenica da vivere all'insegna dello sport e dell'aggregazione per il capoluogo pugliese. Domani 20 maggio alle ore 11, si svolgerà la "Stradonbosco 2012", una maratona non agonistica che andrà in scena per le viedel quartiere Libertà.  

Appuntamento fissato dunque per le ore 11 in Piazza Redentore dove sarà possibile effettuare l'iscrizione alla manifestazione e ritirare il kit di gara, contente la maglietta celebrativa, la bottiglietta d'acqua e il numero del pettorale per poter gareggiare.

Tutti possono partecipare secondo le seguenti categorie: Fanciulli maschile e femminile (M/F) dai 7 ai 10 anni, Preadolescenti M/F dagli 11 ai 13 anni, Over 14 M/F, Over 25 M/F. È previsto un piccolo gadget per tutti. Il percorso è lungo circa 2 Km: Piazza Redentore, via Martiri d'Otranto, Corso Italia, Via Sagarriga Visconti, Via Nicolai, Via Martiri d'Otranto, Piazza Redentore. Il costo è di 3 €.   L'evento è frutto della collaborazione tra l'Oratorio Centro Giovanile Redentore dei Salesiani di Bari, l'Aps CNOS/Sport - salesiani per lo sport - di Roma, e il Centro Sportivo Italiano di Bari. Invitiamo tutti all'evento podistico.

Correre per le vie del Quartiere Libertà di Bari significa promuovere il territorio, manifestare appartenenza alla comunità, esprimere la gioia dello stare insieme.

bari.ilquotidianoitaliano.it Scritto da 10 maggio 2012

I salesiani del Redentore di Bari continua l'opera di animazione nel quartiere Libertà, promuovendo diverse iniziative di carattere educativo nel mese di Maggio.

Stradonbosco0k

Il primo appuntamento è la Stradonbosco 2012, una maratona non competitiva per le vie del quartiere Libertà rivolta a tutti (dai 7 anni in su). La corsa si svolgerà Domenica 20 Maggio alle ore 11, ed è stata organizzata con la collaborazione dell'Associazione "CNOS/Sport - salesiani per lo sport" e del "Centro Sportivo Italiano". Il percorso è di 1, 8 km. per gli over 14; e di 800 mt. per gli under 14.

Il secondo appuntamento è il concorso

Liberi di Sognare. Il concorso giunto alla sua seconda edizione, nasce con l'intento di sostenere le potenzialità espressive ed artistiche delle nuove generazioni riconoscendo i giovani come risorsa per la comunità e per il territorio. Il concorso si svolge nell'ambito della festa di Maria Ausiliatrice dell'opera salesiana Redentore e del Maggio barese promosso dal Comune di Bari. Il tema scelto come oggetto del concorso 2012 è "Giustizia e Pace si baceranno" (sal. 85,11). Il tema, riprendendo una celebre frase del Salmo 85, si ispira al Messaggio di Benedetto XVI per la giornata Mondiale della Pace 2012: "Educare i giovani alla giustizia e alla pace". In un mondo assillato dalla crisi economica, lavorativa, sociale, i giovani possono offrire con il loro entusiasmo e la loro spinta ideale, una nuova speranza al mondo.

Il concorso è rivolto a tutti i giovani dai 14 ai 30 anni e si svolgerà in due date.

Sabato 26 Maggio alle ore 21, la serata dedicata ai talent scout: per partecipare basta realizzare una foto, un corto, un disegno o eseguire una cover musicale che abbia attinenza con il tema. Domenica 27 Maggio alle ore 21, la serata dedicata alle band musicali: per partecipare basta una canzone inedita suonata dal vivo attinente con il tema del concorso. I premi avranno un valore non inferiore ai 150 € per i primi classificati.

Domenica 27 Maggio ci sarà anche l'estrazione finale della

Lotteria del Redentore, destinata a raccogliere fondi per la riqualificazione del cortile dell'Oratorio. Sono stati raccolti circa € 21.000 (il 40% del totale), in città e presso l'Oratorio sono ancora disponibili diversi biglietti della Lotteria.

Infine, segnaliamo anche il torneo sportivo

Saviocup 2012 che inizierà il 15 Maggio presso l'oratorio. Sono previsti tornei di calcio, volley, basket e ping-pong per tutti i ragazzi e i giovani.

Le iscrizioni sono già aperte presso l'Oratorio Centro Giovanile Redentore.

 

Maggiori informazioni è possibile averle consultando il sito:

www.redentorebari.donboscoalsud.it

Ufficio stampa Redentore

 

 

 

go-bari.it giovedì, 26 aprile 2012

 

Don Bosco un "politico"? A Bitritto si può


Una via intitolata al fondatore dell'ordine dei salesiani ne trasforma la storia. Il Comune: "Un errore del passato, abbiamo rimosso". La risposta del Redentore di Bari
Via Don Bosco - politico Via Don Bosco - politico di Gianvito Rutigliano

Bitritto (Ba) - Un innovatore, un uomo di strada e vicino ai giovani, uno dei Santi più amati d'Italia. Uno che con i laici ha avuto rapporti di interlocuzione fondamentali, ma certo non un politico. Eppure San Giovanni Bosco, fondatore dell'ordine delle congregazioni dei Salesiani e delle Figlie di Maria Ausiliatrice, a Bitritto lo diventa. Almeno leggendo la targa di una via a lui intitolata nel paese a pochi chilometri da Bari, con una dicitura quanto meno particolare.

"Politico? Certamente lo è stato - ci dice incuriosito don Francesco Preite, direttore dell'oratorio della Parrocchia del Redentore di Bari, nato sul modello di don Bosco - ma non nel senso di parlamentare, come altre figure a cui sono state dedicate delle vie. Ha creduto nei ragazzi, nel loro lavoro, negli oratori, nel dialogo costante con la società e il recupero dei giovani disagiati, ma 'politico' è certamente una definizione errata. Un suggerimento? Meglio definirlo 'educatore'".

Dal Comune di Bitritto, accortisi dell'anomalia, si affrettano a replicare: "L'abbiamo notato anche noi abbiamo già dato disposizione di rimuovere la didascalia - risponde il vicesindaco Angelo Natuzzi - È stata una scelta presa da dirigenti di qualche anno fa che non abbiamo compreso e la dicitura si trovava solo su due delle tre targhe. Adesso è stata coperta".

 

 

 

"Il quartiere ci ha risposto"

17 apr 2012 - www.barisera.net

Don Mario Sangiovanni

BARI - "E' stato un incontro riuscitissimo": non ci sta il direttore dell'Istituto Salesiani e parrocco del Redentore, don Mario Sangiovanni, alle critiche sull'evento organizzato la scorsa settimana nel salone "San Giuseppe" della Chiesa sul tema "Il quartiere Libertà: problema o risorsa del territorio?".
Senza mai citare il Gruppo Indipendente Libertà, secondo il quale "si è tanto parlato senza dare alcuna risposta", don Mario replica in maniera garbata ma decisamente ferma.
"L'incontro ha portato almeno tre risposte - afferma - . La prima è quella di aver presentato alla comunità del quartire un vero e proprio invito alla rinascita. e sono stati moltissimi quelli che si sono detti pronti ad impegnarsi per una vita diversa".
Il secondo punto: "La politica - continua il direttore - deve essere un linguaggio di promozione e non deve dare giudizi. Anche perché sarebbe stato più logico confrontarsi almeno con chi ha organizzato l'evento".
La terza risposta, come l'ha definita don Mario, suona come una sorta di appello: "I pro e i contro emersi nell'incontro - spiega - andrebbero comunque condivisi perché il confronto risulti poi effettivamente costruttivo. Solo in questo caso si possono affrontare insieme i problemi ed eventualmente risolverli".

gi. co.

 

 

Reportage bari.tv clicca qui

 

12/04/2012
SOCIALE: IL LIBERTA' ALZA LA VOCE E CHIEDE CHE VENGA RILANCIATO IL QUARTIERE
Centinaia di partecipanti nell'incontro organizzato dai Salesiani. Emiliano: "Palazzo di Giustizia fondamentale per l'esistenza del quartiere!"

 "La più grande minaccia e la più grande opportunità": così il sindaco Emiliano ha definito il quartiere Libertà durante il suo intervento nell'incontro organizzato dalla Chiesa del Redentore di Bari sulla situazione di una delle zone più delicate del capoluogo pugliese. Di fatto mutuando il titolo che gli organizzatori avevano dato alla manifestazione: "quartiere Libertà: problema o risorsa del territorio? Centinaia i cittadini presenti nell'auditorium del Redentore, gremito di famiglie, bambini e autorità. Dal presidente della Camera di Commercio Ambrosi, residente al Libertà, al Presidente della Provincia Schittulli. Diverse le istanze che i cittadini hanno avanzato alle Istituzioni presenti: lavoro, sicurezza e maggiori servizi per rendere più vivibile il Libertà, rilanciarne l'immagine e lo stato, e quindi ricucirlo idealmente al resto della città. A margine dell'incontro Emiliano ha chiesto la formazione di un Comitato di quartiere affinché si crei la giusta sinergia con la cittadinanza attiva nell'evoluzione dei progetti che interesseranno l'area.

di Paolo Francesco Ruscitto - www.controweb.it

clicca qui per ascoltare l'interivista a don Francesco Preite SDB direttore OCG Salesiani Redentore

 

INCONTRO PADRI SALESIANI

Rilanciare il quartiere Libertà puntando sui giovani come motore di sviluppo. Un obiettivo ambizioso per il quale i 50.000 euro sin qui stanziati dal Comune non possono bastare. Questi i temi centrali intorno ai quali si dipanerà oggi pomeriggio alle 18.00 presso il salone San Giuseppe dell'opera salesiana Redentore di Bari l'assemblea pubblica dal tema: "Il quartiere Libertà: problema o risorsa del territorio?". All'incontro interverranno l'Assessore al welfare della Regione Puglia Elena Gentile e il Presidente della Provincia Francesco Schittulli.  Ai nostri microfoni don Francesco Preite, direttore dell'Oratorio Centro Giovanile dell'Istituto Salesiano Redentore di Bari, ha denunciato le necessità del quartiere

 

www.controweb.it

 

 

 

 

 

 

 

 

12/04/2012 - www.controradio.it
SOCIALE: IL LIBERTA' ALZA LA VOCE E CHIEDE CHE VENGA RILANCIATO IL QUARTIERE
Centinaia di partecipanti nell'incontro organizzato dai Salesiani. Emiliano: "Palazzo di Giustizia fondamentale per l'esistenza del quartiere!"

 "La più grande minaccia e la più grande opportunità": così il sindaco Emiliano ha definito il quartiere Libertà durante il suo intervento nell'incontro organizzato dalla Chiesa del Redentore di Bari sulla situazione di una delle zone più delicate del capoluogo pugliese. Di fatto mutuando il titolo che gli organizzatori avevano dato alla manifestazione: "quartiere Libertà: problema o risorsa del territorio? Centinaia i cittadini presenti nell'auditorium del Redentore, gremito di famiglie, bambini e autorità. Dal presidente della Camera di Commercio Ambrosi, residente al Libertà, al Presidente della Provincia Schittulli. Diverse le istanze che i cittadini hanno avanzato alle Istituzioni presenti: lavoro, sicurezza e maggiori servizi per rendere più vivibile il Libertà, rilanciarne l'immagine e lo stato, e quindi ricucirlo idealmente al resto della città. A margine dell'incontro Emiliano ha chiesto la formazione di un Comitato di quartiere affinché si crei la giusta sinergia con la cittadinanza attiva nell'evoluzione dei progetti che interesseranno l'area.

di Paolo Francesco Ruscitto

 

 

 

Assemblea pubblica sul tema "Il quartiere Libertà: problema o risorsa del territorio?"

12/04/2012


di Miriam Maggi - www.barilive.it
Il Sindaco Emiliano interviene all&#39;Assemblea cittadina del quartiere Libertà

Il Sindaco Emiliano interviene all'Assemblea cittadina del quartiere Libertà
Foto: © Miriam Maggi

 

Una giornata all'insegna della progettualità, della speranza, ma soprattutto del reclamo morale, quella di ieri, per il quartiere più popoloso di Bari. A partire dal primo pomeriggio, il sindaco Michele Emiliano, l'assessore ai Lavori pubblici Marco Lacarra, il presidente della circoscrizione Leonardo Tartarino e gli addetti alla supervisione dei lavori hanno effettuato un sopralluogo sul cantiere del giardino in corso di realizzazione in via generale De Bernardis, per verificare lo stato di avanzamento dei lavori. Lavori che probabilmente vedranno porre, dopo circa dieci anni di promesse, la parola fine alle agognati aspettative dei residenti, agli inizi del mese di Luglio.

Senza pari, dominante e primaria nel suo genere l'assemblea pubblica successiva, che ha visto la collaborazione di tutti i cittadini; la sala San Giuseppe del Redentore era gremita di gente furibonda, delusa ed in auge vertiginosamente sofferente. A far da ponte tra istituzioni e cittadini, don Mario Sangiovanni, da poco più di sette mesi, direttore dell'Opera Salesiana del Redentore: "Questo incontro non è di rivalsa alle istituzioni, ma un momento per metterli davanti al popolo del quartiere. Io sono qui per salvare l'uomo, non le anime. Questo quartiere è la fotografia della povertà e  della criminalità, ma possiede gente valida. Il Redentore può ed offre il punto di rilancio, con il suo impegno reale e di testimonianza poiché esso possiede risorse adeguate e svolge un ruolo di fondamentale importanza soprattutto per i minori".

Niente applausi per il Presidente alla Provincia Schittulli ma soprattutto per il Sindaco, mosso da accuse e proteste in sala per il suo "mancato" operato in tutti questi anni. Ebbene sì, perché i veri protagonisti erano i cittadini alla ricerca della dignità, vivibilità e sostenibilità perduta, come una goccia nell'oceano dalle corrotte e vane chiacchiere elettorali. "Io non credo più a nessuno e non voterò più questi fantocci, falsi come Giuda"- urla una signora.

Tanti gli interventi e tante le storie di rammarico per un quartiere "non di periferia ma a pochi passi da via Sparano", commentano i cittadini offesi dalla totale indifferenza delle istituzioni. Padri di famiglia disoccupati, donne allo sbaraglio, pensionati, laureati e orfani di mafia con un unico comun denominatore: la rivincita.

 

 

 

 

mercoledì, 11 aprile 2012 ore 22:52 - www.go-bari.it

 

Libertà, l'assemblea degli indignati


Nella riunione organizzata dalla parrocchia del Redentore, i cittadini si scagliano contro le istituzioni presenti. Poi il sindaco chiude a modo suo. Progetto anti-tumori promesso da Schittulli
Il salone San Giuseppe gremito Il salone San Giuseppe gremito di Gianvito Rutigliano


Bari - "Contemporaneamente una risorsa e un problema". È stata questa la definizione del quartiere Libertà più apprezzata, almeno quanto chi l'ha pronunciata. L'istituzione più applaudita: non uno degli ospiti della serata, il sindaco Emiliano o il presidente della Provincia Schittulli, ma la preside della scuola Don Bosco. Si tratta di un simbolo per i tanti cittadini accorsi nel salone San Giuseppe della parrocchia del Redentore per interrogare i politici presenti, con la solita richiesta: più presenza della politica in un territorio meritevole di recupero. Non a caso i più acclamati sono stati proprio coloro che vivono il quartiere in prima persona, come la dirigente scolastica e il direttore dell'oratorio don Francesco Preite.

Un ammiccante San Giovanni Bosco in versione zio Sam invitava sulle locandine (e in rete) la cittadinanza a intervenire e la risposta è stata in linea con le aspettative, raccogliendo residenti di tutte le età e delle più diversificate esigenze. Se ce ne fosse stato bisogno, ci ha pensato il parroco don Mario Sangiovanni ad accendere gli animi, sottolineando da subito il ritardo iniziale dei relatori (e l'assenza dell'assessore regionale Elena Gentile). "Parlo all'uomo, non siamo qui per salvare le anime - ha scandito don Mario - in un territorio dalla forte dispersione scolastica e richiesta di manovalanza specializzata. Goccia a goccia questo quartiere si sta svuotando e gli animatori della città non ci sono. Vi chiedo scusa per loro". Folta la presenza tra il pubblico, fin dalle prime battute, di consiglieri e assessori comunali, provinciali e regionali.

E poi spazio agli interventi, tra sfoghi, richieste di lavoro, racconti di disperazione vera, ma soprattutto ricerca di soluzioni per i giovani, per l'abbandono del rione e aumento di controllo, pulizia e sicurezza contro la criminalità. Una forte voglia di vivibilità e riqualificazione delle aree, in una zona che cerca maggiore consapevolezza di se stessa e la ripresa sociale che merita. "Forse non dovremmo dirci periferia - si è ripetuto più volte al microfono - ma la realtà oggi dice ancora questo". La gente ha spesso chiesto più partecipazione, rimproverando anche aspramente i rappresentanti degli Enti pubblici.

La vivacità del pubblico ha indotto il presidente Francesco Schittulli ha lodare la partecipazione attiva, pur trovandosi "fuori competenza", ma facendo una promessa da oncologo anziché da politico: visite gratuite alle sedi della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori per le donne bisognose e un progetto ad hoc nel quartiere.

Nonostante i mugugni iniziali, il sindaco ha saputo tenere il pubblico in pugno in pieno "stile Emiliano", assecondando i bisogni ma pure rivendicando quanto fatto. In particolare sono state indicate tre minacce da cui guardarsi e da cui l'amministrazione, a suo dire, ha tutelato il quartiere: il mancato trasferimento del palazzo di giustizia ("È un presidio di legalità per tutti voi. E un'assicurazione di indotto per i commercianti"); la bonifica dell'ex gasometro; la costruzione del ponte per l'asse nord-sud ("Abbiamo bloccato un bando che avrebbe portato lavori sotterranei accanto al mare; sarà la più grande opera della mia coalizione, una sorta di tour Eiffel per Bari e permetterà di arrivare al centro senza intasare il Libertà"). Puntuale è arrivata anche la richiesta di collaborazione ai residenti: "2,3 auto per ogni posto macchina sono troppe, dovete impegnarvi a ridurle. Ma presto arriveranno le stesse restrizioni al parcheggio imposte in altri quartieri". Fino alla conclusione, per riabbracciare una platea a lunghi tratti anche arrabbiata: "Conosco tutte le vostre situazioni, le vostre tragedie familiari e il dolore non si può risarcire. Ma questa partita non la giochiamo da soli. Create un comitato di quartiere".

 

 

 

Il riscatto del Libertà parte dai cittadini

Pubblicato il aprile 11, 2012 - www.nicholaus.it

Il quartiere Libertà di Bari può e deve riscattarsi. Per fare questo occorre il sostegno fondamentale delle istituzioni e la collaborazione dei cittadini tutti. A far da ponte tra istituzioni e cittadini, l'opera salesiana del Redentore di Bari. L'incontro, organizzato mercoledì 11 dall'opera salesiana nella sala San Giuseppe del Redentore, rappresenta il primo passo di questo cammino di riscatto per il periferico quartiere barese.
L'incontro, dal tema "Il quartiere Libertà: problema o risorsa per il territorio?", aveva proprio l'obbiettivo di avvicinare le istituzioni, rappresentate dal sindaco di Bari Michele Emiliano e dal presidente della Provincia, Francesco Schittulli, ai cittadini e ai loro problemi. A fare da intermediario e portavoce del disagio del quartiere, don Mario Sangiovanni, direttore dell'Opera Salesiana di Bari.
Più che le Istituzioni, i veri protagonisti dell'incontro sono stati i cittadini che non hanno fatto mancare la propria presenza: la sala gremita infatti è stato il segno della voglia di riscatto di questo quartiere.
Il Libertà è troppo spesso etichettato come "quartiere a rischio", dove a farla da padrone sono la povertà, la criminalità e il disagio sociale. La nutrita presenza di cittadini del Libertà ha dimostrato che questi problemi possono e devono essere risolti. Di sicuro, con più attenzione da parte delle istituzioni, criticate duramente durante l'incontro perché non si occupano abbastanza della città, e con la realizzazione di progetti tesi a rivalutare il territorio.

Stefano Frau

 

 

IL QUARTIERE LIBERTÀ: PROBLEMA O RISORSA DEL TERRITORIO?

www.infoggi.it - 10/04/2012,  a cura di Anna Ingravallo

IL QUARTIERE LIBERTÀ: PROBLEMA O RISORSA DEL TERRITORIO? 

ASSEMBLEA PUBBLICA
Mercoledì 11 Aprile 2012 alle ore 18,00 presso il salone San Giuseppe dell'opera salesiana Redentore di Bari si svolgerà un'assemblea pubblica dal tema: "Il quartiere Libertà: problema o risorsa del territorio?" alla quale interverranno l'Assessore al welfare della Regione Puglia Elena Gentile, il Presidente della Provincia Francesco Schittulli, il Sindaco della città di Bari Michele Emiliano.
Il quartiere Libertà, il più popoloso e giovanile del capoluogo della Regione, è il simbolo di una periferia urbana presente in molte città pugliesi con connotati preoccupanti come la povertà, la criminalità, la disoccupazione, la genitorialità e con risorse sulle quali investire, una su tutte, i giovani.
In un momento di difficoltà in cui si manifestano in modo esplicito le fragilità sociali delle famiglie e si avverte il senso di abbandono di un Quartiere, l'opera salesiana Redentore di Bari non si sottrae al suo ruolo storico di protagonista sociale della collettività, ma al contrario intende orientare la propria azione a un maggior impegno sotto il profilo sociale, educativo e culturale a tutela del territorio.

Un compito che intende condividere con le istituzioni, la politica, i cittadini, la scuola e tutti i soggetti interessati a un cammino di emancipazione e miglioramento sociale.
Il Redentore può offrire quindi il suo contributo al rilancio del Quartiere, con la consapevolezza di non essere l'unico attore del territorio e puntando sui giovani quali motore di sviluppo: la Formazione  professionale può offrire delle risposte adeguate ad un territorio a forte dispersione scolastica e a forte richiesta di manovalanza qualificata e l'Oratorio Centro Giovanile può svolgere un ruolo di primaria importanza nella prevenzione educativa e nell'educazione integrale delle giovani generazioni in un territorio a forte disagio minorile e familiare.

 

Ufficio Stampa Redentore
Infocell.
338.3768166

 

 

La fotogallery

Manifesto assemblea Pubblica organizzata dai SALESIANIImmagine spazio aperto struttura Redentore- BARI


 

 

Domani sindaco all'incontro pubblico "Il quartiere Libertà: problema o risorsa del territorio?"

Pubblicato il 10 Aprile 2012 - www.comune.bari.it

Domani, mercoledì 11 aprile, alle ore 18, presso il salone San Giuseppe della chiesa del Redentore nel quartiere Libertà, il sindaco Michele Emiliano interverrà all'incontro pubblico "Il quartiere Libertà: problema o risorsa del territorio?", organizzato dai Padri salesiani, durante il quale saranno affrontate diverse tematiche legate alla vita del quartiere di Bari.

È prevista la partecipazione dell'assessore regionale al Welfare Elena Gentile e del presidente della Provincia di Bari Francesco Schittulli.

 

 

 

Il progetto di riqualificazione del Redentore

Pubblicato il 5 febbraio 2012 da Correiere delle Puglie - www.corrieredellepuglie.com    di Antonella Lobraico

BARI - A circa un mese dall' inaugurazione del presepe vivente, la Chiesa del Redentore torna alla ribalta presentando il progetto educativo dell' Oratorio, nonché la riqualificazione del cortile. E quale buona occasione se non quella della festività dello stesso fondatore della congregazione dei salesiani, San Giovanni Bosco?Difatti il 31 gennaio 2012 si è tenuta la conferenza stampa a Palazzo di Città alla presenza del sindaco di Bari, Michele Emiliano. Hanno partecipato anche l'assessore ai LL.PP. Marco Lacarra, il vicepresidente della Provincia di Bari Trifone Altieri, il presidente VIII Circoscrizione Leonardo Tartarino, il direttore dell'oratorio salesiano e ideatore del progetto don Francesco Preite e il direttore dell'opera salesiana Redentore don Mario Sangiovanni.

Alla base del progetto ci sono i tanti giovani che popolano il quartiere Libertà ai quali si vogliono offrire spazi educativi dignitosi. I ragazzi avrebbero la possibilità di incontrarsi attraverso lo sport, attività formative, gruppi di catechesi consentendo loro di sprigionare le migliori energie e di recuperarsi fin dai primi passi di fronte ad un eventuale cedimento. In un contesto socialmente povero e a rischio tale progetto non può che contribuire positivamente al potenziamento nonché allo sviluppo del quartiere

La riqualificazione complessiva del cortile ammonta a circa € 300.000 e prevede la realizzazione di un campo di calcio a 7 in erba sintetica, la ristrutturazione degli spogliatoi adiacenti, un campo polivalente di pallavolo e basket e un' area ludica comprendente 2 campi di calcio a 5. La Provincia di Bari ha deliberato un contributo di € 47.850, mentre i salesiani hanno attivato una campagna di fundraising ed aperto un conto corrente bancario sul quale far pervenire le donazioni (Banca Prossima, IBAN: IT 81 F033 5901 6001 0000 0063 670). Tra le numerose iniziative promosse vi è una lotteria di beneficenza "Redentore 2012" che mette in palio una Peugeot 107 e altri premi. Gli organizzatori della lotteria contano sulla generosità della gente per destinare il ricavato di € 40.000 al progetto dell' Oratorio. (Per maggiori informazioni sulle iniziative presentate è possibile consultare il sito //redentorebari.donboscoalsud.it; questi i contatti: cellulare 338.3768166, mail bari@donboscoalsud.it).

 

 

 

Tutti in campo per il Redentore in difesa del quartiere Libertà

31 gen 2012

L'oratorio dei salesiani al Redentore com'è oggi

BARI - Anche i salesiani entrano in campo per la riqualificazione del quartiere Libertà.  L'Oratorio del Centro giovanile del Redentore avrà presto un nuovo campo di calcio a 7 in erba sintetica, nuovi spogliatoi, un campo polivalente di basket e pallavolo e un'area ludica con due campi di calcio a 5. Il tutto per una cifra di 300 mila euro. A sostegno del progetto c'è il contributo della Provincia per 47 mila euro, quello ricavato da una lotteria per 40 mila euro, il resto verrà dai privati e la restante parte (ancora non si sa bene a quanto ammonterà) dal Comune come annunciato stamattina nel corso della conferenza stampa di presentazione del progetto da parte del sindaco Michele Emiliano.  "Il Libertà - spiega proprio Emiliano - è un quartiere di cui si parla molto ma per il quale non si è ancora imboccata la strada giusta. Per cambiare la mentalità dei numerosi residenti occorre dar loro la speranza. Occorre mantenere viva la progettualità del quartiere. La complessità di questa zona della città è nota ma negli anni ha sopraffatto tutti. Non basta fare una piazza o risistemare un giardino, anzi in questo modo tutto questo si è prestato ad un peggioramento del trend perchè tutto ciò alla comunità non basta. Qui c'è un mix di criminalità sia locale che esterna a causa degli immigrati non integrati ma sfruttati e ammassati in tuguri. Il quartiere ha bisogno di un rilancio economico ma per portarlo avanti l'impegno del Comune o della Circoscrizione non basta, serve anche quello della Provincia e della Regione".

Come sarà

Poi sul Redentore il sindaco aggiunge: "E' un simbolo del quartiere, è come il San Nicola e il Petruzzelli. Serve uno studio condiviso anche per chiudere al traffico la zona antistante e cambiare il volto della zona". Alla conferenza stampa c'erano anche il vice presidente della Provincia Nuccio Altieri, il direttore dell'opera salesiana redentore don Mario Sangiovanni, il presidente della VIII circoscrizione Leonardo Tartarino e il direttore dell'Oratorio don Francesco Preite. Per chi volesse partecipare al finanziamento dell'opera c'è ancora la possibilità di acquistare un biglietto della lotteria 'Redentore 2012' la cui estrazione avverrà il 18 aprile. Primo premio una Peugeut 107.

Fiorella Barile - - Barisera.net 31 gennaio 2012

 

 

Riqualificazione del cortile del Redentore: 330mila euro per una speranza tra i giovani

Mercoledì 01 Febbraio 2012 15:22 - www.quotidianodibari.it

 Quartiere libertà.Il Comune, la Provincia e la Regione, al fianco dell'Oratorio barese

Da ben 170 lunghi anni, l'Oratorio del Redentore nel quartiere Libertà, rappresenta un luogo di aggregazione ed un importante punto di riferimento per i ragazzi del posto. Proprio in virtù di questo, i salesiani del Redentore hanno deciso di scommettere sui numerosi giovani del quartiere più popoloso, tra le 31 città che compongono l'area metropolitana barese. Infatti, i residenti over 60 sono al di sotto della media cittadina, con una conseguente maggioranza dei giovani. Dunque, il Redentore si impegna a scommettere sui giovani residenti, divenendo un luogo di gioco, divertimento e di formazione. Il progetto di riqualificazione prevede la realizzazione di un campo da calcio a 7 in erba sintetica, la ristrutturazione degli spogliatoi già esistenti, la realizzazione di un campo da basket e pallavolo ed un'area ludica, dove sarà possibile svolgere attività di vario genere, come confermato dall'ingegnere del Coni, Gianluca Natale. Complessivamente, la spesa ammonta a 330 mila euro, di cui 47 mila sono un contributo da parte della Provincia di Bari e circa 40 mila da parte della Regione. Anche il Comune di Bari, nonostante la scarsità delle risorse economiche, si impegna a contribuire al progetto di riqualificazione del cortile dell'Oratorio, come confermato dalle parole del Sindaco Michele Emiliano, "si tratta di un quartiere di cui molto spesso si sente parlare, ma non siamo ancora riusciti ad imboccare la strada giusta. La complessità delle problematiche legate al quartiere Libertà, ha sempre preso il sopravvento sull'amministrazione comunale, che molto spesso si è limitata ad intervenire con la semplice modifica fisica del territorio, quando sarebbe stato più utile un intervento di carattere socio-culturale. E' anche indispensabile chiudere al traffico l'area antistante l'Oratorio, poiché vi sono troppe auto che circolano e che soffocano il quartiere". Il Sindaco si impegna a concordare, dunque, ogni gesto con il Redentore e con tutti coloro che intendono prendere parte all'iniziativa di riqualificazione. Importante anche l'appello del primo cittadino a diffondere una maggiore e più capillare cultura del lavoro, "troppi giovani non sono pronti al sacrificio, nonostante da un'indagine Istat, sia emerso che nella nostra regione, vi sono numerosi posti di lavoro, rispetto alle altre regioni d'Italia". Per ottenere i fondi necessari alla riqualificazione del cortile, il Redentore ha organizzato una lotteria di beneficienza, denominata "Redentore 2012", che mette in palio una Peugeot 107 e numerosi premi. Ogni biglietto avrà il costo di 2 euro. "Sono molto soddisfatto di questo progetto  - ha esordito il Vice Presidente della Provincia, Nuccio Altieri - 47 mila euro sono una cifra importante, ma non impossibile e possono diventare estremamente utili, al fine di creare un punto di riferimento per i numerosi giovani del quartiere Libertà. Dunque, è importante destinare quelle poche risorse in nostro possesso alla realizzazione di strutture, che una volta entrate nella città, ci restano per moltissimi anni". Alla base del progetto c'è la speranza che, come un faro, illumina il cammino. Purtroppo, la maggior parte dei giovani del quartiere sono disoccupati o implicati in questioni legate alla microcriminalità, che si manifesta ogni giorno tra quelle strade e che coinvolge ragazzi tra i 12 e i 18 anni, arruolati dalle cosche mafiose. Inoltre, molti giovani minorenni abbandonano la scuola troppo presto. L'Oratorio non è in grado di ridurre la disoccupazione né tantomeno la criminalità dilagante, ma può offrire un valido strumento di recupero e di formazione, "perché attraverso le regole dello sport, si possono apprendere anche le regole di vita e il rispetto verso gli altri e verso se stessi" ha proseguito il Vice Presidente Altieri.

Nicole Cascione

Attualità | Scritto da 31 gennaio 2012 - 

Bari, presentato il progetto di riqualificazione dell'oratorio della Chiesa del Redentore

È stato presentato questa mattina nel corso di una conferenza stampa a Palazzo di Città, alla presenza del Sindaco Michele Emiliano, l'intervento di riqualificazione del cortile dell'oratorio della chiesa del Redentore.

Bari_chiesa_del_Redentore_

"Sono particolarmente emozionato - ha dichiarato il sindaco Emiliano - perché questa circostanza mi dà l'opportunità di parlare ancora una volta del quartiere Libertà e confermare l'attenzione che questa Amministrazione intende riservare al quartiere più popoloso della città di Bari, al fine di migliorare gli standard di vivibilità del territorio".

"In questi anni di governo - ha continuato Emiliano - tra gli interventi di riqualificazione realizzati e quelli in corso, non siamo riusciti a cambiare in generale il trend del quartiere che, come noto, risulta essere caratterizzato da una popolazione giovanile. A fronte di tale situazione sicuramente problematica, ritengo determinante per noi amministratori mantenere viva la progettualità del quartiere. In questa ottica, ben si colloca il progetto educativo dell'Oratorio, vero e proprio punto di riferimento del quartiere, e il piano di riqualificazione del cortile del Redentore".

La riqualificazione complessiva del cortile dell'Oratorio ammonta a circa € 300.000 e prevede la realizzazione di un campo di calcio a7 inerba sintetica, la ristrutturazione degli spogliatoi adiacenti, un campo polivalente di Basket e pallavolo, un area ludica comprendente 2 campi di calcio a 5. I salesiani del Redentore hanno attivato una campagna di fundraising ed aperto un conto corrente bancario per le donazioni (Banca Prossima, IBAN: IT 81 F033 5901 6001 0000 0063 670). Tra le iniziative attivate anche una lotteria di beneficenza "Redentore2012", che mette in palio un'autovettura Peugeot 107 e numerosi premi.

Gli organizzatori della lotteria contano, infatti, sulla generosità della gente in modo da riuscire a destinare l'intero ricavato (circa € 40.000) agli interventi di riqualificazione del cortile dell'oratorio (le iniziative sono pubblicate sul sito: //redentorebari.donboscoalsud.it; questi i contatti: cellulare 338.3768166, mail bari@donboscoalsud.it). Per questo si sono appellati a tutti gli attori del tessuto politico, sociale, economico affinché sostengano l'iniziativa che mira a favorire l'educazione dei giovani in un contesto socialmente povero e a rischio.

Alla presentazione del progetto hanno partecipato anche l'assessore ai LL.PP. Marco Lacarra, il vicepresidente della Provincia di Bari Trifone Altieri, il presidente VIII Circoscrizione Leonardo Tartarino, il direttore dell'oratorio salesiano e ideatore del progetto don Francesco Preite e il direttore dell'opera salesiana Redentore don Mario Sangiovanni. Ha moderato l'incontro don Giuseppe Ruppi.

(Comunicato stampa Comune di Bari)

 

Redentore, Libertà nel nome dei giovani


Un progetto per riqualificare l'oratorio, simbolo del quartiere più popoloso della città
Il rendering del progetto Il rendering del progetto di Sara Perilli

Bari - Speranza, progettualità ed educazione le parole chiave per presentare, in occasione della festa di don Bosco, il progetto di riqualificazione del cortile dell'oratorio dei salesiani del Redentore, situato nel quartiere Libertà di Bari.
Presenti in conferenza stampa nella sala consiliare del Comune di Bari il sindaco Michele Emiliano, il vice-presidente della Provincia di Bari Nuccio Altieri, il presidente dell'VIII circoscrizione Leonardo Tarantino, il direttore dell'opera salesiana Redentore Mario Sangiovanni, il direttore dell'oratorio centro giovani Redentore Bari Francesco Preite  e Gianluca Natale e Giovanni Martino, curatori del progetto; tutti uniti per la riqualificazione e il rilancio del quartiere Libertà, partendo dai giovani, in modo che si possa offrire loro spazi educativi dignitosi e che, attraverso il gioco spontaneo, l'attività sportiva e i gruppi di catechesi e formazione, li si possa tenere lontani dalle espeienze negative.
"Non pretendiamo di certo con questo intervento di risolvere i problemi del quartiere Libertà" spiega il sindaco "ma speriamo, partendo da un intervento simbolico, di intraprendere la giusta strada verso una ricucitura della vita del quartiere, attraverso una sensibilizzazione alla cultura del lavoro e dell'igiene". E in questo senso si prevedono anche altri interventi, come la chiusura al traffico della piazza antistante la chiesa, un'analisi delle esigenze lavorative del quartiere e pensare, in seguito a una risposta positiva da parte della comunità, all'attuazione della raccolta differenziata porta a porta.
Il progetto di riqualificazione del cortile dell'Oratorio consiste nella realizzazione di un campo di calcio a 7 in erba sintetica, un campo polivalente di basket e pallavolo, un'area ludica comprendente due campi di calcio a 5 e la ristrutturazione degli spogliatoi adiacenti.
La spesa complessiva ammonta a poco più di 300 mila euro, la quale sarà ammortizzata prima di tutto con il contributo della Provincia di Bari di 47.850 euro in seguito alla presentazione del progetto nell'ambito del programma regionale triennale per l'impiantistica sportiva. Inoltre i salesiani del Redentore hanno organizzato una lotteria di beneficienza "Redentore 2012" (da cui si prevede un ricavato di circa 40 mila euro) e hanno aperto un conto corrente bancario per le donazioni (Banca Prossima, IBAN: IT F033 5901 6001), che daranno la possibilità a chi desidera di contribuire alla realizzazione del progetto. Anche il Comune di Bari ha dichiarato che con finanzia propria darà un contributo per il completamento dei lavori.
Questo articolo è sotto licenza Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate

Libertà: il progetto di ristrutturazione della Chiesa del Redentore

Libertà: presentato il progetto di riqualificazione dell'oratorio del Redentore

Un campo di calcio a 7 in erba sintetica, un campo polivalente di Basket e pallavolo, un'area ludica con 2 campi di calcio a 5: presentato in Comune il progetto di riqualificazione dell'oratorio della chiesa del Redentore al Libertà

di Redazione 31/01/2012
Un investimento da 300mila euro per riqualificare uno dei tradizionali luoghi di aggregazione per i giovani nel quartiere Libertà: l'oratorio della chiesa del Redentore. Il progetto è stato presentato oggi in Comune nel corso di un incontro al quale hanno preso parte il sindaco Michele Emiliano, il vicepresidente della Provincia di Bari Trifone Altieri, l'assessore ai Lavori pubblici Marco Lacarra, il presidente VIII Circoscrizione Leonardo Tartarino e il direttore dell'opera salesiana Redentore don Mario Sangiovanni.


IL PROGETTO - Il piano di riqualificazione dell'oratorio prevede la costruzione di un campo di calcio a 7 in erba sintetica, la ristrutturazione degli spogliatoi adiacenti, un campo polivalente di basket e pallavolo e un'area ludica comprendente 2 campi di calcio a 5.

Annuncio promozionale


LA RACCOLTA FONDI - Per raccogliere il denaro da destinare alla ristrutturazione dell'oratorio i salesiani del Redentore hanno attivato una campagna di fundraising ed aperto un conto corrente bancario per le donazioni (Banca Prossima, IBAN: IT 81 F033 5901 6001 0000 0063 670). Tra le iniziative attivate anche una lotteria di beneficenza "Redentore 2012", che mette in palio un'autovettura Peugeot 107 e numerosi premi. Gli organizzatori della lotteria contano, infatti, sulla generosità della gente in modo da riuscire a destinare l'intero ricavato (circa € 40.000) agli interventi di riqualificazione del cortile dell'oratorio (le iniziative sono pubblicate sul sito: //redentorebari.donboscoalsud.it; questi i contatti: cellulare 338.3768166, mail bari@donboscoalsud.it).



Potrebbe interessarti: http://www.baritoday.it/cronaca/liberta-il-progetto-di-ristrutturazione-della-chiesa-del-redentore.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/BariToday/211622545530190

 

Oratorio Redentore, risorsa per i ragazzi del Libertà e della città di Bari

31/01/2012, 20:37 a cura di Anna Ingravallo www.infooggi.it

Oratorio Redentore, risorsa  per i ragazzi del Libertà e della città di Bari 

 BARI, 31 GENNAIO 2012-  La Conferenza Stampa di stamani sulla PRESENTAZIONE del progetto educativo e di RIQUALIFICAZIONE del CORTILE ha preso il largo su quella che è l'esperienza fattiva del fare bene civile sul campo giovanile. Relatori come il giornalista Pubblicista Ruppi, il Dott. Nuccio Altieri, vice Presidente Provincia di Bari con delega a sport, turismo, attività culturali ma anche il dott. Leonardo Tartarino (presidente VIII Circoscrizione), l'ing. Gianluca Natale e gli "uomini di casa" don Mario Sangiovanni (Direttore opera salesiana Redentore) e d. Francesco Preite (Direttore oratorio Centro Giovanile redentore Bari) hanno preso parola a riguardo del progetto strategico in tema di educazione nel quartiere Libertà.

In occasione della festa di don Bosco, educatore e padre dei giovani, stamani alle ore 11,00 si tè tenuta la conferenza stampa presso la sala consiliare di Palazzo di città di Bari.


Oggetto: la presentazione alla cittadinanza e alla stampa del progetto dei salesiani del Redentore che prevede il progetto educativo dell'Oratorio ed il piano di riqualificazione del cortile dell'oratorio dei salesiani del Redentore, sito proprio nel quartiere Libertà di Bari.

Quest'ultimo, senza esagerazioni e dubbi, è il più popoloso e giovanile della città di Bari; per tal motivo scommettere sui giovani ed offrire loro degli spazi educativi e dignitosi, non solo è una necessità ma è una risorsa perché i ragazzi e i giovani sono il futuro della società.


L'Oratorio, con un lavoro educativo e quotidiano, permette di incrociare ed accogliere le storie di tanti ragazzi e giovani del quartiere attraverso il gioco spontaneo, lo sport, i gruppi di catechesi e di formazione, le attività. Investire nella prevenzione educativa è quanto mai proficuo. Infatti la prevenzione costa di meno della semplice repressione e rende di più del solo contenimento della devianza e del ricupero tardivo. Consente infatti alla maggioranza dei giovani di essere liberi dal peso delle esperienze negative, che mettono a repentaglio la salute fisica, la maturazione psicologica, lo sviluppo delle potenzialità, la felicità eterna.

Consente pure loro di sprigionare le migliori energie, di approfittare al meglio dei percorsi più qualificati e solidi dell'educazione, di recuperarsi fin dai primi passi di fronte ad un eventuale cedimento. Don Bosco, nostro padre e fondatore, era convinto che il cuore dei giovani, di ogni giovane, è buono. Amava ripetere che persino nei ragazzi più disgraziati ci sono semi di bene, compito dell'educatore è quello di scoprirli e svilupparli.
Ciò comporta l'investimento da parte di tutti gli attori del tessuto politico, sociale, economico di dotare il territorio di strutture adeguate ed accoglienti per favorire l'educazione integrale e preventiva dei giovani in un contesto socialmente povero e a rischio.

La riqualificazione complessiva del cortile dell'Oratorio ammonta a circa € 300.000 e prevede la realizzazione di un campo di calcio a 7 in erba sintetica, la ristrutturazione degli spogliatoi adiacenti, un campo polivalente di Basket e pallavolo, un area ludica comprendente 2 campi di calcio a 5. I salesiani del Redentore hanno attivato una campagna di fundraising ed aperto un conto corrente bancario ove far pervenire donazioni (Banca Prossima,   IBAN:     IT 81 F033 5901 6001 0000 0063 670).

Tra le iniziative attivate anche una lotteria di beneficenza "Redentore 2012" che mette in palio un'autovettura Peugeot 107 e numerosi premi. Gli organizzatori della Lotteria contano sulla generosità della gente per destinare l'intero ricavato di circa € 40.000 al progetto di riqualificazione del cortile dell'oratorio (le iniziative sono presentate sul sito:
//redentorebari.donboscoalsud.it, Infocell: 338.3768166, Email: bari@donboscoalsud.it).


A sostegno di questo progetto, la Provincia di Bari ha deliberato un contributo di € 47.850 (a seguito della presentazione del progetto nell'ambito del programma regionale triennale per l'impiantistica sportiva, approvato con determina dirigenziale n. 61 del 23.04.2010), il Comune di Bari ha promosso la conferenza stampa a margine della quale il sindaco Dr. Michele Emiliano presenterà una nota all'imprenditoria pugliese sollecitando interventi economici a favore del progetto dell'Oratorio.

 

 

*in foto, Giovani nello sport: il progetto per far crescere (immagine da fonte www.libreriafuorilemura.it)

 

Presentato il progetto di riqualificazione dell'oratorio della chiesa del Redentore

Pubblicata il 31 Gennaio 2012 - www.comune.bari.it

immagine notizia

È stato presentato questa mattina nel corso di una conferenza stampa a Palazzo di Città, alla presenza del Sindaco Michele Emiliano, l'intervento di riqualificazione del cortile dell'oratorio della chiesa del Redentore.
"Sono particolarmente emozionato - ha dichiarato il sindaco Emiliano - perché questa circostanza mi dà l'opportunità di parlare ancora una volta del quartiere Libertà e confermare l'attenzione che questa Amministrazione intende riservare al quartiere più popoloso della città di Bari, al fine di migliorare gli standard di vivibilità del territorio. In questi anni di governo - ha continuato Emiliano - tra gli interventi di riqualificazione realizzati e quelli in corso, non siamo riusciti a cambiare in generale il trend del quartiere che, come noto, risulta essere caratterizzato da una popolazione giovanile. A fronte di tale situazione sicuramente problematica, ritengo determinante per noi amministratori mantenere viva la progettualità del quartiere. In questa ottica, ben si colloca il progetto educativo dell'Oratorio, vero e proprio punto di riferimento del quartiere, e il piano di riqualificazione del cortile del Redentore".
La riqualificazione complessiva del cortile dell'Oratorio ammonta a circa € 300.000,00 e prevede la realizzazione di un campo di calcio a 7 in erba sintetica, la ristrutturazione degli spogliatoi adiacenti, un campo polivalente di Basket e pallavolo, un area ludica comprendente 2 campi di calcio a 5. I salesiani del Redentore hanno attivato una campagna di fundraising ed aperto un conto corrente bancario per le donazioni (Banca Prossima, IBAN: IT 81 F033 5901 6001 0000 0063 670). Tra le iniziative attivate anche una lotteria di beneficenza "Redentore 2012", che mette in palio un'autovettura Peugeot 107 e numerosi premi.
Gli organizzatori della lotteria contano, infatti, sulla generosità della gente in modo da riuscire a destinare l'intero ricavato (circa € 40.000) agli interventi di riqualificazione del cortile dell'oratorio (le iniziative sono pubblicate sul sito: redentorebari.donboscoalsud.it; questi i contatti: cellulare 338.3768166, mail bari@donboscoalsud.it). Per questo si sono appellati a tutti gli attori del tessuto politico, sociale, economico affinché sostengano l'iniziativa che mira a favorire l'educazione dei giovani in un contesto socialmente povero e a rischio.
Alla presentazione del progetto hanno partecipato anche l'assessore ai LL.PP. Marco Lacarra, il vicepresidente della Provincia di Bari Trifone Altieri, il presidente VIII Circoscrizione Leonardo Tartarino, il direttore dell'oratorio salesiano e ideatore del progetto don Francesco Preite e il direttore dell'opera salesiana Redentore don Mario Sangiovanni.

 Ha moderato l'incontro don Giuseppe Ruppi.

 

Nuova vita per l'oratorio del Redentore
Martedì 31 Gennaio 2012 15:34 -  http://www.laltraradio.it
redentoreUn campo di calcio a 7 in erba sintetica, la ristrutturazione degli spogliatoi, un campo polivalente di Basket e pallavolo, un'area ludica con 2 campi di calcio a 5. Questo il progetto di riqualificazione del cortile dell'oratorio della chiesa del Redentore, presentato nel corso di una conferenza stampa a palazzo di Città. Il costo degli interventi ammonta a circa 250.000 euro. Tante le iniziative attivate dai salesiani del Redentore per finanziare l'opera, tra cui l'apertura di un conto corrente bancario per le donazioni e la lotteria di beneficenza "Redentore 2012".

"Sono particolarmente emozionato - ha dichiarato il sindaco Emiliano nel corso della conferenza - perché questa circostanza mi dà l'opportunità di parlare ancora una volta del quartiere Libertà e confermare l'attenzione che questa Amministrazione intende riservare al quartiere più popoloso della città di Bari, al fine di migliorare gli standard di vivibilità del territorio".
Per saperne di più è possibile consultare questo sito

Intervento riqualificazione dell'oratorio del Redentore: domani presentazione in sala consiliare

Pubblicato il 30 Gennaio 2012

Domani, martedì 31 gennaio, alle ore 11, nella sala consiliare a Palazzo di Città, sarà presentato l'intervento di riqualificazione del cortile dell'oratorio della chiesa del Redentore.
In occasione della festa di don Bosco, infatti, sarà illustrato alla città il progetto che prevede la realizzazione di un campo di calcio e la ristrutturazione degli spogliatoi adiacenti, di un campo polivalente di basket e pallavolo e di un'area ludica con due campi da calcetto. L'incontro consentirà anche di lanciare la campagna di raccolta fondi rivolta a tutti i cittadini.
Sono previsti gli interventi del sindaco Michele Emiliano, del direttore dell'opera salesiana Redentore don Mario Sangiovanni, del vicepresidente della Provincia di Bari Trifone Altieri, del presidente VIII Circoscrizione Leonardo Tartarino, del direttore dell'oratorio del Centro giovanile Redentore don Francesco Preite, dei curatori del progetto Gianluca Natale e Nicola Calace e del titolare della concessionaria Peugeot di Bari Giovanni Martino.
Modera l'incontro don Giuseppe Ruppi.

 

fonte: www.comune.bari.it

 

 

Un presepe vivente nel cuore del quartiere Libertà

Pubblicato il 5 gennaio 2012 - www.correredellepuglie.it  

di Antonella Lobraico
Bari - Il 2 gennaio si è tenuto il secondo appuntamento nella chiesa del Redentore dove numerosi sono accorsi per visitare il presepe vivente. Un' iniziativa tutta nuova che ha raccolto oltre 600 persone solo nel giorno dell' inaugurazione avvenuta il 27 dicembre. Si tratta infatti del primo presepe vivente nel quartiere Libertà e realizzato grazie all' impegno di oltre 100 figuranti tra giovani animatori dell' Oratorio, ragazzi e adulti. Il presepe vivente è stato allestito nell' opera salesiana del Redentore e riproduce fedelmente la realtà storica e sociale del tempo tramite l' utilizzo di scenografie e costumi sapientemente curati dal gruppo Famiglie Don Bosco dell' Oratorio, dalla maestra Titty Pastore e da don Nando Pellino, salesiano e animatore del Centro di Formazione Professionale. Il visitatore percorre un "viaggio" non solo fisico, ma soprattutto spirituale in quanto viene catapultato in un' altra dimensione e perciò rivive i momenti più salienti che vanno dall' Annunciazione sino alla nascita di Gesù, accompagnata da angeli che intonano canzoni volte ad annunciare il lieto evento. Suggestiva l' atmosfera che si respira mentre dinnanzi ai nostri occhi scorrono immagini di fabbri che lavorano il ferro, tessitrici, fornai e locande.

Galleria fotografica (clicca sulle miniature per visualizzare le foto)

Photos by: Antonella Lobraico

" Il presepe vivente - afferma don Francesco Preite - diventa metafora della vita se si passa dalla semplice rappresentazione scenica a quella esistenziale: nella misura in cui ognuno compie il suo dovere non semplicemente come obbligo, ma come atto di amore, allora il Natale acquista senso e significato". Gli fa eco il parroco e direttore del Redentore, don Mario Sangiovanni che aspetta tanta altra gente nel terzo e ultimo giorno della rappresentazione prevista per il 6 gennaio, dalle ore 18 alle 21 con l' arrivo dei re Magi alla Grotta.

Un evento questo del presepe vivente che ha tenuto unito l' intero quartiere, vista la mobilitazione e la preparazione durata oltre 3 mesi; un modo per stare tutti insieme e per dare una marcia in più al Libertà poichè tramite la collaborazione di tutti è stato possibile attuare un progetto entusiasmante che ha visto coinvolti grandi e piccini indistintamente.

 

 

 

La Gazzetta del Mezzogiorno - 4 gennaio 2012

 

 

Presepe vivente al Redentore

Presso Opera salesiana del Redentore Via Martiri d'Otranto, 65, Bari Dal 02/01/2012 Al 06/01/2012 - http://www.baritoday.it/eventi/teatro/presepe-vivente-al-redentore.html

  • Voto Redazione: 7
  • Orario: dalle 18 alle 21
  • Costo: ingresso libero
  • Zona: Libertà
  • Sito: http://redentorebari.donboscoalsud.it/
  • Dal: 02/01/2012
  • Al: 06/01/2012
  • Coordinate: 41.118819 16.855403

Una preparazione durata più di tre mesi, un'atmosfera suggestiva, oltre 100 figuranti (giovani animatori dell'Oratorio, ragazzi, adulti), una forza propulsiva notevole capace di coinvolgere il territorio ed appassionare oltre 600 persone che hanno visitato il presepe nel giorno della sua inaugurazione. Il presepe vivente allestito nell'opera salesiana del Redentore, oltre a manifestare la realtà storica-sociale di Gesù fedelmente riprodotta nei costumi e negli ambienti grazie al gruppo Famiglie don Bosco dell'Oratorio e alla competenza della maestra Titty Pastore (scuola elementare San Giovanni Bosco) e di don Nando Pellino (salesiano ed animatore del Centro di Formazione Professionale) ha l'obiettivo di far compiere al visitatore un vero e proprio viaggio spirituale dall'annuncio dell'Angelo a Maria alla nascita di Gesù a Betlemme. Il visitatore, immerso in questa atmosfera spirituale e suggestiva, percorre le vie che conducono a scoprire Dio nella vita di ogni giorno.

«Il presepe vivente - afferma don Francesco Preite, giovane responsabile dell'Oratorio - diventa metafora della vita se si passa dalla semplice rappresentazione scenica a quella esistenziale: nella misura in cui ognuno compie il suo dovere non semplicemente come obbligo, ma come atto di amore, allora il Natale acquista senso e significato». Gli fa eco, l'energico don Mario Sangiovanni, direttore e parroco del Redentore, che commenta: «Un presepe vivente che ha mobilitato l'intero quartiere, ci aspettiamo nei prossimi giorni (2 gennaio e 6 gennaio, n.d.r.) tanta altra gente, anche di altri quartieri della città di Bari, per questo messaggio di amore».

Un amore concreto e generoso proprio come quello dei tanti visitatori che al termine, degustando i
prodotti tipici del Natale preparati con cura dalle Mamme dell'Oratorio, hanno deciso di partecipare alla grande gara di beneficenza a favore della riqualificazione del cortile dell'oratorio, acquistando diversi biglietti della Lotteria Redentore 2012. Gli organizzatori della lotteria di beneficenza ringraziando i benefattori, affermano che nei primi quindici giorni della lotteria sono stati venduti già oltre mille biglietti e fanno sapere che si può manifestare la propria generosità anche attraverso donazioni dirette sul CCB della BANCA PROSSIMA (IBAN: IT 81 F033 5901 6001 0000 0063 670).

Il prossimo appuntamento del Presepe Vivente è per lunedì 2 gennaio e venerdì 6 gennaio dalle ore 18 alle ore 21 presso l'opera salesiana del Redentore di Bari

"

Potrebbe interessarti: http://www.baritoday.it/eventi/teatro/presepe-vivente-al-redentore.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/BariToday/211622545530190

 

Presepe VIVENTE del Redentore:

la via di Betlemme per il mondo

02/01/2012, a cura di Anna Ingravallo - www.infooggi.itPresepe VIVENTE del Redentore: la via di Betlemme per il mondo 

BARI, 2 GENNAIO 2012- Una replica dopo l'altra per il PRESEPE vivente con 100 figuranti dell'Opera Redentore di Bari. L'una, tra qualche ora ( start h. 18,00) e l'altra, con l'arrivo dei Re Magi presso la Grotta di Betlemme (..ma a Bari) il giorno 6 gennaio, stessa ora. L'ingresso è LIBERO.


Il Presepe predisposto quest'anno ha l'intensità propria di un periodo di preparazione molto lungo (ben 3 mesi) alle spalle e la cura delle atmosfere di cornice mentre i figuranti (cento, tra animatori dell'oratorio, ragazzi e adulti) avanzano tra le increspature della roccia cercando di farsi spazio nelle emozioni dei visitatori (SEICENTO ve ne son stati solo all'inaugurazione).

L'allestimento manifesta una realtà di storica rappresentazione, fedele anche al contesto sociale dell'anno zero. Indi aggiungeremmo anche per i costumi e gli ambienti, quasi fosse un'opera cinematografica di un artigianato parrocchiale composto dal GRUPPO FAMIGLIA don BOSCO dell'Oratorio, sotto la  competenza pratica della Maestra Titty PASTORE (della scuola elementare San G. Bosco) e di don NANDO PELLINO   (salesiano oltre che animatore del Centro FORMAZIONE PROFESSIONALE).


L'obiettivo di un Presepe del genere è quello di far compiere al visitatore un vero viaggio spirituale dall'annuncio a Maria sino alla Nascita di Gesù a BETLEMME.


Un operaio di 60 anni, Giovanni, ha utilizzato queste parole a proposito: "È come se dall'alto ci guidasse un angelo. Mi sembrava di stare in un villaggio dove ogni realtà raccontava la presenza di Dio tra gli uomini".


Anche Michele, di soli 9 anni, ha detto la sua: "Voglio fare anche io il presepe vivente da grande". Non c'è età che diversifichi l'impatto di una "cosa ben fatta".

DON FRANCESCO PREITE (giovane Responsabile dell'Oratorio) cimentandosi con un'acuta riflessione a riguardo ha ben detto: " Il presepe vivente è una metafora della vita, se si passa dalla semplice rappresentazione scenica a quella esistenziale: nella misura in cui ognuno compie il suo dovere, non semplicemente come obbligo ma come atto di amore, allora il Natale acquista senso e significato".


Gli fa eco l'energico DON MARIO SANGIOVANNI, Direttore e parroco del Redentore, che commenta: "Un presepe vivente che ha mobilitato l'intero quartiere e per il quale ci aspettiamo oggi pomeriggio ed il 6 gennaio tanta altra gente, anche di altri quartieri della città di Bari, per questo messaggio di amore".

La nota di gusto dell'evento è che i visitatori in quest'occasione hanno degustato prodotti tipici del Natale preparati con cura dalle mamme dell'ORATORIO, che hanno deciso quindi di partecipare alla GARA di BENEFICIENZA a favore della RIQUALIFICAZIONE del cortile dell'Oratorio, acquistando diversi biglietti della LOTTERIA Redentore    2012.


Gli organizzatori di tale lotteria, ringraziando i benefattori, hanno fatto conteggio dei biglietti emessi durante le prime 2 settimane di vendita: si è superato il n. mille.


Ma il lavoro va avanti per cui chi abbia volontà di manifestare la propria generosità anche attraverso donazioni dirette, può farlo tramite CCB su codice IBAN Banca PROSSIMA

IT 81FO33 5901 6001 0000 0063 670


[DA AVVISO COMUN. STAMPA a firma del Dott. G. CIFARELLI, Resp. Uff. Stampa REDENTORE di Bari)
bari@donboscoalsud.it      ---  website: redentorebari.donboscoalsud.it

 

 

Natalizzare con Il Redentore: la vera Lotteria del 2012

27/12/2011, a cura di Anna Ingravallo - www.infooggi.it

Natalizzare con Il Redentore: la vera Lotteria del 2012 

 BARI, 27 DICEMBRE 2011- Natale è cercare qualcosa di nuovo, cambiando il vecchio per il nuovo e supportando il lavoro di chi, come i Salesiani del Redentore di Bari, operano nella solidarietà. "Natalizziamo FB", vuole essere un'iniziativa di solidarietà promossa dal Gruppo di Comunicazioni Sociali dell'Oratorio Redentore di Bari.
Per tutto il periodo natalizio invitiamo gli utenti FB a cambiare la propria immagine e mettere il logo della lotteria "Redentore 2012"

La lotteria "Redentore 2012" è un'iniziativa di solidarietà che intende raccogliere fondi destinati alla riqualificazione del cortile dell'Oratorio, situato nel quartiere Libertà di Bari.

Dare spazi accoglienti a ragazzi e giovani è un impegno concreto che coinvolge tutti coloro che hanno a cuore l'educazione preventiva.

Pertanto invitiamo tutti gli utenti di FB a diffondere l'iniziativa di solidarietà cambiando la foto del proprio profilo e invitando i propri amici a fare altrettanto fino al 31 dicembre.

Cambiare il profilo per essere solidali non costa nulla!

 

Per tutte le infoweb: http://redentorebari.donboscoalsud.it/


      Per donazioni dirette:
     BANCA PROSSIMA

     IBAN:
     IT 81 F033 5901 6001
    0000 0063 670

 

 

LA GUIDA

Il Natale in scena, gospel o presepi
tutti gli eventi fra sacro e profano

La tradizione dà spettacolo con le rappresentazioni della Natività. Le feste a ritmo di jazz, i concerti, gli spettacoli per i più piccoli. Appuntamento a teatro e le mostre aperte nei giorni di festa

Il Natale in scena, gospel o presepi tutti gli eventi fra sacro e profano

DA NON PERDERE

Presepi, la tradizione dà spettacolo

Il presepe vivente va in scena a Bari, e fa il pari con le rappresentazioni della Natività sparse per il borgo, dai presepi nelle corti fino a quello dell'associazione Michele Fazio e alle statue giganti davanti alla basilica. Si inaugura il giorno di Natale alle 18 il presepe vivente organizzato dalla parrocchia San Francesco d'Assisi a Japigia, con repliche il primo e il 6 gennaio (ingresso libero; info 334.631.01.35). Bisogna aspettare il 27 dicembre, invece, per la messa in scena curata dall'istituto Redentore con cento figuranti (dalle 18 alle 21; ingresso libero). In Cattedrale, la consueta messa delle 23, presieduta dall'arcivescovo Francesco Cacucci.

L'arte contemporanea interpreta in maniera originale il presepe della chiesa madre di Triggiano: grazie ad Archeoclub il sito archeologico nel sottosuolo ospita quest'anno l'opera di Franco Dellerba a cura di Lia De Venere, una serie di putti dai colori vivaci che attendono il Messia vegliando su un giaciglio di tessuto emanante luce (dalle 19,30 alle 20,30; info 334.766.05.14). A Bitetto l'artista Arcangelo Fazio realizza un'imponente opera in polistirolo per la mostra E venne al freddo e al gelo, al santuario Beato Giacomo (tutti i giorni 9,30-12 e 16,30-21,30). Ogni città ha il suo presepe, qualcuno è più celebre degli altri: è il caso di Lecce, che come sempre sceglie l'anfiteatro romano. L'inaugurazione è alle   18,30. Il giorno di Natale, invece, il Salento si dà appuntamento a Tricase per lo storico presepe vivente della fondazione diretta dal regista Edoardo Winspeare (dalle 17,30 alle 21,30; info 340.002.81.66).


Musica, le feste a ritmo di jazz e gospel


La vigilia di Natale può somigliare a una lunga jam session. Così l'ha immaginata l'associazione L'albero dei sogni che, con il Comune, oggi dalle 12 alle 19 propone in piazza Mercantile Christmas in Bari. Speciale appuntamento natalizio con 100 musicisti guidati da maestri del jazz barese. Si accompagnerà in musica uno dei riti più frequentati dalla città, lo scambio dei doni e degli auguri, l'aperitivo alternato all'ascolto del buon jazz. "La piazza sarà un grande palcoscenico e la città comincerà a suonare".

Anche il teatro Bravò a Bari si dedica al Natale con i matinée, questa mattina alle 11 con una fiaba per i più piccoli La nana bianca con coreografie e ricerche musicali di Raffaella Tricarico. Domani, invece, sempre alle 11, concerto di Natale, con le musiche tradizionali suonate dal vivo dai ragazzi del conservatorio Piccinni di Bari (info teatrobravo. com). Gran concerto di Natale in gospel domani alle 22 al Moody jazz cafè di Foggia (moodyjazzcafe. it) con la vincitrice della Stellar Award 2010, Crystal Aikin, accompagnata dal suo gruppo di coristi e musicisti, otto elementi provenienti da Seattle. Domani l'associazione Pietre Vive organizza "La Cripta in musica" alle 20 nel museo della cattedrale di Monopoli con possibilità di visitarlo ascoltando i musicisti Antonio Ostuni, Vincenzo Topputi, Samuela Mizzi, Elio De Marinis e Daniele De Marinis (ingresso libero). Infine, lunedì alle 19 nella chiesa matrice di Latiano, concerto di Santo Stefano con Nico Berardi e Il Soffio dell'Otre (ingresso libero; info. 0831.721.096).

Asuddiest, notte da ballare sulle note di Nicola Conte


Subito dopo la mezzanotte, sarà il dj set di Nicola Conte ad animare il Natale di Asuddiest, il locale sul lungomare di Bari in via Di Cagno Abbrescia 17 (info 333.908.09.00). La sua ispirazione è la musica italiana anni '60 e '70, spaziando dalla bossa nova alla tradizione jazzistica, che ripropone nei suoi set, in maniera sapiente e sofisticata. Originario di Bari, ha curato la direzione artistica del Fez Club per sette anni e si è imposto sulla scena internazionale già con il suo primo album Jet Sounds , fondendo jazz e club culture. Ha collaborato e collabora tuttora con jazzisti come Gianluca Petrella, Fabrizio Bosso e Daniele Scannapieco. Domani sarà dalle 22 a Piazzaroma a San Vito Taranto (info 099.452.11.92).

bari.repubblica.it -  24 dicembre 2011 -

 

clicca sull'immagine per leggere l'articolo - La Gazzetta del Mezzogiorno 18 dic. 2011

 

 

Clicca sull'immagine per leggere l'articolo

 

 

Clicca sull'immagine per leggere l'articolo - La Gazzetta del Mezzogiorno

 

Un nuovo look per il Redentore

21 nov 2011 - Barisera

La nuova piazzetta antestante il Redentore

BARI - L'oratorio del Redentore si rifà il look ma per farlo ha bisogno di fondi. Il progetto di riqualificazione del cortile interno, presentato ieri durante la manifestazione sportiva BariMaratona, prevede la realizzazione di nuovi campi di gioco, uno di calcio a sette in erba sintetica, un campo di basket e due campi di calcetto. Nel progetto è prevista anche la ristrutturazione degli spogliatoi. Un impegno serio a favore del quartiere ed in modo particolare dei più piccoli, che tuttavia per vedere la luce necessita di una disposizione finanziaria di 250mila euro. Ad oggi solo la Provincia di Bari ha messo a disposizione una parte dei fondi necessari. Per l'esattezza 47.850 euro, che rientrano nel programma regionale triennale per l'impiantistica sportiva. Mentre come assicurano dal Redentore, "il sindaco di Bari, Michele Emiliano ci ha promesso di trovare una parte delle somme necessarie". L'oratorio dal canto suo ha dato il via ad una campagna di fund raising. Tra le iniziative messe in campo c'è la lotteria di beneficenza "Redentore 2012" che mette in palio, tra l'altro, un'autovettura Peugeot 107. Con la lotteria l'oratorio spera di raccogliere almeno quarantamila euro, che saranno destinati completamente al progetto di riqualificazione del cortile dell'oratorio. Così chiunque vorrà dare concretamente una mano potrà acquistare un biglietto della lotteria a partire dai primi giorni di dicembre. Per sensibilizzare il maggior numero possibile di persone l'oratorio sta pensando di effettuare la raccolta non solo in sede, ma anche nelle piazze della città "pensiamo ad una raccolta itinerante, magari allestendo un banchetto durante la festa di san Nicola". Servono quindi altri duecentomila euro, per questo accanto alla raccolta interna, l'oratorio del quartiere Libertà confida nella generosità degli enti pubblici e dei privati. Barbara Facchini

 


I Salesiani del Redentore suonano la sveglia

24/10/2011 - www.infooggi.it  a cura di Anna Ingravallo 


I Salesiani del Redentore suonano la svegliaBARI, 24 OTTOBRE 2011 -  Fermento di iniziative nel quartiere Libertà di Bari guardando bene a quelle avviate dall'opera salesiana della Chiesa del Redentore di Bari. Appena conclusa la festa dello sport che ha visto la partecipazione di oltre 200 ragazzi degli oratori salesiani della Puglia Nord ed in attesa della finale del " 1° Memorial Giorgio Gernone", torneo organizzato per ricordare il ragazzo Giorgio tragicamente scomparso l'estate scorsa, sabato prossimo 29 ottobre è prevista alle ore 19 presso la Chiesa del Redentore, la solenne celebrazione del Beato Michele Rua, primo successore di don Bosco e fondatore dell'opera salesiana a Bari

 

 

Seguirà un concerto polifonico guidato dal Maestro Emanuele BUONVIVO dal titolo: "La Musica degli Angeli", per dare il benvenuto al nuovo direttore-parroco DON MARIO SANGIOVANNI.

 

Il 30 ottobre è prevista la gita delle castagne a Melfi con la partecipazione al corteo storico dei falchi. Le prenotazioni segnano il tutto esaurito, con due bus pronti a vivere questa magnifica avventura.

 

Mentre è in programma per mercoledì 23 novembre una tavola rotonda sulle risorse e problematiche del quartiere Libertà organizzata dall'Istituto salesiano Redentore e dall' Associazione Finis Terrae, che vedrà la partecipazione di esponenti del mondo sociale, scolastico, ecclesiale, giudiziario, del terzo settore, e del commercio che quotidianamente vivono ed operano nel quartiere Libertà.

L'obiettivo della tavola rotonda è quello di offrire un documento condiviso da presentare alle istituzioni politiche preposte all'amministrazione e al governo della città.  Un'ulteriore iniziativa da segnalare è il Presepe Vivente che vedrà coinvolti centinaia di bambini e ragazzi della Parrocchia salesiana e delle scuole del territorio. La manifestazione si terrà nel cortile dell'opera salesiana nel periodo natalizio.

Diverse iniziative per un unico obiettivo: animare il territorio in stile educativo e preventivo per destare un quartiere troppo spesso messo ai margini della città e noto specialmente per la cronaca nera.


 

 

Libertà, arrivano i campetti di calcio vicino al Redentore

Giovedì 17 Novembre 2011 20:05 - quotidianodibari.it

 L'annuncio d'un finanziamento da parte del consigliere provinciale Cipriani 

Non si spegne la speranza di nuove strutture sportive in un quartiere piuttosto avaro come il Libertà di Bari. Michele Cipriani, Consigliere provinciale barese, infatti, ha annunciato ai residenti del rione che la Provincia di Bari ha approvato l'erogazione d'un contributo economico pari a 47mila e 850 euro, finanziamento derivante dai fondi di cui alla Legge Regionale pugliese n.33/2006, a favore del progetto di riqualificazione con realizzazione di campi in erba sintetica (invece dell'attuale superficie in mattonelle ad alto rischio fisico) presso l'Oratorio Salesiano Redentore di Bari. Cipriani ha colto l'occasione di evidenziare l'importanza, per i cittadini del Quartiere, di questo importantissimo risultato - conseguito grazie all'impegno della Provincia guidata da Francesco Schittulli- che consentirà, finalmente, ai ragazzi del Libertà di usufruire, a breve, di strutture sportive adeguate, sicure ed all'avanguardia. Tutto da vedere, dunque, il progetto dei nuovi campetti, sperando che i tempi di realizzazione siano brevi. O perlomeno non troppo lunghi, visto che tra le interpellanze prodotte negli ultimi anni sia in Consiglio che con note scritte all'Amministrazione Comunale barese fino a oggi nulla è stato fatto per il quartiere Libertà. Se non, come ripete Michele Cipriani, mere promesse verbali che rimangono fini a se stesse, con l'aggravarsi del degrado quotidiano di un'area posta a ridosso del centro cittadino sempre più alla deriva. E con un'amministrazione sempre più latitante. Tra le richieste dei politici e comitati di quartiere rimaste lettera morta, ad esempio, c'è la mancata fruizione pubblica nelle ore serali del giardino ubicato all' interno dell' ex Manifattura, ma anche il mancato utilizzo degli oltre centocinquanta posti auto (utilizzati solo la mattina) esistenti nell'area mercatale, sia nelle ore pomeridiane che notturne con tariffe e abbonamenti accessibili. Ora l'attenzione però è tutta per la costruzione dei nuovi impianti sportivi nei pressi della Chiesa del Redentore, in fondo a via Crisanzio...(adl)

 

 

Il Redentore: fiamma "olimpica" per lo sport e l'educazione

 

10/10/2011, www.infooggi.it a cura di Anna Ingravallo


  Il Redentore: fiamma BARI, 10 OTTOBRE 2011 -  Non sono le Olimpiadi, ma hanno la stessa dignità: parliamo dei giochi per la  Festa del Sport 2011 presso Chiesa del Redentore di Bari. Domenica 16 ottobre, l'oratorio Redentore di Bari, ospita la prima festa regionale Cnos/Sport 2011/2012.
Il tutto inizierà con l'arrivo delle diverse squadre al Redentore, che vivranno il momento di accoglienza   in una gustosa COLAZIONE (a "Blessed Breakfast")  offerta dai collaboratori dell'Oratorio Redentore, cui seguirà la celebrazione Eucaristica, ore 10,00, al termine della quale si darà lo "start" alla "giornata sui campi".

 
Le squadre impegnate saranno quelle della Puglia Nord: oltre Bari, ci saranno anche le squadre di Santeramo, Foggia, Cerignola, Molfetta e Andria, tutti uniti per  vincere la "partita più bella": quella dell'educazione, del rispetto per l'altro, di una divertente competizione senza odio, senza rivalità distruttive, ma con l'obiettivo di far crescere una sana passione sportiva".

Questo è un giorno tipico per gli ambienti Salesiani, perché si dà il via alle attività ludico/sportive del nuovo anno sociale.
Questo giorno di festa, deve unire le diverse realtà e le diverse provenienze, senza conflitti: "è l'esempio che vogliamo dare anche a tutti i tifosi che assistono alle partite sui campi nazionali" affermano gli Educatori dell'Oratorio.

"Vogliamo fortemente evidenziare e valorizzare i valori buoni dello sport. Lo stare insieme, l'incontrarsi, il divertirsi, il fare festa. Crediamo che i genitori sempre più debbano essere coinvolti positivamente nello sport, nel partecipare, perché lo sport è l'occasione per far crescere bene i loro ragazzi." Don Claudio Belfiore (Presidente Nazionale Cnos/Sport)
Noi dell'oratorio Redentore vogliamo giocare, divertirci e crescere come voleva don Bosco "Buoni Cristiani e onesti cittadini"... sempre.

 

 

Quest'estate tutti all'oratorio

1 lug 2011 - Barisera

I ragazzi che partecipano all'estate del Redentore

BARI - Un'estate all'oratorio salesiano del Redentore, tra giochi, serate, feste, gite, uscite nelle piazze di Bari. L'iniziativa che si ripete ogni anno, quest'anno è partita lunedì per concludersi il 23 luglio. L'attività educativa è rivolta a ragazzi e ragazze dai 7 anni ai 14 anni di età per i quali lunedì pomeriggio c'è stata una esibizione di Kung fu e la consegna delle magliette. Quattro settimane di gioco, amicizia ed educazione per circa duecento minori coinvolti e sessanta tra giovani animatori e genitori che si impegneranno nel servizio gratuito nell'oratorio salesiano del Redentore di Bari. La storia che guiderà il mese di attività è tratta dal film di animazione "Kung fu Panda", è vuole educare i ragazzi ad essere consapevoli dei propri sogni, delle proprie aspirazioni per cercare nella vita quotidiana di realizzarli attraverso il proprio impegno. "Nel Panda di nome Po, si può identificare qualsiasi bambino che si senta inadeguato al sogno che nutre dentro di sé - afferma don Francesco, direttore dell'oratorio salesiano di Bari - Il grosso e goffo Panda, costantemente desideroso di ingurgitare cibo, come potrà mai diventare un maestro di Kung fu?". Ogni giorno dalle 17 alle 20, i ragazzi potranno giocare e crescere nell'amicizia. Sono previste quattro feste tematiche: festa dei popoli, festa dell'ecologia, festa della legalità (in collaborazione con il comando provinciale di Bari dell'arma dei carabinieri), festa dello sport (in collaborazione con il Coni, ed organizzata dalla struttura sportiva del Camposcuola "Bellavista"). Inoltre il programma prevede serate, gite al mare e all'acquapark, una passeggiata ecologica in bici da piazza Redentore alla basilica di San Nicola. Ogni sabato l'oratorio si sposta nelle piazze di Bari: piazza Risorgimento (questo sabato), piazza Garibaldi (9 luglio), piazza Umberto I (16 luglio). Nelle piazze ci saranno momenti di festa e di gioco, e sarà celebrata la messa. Insomma l'estate ragazzi 2011 si propone come un'attività educativa molto varia e ben programmata che vuole promuovere uno stile educativo preventivo in un territorio a forte disagio sociale (come il Libertà), secondo la pedagogia salesiana di don Bosco. Barbara Facchini

 

Radiosoundcity Italia

La festa di Maria Ausiliatrice nel quartiere Libertà di Bari

 

 

Si è conclusa molto positivamente la kermesse organizzata dai Salesiani del Redentore di Bari per festeggiare Maria Ausiliatrice. Il programma della festa ha previsto tornei sportivi di Joga bonito, Volley e Basket per ragazzi e giovani, e simpatiche sagre culinarie organizzate dalle mamme e dalle famiglie dell'Oratorio.

Uno degli eventi più significativi è stato il Concorso Giovani Talenti che ha visto i giovani partecipanti realizzare canzoni, foto, disegni attinenti al tema "Liberi di sognare". Il tema non solo era una "metafora territoriale" (infatti liberi era riferito a Libertà, il quartiere nel quale opera l'oratorio Redentore; sognare faceva riferimento alla valorizzazione del positivo presente nel territorio); ma anche una "metafora sociale" per indicare la condizione giovanile: precaria ma sempre ricca di potenzialità; una "metafora culturale" per designare il Sud povero ma creativo e ricco di risorse; una "metafora di vita" per denotare la condizione di ogni persona che seppur limitata è chiamata a realizzare un grande sogno con il proprio impegno nel quotidiano. I partecipanti della sezione musicale sono stati: The Fifth Avenue, ExoE, Cherry Pie, Sbalin, Marco e Marilla, Poncesco, Zero dB ed il gruppo South o' Phonic, vincitori di questa prima edizione con la canzone "Svegliami". Per la sezione Fotografica, hanno partecipato Mariangela Lucarelli, vincitrice con la foto "The real Peter Pan", Antonio Maria Tenace ed Anastasia Alessandro; mentre per la sezione Artistica, hanno partecipato Filippo Campanella, Barbara Costantino, Giuseppe D'Agostino, vincitore con l'opera "Il bambino con il megafono". La giuria del concorso era formata da: don Francesco Preite, Direttore Oratorio Centro Giovanile Salesiani Redentore Bari; Leonardo Tarantino, Presidente VIII Circoscrizione del Comune di Bari e Direttore di Radio Sound Bari; don Pierluigi Lanotte, Responsabile ufficio comunicazione Sociali Ispettoria Salesiana Italia Meridionale; Francesco Loconsole, Direttore-Editore di Radio Sound City Bari; dott.ssa Rosa Grazioso, Insegnate e Paolo Garbellano, Fotografo Professionista. Sono intervenuti alla manifestazione anche i consiglieri comunali ed ex-allievi Massimo Maiorano e Pietro Petruzzelli.

La kermesse è terminata il 24 Maggio con la processione di Maria Ausiliatrice per le vie del quartiere e la successiva festa nel cortile dell'oratorio con giochi a premi, musiche, balli.

L'alta partecipazione alla festa ha manifestato non solo il gradimento della gente ma anche la voglia di riscatto in un quartiere spesso nominato solo per la cronaca nera.

 

 

 

Cultura & Spettacolo

23 maggio 2011 - Antenna SUD

Bari, un concorso per i giovani talenti del quartiere Libertà

Concorso giovani talentiUn'occasione per far vedere quello che si è capaci di fare, anche nel contesto difficile in cui si vive tutti i giorni. Il ruolo di una parrocchia è anche quello di mettere in risalto il buono della sua comunità di riferimento. E lo è ancora di più per i salesiani.
Non è un caso quindi che la parrocchia del Redentore di Bari abbia cercato, attraverso un concorso, di scovare i giovani talenti dai 14 ai 30 anni del quartiere Libertà del capoluogo, e non solo. Musicisti, pittori e fotografi che per una sera hanno avuto il loro quarto d'ora di celebrità nel cortile dell'oratorio del Redentore.
Una missione vera, magari diversa e molto più "rock" dell'azione pastorale classica, ma di certo molto efficace.

Andrea Tedeschi

 


 

News

Oratorio del Redentore

Oratorio del Redentore

29 luglio 2014

La Gazzetta del Mezzogiorno Martedì 29 Luglio 2014 - Bari Città pagina ... leggi tutto

Fare comunità Campo

Fare comunità Campo

22 luglio 2014

Download [1] Locandina... leggi tutto

Approfondimenti

Riflessione Giugno

Riflessione Giugno

31 maggio 2014

Mese del Sacro Cuore Il catechismo della Chiesa Cattolica ribadisce che il Sacro ... leggi tutto

Riflessione Maggio

Riflessione Maggio

22 aprile 2014

Mese Mariano. Festinsime 2014 Carissimi fratelli e Sorelle, Dopo l'esperienza ... leggi tutto

Eventi - luglio

  • Nessun evento in calendario

News Ans

Italia - Gaza: il comunicato

(ANS – Roma)– Il 28 Luglio ... leggi tutto

Myanmar - LArcivescovo Bo: Unità

(ANS – Yangon)– “L’unità ... leggi tutto

Spagna - Campobosco 2014, unesperienza

(ANS – Madrid) – Organizzato ... leggi tutto